9

One Piece Report - Capitolo 775: Franky vs Senor Pink

Mi hanno detto: "Buta, quando fai i Report, postali SEMPRE anche sul blog".
E così vi ho accontentato.
Sto ancora finendo di mettermi in pari con Seven Deadly Sins, spero di farcela per settimana prossima, vorrei riprendere con il Baretto dei Top Shonen 2.0.
Vi posso comunque anticipare che oltre a One Piece e Bleach, e oltre Seven Deadly Sins, affiancheremo My Hero Academia.
Perciò se non l'avete ancora letto, potete mettervi in pari (sono poco più di 20 capitoli, li leggete in un weekend).
In ogni caso, pronti con il nuovo One Piece Report?

Continua a farti del male...
45

Lettera aperta a Francesco Sole

Alla cortese attenzione del signor Francesco Sole,
Mi chiamo Angelo, e non ci conosciamo. Non personalmente, quantomeno. Non sono un tuo fan, non sono un tuo seguace, non sono un tuo lettore, né tantomeno un tuo spettatore. Il “target” di riferimento del tuo operato e del tuo raggio d’azione, in tutta onestà, non mi riguarda per sopraggiunti limiti di età, in quanto ho passato i 15 anni da un bel pezzo.
E pur tuttavia so chi sei, cosa fai e cosa proponi.
D’altronde il web è piccolo, le voci girano e i fatti rimangono fatti.
E le voci e i fatti che riguardano la tua persona, il tuo operato, il tuo raggio d’azione, non sono mai positive.
“E allora?” potresti giustamente pensare, leggendo queste prime righe (e, sempre giustamente, accartocciare virtualmente questa lettera, chiudendo la finestra internet).
E allora ascolta, se hai cinque minuti di tempo.
Meglio: leggi.
Perché oggi voglio parlarti di te, anche se non ci conosciamo. Nonostante le voci di cui sopra. Nonostante (e so che a te piacciono molto le citazioni) qualcuno una volta abbia detto: “Se non potete parlare bene di una persona, non parlatene”.

Continua a farti del male...
27

Top 15 #totaletombale: Seinen Manga (2 di 3)

Ed eccoci qua, con la seconda parte di questo classificone #totaletombale su quelli che per me sono i migliori seinen che abbia letto. Sottolineo, as usual, quel “per me”, così da ribadire che questo genere di classifiche sono completamente soggettive in quanto rispecchiano unicamente i miei gusti personali e le mie preferenze.
Oggi ci inoltriamo nel vivo del listone seinen; quelli della scorsa settimana, tutti eccellenti manga, erano “solo” di riscaldamento. Oggi invece ci spariamo cinque seinen belli tosti, che a conti fatti potrebbero benissimo rappresentare la mia top 5.
Ma come scoprirete lunedì prossimo, la (mia) Top 5 seinen sarà molto, molto particolare.
In ogni caso, ciancio alle bande e…vediamo chi c’è quest’oggi!

Continua a farti del male...
29

I migliori film del 2014

Leggerissimamente in ritardo (anche se poi non è tutto questo ritardo) eccoci con il sempiterno listone #totaletombale dei migliori film secondo sommobuta (quindi secondo me) passati al cinematografò nel corso del 2014. Anche quest’anno ho visto parecchi film, molte buone pellicole, una manciata “eccellenti”, diverse ciofeche (penso che la cosa più brutta sia stato il documentario su Berlinguer di Veltroni, assolutamente ingnobile sotto ogni punto di vista), e non sono mancati le sorprese.
Quindi eccovi i 10 migliori film del 2014.
Secondo me.
Perché come sempre questi classificoni sono soggettivi e rispecchiano unicamente i miei gusti personali.
Pronti?

Continua a farti del male...
31

Top 15 #totaletombale: Seinen Manga (1 di 3)

Il bello dei seinen rispetto agli shonen è che, a parte le censure pixellate degli organi genitali, non hanno praticamente limitazione alcuna. Né di genere, né di argomento.
Mondi fantastici? Ci stanno.
Fantasy fantasiosi? Ci sono.
Fantascienza? Utopia? Distopia? Presenti.
Violenza, sbudellamenti, spargimenti di sangue? Check.
Criminali, assassini, approfittatori, stronzi, malamenti? Non possono mancare.
Eccetera, eccetera, eccetera.
D’altronde il target del seinen è per gli “over 18”, quindi persone a tutti gli effetti adulti e consenzienti. Non stupisce quindi che spesso questa tipologia di manga vada molto spesso “oltre”, per mostrare anche l’orrore che si cela dietro una certa cortesia di facciata (nipponica e non solo).
A me personalmente i seinen piacciono. E molto. Forse non arrivo al gradimento “spicciolo” che mi offrono gli shonen, ma la maggior parte dei seinen spesso mette a nudo un nervo scoperto della nostra società, e quando lo fa, colpisce durissimo.
Oppure, se si dedica ad opere di fantasia, riesce sempre a scavare nel profondo, come nei migliori romanzi di genere. E anche solo per questo i seinen sono probabilmente tra le migliori opere fumettistiche a livello mondiale.
Come al solito vi ricordo che questa classifica è totalmente soggettiva. Il che vuol dire che qui troverete quelli che per me sono i migliori seinen. E quindi vuol dire che non sono i 15 seinen oggettivamente migliori.
Tra le altre cose, proprio in virtù di quanto detto poco più sopra, ci tengo a dirvi che la classifica è puramente “indicativa”, nel senso che per me queste opere hanno tutte un valore talmente “elevato” che se il manga alla 15° posizione è da 8,5 quello alla prima è da 9.
E ora…ready to go?

Continua a farti del male...
3

Urasawa dichiara


Continua a farti del male...
11

Come Togashi col mal di schiena

La verità è che vi devo delle scuse. Anche se in teoria non dovrei scusarmi di nulla. Dopotutto "questo" non è un lavoro, ma un hobby. E come "hobby" ho sempre detto che l'avrei portato avanti fino a quando mi sarei divertito.
Ecco: in quest'ultimo mese il pensiero di "dover" aggiornare il blog mi ha pesato.
E molto.
E quindi, molto semplicemente, non ho aggiornato, se non a sprazzi.
D'altronde qui non siamo mai stati mossi da palinsesti rigidi, dai numeri o dalle visualizzazioni. L'aggiornare "per forza", "sempre e comunque" non esiste.

Continua a farti del male...
46

L'Islam pacifico abbonda nella mente degli sciocchi

Prendete la Banda della Magliana.
Anzi, meglio: Romanzo Criminale, che lo conoscete (più o meno) tutti. Il Libanese, criminale di mezza tacca, pensa di fare il colpo della vita: sequestrare il Barone Rosellini e chiedere 10 miliardi come riscatto. Per questo motivo fonde diverse batterie di criminali provenienti da ambienti e zone di Roma differenti. Il colpo riesce, la banda riceve il riscatto, dopodichè il Libanese ha un’idea: invece di frammentarsi di nuovo in piccole bande, è meglio restare uniti, reinvestire il danaro e diventare i padroni di Roma.
Chi si allinea, può entrare nel club.
Chi non si allinea…beh, è destinato a fare una brutta fine.

Ecco, questa in sostanza è la storia di Maometto e di come nasce l’Islam. Il simpatico profeta un giorno decide di unire tutte le tribù di mercanti della sua regione che erano in lotta tra loro da secoli. Legge la Bibbia, ne capisce la metà, scrive una sua versione riveduta e corretta, e adducendo la solita scusa dell’investitura divina (che fa sempre presa sul popolino) unisce una parte delle tribù in lotta.
Chi si allinea, entra nel club.
Chi non si allinea….beh, fa una brutta fine.

Inizia bene, e in modo molto pacifico, questo Islam.

Continua a farti del male...
3

Anche questo Natale...



E quindi niente, ci si ritrova domani per iniziare nuovamente con le solite amenità de Il Viagra della Mente.

Continua a farti del male...
 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro