4

Fumetto: disegno o trama? (4 di 5)



Si parlava di pessime storie e di prese per i fondelli, dunque.
Di sicuro, la più grossa presa per i fondelli per quanto riguarda l'ultimo periodo è rappresentata da Dylan Dog 279, intitolato "Il Giardino delle Illusioni".

Premessa
Da "giovine" sono stato un grandissimo fan di Dylan Dog. Adoravo il personaggio, mi piacevano le storie, idolatravo gli speciali. Poi, intorno al numero 130 ho smesso di leggerlo.
Non perchè non mi piacesse più, non perchè non mi andasse di spendere soldi, ma perchè ho cominciato a cercare "altro". La "storiella" autoconclusiva del Dylan sclaviano non mi bastava più. E allora ho lasciato.

Così, dopo tutti questi anni, quando ho visto quel numero sullo scaffale dell'edicola, ho avuto nostalgia e ho voluto vedere se e in che modo era cambiato Dylan Dog.
Il guaio era non solo che era cambiato (in peggio), ma che mi trovavo di fronte ad una storia che era tutto, tranne che dylandoghesca.

La trama è presto detta: Dylan Dog ha avuto l'incarico da tale signor Hackford di perlustrare il labirinto della villa che ha comprato di recente.
All'interno di questo labirinto, come apprendiamo via via che leggiamo l'albo, vige una sorta di maleficio che fa smarrire che vi si avventura, facendogli vivere tutti i suoi peggiori incubi e pensieri negativi.

Nelle storie "vecchie" io ero sempre abituato a leggere di un Dylan Dog intento a farsi "i cazzi suoi" (nella fattispecie, suonare il clarinetto/costruire il veliero/farsi prendere per il culo da Groucho) prima di essere chiamato dal malcapitato che gli spiega il caso assurdo del mese, farsi la bonazza di turno, ottenere consigli più o meno validi dall'ispettore Bloch, e risolvere alla fine il caso, dopo aver parlato col "mostro" di passaggio (in un modo o nell'altro, con spiegazioni logiche o illogiche che fossero).

In questo albo invece non succede nulla di tutto ciò.
Assistiamo ad una storia onirica, dove il protagonista dell'albo è il subconscio di Dylan Dog. Subconscio che, in quanto tale, è soggetto a un viaggio illusorio e introspettivo dove a farla da padrone è l'immaginario e la paura stessa del protagonista.

Avrei accettato - e apprezzato - l'albo se la storia avesse avuto come presupposto il sogno. Dylan Dog sogna, e gli succedono cose assurde. Ok, ci siamo. Mi sta bene.

Ma se il presupposto è: Dylan Dog entra nel labirinto (che non si sa per quale motivo è maligno e stregato), ha una serie di "avventure allucinanti"(nell'accezione di allucinazione) e di punto in bianco, alla penultima pagina, implora il labirinto di lasciarlo andare (e il labirinto stregato -sempre senza sapere come o perchè sia stregato - obbedisce), allora, ancora una volta, mi sento preso per il culo.

Mi sento preso per culo perchè tu, "narratore", devi darmi una spiegazione (logica, illogica, o idiota che sia) del perchè chi entra nel labirinto comincia ad avere queste visioni. E non mi interessa se l'albo è un albo che tratta di una storia di "fantasia". Tu narratore hai il dovere morale di farmi capire come funzionano queste cose fantastiche.

Sarà forse che dopo 10 anni che non leggevo Dylan Dog mi aspettavo qualcosa di diverso, ma non di così drasticamente diverso; sarà che forse dopo oltre 20 anni chi scrive le storie di DD stia cercando di battere strade narrative nuove, ma a me questo numero mi ha fatto ribrezzo.

E, lo ribadisco, mi sono sentito totalmente preso in giro.

Continua a farti del male...
2

Fumetto: disegno o trama? (3 di 5)



Naturalmente, ci sono fumetti (e/o manga) disegnati superbamente ma che peccano (per me) dal punto di vista della narrazione.

Fairy Tail, di Hiro Mashima, nè è un esempio tra i più fulgidi.
In quasi 20 anni di onorata carriera di lettura fumettistica non avevo mai visto un manga disegnato tanto bene quanto banale e inconcludente nella trama.
Anzi, nelle mini-saghe che compongono questo manga.

Se in Rave (primo manga di Mashima), che era disegnato maluccio, dopo 3-4 volumi si cominciava a dipanare un primo accenno di trama, che si concludeva con il 10 volumetto per poi partire "sparato" verso tutta un'altra storia (molto accattivante e piuttosto accattivante, tra l'atro), in Fairy Tail abbiamo un tratto di disegno superlativo "sprecato" in una sequela di mini-saghe che non hanno un filo conduttore.
E dopo 11 volumi di mini-saghe, benchè la lettura fosse leggera e io ho deciso di troncare questa lettura.

"Storie" narrate così mi sanno di presa per i fondelli.
E non mi piacciono affatto...

Continua a farti del male...
0

Fumetto: disegno o trama? (2 di 5)

The Sandman è di sicuro uno dei fumetti che andrebbe letto per forza. Anzi, che va letto per forza.
Sandman è uno di quei fumetti che ogni persona che si autodefinisce "fumettaro", dovrebbe prima o poi prendere in mano.
La Storia (anzi, Le Storie) che lo compongono sono di uno splendore e di una magnificenza unica nel panorama fumettistico.
Eppure "Sandman", per me, è disegnato da cani (almeno per quanto riguarda i primi volumi).
E' un capolavoro, certo. Nessuno lo mette in dubbio.

Ma io personalmente lo trovo "solo" un bellissimo fumetto.
Se fosse stato disegnato come un bel "Watchmen" o anche come un "V per Vedetta"(i cui disegni, almeno nella versione in b/n non sono, per me, il massimo della chiarezza e dello splendore), sarebbe stato di sicuro il mio fumetto preferito.
Invece i disegni, piuttosto che aiutare a comprendere meglio la storia, la penalizzano. E avendo letto i libri di Gaiman, penso che (forse) Sandman avrebbe reso di più se fosse stato "scritto" piuttosto che disegnato.

Ecco perchè nella mia personale classifica di gradimento, graphic novel come "300", "The Killing Joke" o "Superman: Red Son" occupano un posto più alto di quello splendore narrativo di Sandman.
Perchè queste graphic novel, oltre ad avere una buona storia, sono disegnate come comanda Iddio.

E come dicevo nel post precedente, il disegno, all'interno di un fumetto, conta quanto, se non di più, della storia.

Continua a farti del male...
0

Fumetto: disegno o trama? (1 di 5)


Una pagina a caso di un fumetto "storico"

Nei commenti di QUESTO POST sono emerse, a mio avviso, un paio di considerazioni interessanti riguardo il mondo dei fumetti.
Sintetizzando, la principale questione sollevata è: "In un fumetto, è più importante la trama o il disegno?"

Tenendo conto che ognuno può rispondere secondo canoni e criteri più che soggettivi, per me il disegno, resta comunque la componente essenziale.

Se un fumetto (o un manga) è disegnato superbamente, a meno che non sia proprio una nefandezza senza senso, posso anche soprassedere a una trama "banale e scontata" (qualcuno ha detto Bleach, per caso?), benchè non si raggiungano apici di noiosità prossimi al taglio delle vene.

Viceversa, se un fumetto (o un manga) ha una storia splendida - ma disegni orripilanti - faccio fatica anche solo a pensare di cominciarlo. A questo punto, mi leggo un bel libro e via.

Il perchè è presto detto: se penso a "fumetto", penso immediatamente alla resa grafica. La storia viene immediatamente dopo, beninteso.
- certo, se poi la storia non esiste (vedi manga come Fairy Tail), il fumetto, benchè disegnato splendidamente, per me è da buttare completamente -

Poi, ovviamente, bisogna vedere anche caso per caso.

Prendiamo per esempio "The Sandman"...

Continua a farti del male...
3

Aggiornamenti sparsi



Un pò di aggiornamenti sparsi, così a caso.

"Il Viagra della Mente" si appresta a compiere il primo anno di vita. Mi sembra che per essere uno spazio "di nicchia", non posso lamentarmi. E circa 16mila visite per questo spazio di nicchia per me sono più che soddisfacenti.
Perciò ringrazio i miei pochi, ma affezionati lettori e commentatori, costretti a subirsi idiozie e stupidate senza senso.

Altro discorso per il Devil's Fruit Site, che curo personalmente, assistito da tre baldi giovanotti (Davide, Stefano e Valentino) che mi danno un'enorme mano e a cui vanno sempre e comunque i miei più sentiti ringraziamenti. Ringraziamenti che estendo anche a tutti coloro che si occupano delle scan in Italiano di One Piece targate DF Family.
Le visite del sito sono vertiginose. Si raggiungono di media i 3500/4000 utenti quotidiani, con picchi di oltre 5000 visite.
In poco più di un anno, abbiamo raggiunto il milione e 300 mila visite complessivo. Un bel risultato, che dà a tutti noi dello staff (sia del sito che del forum) una grande soddisfazione.
E anche la pagine facebook correlate (sia quella di sommobuta, che quella del sito sono più che seguite).

Cambiando totalmente argomento, la partenza per Londra è ormai dietro l'angolo.
Tutto è stato preparato nei minimi dettagli e il 28, finalmente, si parte!

Ma nonostante ciò, per vostra fortuna(?) "Il Viagra della Mente" non vi abbandona.

Ho "spedito nel futuro" una serie di post di natura molto "nerd" che vi terrà compagnia durante la mia assenza.
Post che per chi ha partecipato e risposto a QUESTA DISCUSSIONE sulle mie letture (soprattutto in ambito fumettistico) risulteranno essere piuttosto stimolanti.

Ps: piccola soddisfazione personale. Alessandro "McNab" Girola (di cui trovate QUI il suo - stupendo- blog), qualche tempo fa aveva proposto QUESTA COSA QUI.
Non so ancora quando sarà tutto pronto, ma quando lo sarà, l'antologia ve la pubblicizzerò fino alla nausea  (sul blog, sul sito, su feisbuk, DOVUNQUE) poichè al suo interno troverete un mio (insulso, per la verità) raccontino.
E perchè, a parte la nefandezza scritta dal sottoscritto, chi cura l'antologia è uno che di scrittura se ne intende davvero tanto (e quindi merita la più ampia pubblicità possibile).

- fine degli aggiornamenti -

Ad Maiora, Gente!

Continua a farti del male...
6

Buon Natale!

Ai miei carissimi e stimatissimi 20 lettori, auguro un felicissimo Natale, all'insegna delle solite cose smielate trite e ritrite che al solo nominarle, sentirle o leggerle mi fanno vomitare (pace, amore, serenità, gioia,...), ma soprattutto, all'insegna di tantissimi regali, un sacco di dolci e una caterva di cose da magnà (perchè qua non siamo ipocriti e il Natale è ormai la festa di Babbo Natale e di Dio Regalo, più che di Gesù Bambino).
Dal canto mio, mi crogiuolo nella nullafacenza e mi coccolo i regali:
- i soldoni che non fanno mai male regalati da famiglia e parentado;
- il lettore dvd samsung in hd+il libro "Firmino" (regalo di Deborah)
- il beauty case Nivea nuovo per il viaggio a L'Ondhon, contenente schiuma da barba, cremina per il dopobarba e shampoo (regalo dei genitori di Deborah)
- la stampante nuova+graphic novel "Wanted" (regali da parte mia per me medesimo)

Insomma...non ci si può proprio lamentare!
Tanti auguri a tutti quanti!

Continua a farti del male...
4

Un (mio) post dal passato letto nel (vostro)futuro



Questo è il primo esperimento "fantascientifico" prodotto da questo blog.
Scrivo questo post il giorno 20 dicembre 2009, alle ore 13:23, e sto per spedirlo avanti di un giorno, ovvero al 21 dicembre (e la data di pubblicazione è pianificata intorno alle 10:00)..

Sempre se tutto andrà secondo i miei calcoli, beninteso.
E se tutto andrà secondo i miei calcoli, vorrà dire che abbiamo varcato e piegato lo spazio/tempo, dato che nel vostro presente state leggendo, in tempo reale, qualcosa che io ho pubblicato nel mio passato.
Mio passato che per voi è presente.

Discorso arzigogolato privo di senso, non so se ho reso l'idea...

Ad Maiora!

Continua a farti del male...
6

Letterina a Babbo Natale


Foto scattata ieri (perdonate la qualità, il mio cellulare non brilla in quanto a fotocamera).
E' uno dei millemila post-it che ogni anno vengono attaccati all'albero di Natale presente sotto la Galleria Umberto, a Napoli.

Se non riusciste a capire cosa c'è scritto, il messaggio dice:
Caro Babbo Natale,
regala a Tartaglia una statua grande quanto il Duomo, con un solo regalo faresti felici tutti!

Continua a farti del male...
11

Berlusconi dimesso dall'ospdedale


Vignetta comprensibile a chi segue gli spoiler di Naruto.
Si ringrazia cortesemente "il visitatore di passaggio" che ha ispirato questo disegno...

Continua a farti del male...
1

Solidarietà a Marco Travaglio

Continua a farti del male...
24

Un anno avaro di belle letture



Il 2009 si sta concludendo e posso affermare con sicurezza che è stato un anno avaro di belle letture.
Fatta eccezione per "Romanzo Criminale" (che tra le altre cose era pure una rilettura), non c'è stato nessun libro che mi abbia appagato appieno e mi abbia fatto gridare al miracolo o al capolavoro...

Forse, le letture migliori forse sono state "American Gods" di Neil Gaiman, i due libri di Lucarelli sull'ispettore Coliandro (ovvero "Falange Armata" e "Il giorno del Lupo"), e un'antologia di racconti horror, "Malarazza".

Dal punto di vista meramente "narrativo" ci aggiungo "la scoperta" Tullio Avoledo con il suo "L'elenco telefonico di Atlantide" (peccato per il finale, veramente orrendo, ma il libro è gradevolissimo per lo stile e il modo di scrivere) e "Breve storia di lunghi tradimenti" (attualmente in lettura).

Insomma, 6 libri su una cinquantina totale sono veramente pochi.

Difatti, per il resto, quest'anno mi sono "imbattuto" in letture noiose, stiracchiate o puramente d'intrattenimento.
Fanno perciò da contorno in un mare magnum di libri letti che non citerò per non risultare scocciante e pedante "il fantasy" con "Pan" di Francesco Dimitri e "La Storia Infinita" di Ende,  il thriller mordi e fuggi di Dan Brown "Angeli e Demoni" e per le ladies (preparate i fazzoletti, se volete leggerlo) "La moglie dell'uomo che viaggiava nel tempo".
Totale indifferenza verso "Guida galattica per autostoppisti", definito libro capolavoro e cult dai più, ma che, per quanto carino, io personalmente l'ho trovato scritto non male, ma malissimo.

Si ri-conferma come delusione dell'anno per la seconda volta Valerio Massimo Manfredi: un tempo tra i miei autori preferiti, è ora sprofondato nel baratro della scrittura spicciola e commerciale.
Il suo "Idi di Marzo" è un libro scorretto, oltre che inutile e noioso.
Ma secondo voi, che senso ha incentrare una storia sul tentativo di un centurione di salvare Cesare dalla congiura, quando tutti sanno già come andrà a finire la storia?
Mistero...

Dal punto di vista fumettaro, oltre all'inossidabile One Piece, posso solo segnalare una bellissma graphic novel incentrata su Superman e intitolata Red Son, la ri-lettura di un grande classico dei manga qual'è Hokuto no Ken, e la scoperta di un altro classico giapponese, "Le bizzarre avventure di Jojo".

Speriamo che il 2010 sia molto più soddisfacente!

Continua a farti del male...
12

Silvio Berlusconi aggredito



MILANO, 13 DIC - Silvio Berlusconi e' stato colpito al volto da un pugno.Il premier si e' accasciato per terra ed e' stato immediatamente caricato in auto. Il responsabile del gesto, un uomo, e' stato fermato. E' stato portato in questura. In un primo momento si era diffusa la voce che avesse colpito il premier con una riproduzione del Duomo. L'oggetto e' caduto dalle mani dell'uomo quando lo hanno fermato e non e' escluso che lo avesse stretto nel pugno quando ha colpito.

Commento personale:
Secondo me, s'è fatto picchiare apposta...

Continua a farti del male...
0

London Calling: - 17 alla partenza



I preparativi per il viaggio a Londra L'Ondra sono quasi ultimati...
L'aereo è prenotato da tempi immemori...
L'albergo è prenotato (da ottobre) e tutto è stato confermato...
Gli abbonamenti settimanali per i mezzi pubblici sono già arrivati...
Mancano solo i biglietti on-line per alcune attrazioni (in modo da scavalcare la fila)...

Poi dobbiamo solo partire! ^__^

Continua a farti del male...
5

Sul lettore E-Book e i prezzi dell'editoria


Inutile dire che quando a capodanno andrò a Londra, se ne avrò la possibilità, cercherò di comperare uno di questi simpatici aggeggi denominati "lettori e-book".

Per un lettore accanito come me, credo che a questo punto l'acquisto forzato di uno di questi lettori sia diventato un fatto più che fisiologico. L'acquisto dei libri - di tutti i libri - è una spesa diventata ormai insostenibile.

Se mediamente un libro costa intorno ai 15/20 euro (e io in un anno ne compro più di venti), il conto di quanto spendo potete anche farvelo da soli.

A questo punto, se un lettore e-book di buona qualità costa sui 250/300 euro, capite che, nel lungo periodo, il risparmio è garantito.

Sicuramente continuerò a comperare i libri che mi interessa avere nella mia biblioteca.
Ma volete mettere la comodità di potersi scaricare e leggere "aggratis" una cazzata tipo libro di Dan Brown che ve lo propinano a 25 euro?

E qui si apre un'altro discorso correlato e accennato sopra, ovvero i prezzi dei libri.

Il prezzo dei libri è spropositato. 20 euro una nuova uscita (se va bene). Poi dicono che la cultura è per pochi e che nessuno legge. Eggrazie! Tu editore mi prosciughi il portafoglio peggio di un vampiro!

Perchè in Italia non si fa come in Francia?
In Francia, a quanto pare, i libri usciti dopo un anno vengono venduti a metà prezzo. Dopo un anno e mezzo, a meno della metà, e così via...

Perchè non farlo anche in Italia? E' vero che alcuni libri vengono ristampati a metà prezzo (soprattutto quelli più venduti), però questo succede solo in sporadiche occasioni.

Perciò non giustifico editori come Einaudi, che nonostante "Romanzo Criminale" sia uscito tipo 5 anni fa, continuano a mantenere il prezzo del volume a 20 euro...

Pazzi...Pazzi...Pazzi...
Dieci volte, cento volte, mille volte pazzi!

La "via" dell'e-book e del suo lettore è giunta!

Ravvedetevi!

Amen!

Continua a farti del male...
3

Segnalazione: Pro Evolution Soccer 2010


Come per Street Fighter IV, prevedo la fine della mia vita sociale. Ho già avuto modo, un paio di mesi fa, di mettere le mani sulla demo (splendida). E ora che (finalmente) ho il gioco completo...Goduria!

Ps: so che Fifa è tornato a livelli altissimi. Per scrupolo proverò a scaricarlo ma...nel cuore mio c'è sempre e solo il calcio targato Konami!



Continua a farti del male...
14

Il mondo visto da...



Bello essere presi per culo in questo modo, no?

Continua a farti del male...
5

New Moon



Ed eccovi una recensione semiseria a cura di Raffaele "El Rafko" Sergi, dal titolo "Odio New Moon".
Preparate i fazzoletti, perchè c'è da morire dal ridere...

Per la serie "al peggio non c'è mai fine", ecco a voi "New Moon", che per quanto incredibile possa sembrare, riesce in circa due ore di tempo a battere e addirittura a surclassare su tutti i fronti il già pessimo prequel "Twilight". Tra i film che ho visto interamente, dall'inizio alla fine, non mi è mai capitato, in tutta la vita, di assistere ad una cosa del genere, così mal strutturata e mal sviluppata.

Fluidità della trama, coerenza della storia, nesso logico, capacità degli attori, musiche appropriate. New Moon non ha nessuna di queste qualità, al contrario, sembra quasi che gli autori si siano divertiti a calpestarle nel tentativo di rendere il film il più brutto possibile, confezionando così un prodotto pesante, noioso, e sul quale, obiettivamente parlando, è impossibile costruire una critica positiva.

Tema principale di tutta la storia, unico che ci accompagnerà virtualmente dall'inizio alla fine, è la lunaticità dei personaggi: sembra paradossale, ma proprio l'incoerenza mostrata dai vari protagonisti è l'unico elemento, ovviamente negativo, che resta costante in tutta la durata del film.
Ai già improponibili Bella e Edward, che abbiamo potuto "apprezzare" nel prequel, ecco dunque unirsi Jacob a formare un improbabile triangolo, ragazzo che all'età di 16 anni ha il fisico di John Cena e, chi l'avrebbe mai detto, si trasforma in un lupo. Per la serie "viva l'originalità e l'imprevedibilità".
Il cambiamento repentino di carattere e di aspetto di Jacob avviene in maniera talmente brusca che la storia sembra quasi spaccarsi, andando ad aggiungere ancor più confusione ad un film già vittima di scene prive di qualunque senso logico e di dialoghi insensati che gettano il povero spettatore nell'incredulità più totale.
Fra le tante mancanze fondamentali che si fanno sentire, la più importante è probabilmente quella del filo conduttore: il film infatti, seguendo la falsariga di "Twilight", inizia senza una maniera precisa, proponendo una serie di eventi improbabili e di difficile comprensione in modo del tutto confusionario, senza seguire un ordine logico, senza possibilità che questi eventi si colleghino gli uni agli altri, evitando quindi di creare quel continuum che è necessario per la comprensione di una qualsiasi storia.

L'incredibile incapacità di esprimere un sentimento differente dall'apatia da parte dei personaggi (eccetto Jacob, che almeno nella prima metà del film sorride) è inoltre un elemento che abbassa ancor più il livello di un film già di per sé colpevolente mal realizzato. Anzi, per quanto incredibile possa essere, la scelta di interpreti così scarsamente dotati dal punto di vista della recitazione sembra quasi fatta appositamente per distrarre lo spettatore medio dagli evidenti problemi della storia, nel tentativo di fargli spostare l'attenzione sulle palesi incapacità degli attori.

A rincarare la dose appesantendo ulteriormente il tutto, ci pensano delle musiche quasi sempre poco adatte alle situazioni alle quali vengono associate. Detto comunque che anche in questo sequel il tema sonoro appare sempre identico e ripetitivo, ciò non può che influire in maniera ancor più negativa su di una trama già di per sé noiosa, prevedibile e costruita in maniera totalmente inappropriata.

Il doppiaggio italiano è stato in generale discreto, eccetto nella parte finale e culminante dove ho poco apprezzato alcune associazioni a determinati personaggi.

Ed ecco a voi il riassunto/presa per il culo.

Si comincia con l'eclissi della luna che poco a poco scopre le parole del titolo "New Moon". Carino, se non fosse per le parole di Shakespeare, pronunciate dalla protagonista, del tutto inappropriate al film.
"Queste gioie violente hanno violenta fine. Muoiono nel loro trionfo, come il fuoco e la polvere, e si distruggono al primo bacio." Bel pezzo sicuramente, d'altronde è Shakespeare, ma che cavolo c'azzecca col film? :oo:

Bella sogna che, restando umana, per lei il tempo passerà e per Edward no. Cavolo, da sola non ci sarebbe mai arrivata! Doveva per forza sognarlo! :asd:

Il padre di Bella, Charlie, fa il regalo di compleanno alla figlia, che per tutta risposta se la prende con lui perché lei sta invecchiando. :oo:

Oltre ad essere menefreghista col padre, è menefreghista pure con gli pseudo-amici, con una di esse che tra l'altro dice di ritoccare una foto con Photoshop.

Arriva Edward e stranamente si alza il vento, che gli va contro, cercando di farlo apparire figo.

Bella dice a Edward che ora che ha fatto 18 anni è più grande di lui. Lui le ricorda che ha 109 anni. Pedofilo.

Jacob a Bella: "ammettono anche la feccia nella tua scuola".
Già. Lei. :asd:

Edward a Bella: "tu mi dai tutto anche solo respirando".
Ah, che buffo. Per me è il contrario.

Arriva Alice (ragazza chiaramente sotto effetto costante di LSD) che tenta di farle gli auguri, e Bella cerca di zittirla. Ma che è, segreto di stato?

Unico momento carino del film: l'audio del film che stanno guardando in classe, Romeo e Giulietta. L'unica cosa, insomma, completamente estranea al film.

Edward confessa a Bella di invidiare la possibilità da parte degli umani di suicidarsi. Bel modo insomma di dimostrare il proprio "amore".

Vengono introdotti i volturi, vampiri capeggiati da un tizio a dir poco inquietante, con occhi fuori dalle orbite, che si stupisce per ogni cosa.
"Oooh, questa ragazza è immune alle nostre capacità, che cosa incredibile!"
"Oooh, che cosa incredibile poter vedere un avvenimento prima che accada!"
"Oooh, un cagnolino con la coda a batuffoli!"

Bella: "io potrei proteggerti se mi trasformi." (notare tra l'altro la scarsa conoscenza di congiuntivi e condizionali)
Edward: "tu già mi proteggi, sei l'unica ragione che ho per continuare a vivere, sei la mia ENvita (giuro, dice "ENvita!"), il mio compito è proteggerti, ti amo e ti adoro con la pasta col pomodoro, bla bla bla..."
Smaronamento a palate.

Alla propria festa di compleanno, Bella si procura un taglietto suscitando così l'istinto del vampiro più giovane ed inesperto, che sentendo l'odore irresistibile (mmmh, che bontà!) del sangue cerca di sbranarla. Nel tentativo di proteggarla, Edward la colpisce con una gomitata che le fa fare un volo di una decina di metri, sfracellandole il braccio contro il muro e contro un mobile di vetro, che si distrugge. Il sangue stranamente anziché diminuire aumenta, e tutti i vampiri si girano per un attimo a fissare Bella, con un pensiero comune. E non è quello di voler fare una partita a Monopoli.

Edward riaccompagna Bella a casa, la quale esprime il desiderio di ricevere un bacio. Lui dapprima sembra stia per piangere, poi la bacia schifato, quasi in preda ad un conato di vomito.
"Ti amo."
"Ti amo."
"Bene."
"Già."

Edward e la sua famiglia se ne vanno (a fare in quel posto), ufficialmente perché la gente comincia a notare che Carlisle non è invecchiato di una virgola nonostante dovrebbe avere 10 anni in più. Sveglia, la gente. Se ne accorge dopo 10 anni. Ma poi questi coi documenti come fanno? Li falsificano?
Edward mente a Bella dicendo che non la ama più, secondo la sua logica per proteggerla. Bella è l'unica a crederci.

Comincia il calvario di Bella:
1) vaga inutilmente per la foresta, finché per qualche inspiegabile motivo sviene. Viene ritrovata e riportata al padre di notte, da un tipo talmente masochista da girare per i boschi solo con un paio di pantaloncini
2) entra in un tutt'uno mistico stato mentale, ed in una decina di secondi passano, nell'ordine, ottobre, novembre e dicembre
3) diventa emo
4) essendo diventata emo, si chiude in casa dicendo che è tutto inutile, pure la musica, che purtroppo noi dobbiamo continuare a sorbirci
5) urla nel sonno suscitando lo spazientimento e lo scagazzo del padre, il cui desiderio di disfarsene è del tutto comprensibile
6) mente al padre convincendolo di farla restare con lui in quel paesino di merda
7) scrive in continuazione delle mail all'amica celebrolesa
8) ha le allucinazioni
9) va in moto con un tizio tutt'altro che raccomandabile per fare un dispetto all'allucinazione di Edward; la pseudoamica giustamente le fa un cazziatone che dura fino a Natale, dandole della pazza
10) sfrutta quel povero morto di f...ame di Jacob, la cui unica colpa è quella di innamorarsi della persona più deficiente sulla faccia della terra
11) è troia, ma troia forte: non cerca semplicemente di farsi 2 persone diverse, ma di farsi 2 MOSTRI diversi (un vampiro e un licantropo)! :asd:

Il padre cerca di consolarla divagando assurdamente sul fatto di essere uno "scapolo terminale" (???).

Bella a Jacob che le ha riparato le moto: "dubiti della tua FOLLE bravura?"
Eh?

Una setta di licantropi si gettano da una scogliera alta almeno 30 metri per "divertimento" (???).

Bella si sfracella su un sasso con la moto. Tutti a sperare sulla sua morte.
Bella sanguina e chiede scusa a Jacob (???).
Jacob (stranamente) si leva la maglia per pulirle un graffietto fatto alla capa. In primis è antigienico, in secundis è uno squallido espediente per mostrare il suo fisico scolpito (a 16 anni :oo: ).


SAGA DEL TIPO:
Il tipo completamente inutile ci prova con Bella. Incredibile come l'essere stupidi attiri tanti propri simili.

Il tipo propone a Bella di andare al cinema a vedere "Amore scritto al contrario è amore".
Eeeeeehhhhh????? :oo: :oo: :oo:

Il tipo al cinema ritiene Jacob il terzo incomodo, senza capire che in realtà il terzo incomodo è lui stesso.

Il tipo vede il film al cinema (probabilmente New Moon) e vomita.

Il tipo suscita, senza alcuna spiegazione, l'ira di Jacob, che minaccia di mandarlo all'ospedale. Bella gli dice di smetterla, dato che il film è finito (???).
FINE DELLA SAGA DEL TIPO

"Mi sento in colpa, forse ha quell'influenza che c'è in giro...", ma parlano della suina??

Jacob scompare dalla circolazione e Bella comincia a tartassarlo in continuazione di telefonate. Il padre di Jacob le dice che lui ha la mononucleosi, quando in realtà se ne va in giro sotto la pioggia incessante con solo un paio di pantaloncini.

Bella e Jacob discutono. Bella urla, presumibilmente ritenendo che Jacob non sente molto bene le sue parole.

Bella se la prende in quel posto anche da Jacob, con l'originalissima "non possiamo essere amici, non dipende da te, sono io, bla bla bla...". Ovviamente non nel senso letterale del termine, per sfortuna di Jacob.

Jacob: "è la verità...sono io...io non vado...bene...sono stato...un bravo ragazzo...non lo sono più...". Ronf...zzz...

Allegra escursione in montagna da parte di Bella, nella nuova disciplina da lei inventata "indovina chi ha fatto sega a scuola". Da brava parassita, ricomincia a pensare a Edward.

Bella incontra Edgar Davids, che cerca di ucciderla per fare un favore a tutti noi. Per sua (e soprattutto nostra) sfortuna, viene sbranato dai lupi.

Edward: "menti...menti MEGLIO! Minaccialo!"
Eh mamma mia, che allucinazione invadente!

Davids dice che Bella è dissetante. Prima di morire ovviamente.

Jacob, anziché entrare dalla porta come tutti noi comuni mortali, si esibisce in uno spettacolare salto carpiato mortale, con un'azione degna di Prince Of Persia.

Jacob si intrattiene con Bella in un discorso senza capo né coda.

Jacob "Sarebbe molto più semplice se tu sapessi."
Bella: "Ci proverò."
Eh? Proverò cosa?! COSA?!

Continua il comprensivo e giustificato desiderio di uccidere la protagonista del film. Un tizio si trasforma in un lupo e cerca di sbranarla, nessuno alza un dito per lei, eccetto quel povero coglione di Jacob che la salva. Il tizio in seguito le chiede scusa mangiando un muffin, come se non avesse fatto niente di male.

Da buona raccomandata/parassita, dopo aver usufruito della protezione dei vampiri, Bella riesce ad ottenere la protezione dei licantropi.

La vampira bionda del primo film diventa rossa. Inoltre respira sott'acqua e vola.

Muore un vecchio, ma non gliene frega niente a nessuno.

Bella tenta ancora una volta di suicidarsi, ma per nostra sfortuna sopravvive. Ed a salvarla ancora una volte è...indovinate un pò?

Jacob: "Harry ha avuto un infarto."
Bella: "Lui sta bene?"
Ma sei scema o cosa?! :oo:

Tornano i Cullen. Jacob chi?
-_-

Alice a Bella: "puoi spiegarmi per quale motivo sei ancora viva?"
Eh, vorremmo saperlo tutti...

Alice, detta "la razzista" (nei confronti di quel poveraccio di Jacob):
"Cos'è quest'odore insopportabile di cane bagnato?"
"I licantropi non sono una compagnia raccomandabile."
"Branco di cani bastardi."
"Tornerò qui appena avrai messo fuori il cane."
Ricordiamo che se non fosse stato per Jacob, Bella sarebbe morta tipo 8 volte.

Bella a Jacob: "Dobbiamo smettere di farci del male."
Ma parla con lo stesso Jacob che per lei si è fatto un mazzo tanto?

Edward pensa che Bella sia morta e per la frustrazione distrugge il proprio cellulare. Ma non poteva darlo a me a questo punto?

Jacob diventa uno zerbino.

Jacob: "ma non pensi a tuo padre?"
Bella: "ho 18 anni, faccio quello che voglio!"
Ah.

Da qui in poi non si capisce più nulla: in una notte, Bella e Alice, si ritrovano dall'America all'Italia. A bordo di una Ferrari arancione (???).

A Volterra (Pisa), anche se in realtà ci troviamo a Siena, viene celebrata la Festa di San Marco, festa tipicamente veneziana, spacciandola come "la giornata della cacciata dei vampiri".

A pseudo-Volterra, Bella spintona un sacco di gente che fa cosplay di Cappuccetto Rosso, suscitando così l'odio di altre centinaia di persone.

Edward al sole si ricopre di strass. Bella lo copre, e parte mezz'ora di squallidi "sei la mia vita", "non posso vivere in un mondo in cui non esisti", "tu sei tutto per me", "ti lovvo troppixximo", ecc.ecc.

Edward vince un accappatoio rosso scintillante.

Spunta fuori tale Jane, una specie di Dio dai poteri sovrannaturali, roba che gli altri vampiri al confronto sono checche.

Viene presentato tale Arolqualcosa, psicopatico leader dei Volturi del quale avevamo parlato prima. Grande è il suo stupore nell'ammirare il muro.

I Volturi, con nostra somma gioia, manifestano, ancora una volta, il desiderio di uccidere Bella. Per nostra enorme sfortuna, non solo sopravvive lei (per la 239898217384° volta), ma sopravvive pure Edward.

Un mucchio di gente, compresi bambini, viene sbranato. Ma a nessuno importa.

Charlie mette in punizione Bella a vita. Un mito.

Altri discorsi squallidi fritti e rifritti.

La famiglia Cul(l)en fa le votazioni per chi vuole che Bella diventi una vampira. 4 si e 1 no. La motivazione più bella è quella di Jasper:
"Sarebbe bello non avere più continuamente voglia di ucciderti." :oo:

Bella scarica Jacob dopo tutto quello che lui ha fatto per lei.

Il film finisce nello squallore più totale, con Edward chiede a Bella di sposarlo.

Continua a farti del male...
2

2012


Classico film "caciarone" dove i protagonisti, nonostante il mondo intorno a loro esploda/si ghiaccia/si frantuma/ si inabissa/si(metti catastrofe "a caso"), sopravvivono grazie a un culo sfacciato una serie di eventi favorevoli.

Spettacolari gli effetti speciali, spettacolare il mondo che si distrugge, spettacolari le scene di devastazione.

Però, anche se questo 2012 mi è piaciuto, per me, il miglior Emmerich rimans sempre quello dell'intramontabile Stargate.

Attenzione Spoiler
Dal vangelo secondo Debby
Ma come? Questi "scienziati" tenevano sotto controllo ogni singolo spicchio del mondo con tutti quei super computer, sapevano i cazzi di tutti i neutrini e neutroni, quanto pesava ogni singola onda e a quanti gradi fosse ogni singola fiamma. E SOLO alla fine se ne escono che l'Africa si è sollevata di un chilometro e forse non è mai stata stata inondata?

Ps: il Premier Italiano che muore perchè vuole pregare assieme alla nazione raccolta in San Pietro è forse la cosa più improponibile del film.
Ma secondo voi, uno come Silvio, non si creava un Mausoleo Fluttuante e a catastrofe avvenuta non creava Silvioland, terra promessa plasmata a Sua Immagine e Somiglianza?

- a breve una recensione di New Moon a cura di Raffele "El Rafko" Sergi. Preparatevi a morire dal ridere -

Continua a farti del male...
2

Il Buco Sbagliato



Silvio: Angelo! Devi vederti questo video (Il buco sbagliato, ndr)
Angelo: Oh! Mitico Silvietto! Come va?
Silvio: Tutto pene...E a te come va(gina)?
Angelo: Tutto a porno, grazie...

Continua a farti del male...
0

27 novembre: Obama annuncerà l'esistenza degli ufo?



Dopo l'apertura degli archivi dell'intelligence inglese sugli UFO, sembra che la Casa Bianca stia per aprire i suoi, di archivi...
Sarà vero? Il 27 novembre è vicino!

- un grazie a Marco per la soffiata -

Continua a farti del male...
1

Immunità Parlamentare




Continua a farti del male...
5

Tanta pazienza...


Ci vuole proprio tanta, tanta, tanta, tanta pazienza per fare (e finire) questo dannatissimo puzzle!

Continua a farti del male...
3

Ricorda il 5 Novembre

Continua a farti del male...
1

Berlusconi: se condannato, non mi dimetterò


"Ho ancora fiducia nell'esistenza di magistrati seri che pronunciano sentenze serie, basate sui fatti. Se ci fosse una condanna in processi come questi, saremmo di fronte a un tale sovvertimento della verità che a maggior ragione sentirei il dovere di resistere al mio posto per difendere la democrazia e lo stato di diritto" Silvio Berlusconi, sabato 31 ottobre 2009

Se ciò accadesse, avremmo per la prima volta al mondo un governante dichiarato ufficialmente criminale.

Continua a farti del male...
0

Napoli: esecuzione a sangue freddo


Quando succedono queste cose QUI, è risulta difficile anche solo commentare.

Continua a farti del male...
3

"Up", "Parnassus" e "Bastardi Senza Gloria"


Questa è stata una settimana molto "cinematografica". Tre volte al cinema nel giro di sette giorni. Quasi un record!
Up è un film strabiliante.
Da qualche anno a questa parte, l'accoppiata Disney-Pixar (che ci aveva sempre abituato più che bene) va sempre oltre le ben più rosee previsioni di "capolavoro". Ormai l'epiteto di "lungometraggio animato per bambini" è diventato qualcosa di leggendario.
Perchè i film Disney-Pixar non sono solo per bambini. Sono film "per tutti" (e soprattutto per gli adulti, azzarderei io) che si prestano sempre di più a molteplici chiavi di lettura.
Inoltre, i protagonisti digitali creati in computer graficadiventano di anno in anno sempre più perfetti. Sempre più simili ad attori veri e propri. Sempre più reali. Sempre più "umani". Ed è uno spettacolo per gli occhi.


Come si diceva, Up è strabiliante.
Viene "venduto" dai trailer come film meramente divertente alla stregua di lungometraggi come "L'era glaciale".
Invece ci si trova di fronte ad un film sì divertente e avventuroso, ma soprattuto poetico, profondo, romantico e commovente.
Up è prima di tutto una storia d'amore. Una bellissima storia d'amore.
Poi è una storia sulle seconde opportunità, di quelle che, alle volte, capitano nella vita di un uomo.
Infine è una storia di avventura e di amicizia. Di quelle classiche. Di quelle tipicamente "disneyane" dove l'azione si fonde allo humor e dove personaggi stravaganti la fanno da padrone.
Non starò a spiegare la trama del film (che tutti conoscereanno o avranno sentito parlare), ma posso solo dire una cosa: andatelo a vedere, perchè ne vale veramente, ma veramente la pena.

Parnassus invece è uno di quei film che o lo si ama totalmente o lo si odia profondamente.
Io l'ho amato e mi è piaciuto molto. E' il tipico film psichedelico dove la storia è solo il mezzo attraverso il quale il regista vuole farci scoprire i vari personaggi.
E di personaggi (grandiosi) con la P maiuscola in questo film ce ne sono a bizzeffe.
Partiamo dal Dottor Parnassus.
Capo di una sgangherata compagnia teatrale, il dottore, in virtù di un potere particolare, offre uno spettacolo unico al mondo: nel momento in cui lo spettatore varca lo specchio posto al centro del palco, il dottore è in grado di guidare  e modellare l'immaginazione dello spettatore creando un mondo fatto su misura dell'immaginazione stessa.
Ma chi è in realtà questo Parnassus, e come ha ottenuto questo potere di controllare l'immaginazione degli altri? Ve lo lascio scoprire quando andrete a vedere il film, dicendovi solo che in tutto questo c'è lo zampino di Mr. Nick, che altri non è se non il Diavolo.
Ed è questo un Diavolo giocherellone e molto chic, amante delle scommesse. Un Diavolo inconsueto che sa il fatto suo e che sicuramente rimane ben impresso nella propria mente.
Poi c'è Tony Shepard, uomo dalle molteplici sfaccettature. Ironico, poetico, brillante. Ma anche cinico e spietato quando serve, Tony Shepard è interpretato da Heat Ledger, Jhonny Depp, Jude Law e Colin Farell.
A voi il compito di scoprire il COME il regista abbia ovviato alla prematura scomparsa di Ledger.

Bastardi senza Gloria è un film perfetto.
Perfetto nella regia.
Perfetto nella sceneggiatura.
Perfetto nei tempi e nei modi in cui l'azione viene scandita.
Come in Parnassus, sono i personaggi (tipicamente tarantiniani, aggiungerei io) che la fanno da padrone, sebbene la trama sia piuttosto congegnata e ben elaborata.
La mano (e il cinema) di Tarantino è evidente. Film diviso in cinque capitoli "a tema", musiche d'autore e ritmo incalzante che tiene lo spettatore incollato alla poltrona dall'inizio alla fine .
I Bastardi, gruppo di soldati ebrei americani capitanati dal tenente Aldo Raine, sono veramente bastardi fino al midollo. Spauracchio dei nazisti nella Francia occupata durante la II° Guerra Mondiale, prendono scalpi a destra e a manca e marchiano con un segno indelebile i pochi che lasciano vivere.
Hans Landa, un cinico e spietato colonnello delle SS soprannominato "il cacciatore di ebrei", è un villain memorabile, di quelli per cui volente o nolente fai anche un pò il tifo pur intuendo quale sarà il suo destino.
Bastardi senza gloria è un film da vedere assolutamente, tra i migliori della produzione tarantiniana (per me se la gioca alla pari con Pulp Fiction).
Consigliato.
Anzi, tutti e tre i film, consigliati!


Continua a farti del male...
11

Tanti auguri a me!


E il primo quarto di secolo è andato...

Ode al Compleanno del Buta

Sommobuta è invecchiato
resta un cibo prelibato
capelli bianchi a non finir
ma con Cesare Maiali tutti stan per svanir

Certo lui è saggio
estimatore di Baggio
ma come portiere è impalato come un faggio

Grandi doti linguistiche ha
da Omero a Tolkien tutto sa
anche di manga si intende già
e di porno l'enciclopedia fa

Grande Buta
Sommo porco
tutto il mondo
festeggia la tua nascita: BESTIA!


 Zoro Roronoa (DFF)


Continua a farti del male...
2

Quando la realtà supera l'immaginazione...



Rucordate questo video di Unreal Tv con protagonista il mitico Maccio Capatonda? Bene...
Ora guardate QUESTO VIDEO.

Per la serie: "Quando la realtà supera l'immaginazione!"

Continua a farti del male...
12

Il Digitale Terrestre - 2


La cosa più bella del non aver ancora installato il Digitale Terrestre? Semplice. Non vedere più Rete 4 e quel mentecatto di Emilio Fede in tv!

Quando si dice: "Liberazione!"

Continua a farti del male...
1

Lo strano consenso



Ha uno strano modo di pensare, Silvio Berlusconi.

Dice di avere quasi il 70% del consenso degli italiani. Ma agli incontri pubblici entra sempreda entrate laterali, si circonda di una ventina di gorilla e bodyguards, e la gente lo contesta. Sempre e comunque.
E' proprio uno strano consenso, il suo.

Vi lascio con un'altra vignetta "satirica" che riunisce protagonisti di One Piece con la politica italiana...



Continua a farti del male...
0

Silvio Berlusconi: un uomo da "110 e Lodo"



Non avevo mai disegnato una vignetta "satirica".
Sarà perchè non so disegnare, sarà perchè non sono questo genio... Ma questa battuta in questi giorni m'è venuta spontaneamente, e così in quattro e quattrotto la mia penna ha vergato questo aborto...

In attesa del risultato della consulta della Corte Costituzionale...Sperando che la vignetta non sia "profetica"!

Edit - (ANSA) - ROMA, 7 OTT - La Consulta - secondo quanto appreso dall'ANSA - ha bocciato il 'lodo Alfano' per violazione dell'art.138 della Costituzione. Vale a dire l'obbligo di far ricorso a una legge costituzionale (e non ordinaria come quella usata dal 'lodo' per sospendere i processi nei confronti delle quattro piu' alte cariche dello Stato). Il 'lodo' e' stato bocciato anche per violazione dell'art.3 (principio di uguaglianza).

07 Ott 18:14

Continua a farti del male...
1

La Rai che non t'aspetti...


Sono esterrefatto.
Non perchè la RAI sia lottizzata, in mano ai partiti e nel pugno di Berlusconi. Non perchè infuria la polemica sull'informazione, sul diritto o no di mandare la D'Addario nel servizio pubblico e "prendere come oro colato le sue parole" (anche se non vedo perchè poi dovrei prendere per "oro colato" le parole di Berlusconi a "Porta a Porta", ma vabbè).

No, sono esterrefatto perchè la RAI ha un sito coi controcazzi. Il che, per un paese come il nostro che, digitalmente parlando equivale a zero, è una vera rivoluzione.
Rai.it offre un servizio stupendo (in barba al digitale terrestre): permette di vedere tutti (ma proprio tutti) i suoi programmi on-line e in diretta. Sia quelli analogici che quelli digitali.
Oltre al fatto che tutti i suoi programmi vengono archiviati e sono disponibili per essere guardati in streaming come, dove e quando si vuole.

Un bel passo in avanti. Davvero! Bravi a chi gestisce Rai.it! Perchè, anche se la RAI non è "di tutto, di più", per lo meno sta dimostrando di essere qualificata nel ramo dell'informatizzazione telematica!

Continua a farti del male...
0

Tanti Auguri...

Chissà in compagnia di chi lo festeggerà.
Fonti vicine al Presidente dicono che siano in preallarme 73 giovinette pronte ad allietargli la serata.
Una per ogni anno.

Tanti Auguri, Presidente!

Continua a farti del male...
0

Notizie Sparse



Un pò di notizie sparse senza senso...
Il Fatto Quotidiano adesso si trova quotidianamente...E sono riuscito a reperire anche una copia del primo numero! "Bestiale!" come direbbe il mitico ispettore Coliandro.

Ho visto la prima puntata della terza stagione di Dexter e mi sono annoiato.
Ho visto la prima puntata della prima (attesissima) stagione di Flash Forward e non mi sono entusiasmato.
In tutto questo, non ho visto ancora la prima puntata della quarta stagione di Heroes.

Sto leggendo "Idi di Marzo" di Valerio Massimo Manfredi e mi sono accorto che ormai come scrittore è decaduto pure lui. Tu autore non puoi costruire un romanzo incentrato sul tentativo di sventare l'assassinio di Cesare. A casa mia una cosa così si chiama "giocare sporco".

Concludo dicendo che ho acquistato "It" di Stephen King. Era dai tempi de "Il conte di Montecristo" che non vedevo un mattone del genere. Dopo "Idi di Marzo" mi armerò di coraggio e comincerò questo mostro. sapendo che, nel bene o nel male, sarà comunque l'ultimo libro di King che leggerò in vita mia.

Rinnovo il mio schifo per Berlusconi, e vi saluto! :D

Continua a farti del male...
8

Il fatto che non c'è...

Sapevo che sarebbe stato difficile (forse impossibile) trovare una copia de "Il Fatto Quotidiano", e difatti non sono riuscito a trovarne una in tutta Napoli.
A quanto sembra, alle 8 di stamattina era già esaurito in tutta Italia. Vuoi per la curiosità, vuoi per l'attesa, vuoi perchè sono state stampate solo 85 mile copie, ma il quotidiano in questione non s'è trovato da nessuna parte.
Peccato.
Però da una parte sono contento. Significa che il quotidiano senza editori funziona e tira...Eccome se tira! Tira talmente che da domani verranno già stampate 200 mila copie!
Speriamo di trovarne una!

Ps: incredibile! Ieri su Rai 2 hanno mandato una pubblicità di Annozero!

Continua a farti del male...
2

Heroes volume 5

Buongiorno Adepti!

Qualora Heroes vi fosse mancato, sappiate che in America è appena ricominciato! Eccovi perciò la season premier, pronta per essere scaricata da voi QUI

Buona visione!

Continua a farti del male...
3

La morte dell'informazione delle Reti Pubbliche

De prufundis clamo ad te domine...
Amen!

Continua a farti del male...
2

Internet, questo sconosciuto!

Secondo un recente sondaggio, sembra che un italiano su due non utilizza internet, e chi lo utilizza pare che lo faccia in modo superficiale (che tradotto significa "pornazzo").

E' abbastanza preoccupante questo dato, soprattutto se si tiene conto che la maggior parte dei paesi europei punta, sin dalle scuole elementari, ad insegnare ai bambini l'uso del pc e a incentivarne l'acquisto. Perchè, diciamocelo. Il pc ormai è lo strumento del presente, ma soprattutto, del futuro...

Altro che digitale terrestre!

Continua a farti del male...
2

Segnalazione: Falange Armata

Quando il Sovrintendente Coliandro indaga, il divertimento, l'azione e le gaffes sono assicurate. Sempre e comunque. Perchè Coliandro, nonostante sia un imbranato, un incauto, uno squinternato, una parodia vivente di un Callaghan all'italiana mischiata con una punta di razzismo e un pizzico di umorismo riesce, nel bene o nel male, a risolvere il caso della "Uno Bianca".

Falange Armata è un romanzo scorrevole, veloce e ben scritto. L'ideale se si vuol leggere un noir in cui la tensione e l'umorismo la fanno da padrona assoluta!
Un libro consigliatissimo, e come direbbe il buon Coliandro: "Bestiale!"

Continua a farti del male...
0

Annozero


Dopo Videocracy, la RAI si rifiuta di mandare in onda gli spot di Annozero...
Sempre in barba alla tanto decantata "libertà" promossa dal nostro Presidente del Consiglio!

Meno male che c'è sempre la rete!

L'appello di Michele Santoro
Cari amici, sono Michele Santoro e ho bisogno del vostro aiuto. Mancano pochi giorni alla partenza e la televisione continua a non informare il pubblico sulla data d'inizio di Annozero. Perciò vi chiedo di inviare a tutti i vostri amici e contatti su Internet gli spot che abbiamo preparato a questo scopo e che non vengono trasmessi.

Continua a farti del male...
1

Morto Mike Bongiorno

Sarà pure una cosa cattiva da dire, ma nel vedere questa immagine riesco solo a pensare: "Meno uno..."

Continua a farti del male...
1

Videocracy

Poi dicono che in Italia la censura non esiste ed è un paese dove l'informazione è libera...
Talmente libera che Mediaset (e la Rai, ovviamente) hanno (rettifica: LUI HA) deciso di non trasmettere il trailer di questo film-documentario che uscirà a breve al cinema.

Dato che - per fortuna - esiste il web, noi ce ne freghiamo di questa censura e il trailer lo facciamo girare noi!


Videocracy - Trailer

Continua a farti del male...
14

Le 10 cose che mi hanno impressionato quest'estate!

Quest'estate ne ho viste - e sentite - di cotte e di crude su tutti i fronti.
Ecco perciò una minilista delle 10 cose che più mi hanno impressionato (e colpito) quest'estate!

10: Bossi e l'uso del dialetto a scuola.
Ma come? In Europa e nel mondo si studia l'inglese e il cinese, e quest'uomo (uomo, organismo di materia informe e inorganica) vuole imporre di studiare i dialetti locali?
Come direbbero a Napoli: STRUNZ!

9: Caster Semeneya
La discussa vincitrice(?) degli 800 m ai mondiali di atletica di Berlino. Prima ancora che vincesse l'oro, e scoppiasse il putiferio sulla sua dubbia natura sessuale, vedendo questa fanciulla gareggiare nei quarti di finale ho esclamato: "Oh cavolo! Ma quello è un uomo!"
CATTIVERIE!

8: Belen Rodriguez
Nella prossima vita voglio nascere pure io "puttana"!
Perdonatemi i termini, ma questa che ha fatto di così importante per stare dove sta (oltre a scoparsi Borriello e Corona)? Non è nemmeno questa gran bellezza!
INUTILE!

7: L'informazione
Che bella estate! Non sapevo che d'estate la gente andasse in ferie, si creassero "esodi", ma soprattutto facesse - come ogni anno - un caldo record da battere i massimi storici degli ultimi 43636 anni!
NOIOSA!

6: Usain Bolt
100 m: 9"58
200 m: 19"19
Che aggiungere?
LEGGENDARIO!

5: Kinder Cereali e Fior di Panna a gogò
I dolciumi che hanno segnato la mia estate...
SLURP!

4: Il Calciomercato
Con le cessioni di Kakà, Cristiano Ronaldo, Ibrahimovic ed Eto'o si copre mezzo debito pubblico dell'Africa! Sapete che vi dico? Il calcio comincia a stufarmi...
IMMORALE!

3: Carrie
Non sono mai stato un fan di Stephen King, ma il suo primo romanzo mi ha conquistato...
Sarà per la brevità, sarà per il tema trattato, ma Carrie mi è davvero piaciuto!
INTRIGANTE!

2: Silvio Berlusconi
Potevano le performance pseudo-intellettuali ("Se sto male? Ma io sono Superman!"), sessuali (Noemi, Patrizia, e le altre) e politiche (non pervenute) non impressionarmi?
CONFERMA!

1: Le cartoline di Praga inviate dai miei amici
Una curiosità, ragazzi...Ma quante me ne avete mandate, che continuano ancora ad arrivare?
SIMPATIA e RINGRAZIAMENTI!

Premio Speciale a Deborah, che per ben 20 giorni mi ha sopportato stoicamente cucinando, lavando, stirando...

Continua a farti del male...
0

Come non detto!

Il mio pc si prende una piccola "vacanza" dal tecnico causa revisione annuale, format, upgrade, migliorie varie e cose così...

Perciò pure il blog si prende un'ultima vacanza settimanale!!

Alla prossima settimana!

Continua a farti del male...
0

Il Viagra della Mente: Returns!

Il Viagra della Mente ritorna dalle "sue" vacanze, carico di nuovi spu(n)ti, stimoli, cose da scrivere, idiozie da raccontare, puttanate da mostrare e via dicendo...

Il tutto per la vostra gioia, ovviamente!

Continua a farti del male...
1

I numeri del superenalotto


Azzeccare la sestina vincente del superenalotto equivale ad avere 1 possibilità su circa 622 milioni...
Per la serie: "è più semplice essere colpiti da un fulmine"!


Continua a farti del male...
2

Chiuso per ferie!

Tutti gli anni, con il mio (vecchio) blog arrivo sempre al punto che verso giugno/luglio ho poche idee per aggiornarlo...

Perciò agosto l'ho sempre ritenuto un mese di "stand-by" e di ferie per il blog stesso...

"Il Viagra della Mente"
se ne va in vacanza e vi dà appuntamento per fine agosto/inizio settembre, con nuove, mirabolanti(?) avventure e post interessantissimi(se,se come no)!

Buone ferie e buone vacanze a tutti!!

Ps: non è detto che in questo mese non riesca a infilarci qualche post clandestino di soppiatto!! Quindi, stay tuned! ;)

Continua a farti del male...
5

Su Kings e altri telefilm...

L'altro ieri guardavo l'ultima puntata di Kings e pensavo a quanto mi dispiace che questa serie televisiva - una delle più belle e epiche realizzate negli ultimi anni - non sia stata rinnovata per il prossimo anno. E vi assicuro che è veramente un peccato.

Sono molto poche le serie televisive che riescono a tenermi incollato allo schermo...

Lost è una di queste ed è IL telefilm che va visto obbligatoriamente e con il quale le prossime generazioni di sceneggiatori dovranno per forza confrontarsi...
Dexter, Heroes e Prison Break sono da vedere assolutamente (almeno per quanto riguarda la loro stagione numero 1)...
Anche Kings, secondo me, è uno di quei telefilm che va guardato in ogni caso, poichè è una di quelle serie televisive intriganti, evocative, potenti, di quelle che ogni singola puntata rasenta la perfezione ed è confezionata come se fosse un prodotto cinematografico.

Questa rilettura in chiave moderna della saga biblica di Saul e Davide è uno dei serial televisivi che più mi hanno impressionato (favorevolmente) negli ultimi tempi...
E, ripeto, è davvero un peccato che sia conclusa, soprattutto considerando ciò che i palinsesti americani propinano e, a parità di condizione, ciò che i palinsesti italiani ci appioppano.

Perchè, diciamoci la verità: noi italiani, tranne qualche rara e felice occasione (vedi "L'ispettore Coliandro" oppure "Romanzo Criminale"), i telefilm non li sappiamo fare.
Non sappiamo più fare più film di qualità, figuriamoci le serie tv!

Forse è colpa dell'italiano medio, che quando si guarda "I Cesaroni 4" o "Un medico in famiglia 6" si sente appagato, forse è colpa degli autori che non hanno idee, forse è colpa dei produttori che non sanno dove cercare prodotti di qualità e si fossilizzano sulle stesse produzioni.

Fatto sta che telefilm italiani di genere e di buona qualità credo non ne vedremo mai - e da un lato mi dispiace -

Certo poi, che se i tentativi di produzione tirano fuori aborti come quello de "L'isola dei Misteri"...
è meglio che rimaniamo cristallizzati coi "Cesaroni", poichè siamo davvero in alto mare!

Continua a farti del male...
7

Segnalazione: Street Fighter IV

Se avete a cuore la vostra vita sociale - ma soprattutto se siete appassionati di questa serie videoludica - statene rigorosamente lontani.
Street Fighter IV vi ingurgiterà, vi fagociterà e vi farà sparire dalla faccia della terra, tenendovi rinchiusi in casa ore e giorni interi a gridare "Hadoken" e "Shoryuken" come dannati!

Perciò, se volete bene a voi stessi, non acquistatelo/scaricatelo per nessuna ragione al mondo!

Continua a farti del male...
4

Harry Potter e il Principe Mezzosangue, recensione


A cura di Raffaele "El Rafko" Sergi

E dopo averlo finalmente visto, non poteva mancare la mia piccola recensione. Era forse il film che più attendevo da due anni, e sebbene da un lato le mie aspettative sono state tradite, dall'altro posso ritenerlo abbastanza soddisfacente e senz'altro godibile.

Certo, prima di spendere qualunque parola in merito, esiste il dovere di ricordare che la trama di questo film è tratta da un libro di circa 800 pagine. E comprimere una mole così ampia di avvenimenti, intrecci, sensazioni e sentimenti in appena 150 minuti di tempo, è un'impresa ardua a priori per chiunque.

Però, proprio per questo motivo vale anche la pena aggiungere che un film del genere è una questione di priorità. E nell'apportare tagli e piccoli stravolgimenti qua e là, sicuramente Yates e soci hanno commesso diversi errori e scelte discutibili, anche in vista dei due capitoli successivi, che poi saranno quelli finali della saga.

Probabilmente, chi guarda il film senza prima aver letto il romanzo della Rowling, che per quanto transitorio resta forse il migliore, non coglierà diverse sfumature nonché molte mancanze più o meno importanti. Ma alcune incongruenze risaltano all'occhio in maniera persino troppo evidente, facendo storcere il naso anche ai meno esperti.

Il tema principale attorno al quale questo sesto episodio ruota, e che ricoprirà un ruolo a dir poco fondamentale nel proseguio della storia, viene appena accennato e trattato in maniera del tutto superficiale e mai approfondito come invece meriterebbe e converrebbe. E tale scelta, indubbiamente, implica uno stravolgimento forse ancor più pesante e discutibile nel capitolo finale della saga, suddiviso in "Harry Potter e i doni della morte - parte I" e "Harry Potter e i doni della morte - parte II". E la vera impresa per Yates e gli altri componenti del cast arriverà lì, poiché avendo suddiviso l'ultimo capitolo in due parti, ufficialmente per non tralasciare nulla di importante della storia (anche se invece sappiamo bene che si tratta dell'ultimo blando tentativo di totalizzare degli incassi da record), avranno il dovere di non tradire le aspettative e di non modificare troppo la trama originale, anche per evitare ulteriori incongruenze.

La storia, nonostante venga amputata di alcune sue parti piuttosto rilevanti, non risulta noiosa e riesce anzi a passare molto velocemente. Questo è un apprezzabile pregio e contemporaneamente un grave difetto: da un canto, lo spettatore segue il film senza stancarsene e riuscendo anche a divertirsi, seppur per pochi tratti; d'altra parte, però, poco di ciò che si vede sopravvive nella memoria di chi osserva, seppur con attenzione, lo svolgersi degli eventi. Le varie scene sembrano quasi accostate le une alle altre senza esser mai collegate da un filo conduttore, come se fra di esse mancasse un nesso logico a dare un senso a tutto, come se intercorresse un vuoto ad ogni cambio di parte. Ed è questo un fattore probabilmente non determinante ma sicuramente nemmeno tanto superficiale da meritare di essere omesso quasi del tutto, dato che, a dispetto di una fotografia molto cupa ed elegante, la composizione risulta essere estremamente rozza e storpiata. Ed in tutto ciò non aiutano le musiche, talvolta soporifere, del pur bravo Nicholas Hooper, che perde nettamente il confronto col leggendario John Williams, il gran compositore che aveva curato la parte sonora dei primi tre episodi.

Anche la questione del principe mezzosangue, il quale tra l'altro dà il nome al film stesso, e che nel romanzo è l'ingranaggio che fornisce mistero e fascino all'intera storia, viene resa praticamente superflua ed evanescente, passando in secondo piano se non addirittura in terzo, per lasciar spazio ad avvenimenti sicuramente meno rilevanti come le varie storielle d'amore che si sviluppano all'interno di Hogwarts.

Ed anche il tema amoroso, nonostante l'ampio spazio concessogli, risulta inconcludente e mal sviluppato. Mai palesato agli altri l'interesse reciproco latente tra Harry e Ginny, perfino troppo evidente ed esasperata la gelosia di Hermione, mentre è esagerata al punto giusto la storia tra Ron e Lavanda, sebbene decisamente mal gestita.

L'interpretazione generale del cast oscilla attorno alla sufficienza: impacciato ed imbarazzante il solito Radcliffe, nei panni di un protagonista, Harry, che non convince mai del tutto, a tratti inespressivo ma quantomeno in miglioramento rispetto ai precedenti episodi. Il duo Watson-Grint tenta di fornire una prestazione di buon livello, ma così come non convince la puerile gelosia che tiene incatenata Hermione per buona parte del film, allo stesso modo il personaggio di Ron sembra una costruzione sbilenca ed insicura, e si allontana dagli avvenimenti principali della trama e dalla storia stessa, diventando quasi un estraneo agli occhi dello spettatore.
Il professor Lumacorno del premio Oscar Jim Broadbent, new entry del cast harrypotteriano, appare forse un pò troppo insicuro, debole, e talvolta forzato, una sorta di mini-parodia della sua ben riuscita controparte letteraria.
Discreto Tom Felton che riesce ad esprimere il tormento interiore e la disperazione di Draco, seppur non sempre trova i giusti equilibri tra gli estremi di questa esasperazione, ed apprezzabile anche la dolcezza trasmessa dal personaggio di Ginny, interpretata da una brava e bella Bonnie Wright.
Molto convincenti seppur brevi le interpretazioni di Evanna Lynch, una sognante e "lunatica" Luna Lovegood, e di Helena Bonham Carter nei panni di una Bellatrix Lestrange che emette follia e perfidia da tutti i pori. Jessie Cave, altra new entry di breve durata, ci regala una Lavanda che resterà nella storia della saga cinematografica come uno dei personaggi più odiosi e meglio riusciti, mentre altrettanto non si può dire del Cormac McLaggen di Freddie Stroma, bellimbusto dalle dubbie capacità recitative che nulla ha a che vedere con la sua controparte letteraria.
Lucido e glaciale come al solito il Severus Piton di Alan Rickman, purtroppo usato col contagocce, e completamente sprecati e mal gestiti grandi interpreti del calibro di Maggie Smith (la professoressa McGranitt), Julie Walters (Molly Weasley), David Thewlis (Remus Lupin), Robbie Coltrane (Rubeus Hagrid) e Natalia Tena (Ninfadora Tonks). Ridotti praticamente ad un cameo i talentuosi gemelli Phelps (Fred & George Weasley), Matthew Lewis (Neville Paciock), Mark Williams (Arthur Weasley) e Timothy Spall (Peter Minus). Un piccolo elogio va fatto a Frank Dillane, la cui seducente glacialità riesce a descrivere molto bene quello che era il Tom Riddle sedicenne, e soprattutto a Hero Fiennes-Tiffin che, seppur per una manciata di minuti, riesce a gestire un personaggio non semplice come Lord Voldemort bambino, facendo trasparire da subito le sensazioni del personaggio con una mimica facciale perfetta.
Ma la palma d'oro alla miglior interpretazione va certamente a Michael Gambon, che riesce a donarci un Albus Silente in gran spolvero. Tenuto palesetemente a freno dagli autori per dar spazio ai giovani protagonisti, la sua presenza è l'unico elemento di tutto il film che riesce a trasmetterci drammaticità, serietà, ed un minimo di tensione, smontando pezzo per pezzo uno dei più grandi personaggi delle saghe fantasy di tutti i tempi e ricomponendolo da capo in una maniera ancora mai vista, sotto il profilo della storia. Particolarmente intensa è la sua interpretazione all'interno della grotta, che probabilmente è la scena migliore del film, in cui ammiriamo, per la prima volta, un Silente che scende dal piedistallo degli dei per precipitare fragorosamente nella più bassa terra umana, con tutti i suoi limiti e le sue debolezze.

Non dispiace il finale aperto, sebbene la realizzazione lascia un pò a desiderare per le ultimissime scene. Decisamente migliore il malinconico e triste inizio che si ricollega alla fine del quinto film, per poi proseguire con l'illusiva ma spettacolare scena della distruzione del Millennium Bridge. Gli effetti speciali sono, come per i capitoli precedenti, ancora una volta magnifici, ma vengono utilizzati in maniera minore e misurata, e perdono il confronto sia con "L'ordine della fenice" che con "Il calice di fuoco".

Deludente il doppiaggio italiano. In particolare, non convince l'accostamento di Carlo Valli (il doppiatore principale di Robin Williams, per intenderci) a Jim Broadbent, andando a rendere ancor meno apprezzabile il personaggio di Horace Lumacorno già non perfettamente riuscito. Ma anche gran parte degli altri doppiatori talvolta fatica nel rendere la giusta impressione, nel forgiare il giusto timbro alla voce dei vari interpreti.

Nel complesso posso dirmi relativamente compiaciuto. Temevo che il film mi avrebbe deluso enormemente, ed invece, seppur orfano di tensione, combattimenti, scene importanti, personaggi assortiti o altro ancora, non è affatto male. Lo ritengo sicuramente migliore del precedente (salvo il combattimento fra Silente e Voldemort che ha rappresentato i 5 minuti migliori di tutto l'Harry Potter cinematografico) e de "Il prigioniero di Azkaban", e forse se la gioca alla pari anche con "Il calice di fuoco". Lo consiglio spassionatamente.

Continua a farti del male...
3

Commemorazione

Oggi lo Stato non commemora la scomparsa di Paolo Borsellino...
Oggi lo Stato la festeggia, assieme alla Mafia...

Continua a farti del male...
6

Il Viagra della Mente: bilancio semestrale

Che dire dei primi sei mesi da blogger su Blogspot?
Per quanto mi riguarda li reputo più che positivi.
Avere quasi 10000 visite in 6 mesi e una media di 30/40 visite al giorno(traduzione 30/40 pazzi che hanno il fegato di sorbirsi le idiozie che "scribacchio") mi sembra un risultato soddisfacente, soprattutto pensando al fatto che questo è un bloghetto di nicchia (che più nicchia non si può)!

Un grazie ai pazzi che passano di qua, a quelli che leggono solamente i post, la quelli che lasciano un commentino e a quelli che fanno un salutino sulla tagboard!

- se qualcuno poi vuole pure cliccare sui banner pubblicitari&promozionali, mi fa pure piacere! -

Continua a farti del male...
3

La Divina Commedia di Go Nagai

Chiariamo una cosa: questo non è un "semplice" manga.
"La Divina Commedia" di Go Nagai è un capolavoro in piena regola.

Disegnato con maestria, ricalcando lo stile delle superbe miniature di Gustave Dorè, questa Divina Commedia disegnata da Go Nagai è una pietra miliare che gli appassionati di fumetti (e non solo di manga) non possono non aver nella loro collezione!

Consigliatissimo!

- Inauguriamo così una nuova "rubrica" di questo blog, ovvero quella delle Segnalazioni!

Continua a farti del male...
 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro