29

Manga scan, case editrici e pirateria: un falso problema

Image and video hosting by TinyPic
Dicono che se la gente non compra più fumetti è colpa della crisi economica.
Dicono che se la gente non compra più fumetti è colpa delle scan che imperversano in rete.
Dicono che se la gente non compra più fumetti è colpa delle scan che imperversano in rete che alimentano così la crisi economica.

In sostanza, dicono un sacco di puttanate.

Sono sempre stato un lettore forte dal punto di vista fumettistico. Ho collezionato fumetti, comics e manga a josa e continuo a farlo.
Le lamentele delle case editrici di fumetti, che ultimamente stanno intraprendendo azioni legali volte a far chiudere tutti i siti che si occupano di scan (è di oggi la notizia della chiusura di One Manga, uno dei siti migliori del mondo in questo settore) sono ridicole.

Il problema della violazione del copyright è noto. Tuttavia, è noto anche che tutte le majors che hanno intentato azioni legali contro terzi che hanno messo a disposizione materiali coperti da copyright in rete hanno sempre perso.
Perchè? Perchè la condivisione di dati coperti da copyright (qualcuno potrebbe dire "paradossalmente") è equiparabile alla libera condivisione di informazioni. E le informazioni hanno il dovere di essere condivise da chi vuole, quando vuole, nelle modalità in cui si vuole.

Le Case Editrici che producono fumetti, ad oggi, non hanno capito che il fenomeno delle scan serve anche ad aiutarle. In genere, un lettore che legge un fumetto tramite le scan, è incentivato, dopo la lettura, a comprarsi il volume in cartaceo. Perchè? Perchè il fumetto che ha letto probabilmente gli è piaciuto.
E un lettore/collezionista non si priverebbe mai del prodotto cartaceo che ha gustato in via elettronica.

Di più: le scan servono a far conoscere un fumetto. Lo aiutano a crescere. E se piace, nel momento in cui verrà pubblicato, ci sarà sempre chi se lo comprerà.
Questo perchè la rete è un mezzo potente, e il passaparola (e la condivisione, per l'appunto) è la via più rapida per far conoscere un prodotto al maggior numero di persone.

Altro che crisi economica.
Altro che abbassamento delle vendite a causa delle scansioni.

Le scan aiutano il mercato dei fumetti.
Non lo affossano.


Ma quelli che stanno "ai piani alti" sembrano non comprenderlo.

29 commenti:

  1. Secondo me, aiutano ben poco...
    I manga costano parecchio e, quando non costano molto, sono composti da decine di volumi( One Piece ne è l'esempio: pareggia il costo basso con il numero delle uscite).

    È un po' come la musica scaricabile...
    Non aiuta, per niente.
    Certo, lì i costi sono esorbitanti( e non solo in Italia), ma anche con i manga non si scherza!

    Di quelli che conosco, pochi leggono i manga cartacei e, se lo fanno, è perchè se li fanno prestare da amici di amici!

    RispondiElimina
  2. Io non sto alla pari con i manga che leggo con quelli che compro perchè:

    1°)per andare in fumetteria devo fare 2 ore di treno visto che abito in un angolo sperduto di mondo.

    2°)alcune serie sono interrotte (come reborn!, a mio parere una fantastica serie).

    3°)tutto cio' che leggo lo recupero in edicola o su internet ma case editrici come la panini ti cacciano 8 euro di spedizioni contro i 3,5 di Star Comics e GP Publishing e spendere 8 euro in più mi girano le scatole.

    4°)i prezzi dei manga (io leggo solo questo genere e parlo per questo) saranno anche troppo alti per certe serie, ma meno di 3,90 la vedo dura comprare qualcosa di decente..

    5°)qualita' delle scan migliore di qualsiasi volume per quanto riguarda la traduzione (vedi DFS), per i disegni quelli cartacei sono meglio...

    Il problema delle scan rimarra' tale finchè ci sarà gente che intasa l, hard disk e non spende una lira, ma per quante serie potra' leggere non potra' MAI definirsi un VERO lettore di manga...non c'è niente di più bello di ammirare una libreria polverosa stracolma di libri...

    Scusate per la lunghezza del commento...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, ma secondo me quella è gente che non sbenderebbe una lira comunque! XD
      Io al luogo comune delle grandi traduzioni amatoriali sempre e comunque superiori ci credo poco. Poi un conto è tradurre e un conto è adattare.

      Elimina
  3. Angelo alla fine si preoccupano di quello che non vendono, e questo è dato dagli scrocconi che leggono solo on line, che leggono on line ma smettono di comprare perchè non piace più, che leggono ma smettono di leggere e non iniziano a comprare.

    E' quasi paradossale andare a sbattergli certi dati o percentuali di vendite in faccia, perchè le case editrici si pareranno sempre dietro alla "scusa" del copyright.

    RispondiElimina
  4. Rispondo in generale a tutti e 3:
    io sono di quelli che pirata. Nel senso che non mi faccio scrupoli a scaricare musica da eMule, quintali di dvdRip e telefilm, e decine di libri e fumetti da piazzare sul lettore eBook.

    Però.

    Se il film o il telefilm che ho scaricato mi piace, il cofenetto originale del prodotto me lo compro (ultimamente ho preso una edizione limitata di Distric 9, che avevo scaricato e mi era piaciuto molto e ho già detto che non appena esce il cofanetto dei 3 Toy Story mi fiondo a prenderlo); oppure, nonostante quest'anno il 95% delle letture libresche le abbia fatte sull'eReader, non mi sono fatto remore a comprare un paio di settimane fa un volume di Mitologia classica che costava 25 euro, che erano anni che ci sbavavo e che comunque potevo trovare benissimo in digitale.
    Sui fumetti, ovviamente, nemmeno mi pronuncio.
    Leggo le scan dei manga che (comunque) compro per stare al passo col Giappone, e gli unici manga che non compro e che leggo in scan sono tre prodotti che in Italia non escono: ovvero "Bambino", "Fantasista" e le nuove serie di "Capitan Tsubasa".


    Detto questo: le scan rovinano il mercato editoriale? A mio parere, ovviamente, no. Anzi, tecnicamente lo rafforzano.
    Un esempio: la Star Comics camperebbe ugualmente di rendita e non perderebbe un euro se vendesse solamente Dragon Ball e One Piece.

    E qui mi accodo al post di Valentino: le CE si preoccupano di quello che non vendono. Perchè? Perchè sanno che buona parte delle loro pubblicazioni fondamentalmente è immondizia e che il più delle volte sono loro stessi a lavorarci sopra poco e male (vedi il numero 51 di OP).

    Ecco un altro motivo per cui le scan sono utili: servono a scremare l'immondizia da ciò che è buono.

    Se un manga fa schifo, e ho la possibilità di leggermelo in scan, sono sicuro che non solo non lo comprerò: ma non lo leggerò nemmeno in scan.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Ecco un altro motivo per cui le scan sono utili: servono a scremare l'immondizia da ciò che è buono."

      Già! XD

      Elimina
  5. Idem. Io quello che per ora ho comprato al 70% l'ho letto anche online.
    L'unico manga che non compro ma leggo online è Naruto, che se finisce bene me lo vado subito a reperire in fumetteria.

    Invece tanto per fare un esempio opposto, Fairy Tail l'ho iniziato da fumetto, l'ho continuato sino al volume 11 e lo leggo on line. Appena finisce quest'ultima saga smetto anche la lettura online, perchè sinceramente mi ha un pò stufato.

    RispondiElimina
  6. Io condivido quello che ha scritto Angelo nel post, secondo me le scan hanno aiutato e aiutano tantissimo le case editrici a vedere manga, basta pensare che, per fare un paio di esempi personali, ad ottobre la star comics inizierà a pubblicare Psyren, ed io lo comprerò perché ne ho letto 123 capitoli on-line e mi è piaciuto, poi ho smesso di leggerlo in scan perché verrà pubblicato e lo leggerò direttamente lì, bene o male che vada... O per fare un altro esempio: Toriko, un manga a mio avviso stupendo che non avrei mai potuto conoscere se non tramite scan, che comprerò sicuramente appena verrà pubblicato in Italia ma che per ora devo accontentarmi di leggere in scan, gli unici che leggo in scan senza comprare, che vengono pubblicati invece sono Bleach e Naruto, il primo sarei intenzionato a comprarlo ma mi mancano i liquidi, per il secondo invece non c'è speranza perché lo continuo a leggere soltanto per sapere come va a finire, ma mi ha deluso moltissimo e questo lo posso dire perché l'ho letto in scan questo manga, altrimenti andrei difficilmente a comprare un manga così "al buio", perché mi scoccerebbe buttare dei soldi. In effetti lo farei anche per i telefilm ed io film, per i film lo faccio, ho comprato parecchi DVD, ma per i telefilm è più difficile anche se mi piacerebbe moltissimo avere il super cofanetto di Lost con tutte e 6 le stagione, ma anche il cofanetto con la 1° stagione di Heroes, peccato mi manchino i soldi. Ma questo, ripeto, lo posso dire solop perché ho avuto la possibilità di vederli in anteprima su internet...

    RispondiElimina
  7. Concordo col sire Buta! è proprio grazie alle scans ke ho deciso di comprare op cartaceo!

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. Io l'avevo già visto la scorsa settimana Angelo questo tuo articolo e comunque se n'è parlato alla "Reunion Team" a cui anche tu hai partecipato.
    Scusa se intervengo solo ora e anche qui XD ma preferirei parlarne magari con te appena ci becchiamo su msn! ;)
    Ciao bello!

    RispondiElimina
  10. voglio dare una risposta dall'ottica di chi "scrocca", e voglio metterla in un'ottica prettamente italiana:
    ho iniziato a seguire OP manga un annetto fa, quando uscivano i capitoli del volume 53/54 circa.
    Ho letto per molti mesi, e iniziando a passare per varie fumetterie vicino la mia università, avevo avuto l'idea di iniziare a comprare i manga cartacei, perchè nonostante fossero molti (per uno che non lavora spendere oltre 200€ di manga arretrati è una follia, almeno per me) OP mi appassionava (e mi appassiona) al punto da volerceli spendere, anche se un pò alla volta.Però ho voluto informarmi sulla qualità del prodotto in Italia: risultato? ho trovato critiche su critiche alla CE italiana di OP, culminate nell'episodio di un numero tradotto completamente male al punto da doverlo cambiare con uno tradotto meglio. A sto punto ho pensato <ed io dovrei spendere 200€ per una versione "brutta" di un manga che leggo in versione godibilissima e - ancora più importante - che mi permette di studiarne meglio il disegno (sono appassionato di disegno) e per la quale non spendo un €?" risultato? Ho iniziato a comprare Rat-Man. Anche perchè la mia buona volontà di seguire OP s'è scontrata con l'assurda (imho) decisione della Star di spostare il prezzo di tutti gli arretrati a 3,90 €. Ho trovato in fumetteria fumetti che all'uscita stavano nettamente di meno (prezzo di copertina) però io devo pagarli 3,90€. Con quale cervello dovrei buttarmi in una spesa comunque importante, se vedo che non solo la CE se ne approfitta, ma addirittura trascura il manga? Devo comprarlo per storcere il naso? La versione cartacea è bella, ma se in termini di qualità va a perdere in confronto alle scan, allora preferisco nettamente queste ultime. Ho deciso che comprerò il volume 59, quando uscirà, e magari quelli della saga di MF come "prova"...poi chi vivrà vedrà.
    Riassumendo,io "scrocco" perchè "costretto".Non dal prezzo in sè, ma dalle numerose riserve che la CE italiana s'è attirata su di sè.
    S2EM

    RispondiElimina
  11. Sono d'accordo con l'intervento di Sommobuta.

    Per quanto riguarda l'Anonimo sopra di me, le case editrici italiane a volte sbagliano, ma non per questo non devono essere supportate.
    Il caso di One Piece 51 è stato eclatante ma si è risolto subito e con grande stile da parte di Star Comics che fece mea culpa e ristampò il volume corretto. Ti invito a visionare i manga di case editrici come D/Visual; Hazard Edizioni; J-Pop o 001 Edizioni o anche la nuova uscita Ronin Manga: le edizioni sono magnifiche, l'unica pecca è il prezzo, purtroppo. Ma questo è un altro discorso.

    Le scan sono utili e servono da preview. Chi continua a sostenere la solita solfa che leggere un manga su computer stanca gli occhi ecc... ha mai provato a leggere un libro per almeno un'ora? Gli occhi vogliono chiudersi da soli tanto sono stanchi :D Poi, se andiamo a controllare nei pc di chi denigra le scan, troveremmo file mp3 scaricati, programmi crackati, giochi non ancora usciti in Italia ecc... ;)

    @Sommobuta: io faccio le scan Bambino! in italiano, se ti interessa... :D

    RispondiElimina
  12. "Le scan sono utili e servono da preview. Chi continua a sostenere la solita solfa che leggere un manga su computer stanca gli occhi ecc... ha mai provato a leggere un libro per almeno un'ora? Gli occhi vogliono chiudersi da soli tanto sono stanchi :D Poi, se andiamo a controllare nei pc di chi denigra le scan, troveremmo file mp3 scaricati, programmi crackati, giochi non ancora usciti in Italia ecc... ;)"

    Ecco perchè io ho comprato un bel lettore eBook. Eliminato il problema "alla fonte". XD
    E non solo: le scan fanno conoscere autori che difficilmente si conoscerebbero. Io mi sono accostato con notevole ritardo a Urasawa, con Pluto. E ho messo subito sul lettore eBook tutte le scan di 2oth Century Boys. Sarebbe bello poterselo recuperare cartaceo, ma i prezzi sono esorbitanti. Anche nell'usato (ho visto gente che se lo toglieva a 500 euro. E ho detto tutto).

    "@Sommobuta: io faccio le scan Bambino! in italiano, se ti interessa... :D"

    *____*
    Santo Subito!
    Scarrrrricooooooo! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 500 euro?!? °_O Abominevole! E ricordiamo che è colpa anche di certe case editrici di questo mercimonio!
      A proposito, di questo, Su internet si trovano ad esempio serie e numeri di fumetti vari esauriti. Uno che deve fare? Leggendoli così che danno fa alla casa editrice? L' alternativa sarebbe andare a scartabbellare i mercatini e non penso che chi edita ci guadagni XD.
      Io sono di quelli che pensano che alcuni senza scan quel fumetto non lo leggerebbero comunque. XD

      Elimina
  13. @Sensei

    sono lo stesso anonimo del commento sopra il tuo,
    è giustissimo che le case editrici vengano supportate, ma è anche giusto che le stesse case editrici vengano incontro a chi s'è avvicinato in netto ritardo a manga come OP che è lunghissimo e per il quale già è una grossa spesa recuperare tutti i numeri...figuriamoci recuperarli se per molti numeri il prezzo è quasi raddoppiato rispetto a quello originale... è una cosa che a me ha frenato tantissimo sull'acquisto, visto che volevo prenderli dal primo in poi...

    RispondiElimina
  14. @Simone: ti tocca fare l'account qui su blogger. XD

    Il problema dei prezzi sui fumetti in Italia è vero, ma fino a un certo punto.

    Dopo aver visto quanto costa un albo a Londra e a Berlino (Op, Bleach e Naruto stanno 8 euro a volume), direi di non lamentarci troppo.

    OP costava 5000 mila lire (ah, le lire! Sigh!) all'epoca dell'uscita, ovvero 2,60 euro.

    1,30 euro di aumento graduale nel giro di quasi dieci anni a mio avviso ci sta. Ma sono di quelli che farebbe pagare una "via di mezzo" gli arretrati - tipo se OP costava 2,60 e mò sta 3,90, fatelo pagare 3 euro e 10 e state pace! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già! La Star con i prezzi si è quasi sempre tenuta bassa. L' unica furbata mi pare l' abbia fatta con la scusa della crisi. Nel 2008 ha aumentato dei soliti 20 centesimi e l' anno dopo di altri 40! °_O

      Elimina
  15. the valuable info u provided do help the investigation for my company, thanks.

    - Lucas

    RispondiElimina
  16. Per me i fumetti sono un modo di impegnare il tempo libero, non sono un collezionista, e se devo dire la verità, a differenza dei libri, preferisco le scan alla versione cartacea. Ultimamente ne han tolti molti dall'online e per quanto mi riguarda, quelli che leggevo ma non compravo prima continuo a non comprarli, ne faccio a meno. In pratica non è cambiato niente, a dire il vero, io ho conosciuto i manga attraverso le scan, parlandone con qualche amico che mi consigliava uno o l'altro fumetto. Avere la possibilità di poter leggere anche quelli che non comprerei mai mi coinvolgeva in discussioni piacevoli sui risvolti delle trame (era un modo per farli vivere parlarne), oppure consigliavo ad un amico con gusti diversi dai miei di affrontare questa o quella lettura, cosa che adesso non accade più così frequentemente. Non so, se togli il manga dall'online c'è il rischio che diventi ad usufrutto esclusivo del collezionista. Tuttavia non credo avrebbero preso questa scelta se non fossero convinti di trarci un guadagno economico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, con tutto il rispetto, chi intendo io con il discorso sopra riguardo chi non compra a priori e legge solo sul web se ha l' opportunità! XD

      Elimina
  17. Man, really want to know how can you be that smart, lol...great read, thanks.

    RispondiElimina
  18. su questo fronte c'è un discorso da fare abnorme...mi limito semplicemente a dire che fin quando leggiamo manga online o scarichiamo film e musica dalla rete non dovrebbe rappresentare un problema......l'importante è che nn li rivendiamo...quello si che sarebbe campare sul lavoro altrui...e poi lamentarsi di questo danno economico una cosa proprio che non esiste...forse non hanno capito che non possono vendere interamente tutti i loro prodotti...poi alla fine si puo pensare quel che si vuole della pirateria..almeno qualcosa di positivo dovrebbe farlo per certo e cioè rendere ogni cosa reperibile perchè tutto è patrimonio del mondo...vale per la musica...film e sopratutto i manga(dio li benedica!):)....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quoto! Infatti vergognoso chi vende DVD pezzotti su ebay! -.- Al riguardo, ricordo male o venne cambiata la legge passando da sfruttamento per guadagno a consumo e basta? O ricordo male io?

      A proposito comunque:

      "Perchè la condivisione di dati coperti da copyright (qualcuno potrebbe dire "paradossalmente") è equiparabile alla libera condivisione di informazioni. E le informazioni hanno il dovere di essere condivise da chi vuole, quando vuole, nelle modalità in cui si vuole."

      Tra l' altro, nella mia ignoranza, non potrebbe essere equiparato a prestito? Cioè, uno scarica, leggere e poi cancella. La materia è delicata tutt' ora!
      Parlando delle scan dei capitoli, come ha detto qualcuno basterebbe che venissero messe in circolazione qualche settimana dopo. Per non fare concorrenza. Ma si sa, si vuole tutto e subito! -.- E c' è chi si fa il figo e il benefattore postandole sul web!

      Elimina
    2. ".l'importante è che nn li rivendiamo."

      Sempre a questo proposito e riprendendo anche quello che diceva sommobuta su un certo usato a 500 euro (!), trovo peggio chi compra una serie, un volume, un DVD o quello che è giusto per rivenderlo a prezzo maggiorato quando va fuori catalogo! I cosi detti squali di ebay come sono stati etichettati! XD E non solo. E il bello è che in certi casi le CE se ne fregano! Mah!

      Elimina
  19. E' passato un po di tempo dalla pubblicazione di questo post.Mi sonno avvicinato ai manga con One Piece,allo stop della messa in onda su Italia 1 sono passato agli episodi dell'anime subbati.E con l'episodio "L'ultimo giorno della ciurma di Cappello di paglia" ho deciso di continuare con il manga.Tante volte mi è passata per la mente la folle idea di acquistare tutti i volumi pubblicati fino ad ora in Italia,ma il fatto è che ho 15 anni,ovviamente non lavoro,e un spesa superiore ai 200 euro sarebbe ovviamente per me insostenibile.Quindi adesso seguo One Piece e alcune altre serie tramite le scan on line.Sono del parere che non siano un male,perché permettono a chi non ne ha la possibilità di seguire ciò che ci piace.Forse è una considerazione dettata dal fatto che aiuta proprio me (xD) , ma io la penso così.

    RispondiElimina
  20. "io sono di quelli che pirata. Nel senso che non mi faccio scrupoli a scaricare musica da eMule, quintali di dvdRip e telefilm, e decine di libri e fumetti da piazzare sul lettore eBook."

    Essendo di Napoli è il minimo! XD Scherzo. XD

    RispondiElimina

 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro