13

Naruto e Bleach: cronaca di una decadenza (1 di 2)

Spesso, quando pubblico i Report dei capitoli spoiler di One Piece su Youtube, trovandomi nella necessità di fare esempi che contengano paragoni con l'opera di Oda, parlo di Naruto e Bleach.

Innanzi tutto qualcuno potrebbe chiedermi: perché li tiri in ballo?
La risposta è semplice: li tiro in ballo perché assieme a One Piece, Naruto e Bleach sono i manga di punta di Jump, quelli maggiormente conosciuti e quelli che riscuotono il maggior successo.

Detto questo. Perché dico che Naruto è decaduto, e Bleach è diventato una


schifezza? Perchè non mi piacciono? O quanto meno, perché non mi piacciono più?

Non mi piacciono più perché a mio avviso, tanto Kishimoto, quanto Kubo, sono venuti meno a quel patto che un autore, quando comincia un’opera (sia essa un fumetto, un film, un telefilm o un libro), è tenuto a rispettare, rifilandoci un prodotto involuto, abbozzato e divenuto scadente.

Ma andiamo con ordine.

Perché Naruto mi piaceva: perché era a tutti gli effetti un buon manga. Anzi, ribadisco: è a tutti gli effetti un buon manga, almeno fino al numero 27. Dal numero 28 invece comincia una caduta di tono e di stile paurosa, arrivando ad avere un vero e proprio collasso verticale.

Naruto era uno shonen fresco, bello, a tratti anche intelligente, che aveva trovate narrative niente male (il mondo dei ninja e la loro organizzazione), sottotrame interessanti (su tutte, quella di Orochimaru e dei tre ninja supremi), ma soprattutto, che aveva nei suoi personaggi – e in particolar modo, in quelli secondari - la sua “forza portante” (perdonatemi l’orribile gioco di parole che chi segue il manga capirà sicuramente).

I personaggi di Naruto, tanti e variegati, erano sviluppati tutti in maniera pressoché perfetta e credibile, sia dal punto di vista strettamente grafico, sia dal punto di vista psicologico.

Davvero, erano uno meglio dell’altro.

Il bello di Naruto era dato dal fatto che era circondato da un sacco di bei personaggi, i quali partecipavano attivamente allo svolgersi della storia (pensiamo ai vari Shikamaru, Neiji, Rock Lee, Kiba, Gaara e via dicendo) e che non erano mai né piatti né banali, ma anzi, profondi, diversi e sfaccettati.

Senza contare che anche gli scontri avevano sempre una sfaccettatura complessa e non erano mai autoreferenziali. Anzi, erano davvero tutti ben fatti e belli profondi. Insomma, avevano un loro perché.

Senza andare a scomodare scontri epici come quello del terzo Hokage contro Orochimaru, o quello dei tre ninja supremi, mi piace ricordare che, per quanto mi riguarda, lo scontro finale tra Naruto e Sasuke, è uno degli scontri più belli, più toccanti, più significativi e anche dal punto di vista “psicologico”, più riusciti, che io abbia mai letto all’interno di un manga.

Il dopo però è sconfortante. Sin dalle prime battute, lo Shippuuden di Naruto è una noia mortale. I personaggi secondari, tranne qualche fugace apparizione, sono scomparsi del tutto. Il manga vive di una dialettica Naruto/Sasuke noiosa, dove ormai entrambi sono diventati improvvisamente dei padreterni che sconfiggono personaggi reputati padreterni imbattibili il numero precedente.

Secondo me si è persa quella freschezza, quella genuinità e anche quel lavoro psicologico che Kishimoto operava sui suoi personaggi, e si lascia spazio solo alla componente dell’azione, che rende il tutto piatto e banale.

Ecco perché Naruto non mi piace più.
Anzi, approfitto di questo post per ribadire che se qualcuno di voi è interessato ad acquistarlo, io me lo vendo con piacere. Se siete interessati, contattatemi in privato.

E ora passiamo a Bleach.

13 commenti:

  1. mi duole ammetterlo ma hai perfettamente ragione...e la cosa più triste è che non è il primo (e sicuramente non sarà l'ultimo) di una serie di buoni manga che va a farsi benedire...e riprendersi è impossibile...anche dragonball verso la fine (lo Z per intenderci) ha perso un po' di carisma...io naruto lo continuo a seguire (sia cartaceo che online) ma solo per curiosita' più che per piacere...

    idem bleach...anche se ora che è finita la lunghissima saga degli arrancar spero si riprenda...ma come ho detto prima non è facile...

    mi aspettavo questo post da un po' e mi chiedevo come mai non arrivava...

    RispondiElimina
  2. Guarda Buta sec me alcuni manga ad un certo momento si trasformano sempre..vuoi perchè ormai le basi sentimentali/storiche/geografiche e dimensionali del mondo di un manga sono state più che spiegate e fatte vedere,vuoi perchè i personaggi devono evolvere in un qualche livello superiore,altrimenti non sarebbe caratteristico di un manga di questo genere,incentrati su poteri e combattimenti...comunque,come per dragonball,naruto,bleach,Inuyasha e tanti altri,finisce sempre con la solita tarantella(combattiamo il nemico,è troppo forte,troviamo un nuovo potere,rompiamo il culo al nemico..eee di nuovo un nemico più forte e si riparte da capo fino alla fine)..Ovviamente con tutto questo nn nego che Oda sotto quest'aspetto x adesso si è veramente distinto.Forse questo è anche facilitatò dalla struttura di one piece che essendo un mondo gigantesco e fantasiossimo riesce a prendere più direzioni narrative e x forza deve divergere dalla storia principale e dai combattimenti anche per poter dare un minimo di tempo x mostrare questo vastissimo mondo..tant'è vero che Oda purtroppo non ce la fa a farci seguire tutto bene e a farci vedere tutto subito.Questa è una pecca che m'infastidisce un pò,xò nn posso fargliene una colpa ad Oda,vorrei vedere bene tutto quello che succede a tutti nel suo mondo ma nn basterebbero 60 min ad episodio e chissà quante pagine a fumetto.Cmq mi sn rotto di parlare e mi sn perso anke nel discorso =S ah si! vero!anke io preferisco One piece ma nn mi fanno skifo Naruto e Bleach,anzi da un certo punto di vista sn anke meglio di one piece,a livello di dinamiche dei combattimenti (intendo movimenti disegni e poteri non di certo la trama sentimentale dei combattimenti che trovo abbastanza ridicola,visto che hanno un nemico davanti e si ci pigliano il the ivece ke combatterci cm lo vedono tentando di ammazzarlo senza neanche farlo fiatare).beh arrivederci.

    RispondiElimina
  3. Sono d'accordo con anonimo, one piece forse è così complesso e intricato che a volte cadere nel banale è quasi impossibile. Oda ha la capacità di riuscire a sorprendere il lettore, tanto che sui forum dedicati, DFF, per ogni uscita ci sono milioni di possibili conseguenze proposte dagli utenti.
    Dragon ball inizialmente era fantastico, in seguito si è appiattito e ad ogni nuova saga si sapeva già che goku all'inizio le avrebbe prese di santa ragione e poi con un super allenamento le avrebbe suonate al nemico di turno.
    Naruto ho provato a seguirlo ma mi annoia molto la trama e ha detto bene Buta, inizialmente era intrigante il mondo dei ninja, ma poi è caduto nel banale con i mille allenamenti i super poteri.
    Ora non dico che OP è il meglio di sempre, ma per adesso gli altri manga non reggono il confronto.
    Ho 28 anni sono laureato in ingegneria e ogni mercoledì aspetto gli spoiler e ogni mese vado in fumetteria a comprare il manga.
    Oda crea un interesse che nessuno riesce ad eguagliare.
    Scusate la lunghezza ma ho approffittato di questo spazio, serio, per scrivere liberamente

    RispondiElimina
  4. Grazie a tutti e tre per i commenti, non preoccupatevi della lunghezza e continuate pure ad approfittare di questo spazio come, dove e quando volete! ;)

    Più che altro vorrei specificare una cosa: io sono ENORMEMENTE dispiaciuto della piega che hanno preso Bleach e Naruto. Perchè mi piacevano. Eccome se mi piacevano. Bleach mi piaceva anche di più di Naruto perchè per certi versi era la naturale evoluzione dello shonen classico traferito però in una dinamica narrativa moderna (ma ne parliamo domani, comunque).

    Piccola noticina su Dragon Ball: è vero, alla fine Dragon Ball cala. Il problema è che Toriyama voleva fermarsi a Freezer ed è stato costretto ad andare avanti...

    RispondiElimina
  5. Ps: "mi aspettavo questo post da un po' e mi chiedevo come mai non arrivava..."

    Volevo fare direttamente due video al riguardo ma...il tempo latita. ;)

    RispondiElimina
  6. Buta non centra un cavolo con il tuo bellissimo post...ci sarai a Lucca?

    RispondiElimina
  7. Eh no. Niente Lucca.

    Magari l'anno prossimo. :)

    RispondiElimina
  8. Buta è vero che questi manga stanno scadenso, ma almeno i combattimenti sono sempre avvincenti e spettacolari. Secondo me il manga che è decaduto più di tutti è Berserk. La caduta comincia dall'eclissi, e tocca i punti più bassi con la magia di Shilke e la ricerca dell'isola degli elfi. E' diventato davvero illegibile. Il problema ,secondo me, è che gli autori(per motivi economici) non hanno il coraggio di finire le loro opere su un numero ragionevole di numeri. L'esmpio migliore ci è dato da Basilisk, che in 5 numeri presenta una storia incredibile e combattimenti eccezionali. Putroppo i soldi sono troppo importanti anche per i mangaka, e sono pronti a rovinare i loro capolavori solo per questo. E ciò mi sconsola davvero tanto.
    Rafilo

    RispondiElimina
  9. Berserk è un caso a parte. Là il tracollo è proprio verticale e improvviso.
    Si passa da uno dei manga più "felici" (nel senso artistico del termine), a una cosa ignobile.
    Peccato anche per Berserk!

    RispondiElimina
  10. purtroppo sono completamente d'accordo

    RispondiElimina
  11. Non volevo rispondere a questo argomento, prima di aver letto Naruto, dall'inizio, fin a dov'è arrivato (584)
    Già dalle prime righe, Naruto è quel ragazzo che ha doti incredibili che riesce, in una notte ad imparare ed eseguire una tecnica superiore ma che quando scende sul campo è intimorito e non riesce a combinare nulla. Già a questo punto del manga ho iniziato a storcere il naso, dopodiché la storia è proseguita linearmente, senza avere improvvisi power up, con dei protagonisti/antagonisti che sia per grado che per forza si equivalevano, con i Jonin inarrivabili ecc.. ecc...
    Dal 28, come dici tu, troviamo un ragazzo, dello stesso livello di Naruto, che è diventato un Kage, andando avanti, il solo team 7 riesce a distruggere un'organizzazione di ninja di pari livello o superiori ai ninja leggendari, fin qui magari può andare, visto che sono dei ninja allenati per due anni da ninja leggendari!
    Un altro power up improvviso è il combattimento contro Nagato, un personaggio che riesce letteralmente a distruggere un villaggio, che viene sconfitto da Naruto!
    Ma l'apice è la "Quarta grande guerra ninja" dove, a differenza di One Piece, dove il protagonista nella guerra di Marineford ha un ruolo marginale! l'arrivo di Naruto segna il capovolgimento della guerra!
    Per me è una cosa incredibile ed inconcepibile, com'è inconcepibile il duopolio Naruto/Sasuke e i power up di quest'ultimo.
    Il tutto mi da la sensazione che l'autore voglia accelerare la fine del manga, forse perchè stufo!
    Stai a vedere che lo scontro finale Naruto/Sasuke oltre ad avvenire tra una ventina di capitoli, finirà con due enormi crateri?
    P.S. ricordate il terzo hokage? spira sigillando il primo hokage, il secondo ed orochimaru.
    Tra tutti questi, il primo hokage è famoso per aver fondato il villaggio e per aver sconfitto Madara!
    Quest'ultimo, ritornato in vita, riesce addirittura a tenere testa a 5 kage, quindi qui le questioni sono due, o i cinque kage sono delle checche, o non ci sta più capendo nulla nemmeno l'autore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. portando la mia versione aggiornata agli ultimi capitoli usciti fino ad oggi 30-12-13 posso confermare che il manga sta per finire essendo agli sgoccioli la battaglia finale, ma posso dirvi che ho un parere contrapposto al vostro, sinceramente considerando gli anni passati dalla prima parte a shippuden, è rimasto pressoché identico, dovete considerare che non sono più bambini e quindi è normale che tutto prenda un ritmo più veloce, da adulti, i power up si, ci sono ma non sono improvvisi ci sono allenamenti e si parla di cose che non sono robe mai apparse, la modalità eremitica fu si mostrata da jiraiya ma era molto presagibile il controllo del novecode non mi sembra chissà cosa poiché fin da bambino si sapeva che lo controllava alla fine il chakra questa parentesi power up, tornando alla trama mi sembra normale che si parli dei personaggi principali maggiormente, si chiama naruto il manga non rock lee, e la storia naruto sasuke sinceramente non c'entra ormai più niente con la trama, naruto ha ormai mandato a quel paese sasuke, ci sono solo 2 ricerche di sasuke dove nella prima lo incontrano nella seconda no e poi lo vede dopo il combattimento di danzo E BASTA poi seguono strade completamente diverse, sasuke va in come 2847602340 di anni per il trapianto di occhi e quando compare non fa un tubo, naruto invece fa un power up che mostra allenamento ed apre le porte alla risoluzione del mistero ''cosa è accaduto quando la volpe attacco konoha?'' ma non starò qui a continuare a raccontarvi cosa già sapete, vi dirò solo che per mio gusto personale piace il ritmo veloce e che secondo me se le cose fossero rimaste lente, avrei smesso di leggerlo, inoltre direi che è normale che va sempre più velocemente molti manga come questo velocizzano la trama che poi uno lo apprezzi o no sono cose individuali, ed infine, come disse jiraiya un libro si giudica dal finale quindi aspettate la fine del manga prima di poter giudicare ;)

      Elimina
  12. Sono d'accordo che dalla guerra Naruto fa pena ma dire che lo shippuden è brutto e noioso dall'inizio significa averlo letto col culo. La trama è sempre emozionante e

    RispondiElimina

 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro