8

La (sub)cultura del Manga (2 di 4)

Prendiamo come esempio i manga di Naoki Urasawa.
20th Century Boys, 21st Century Boys e Pluto.
I primi due sono incentrati su temi portanti quali la massoneria, le sette segrete, il cospirazionismo e la teoria del complotto, e la narrazione è sviluppata secondo un meccanismo complesso dove una sapiente alternaza dei piani temporali (presente, flashback e flashforward) la fa da padrone.
Il terzo invece è una riscrittura di un'avventura del celeberrimo Astro Boy - nella fattispecie The World's Strongest Robot, ma vista dagli occhi di uno dei personaggi secondari, Gesicht - dove un robot dal nome Pluto sta uccidendo a uno a uno i Robot più forti (e importanti) del pianeta Terra.

Chi ha letto le opere di Urasawa sa bene che non è possibile liquidarle come "semplice fiction" e "semplice fumetto". Le opere di Urasawa sono qualcosa "di più": i personaggi di 20th Century Boys sono profondi e tridimensionali, mentre i robot e i cyborg sono talmente "romantici" da risultare spesso più umani degli umani stessi.

Tuttavia, secondo il sentimento "comune" (in modo specifico quello italiano, beninteso), accostare la "semplice fiction" di Urasawa a un prodotto culturale completo e complesso (cosa che ovviamente è a tutti gli effetti) è quasi un'eresia, dato che si tratta "solo" un fumetto che punta al divertimento.

Prodotto "subculturale", quindi. Il cui unico scopo è quello di distrarre il lettore per una mezz'oretta.

Cosa alquanto strana, in effetti.
Soprattutto se si pensa a  due grandi libri che, guardacaso, possono essere accomunati alle opere di Urasawa, tanto per i temi trattati quanto per il modo in cui vengono narrati.

Il Pendolo di Foucault di Eco tratta di massoneria, cospirazionismo e di teoria del complotto. E la storia viene narrata tramite la sovrapposizione dei piani temporali e dell'utilizzo di flashback e flashforward. Come in 20th Century Boys e 21st Century Boys.
Ma Il Pendolo di Foucault però produce "cultura".
Cosa che non può fare un manga (sempre secondo il sentimento comune di cui sopra).

E ancora.

Ma gli androidi sognano le pecore elettriche? di Philip Dick.
Un libro che più "etico" non si può, dove gli androidi sono delle copie talmente perfette degli esseri umani, da cominciare a provare sentimenti e risultare decisamente più umani degli umani stessi.
Come in Pluto.
Con la differenza che Pluto è un semplice prodotto finalizzato al divertimento.

Tuttavia, arrivati a questo punto, bisogna aprire una piccola (e doverosa) parentesi.

Continua a farti del male...
8

La (sub)cultura del Manga (1 di 4)

L'altra sera (ri)leggevo Dragon Ball.
E come sempre, (ri)leggevo le lettere che i lettori inviavano alla redazione.
Su tutte, mi ha colpito la lettera di un ragazzo che si lamentava del formato del Manga.
Dragon Ball infatti è stato il primo fumetto in Italia a non essere ribaltato "all'occidentale".
Il primo vero "manga" che rispettava il canone culturale del fumetto orientale, insomma.

Questo ragazzo sosteneva che il mancato ribaltamento era sbagliato, che mai sarebbe stato accettato dai lettori abituati a leggere in modo "normale", ma soprattutto che la casa editrice ne avrebbe perso in lettori (e quindi in denaro) in quanto il fumetto, e in particolare, il manga (in questo caso non ribaltato) era un prodotto subculturale.

Ho pensato allora a come si è evoluta la "subcultura" del manga in questi anni.
E nonostante tutto, devo dire che a oggi, e soprattutto in italia, quel ragazzo aveva completamente ragione.

Continua a farti del male...
6

Il Viagra della Mente: dominio personalizzato

Quello di ieri è stato uno "scherzetto" malriuscito e anche di pessimo gusto. Come avrete notato, cliccando su www.sommobuta.com si viene reindirizzati sempre al Viagra della Mente.

Per forza!

www.sommobuta.com è Il Viagra della Mente!
Ho deciso di acquistare il dominio. Sia per farmi passare uno sfizio personale che per esperimento per un'altra cosa.

Al momento si è in fase di transizione. E' possibile accedere al Viagra della Mente sia tramite il vecchio indirizzo http://sommobuta.blogspot.com/ che quello nuovo.

La fase di transizione durerà qualche giorno, dopodichè, chi si connetterà al vecchio indirizzo verrà reindirizzato automaticamente a www.sommobuta.com

Una nuova era è cominciata, dunque. Assieme a un nuovo "anno" da blogger.

Bentornato al Blog (che da domani riprende definitivamente con i suoi aggiornamenti e i post (quasi) quotidiani.
E bentornati a tutti voi lettori!

Continua a farti del male...
6

www.sommobuta.com

Settembre, andiamo! E' tempo di migrare! (cit.)

Il Viagra della Mente mi sta stretto.
Basta blog. E' tempo di aprire un sito come si deve!


Vi aspetto tutti qua!

Continua a farti del male...
15

Da quando Baggio non gioca più...

Ah, da quando Baggio non gioca più...
[...] Non è più domenica!

Ricomincia il campionato di Calcio.
In realtà è già iniziato da un bel pò con la serie B e i campionati minori, ma questa settimana riprende l'attività la sfolgorante Serie A.

E a me non interessa.

Il calcio italiano, e nella fattispecie, il campionato di calcio italiano, mi annoia. A meno che non ci siano duelli emozionanti come quello Inter-Roma dello scorso campionato, la serie A la lascio al suo destino e concentro le mie attenzioni calcistiche solamente sulla Champions e sull'Europa League.

Il perchè? Perchè da quando Baggio non gioca più, non è (davvero) più domenica.
Sono di quelli che Baggio l'ha adorato, che è cresciuto seguendo le sue gesta, venerandolo e idolatrandolo; sono di quelli che seguiva il calcio e faceva il Fantacalcio solo perchè c'era lui, il Divin Codino; di quelli che quando creava la squadra del Fantacalcio, comprava i giocatori fissi pur spendendo cifre astronomiche: Peruzzi in porta, Nesta in difesa, Zanetti a centrocampo. E ovviamente lui, Baggio, in attacco.

Ma da quando Baggio non gioca più, il mio interesse per il mondo del pallone e del fantapallone è scemato via via sempre più.
E dire che di soddisfazioni (fanta)calcistiche me ne sono tolte anche a josa nel corso degli anni.

Il calcio però, che non è più (di) domenica, ma spalmato su tutta la settimana, non è nemmeno più quello di "una volta" (luogo comune, ma quanto veritiero).

Così come luogo comune, ma assai veritiero, è il fatto che non ci siano nemmeno più i calciatori e gli atleti di una volta. Le bandiere, quelli che si tatuavano la maglia sul petto a vita, ormai si contano sulle dita di una mano. Chi è rimasto?
Totti, Del Piero e Zanetti. Stop.

Dinosauri di un mondo "sportivo" vicino all'estinzione.
E io mi annoio.
Mi annoio nel vedere questi miliardari sfaticati che fanno finta di correre dietro un pallone e il cui unico interesse è quello di prendere più soldi; mi incazzo quando vedo gente alta 3 metri frignare e cadere a terra per tre ore a causa di un calcetto innocuo; mi rompo i coglioni di vedere partite boriose, con squadre che non-giocano poichè il loro interesse è solo vincere (chi ha detto Inter?).

E' proprio vero.
Da quando Baggio non gioca più...Non è più domenica.
E non è nemmeno più "calcio".

Continua a farti del male...
1

Ridateci la DC!

Il mondo si è capovolto: l'opposizione alla maggioranza viene fatta da parte della maggioranza stessa. E l'opposizione legittima dov'è? Con le pacche nell'acqua, mi sa...

Bossi minaccia le elezioni e promettere di bloccare il Nord, forte di un consenso di 20(?!) milioni di persone...

Napolitano dorme e prende il sole dalla piazzetta di Capri.

Alcuni pezzi dimmerda deviati dello "Stato" sono morti (per fortuna nostra). Altri continuano a parlare, a insultarsi, ad aprire la bocca solo per dargli fiato. Gente che quando parla, abbassa il QI dell'intero Paese (non che sia poi così alto, beninteso). E dire che questi "signori" che ci "rappresentano" dovrebbero rappresentare l'èlite della cultura italiana.

Sapete che vi dico? Aridatece la DC!

Continua a farti del male...
0

Prometeo e la guerra - 1936 di Alex Girola

Premessa
Quella che state leggendo è una proiezione digitale del mio io reale. Tradotto significa "post programmato" diversi giorni fa e non scritto oggi 23 Agosto 2010.
Io sono ancora ufficialmente "in vacanza", ma come promesso, nonostante io sia in "eremitaggio volontario", il Viagra della Mente riparte.

E riparte con una segnalazione.
Se dovessi fare una recensione di Prometeo e la Guerra - 1936 di Alex Girola probabilmente ripeterei le stesse identiche cose scritte per Uomini e Lupi e Prometeo e la guerra - 1935.

E allora vi segnalo solo l'uscita del libro (che ormai risale a quasi un mesetto fa), e il fatto che per me è stata la miglior lettura estiva, assieme alla rilettura dell'intera produzione drammaturgica eduardiana.

La scrittura di Alex è snella, veloce, ma soprattutto semplice, una scrittura che va dritta al punto e narra ciò che deve narrare senza perdersi in soliloqui o giri di parole inutili. Il che è un pregio, perchè scrivere "facile" è una delle cose più difficili a questo mondo.

L'altro pregio del volume, a mio parere, sono le ottime puntualizzazioni della situazione storico/geopolitica in cui si trovano i personaggi. Oltre all'immancabile appendice finale, decisamente migliore di quella già perfetta presente in 1935.

Per gli amanti dell'ucronia, Prometeo e la guerra - 1936, è un volume imperdibile.

Potete scaricarlo gratuitamente QUI.
Oppure sul Blog dell'autore.

Continua a farti del male...
0

Una piccola perla estiva

Metà Italia piange Cossiga che è morto.
L'altra metà piange Berlusconi che è vivo!

Il blog è ancora in vacanza (ritornerà con i suoi deliri e inutilità lunedì), eppure questa perla partorita dal Miticissimo Simone Esposito non potevo non condividerla con voi lettori butici!

Continua a farti del male...
2

Anche i blog vanno in vacanza!

Come ogni Agosto, il blog si prende un po' di relax per una settimana e mezzo.
Ad ogni modo, rimanete nei paraggi. E' possibile che qualcosa ogni tanto ci trovate!
Ps: scusate per la gif color "rosa checca!!

Continua a farti del male...
3

Quanti libri ci sono nel mondo?

How many books have ever been published in all of modern history? According to Google’s advanced algorithms, the answer is nearly 130 million books, or 129,864,880, to be exact.

A'faccia d'o' sasiccio!
Non basterebbero una decina di vite intere a leggerne un quarto.
Aveva ragione Massimo Troisi quando diceva: Non leggo... Che ragione c’è di leggere? Mentre leggo un libro, ne escono altre migliaia...

Continua a farti del male...
6

Il primo blog non si scorda mai

I miei 25 lettori sanno che questa è la versione 2.0 del Viagra della Mente. Versione minimalista e più funzionale, rispetto quella colorata e "lunapark" della 1.0

Eppure, prima del Viagra della Mente c'era un altro blog.
Il mio PRIMISSIMO Blog.

O lo Ami o ti Attacchi


Anche la versione visitabile di O lo Ami o ti Attacchi  è la  2.0
Era preceduta da un'altra versione sempre caciarona e simpatica, il cui primo post era datato 2006 e i cui post sono andati perduti e cancellati (peccato, dico io).

Anche la versione 1 di "OLAOTA" era colorata e fancazzista.
Ma i post erano poco discorsivi.

Odiavo barcamenarmi in discussioni lunghe e astruse.
Perciò mi limitavo a postare una semplice immagine, un video di pochi secondi o una frase evocativa adatta al periodo, che poi i visitatori commentavano.

Era un tipo di fare blogging che mi piaceva molto, per la verità.
E poi, comunque, era sempre il mio primo blog.
Primo blog che come per il primo amore, non si scorda mai.

E voi? Quanti blog avete avuto?

Continua a farti del male...
10

Munnezza a Napoli...Returns!

Un video girato al volo al volo col fido Marco questa mattina.
Se vi state chiedendo cosa stia facendo il PdL a Napoli per quanto riguarda la questione rifiuti...Questo video fa decisamente per voi!
Buona visione!

Continua a farti del male...
3

Segnalazione: I Miti Greci, di Robert Graves

Sin da piccolo sono sempre stato un cultore e un amante appassionato di Mitologia, soprattutto di quella Classica. Sarà che i primi due libri che mi furono regalati sono stati l'Iliade e l'Odissea, sarà che da piccolo passavo ore e ore a guardare i Cavalieri dello Zodiaco (e a giocare con i rispettivi modellini), ma la Mitologia Classica è stata un punto cardinale nella mia formazione, diciamo così, "letteraria".

Ecco perchè non potevo farmi mancare nella mia biblioteca (sì, l'ho comprato cartaceo!), "I miti greci", di Robert Graves.

Questo volume, di quasi 700 pagine, è praticamente "la Bibbia" della Mitologia Classica, l'opera omnia imprescindibile per qualunque appassionato, il "graal" dove sono presenti vita, morte, miracoli (e mitologia) di tutti i personaggi e di tutte le divinità classiche.

Il tutto corredato da note bio-biblio/storiografiche che approfondiscono in maniera completa ed esaustiva il mito in questione.

Un volume imperdibile per un appassionato di Mitologia.
Non fatevelo mancare!

Continua a farti del male...
3

Dal vanbuta secondo Simo, 7,30

Simone: ma "mister-eletto-dal-popolo" non trova contraddittorio togliere un eletto-dal-popolo (come se potessero essere eletti da altri, poi) dalla sua carica insieme ai suoi "seguaci", per mettervi degli emeriti signor nessuno?

Angelo: Ma lui non è eletto dal popolo. Lui è "l'unto dal Signore". Può fare tutto quello che vuole!

Simone: unto e botulinato dal Signore, prego!

Angelo: Butalinato, casomai... XD

Simone: no buta, se fosse butalinato sarebbe degno di rispetto.

Angelo: Non posso che inchinarmi a questa perla di saggezza e segnarla in modo da inserirla sul bloggo...

Simone: Dal vanbuta secondo Simo, 7/30

Continua a farti del male...
 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro