0

Northlanders - Il ritorno di Sven

980 d.C.
Il giovane Sven è uno dei variaghi più temuti attualmente in circolazione. Durante un arrembaggio a una nave normanna, viene a sapere che suo padre, il legittimo re delle Orcadi, è stato detronizzato dal fratello, suo zio Gorm, derubandolo di fatto non solo del governo isolano, ma anche di tutta l'eredità
Sven decide così di ritornare nella sua terra natale per reclamare i suoi diritti, "fare giustizia" uccidendo l'usurpatore, e lasciarsi per sempre alle spalle le Orcadi, per tornare infine a solcare i mari del sud e riabracciare la sua donna.
Ma non sarà così semplice...
E nulla andrà per il verso giusto.

Brian Woods e Domenico Gianfelice, in questo primo volume autoconclusivo, sono riusciti a confezionare una storia che, partendo da uno dei clichè più (ab)usati dalla narrativa (l'eroe detronizzato che torna per fare giustizia), riesce a tenere incollato il lettore grazie all'evolversi inaspettato della faccenda, all'evoluzione del personaggio principale, e alla buonissima caratterizzazione dei personaggi secondari.

I disegni di Gianfelice sono molto buoni, mentre la storia di Woods sta molto attenta a tratteggiare il mondo vichingo nella sua "epicità" e nel suo realismo. Le Orcadi sono un posto duro, dove d'estate i guerrieri partono per razziare e depredare città e villaggi presenti sulle coste, e d'inverno non si può fare altro che resistere, poichè tutto è ricoperto dalla neve e dominato dal gelo.

Importantissimo soprattutto il lato mistico/religioso. Se da un lato Sven si caratterizza per il fatto di "non credere a nessuna di quelle stronzate", e di essere così un ateo assoluto (pur arrivando alla fine a rispettare i valori religiosi di compagni e avversari, e a seguire un corvo, che sembra essere a tutti gli effetti il suo "spirito ombra"), lo zio Gorm è uno di quelli ossessionati dai segni, dalle divinità e dai riti religiosi. Prima di prendere una decisione consulta sempre lo sciamano, ha fondato il suo potere sulla paura e sulla superstizione, e non fa mai nulla prima di essersi assicurato che le sue azioni non abbiano l'effetto di inimicarsi un dio.

E' un buonissimo volume, questo Northlanders.
Assieme a Vinland Saga fa tornare in auge e in tutto il suo splendore il mondo vichingo.
Consigliatissimo agli amanti del genere.

0 buta-commenti:

Posta un commento

 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro