2

Immaginiamo, per assurdo, che... (2 di 2)

L'anomalia, in Italia, è a 360°.
Non è tutta colpa "sua", se stiamo come stiamo.
E' anche colpa sua.
Non tutta.
Anche.

Buona parte della colpa ce l'ha la sinistra.
Primo, perchè non è sinistra.
Secondo, perchè non è comunista.
Terzo perchè fa tutto, tranne opposizione.

Ci fosse stata un'opposizione (non dico "seria", mi limito a dire "opposizione") in questi ultimi quindici anni, già dopo l'esperienza fallimentare del primo governo Berlusconi nel '94, avrebbe potuto facilmente evitare le tre legislature "silviesche" che avrebbero seguito nel corso degli anni successivi.

Non sto ad elencare tutti i procedimenti penali a carico del Cavaliere Andateveli a cercare, se non li conoscete. E non credete a chi dice che Berlusconi è un poveraccio perseguitato "solo" perchè (e da quando) è entrato in politica. E' entrato in politica perchè se non l'avesse fatto, sarebbe andato in galera (dato che il suo gruppo aveva accumulato circa 5000 miliardi di lire di debiti), così come sarebbe andato in galera qualche anno prima per falsa testimonianza sulla P2 se non avesse goduto dell'amnistia 1989 (senza contare l'inchiesta per traffico di droga, all'inizio degli anni '80).

Con uno con un curriculum giudiziario "di tutto rispetto", un'opposizione normale ci sarebbe andata a nozze. E l'avrebbe demolito facilmente in campagna elettorale (come ipotizzavamo nel post di ieri).

E invece no.
A casa nostra non funziona in questo modo.
L'opposizione, in certi frangenti, è stata davvero la migliore amica di Silvio Berlusconi. Vedi la Bicamerale; vedi il patto su Mediaset; vedi la mancanza di una legge decente che regolamenti il conflitto di interessi.
E così via.

Non tutti, forse, si ricordano cos'è successo 3 anni fa.
Berlusconi era politicamente morto.
Fini l'aveva scaricato ("Siamo alle comiche finali", remember?), La Lega aveva cominciato a sganciarsi da lui, e anche tutti i partitucoli di destra sembravano poter fare a meno dell'Unto di Arcore.

Chi l'ha resuscitato dalla tomba, al grido "Senza Berlusconi non si può parlare di una nuova legge elettorale"?
Quel coglione (perchè questo è) di Veltroni.

Invece di gettarlo definitivamente nel dimenticatoio, è andato a ripescare il rudere arcoriano già in procinto di abbandonarsi nel suo mausoleo personale.
Col risultato che tutti, poi, sappiamo.

E grazie al cazzo che poi la gente dotata di buon senso si mette a ridere quando parla qualcuno dell'opposizione. Come ci si può fidare di questi "geni" della politica? Questi stessi geni che invece di approfittare di questo scandalo abnorme che sta investendo il Premiers, che si potrebbero permettere di dire qualcosa di serio e sensato, non solo non fanno altro che litigarsi (e dividersi) su "stronzate" come la leadership, ma non sono nemmeno in grado di offrire ai cittadini un'alternativa seria, proponendo un programma semplice, chiaro, e soprattutto, valido?

Non ci si può fidare. E' impossibile.

Ecco perchè non possiamo nemmeno lamentarci se al Governo abbiamo "gente di un certo livello".

2 commenti:

  1. Ammettilo, non ce la farai mai a non parlare di politica! XD
    E, ovviamente, quoto tutto. Io mi ritengo di sinistra e quella al governo, semplicemente, non lo è. E il bello è che sempre Veltroni, oggi, non pago del "successo" di 3 anni fa, continua a ripetere in TV roba del tipo "Non rinunciamo al bipolarismo solo per colpa di Berlusconi..." e bla bla bla... ma vaffa...

    RispondiElimina
  2. No, mi sa che non ce la farò davvero mai. Nonostante il mio ritiro volontario, nelle ultime settimane mi hanno talmente "pressato" che mi hanno convinto a dare la disponibilità per candidarmi alle prossime comunali col Movimento 5 stelle.

    Amen

    RispondiElimina

 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro