5

Rigurgito da elezioni e voto utile

Oggi sono stato "vittima" di quello che forse è l'esempio lampante di ciò che è diventata la politica nostrana: il nulla, condito dall'inconsistenza sfruttata dalla sfacciataggine più assoluta.
Una sfacciataggine che mi ha dato il voltastomaco, provocandomi quello che io chiamo "rigurgito da elezioni" e che mi fa pensare: "Vaffanculo, a votare non ci vado. M'hann'fatt' passà 'o genio".

Mi chiama quest'individuo a ora di pranzo. E' una delle persone "di punta" del settore giovanile di Italia dei Valori, una persona con la quale ho avuto modo di parlare sì e no un paio di volte per un paio di minuti, ed esclusivamente in merito alla raccolta firme per il referendum che avrebbe dovuto servire per abrogare il Lodo Alfano.

"Ciao Angelo, sono XYZ", esordisce. "Ci siamo visti e sentiti due anni fa per il referendum sul lodo Alfano, ti ricordi? Sai, adesso sono candidato come consigliere per la municipalità Bagnoli Fuorigrotta. Non mi sono mai dimenticato di te, e sto contattando tutte le persone che non ho mai dimenticato proprio perchè..."
"Complimenti per il tempismo", gli rispondo. "Guarda caso ti ricordi di me proprio ora che ci sono le elezioni. Se mi hai chiamato per fare propaganda, sappi che non ti voto. Non ho la più pallida idea di chi sei, non conosco le tue proposte nè il tuo programma, e se hai intenzione di propinarmi adesso tutto il pippone su quello che farai, ti riattacco il telefono in faccia."
Silenzio.
"Ma no, guarda", riprende lui, il tono della voce titubante, "Dato che sicuramente sarò eletto, volevo avvisarti che se avevi bisogno di un passaggio in macchina per andare a votare, così come anche i tuoi amici o la tua famiglia, io sono a disposizione."
"Grazie, ma andiamo a piedi. E nel caso, le persone del Movimento 5 Stelle a cui darò il mio voto, se non andranno a piedi andranno in bicicletta. Quindi non abbiamo bisogno."
Silenzio 2.
Il tizio XY si congeda con frasi di rito e riattacca il telefono.

Una telefonata tristissima, che mi ha fatti girare lo stomaco.
Ecco a cosa si è ridotta la politica: a una telefonata nel giorno delle elezioni. Alla faccia del voto utile. Una cosa veramente ignobile e schifosa.

La politica è morta da tempo.
Prima, per fare politica, dovevi avere - oltre che passione - palle quadrate e un cervello cubico. Questo perchè, quando ti iscrivevi a un partito fin da giovane, se non eri una persona con una certa preparazione, durante i dibattiti all'interno dei circoli non ti prendevano nemmeno in considerazione. I partiti politici erano vere e proprie scuole che ti abituavano prima di tutto a pensare. Erano delle vere e proprie palestre dove si esercitava lo spirito e la mente.
L'ideologia era importante, certo.
Ma prima di tutto veniva (e contava) il pensiero del singolo.
Adesso, invece, meglio stendere una trapunta pietosa su ciò che è diventata la politica e l'esercizio della funzione pubblica.

Partiti di destra e sinistra sono tutti uguali. Così come i movimenti civici. Voterò De Magistris e Movimento 5 Stelle (turandomi il naso, come si suol dire) grazie alla possibilità del voto disgiunto. Non perchè vada pazzo di loro. Ma solo perchè rappresentano il meno peggio. Perchè anche loro, a conti fatti, sono in tutto e per tutto IDENTICI agli altri.

5 commenti:

  1. "sarò sicuramente eletto"????

    RispondiElimina
  2. Credo che la democrazia sia un'utopia. In Italia, e non solo, c'è un livello di ignoranza fortissimo.
    Quante sono le persone sopra la media di alfabetizzazione? Vogliamo dire il 20% ?
    Sarà sempre il restante 80% a decidere. E sceglieranno per convenienza, ignoranza, simpatia, clientelismo ecc.
    Al Governo non andranno mai rappresentanti in grado di cambiare il Paese.
    Anche sui referendum...in passato abbiamo votato contro i finanziamenti ai partiti, ora li chiamano rimborsi...
    Se tra un mese voto contro il legittimo impedimento non credo che il Berlusca andrà in galera; continuerà a governare fino a quando lo deciderà lui di ritirarsi.

    P.S. Aggiungo che la frammentazione tra Italia dei Valori, Movimento, Sinistra ecc. anche stavolta produrrà la vittoria della destra come storicamente sempre avvenuto.
    Daniele

    RispondiElimina
  3. qualcosa mi dice che è qualche cosina in più di semplice ottimismo...alla faccia di Benedetto Croce che riteneva infondata la diceria che in politica non è possibile conseguire i cazzi propri XD

    RispondiElimina
  4. Eppure credo sia peggio non votare. E che certi personaggi oggettivamente squallidi li si possa estromettere dalla vita pubblica solo scegliendo di impegnarsi di persona.
    Massimo rispetto per le tue scelte, beninteso, ma credo che l'unica maniera per nono farsi sommergere sia proprio quella di provarci ancora e metterci la faccia di persona.

    RispondiElimina

 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro