6

Leggere "I vermi conquistatori" di Brian Keene. E avere davvero paura...

Sto leggendo (anzi, centellinando) I Vermi conquistatori di Brian Keene, edito da Edizioni XII.
Keene è uno degli autori di punta dell'horror mondiale, ma da noi, a parte il suo libro più conosciuto (i vermi conquistatori, per l'appunto), non è mai stato tradotto nè stampato nulla.

I vermi conquistatori è un romanzo catastrofico.
C'è questo arzillo ottantenne che racconta la sua storia, di come il mondo stia finendo a seguito di una pioggia torrenziale e ininterrotta che cade da più di 40 giorni e che ha fatto emergere dal sottosuolo vermoni giganteschi grandi quanto autobus, assieme a "vermoni" marini stile Kraken che imperversano negli oceani.

Lo stile semplice e diretto del romanzo è talmente semplice e diretto da sembrare "reale".
Soprattutto, Keene è talmente bravo che ti fa sentire addosso tutta la pioggia che si riversa in questo paesino sperduto in mezzo alle montagne di nome Punkin' Center, ti fa sentire ogni singola goccia d'acqua che penetra i vestiti, bagna la pelle e congela le ossa, e ti fa sentire tutto il fango che ti si appiccica sugli scarponi e sui vestiti.

Ieri a Napoli cominciato a diluviare. Nuvole basse, nere e pesanti.
Pioggia fitta e torrenziale. Talmente torrenziale che in poche ore il mio quartiere, Bagnoli, si è completamente allagato.
E mentre guardavo la pioggia che inondava le strade del mio quartiere, e mentre ritornavamo in macchina guadando strade totalmente allagate con visibilità pari allo zero, sono stato scosso da un brivido.

Non sono una persona facilmente impressionabile. Sin da piccolo sono cresciuto a "pane e Nightmare". Gli horror mi hanno sempre fatto sorridere, siano essi di carta, che di celluloide.
Ma ieri, per un breve istante, è successo qualcosa di "strano". E ho avuto davvero paura.
Condizionato da Keene, mi sono ritrovato a pensare: "E se non la smettesse più di piovere? E se all'improvviso pure qua sbucassero vermoni che distruggono case e mangiano persone? E se dal mare spuntasse di punto in bianco il Kraken?"

Pensieri sciocchi e stupidi, certo.
Non mi era mai capitato di catapultare la tensione di un libro nella vita "reale".
Ma credetemi, questo cavolo di libro di Keene è scritto talmente bene, che trovarsi di punto in bianco in una condizione simile certi pensieri te li fa fare davvero...

6 commenti:

  1. Anche io ho visto tanti di quegli horror che non riesco più ad averne paura.
    Questo libro non l'ho letto, ma ora credo lo farò.
    Però devo dirti che l'unico autore che riesce a veramente a mettermi paura è Robert Louis Stevenson. Non tanto con Lo Strano Caso del dr. Jekyll e mr. Hyde, quanto nei racconti. Alcuni mi hanno proprio fatto venire i brividi (tipo Janet la Storta o Il Ladro di Cadaveri), la scrittura di Stevenson riesce a coinvolgermi e quindi gli horror riescono a spaventarmi. Cosa che con altri non succede.

    RispondiElimina
  2. Ma l'eBook c'è?

    RispondiElimina
  3. @Mattia: concordo. Li ho letti anch'io quei racconti. Veramente bellissimi.

    @Ferruccio: Uhahahah! XD

    @Guardiano: mi pare ci sia l'eBook di prova che serve a farti leggere le prime pagine, ma poi il libro lo devi comprare. :)

    RispondiElimina
  4. e vabbe ma eBook mica è sinonimo di aggratisse o scrocco :P

    RispondiElimina
  5. No, certo. :)
    Ho specificato che si deve comprare perchè comunque nun se trova a scrocco... XD

    RispondiElimina

 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro