5

sommobuta's comics corner #2 - Dragon Ball n° 39: Il Guerriero Leggendario (2 di 2)

Il numero 39 di Dragon Ball, Il guerriero leggendario, è l'apoteosi di questo manga.
Il culmine massimo.
La vetta irraggiungibile.
Il punto più alto toccato da Dragon Ball, sia per quanto riguarda i disegni, che per quanto riguarda il pathos narrativo, che per quanto riguarda l'ambientazione e l'importanza dello scontro.

Il perchè è presto detto: Goku si trova a combattere contro l'essere vivente più potente dell'universo, Freezer.
E questo combattimento importantissimo ha molteplici significati. Da una parte rappresenta l'essenza stessa della voglia di superare i propri limiti (in fin dei conti, "il percorso dell'eroe" di Goku, sin dall'inizio, è sempre stato tutto teso in preparazione di questo esatto momento. Goku infatti non ha mai nascosto il desiderio di incontrare avversari sempre più forti, per migliorare prima di tutto sè stesso, e poi per dimostrare a sua volta di essere comunque un uomo "incomparabilmente forte" - anzi, IL PIU' incomparabilmente forte); dall'altra parte rappresenta la voglia di riscatto (azzardiamo: di vendetta?) di ben due popoli distrutti (anzi, estinti) da Freezer, ovvero i Saiyan - di cui Goku è uno degli ultimi superstiti -, sterminati per paura che potessero un giorno ribellarsi, e i Namecciani, assassinati poichè possessori delle sfere del drago "originali".

La trasformazione in Super Saiyan di Goku, che molti ritengono un Power Up "troppo improvviso" - se non proprio un vero Deus ex Machina - a mio parere invece è la degna evoluzione di quello che ha fatto fino a quel momento e di quello che è stato Goku. Sappiamo che i Saiyan, dopo ogni scontro mortale, diventano sempre più forti, quindi il power up non è infondato.

Vegeta, pochi volumi prima del 39, asserisce che Kakaroth non è un Super Saiyan "perfetto" non perchè non è potente, ma perchè non conosce nè la cattiveria, nè la crudeltà, nè la rabbia. E non è un caso che sia proprio la rabbia (una rabbia incontenibile esplosa a seguito della morte del suo migliore amico) il veicolo che porta Goku a trasformarsi non nel "solito" scimmione, ma in un personaggio "nuovo", guidato - almeno all'inizio - da una furia cieca e spietata che gli permette di capire subito di aver sorpassato "la potenza che non poteva essere superata".

Tutto ciò che viene dopo questo superbo combattimento e questo splendido volumetto, è un "più". Dragon Ball sarebbe potuto terminare anche qui, e sarebbe stato ugualmente (o forse, paradossalmente ancora di più) il capolavoro osannato da tutti a destra e manca.

Nel caso non aveste mai letto Dragon Ball, e vi foste incuriositi, QUI potete leggere l'intera opera in questione.

5 commenti:

  1. Bella osservazione, concordo pienamente!!!

    RispondiElimina
  2. Ovviamente concordo anche qua, questo scontro è l'apice della vicenda ed è la degna conclusione della serie, tuttavia son felicissimo di come si sia evoluta la faccenda perché abbiamo avuto personaggi e situazioni impagabili come Mr. Satan, Bu (specie nella sua forma paciocca con la sua casetta! XD), Trunks, Gotenks e relative gag con Piccolo, Kaioshin anziano e il suo improbabile status do divinità...
    E Gohan potenziato riesce a infondere timore anche al di fuori delle pagine. Impagabile.

    RispondiElimina
  3. c'è poco da fare La trasformazione in Super Saiyan e il Power Up piu' cool della storia !!

    RispondiElimina
  4. Il n 39 è l'unico fumetto di dragonball che abbia mai comprato (per quanto sia super appassionato della serie, soprattutto la Z) !!!! Ho fatto proprio centro!!

    RispondiElimina

 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro