9

Troll arrestato, web (mezzo) salvato?

Quello del "trolling" è una piaga che affligge siti web, forum, blog, mail e social network.
Il "troll" cybernetico non è quell'essere abominevole dei racconti e dei romanzi fantasy, sebbene di quest'organismo ne adotti le sembianze (quantomeno dal punto di vista intellettuale).
Il troll cybernetico infatti è quell'entità "astratta" (chè per me è assolutamente associabile alla figura dell'anonimo, con la stessa identica valenza e con lo stesso identico "peso") il cui unico obiettivo è quello di disturbare il corretto svolgimento di un civile dibattito con argomentazioni che con quel dibattito non hanno nulla a che fare (e sono stato molto "gentile" nella descrizione di questa piaga biblica).

E' di pochi giorni fa la notizia che un sedicente troll di quelli seriali, tale

Sean Duffy, è stato arrestato e condannato per aver "trollato". La pena inflittagli dal tribunale è di quelle pesanti: 18 settimane di carcere, 5 anni di interdizione dai social network e registrazione obbligatoria di tutti i dispositivi elettronici che comprerà durante il periodo di interdizione.

Roba da 92 minuti di applausi.

La pena, a mio avviso, è giusta e sacrosanta. Certi individui, con la scusa (o con la maschera) offerta dal web, credono che sia loro tutto consentito. Una raddrizzata a certi individui ci vuole, fosse anche perchè molto spesso, questi fantomatici personaggi, con la scusa della "critica legittima" (altro mito che andrebbe sfatato quando si è in rete e si è coperti dall'anonimato di cui sopra), oltre a darsi al trolling selvaggio (il più delle volte anonimo, per l'appunto) si lasciano andare a imbecillità così basse e vergognose che anche il solo pensarle dovrebbe essere ritenuto crimine contro l'umanità.

Massimo rispetto, dunque, per le autorità britanniche.

9 commenti:

  1. Sono più che d'accordo con te , peccato che queste cose succedono solo in inghilterra...

    RispondiElimina
  2. Tra l'altro questo imbecille derideva alcune amiche di due ragazze che si sono suicidate...
    Il che mi pare molto in linea con certi blogger italiani che suggeriscono alle adolescenti di buttarsi sotto il treno perché leggono Licia Troisi.

    No, per dire eh!

    RispondiElimina
  3. D'accordissimo!!!
    Certi soggetti dovrebbero avere un interdizione permanente...

    RispondiElimina
  4. Alle volte non sarebbe male utilizzare la pratica correttiva di Arancia Meccanica... XD

    RispondiElimina
  5. Francis D. Matthews29 settembre 2011 17:00

    Il metodo Ludovico è estremamente poco sfruttato... xD

    RispondiElimina
  6. Bisognerebbe pensare che il diritto in questione è quello della libera opinione (se qualcosa non mi piace sono libero di pensare che mi fa schifo), ma che non significa automaticamente acquisire il diritto di criticare a destra e a manca.

    RispondiElimina
  7. @Matteo: lol!
    @sekhemty: io sono anche per il diritto di critica, purchè si critichi nel merito e si centri il punto della questione senza divagare. Se io dico "A" e tu mi rispondi "Che ore sono, coglione?", nemmeno ti prendo in considerazione. ;)
    Anche perchè ti qualifichi da solo con la risposta.

    RispondiElimina
  8. Povero troll. :C Che drastici eh. :C

    RispondiElimina
  9. Evidentemente aveva rotto troppo i maroni e infastidito troppa gente in maniera pesante per non dargli quella pena. Insomma, non sono sbrufoncelli, sono molestatori in fin dei conti e poiché turbano gli altri, è giusto che paghino.

    RispondiElimina

 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro