2

Nazi Mages Must Die! di Alessandro Girola

In Nazi Mages Must Die! Alessandro Girola ci addentra in alcuni dei progetti più segreti, ambiziosi ed esoterici del Terzo Reich, non disdegnando una capatina ad alcuni personaggi di spicco che hanno fatto parte dell'armata di Hitler, quantunque immaginari e fittizi, o se reali, usati per puri scopi di fiction.

La prima parte del piccolo saggio prende in esame dieci progetti top secret molto interessanti, realizzati sono in fase embrionale, costruiti come prototipi o rimasti solamente nella loro fase progettuale, alcuni dei quali  sembrano vere e proprie armi fantascientifiche (è il caso di una stazione spaziale orbitante in stile "Morte Nera", il cui progetto prevedeva l'utilizzo di un'immenso specchio che avrebbe dovuto deflettere i raggi solari per distruggere i vari obiettivi, oppure di un carrarmato dalle dimensioni enormi, con cannoni identici a quelli di cacciatorpedinieri, fino ad arrivare a prototipi di dischi volanti). Molto interessante - e l'autore è stato bravo a sottolinearlo - che la maggior parte di questi progetti (allora decisamente avveniristici), siano stati letteralmente saccheggiati da russi e statunitensi, e siano stati poi riutilizzati per la realizzazione di alcune moderne "conquiste" in campo tecnologico.

La seconda parte invece è più "divertente": vengono presi in esame alcuni personaggi nazisti provenienti da libri, fumetti, videogames o film, e se ne narra la loro storia. Si parla, tra gli altri, di Hellboy, del Teschio Rosso, della saga di Castel Wolfenstein e di alcuni scienziati pazzi, su cui spicca (verrebbe quasi da dire "naturalmente") Joseph Mengele.

Il volume si avvale inoltre delle collaborazioni di Angelo Benuzzi e Germano M. per la stesura di due brani del saggio: il primo ci dà un'infarinatura su quello che è uno dei "misteri più misteriosi" della ricerca scientifica nazista, il celeberrimo "Die Glocke"; il secondo invece, attraverso una piccola carrellata di film, mostra come il nazismo sia uno degli elementi "preferiti" per un certo cinema di genere.

Ho letto Nazi Mages Must Die! durante il viaggio verso Pisa e Lucca in poco meno di un'oretta e mezza, ed è stata una lettura assolutamente gradita e oltremodo gradevole. La maggior parte dei progetti menzionati non li conoscevo, e ogni tanto mi sono ritrovato ad esclamare "Wow! Massiccio!" leggendo di alcuni prototipi e alcune idee (su tutte, quello del Super Panzer).

Il libro però non è scevro da difetti: se posso sorvolare sul fatto che manca un indice (che per me, all'interno di un saggio, è un qualcosa di praticamente obbligatorio), bisogna tirare le orecchie all'autore per i tanti - troppi - refusi all'interno del volume. Anche più di uno per pagina. Non mancano poi errori sui tempi verbali, ed errori di concordanza tra soggetto, verbo e aggettivo.

Questo mi porta a fare una piccola divagazione: a me personalmente non dà fastidio trovare certi errori (li segnalo, tiro le orecchie, ma no, non mi danno fastidio). Tuttavia, essendo Nazi Mages Must Die! un volume autoprodotto, si può creare un meccanismo per il quale una persona "random" che vuole provare a comprare per la prima volta un eBook si trova davanti un prodotto imperfetto che può fargli pensare che alla fine "non ne vale la pena". Anche se il libro in questione costa 1 euro.
Il che è un peccato, perchè libretti come questi sono dei piccoli gioiellini.

Mettendomi sempre nell'ottica di "uno che vuole provare un ebook", aggiungo inoltre che non sarebbe male avere un'anteprima gratuita di una 20ina di pagine, più la versione doc, word e PDF. E' vero che le versioni mobi ed ePub sono quelle meglio ottimizzate per gli eReader, ma bisogna pensare anche a chi l'eReader non ce l'ha. E che se non si trova la "pappa pronta", il libro non lo compra e non lo scarica.

Detto questo, comunque, vi consiglio caldamente Nazi Mages Must Die! non solo se siete appassionati di storia, ma anche se volete leggere un qualcosa di scorrevole, simpatico e interessante.
Anche perchè costa solo 1 euro.

Trovate il libro QUI.

2 commenti:

  1. Ringraziandoti per la recensione schietta e sincera, preannuncio grazie al tuo blog (wow!) che, come ha già fatto Davide, presto toglierò NMMD dal mercato per sistemarlo, onde poi rimetterlo online, questa volta gratuitamente, ma fra qualche settimana.

    Grazie ancora per letto, tutto sommato apprezzato e commentato in modo onesto e costruttivo.
    Bravo Sommo! :)

    RispondiElimina
  2. Grazie a te (come sempre ormai, d'altronde) per la piacevolissima lettura! :D

    RispondiElimina

 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro