10

sommobuta's comics corner #6 - Il sorpasso (ovvero dell'editoria fumettistica nipponica)

Il 2012 sarà l'anno del sorpasso definitivo. Comprerò più graphic novel e volumi autoconclusivi rispetto a manga et similia. Ho dato una scorsa alle novità di quest'anno proposte da tutte le case editrici fumettistiche (le potete leggere QUA), e no, non mi interessa praticamente nulla. In pratica continuerò quelle 6-7 serie divenute ormai bi/tri/semestrali, concludendone diverse. Delle nuove uscite acquisterò solo il numero 1 di Toriko e quello di Shingeki no Kyojin.

In realtà ho già dato un occhio a diversi capitoli sia dell'uno che dell'altro manga, e sono (a mio avviso) entrambi mediocri. Sono opere il cui tratto lascia molto a desiderare (Toriko soprattutto, dal punto di vista grafico, è quasi inguardabile e illegibile), ma che si reggono su un paio di intuizioni che potrebbero rivelarsi geniali. Voglio perciò valutare la lettura "a volume", per vedere se è il caso di bollarli definitivamente come spazzatura, oppure se possono avere un margine di lettura tale da legittimarne l'acquisto. Più che altro, mi scoccia impelagarmi in qualcosa che non so se e quando finirà. Ho già sul "groppone" roba come One Piece, Cesare, Vagabond e Vinland Saga, sulle cui conclusioni pende un punto interrogativo enorme quanto una cattedrale.

Il problema di fondo, comunque, è che il mercato fumettistico giapponese è ormai saturo. Prodotti di qualità scarseggiano, e anche per ciò che concerne i seinen, ce ne sono pochissimi degni di essere letti. Il bello è che probabilmente un nuovo "lettore" non si pone il problema, dato che si troverà davanti una mole impressionante di roba, e un prodotto (per lui) ne varrà un altro.

In realtà, come in un certo tipo di editoria libraria, anche in quella fumettistica sta cominciando a pesare unicamente il business. Non che prima non fosse così (basta pensare a Saint Seiya - I Cavalieri dello Zodiaco -,  nato con lo scopo di creare un mercato vasto ed eterogeneo, o allo stesso Dragon Ball, spremuto fino all'osso per ricavarci di più).

Rispetto a prima, però, la cosa è divenuta più lampante.
Se nel periodo "X" tira "Tuailait", e le case editrici puntano a vendere "copie di copie" di Tuailait sommergendo le librerie di pattume, lo stesso accade con i manga.

One Piece, Naruto e Bleach vendono, ed è possibile fare soldi con la pala? Allora venderanno anche i manga che avranno strutture e storie simili, anche se brutte, stiracchiate o addirittura scopiazzate. Basta fare un giro in fumetteria: il 95% della produzione attuale sono pure minchiate.

Qual è allora il rimedio a tutta la spazzatura presente in fumetteria?
(Ri)andare alla fonte.
(Ri)leggere i classici, e fiondarsi sugli artisti con la "A" maiuscola.
(Ri)scoprire gente come Tezuka, Matsumoto, Miyazaki, Go Nagai o Taniguchi.
O le opere migliori della Soryo e della Ikeda (Cesare ed Eroica).
Le "alternative", insomma, non mancano.

10 commenti:

  1. Di Toriko sono arrivato a leggere i primi 12 volumi, grazie alle scan su internet.
    Non c'è malaccio, ma di certo non spenderò altri soldi per una nuova serie.

    Uagliù c'è crisi!
    Bisogna risparmiare!

    RispondiElimina
  2. Nemmeno Golden Boy hai intenzione di fare e dei vari autori che hai citato ci sono manga che consigli più di altri tipo io volevo iniziare devilman quando avrò soldi

    RispondiElimina
  3. @Kame: lol

    @Gen: non ho tenuto conto delle ristampe (come quella di Golden Boy) per il semplice fatto che è tutta roba che ho già letto.
    Devilman è un cult che si DEVE leggere.

    RispondiElimina
  4. quella nuova grossa di 7 volumi è ancora reperibile

    RispondiElimina
  5. Guarda, siamo sulla stessa lunghezza d'onda, a parte Toriko e ilNullaDiPlatone.

    Shingeki e pesci fritti l'ho già spulciato tramite le scan in inglese, mi sa che sarà l'unico nuovo acquisto del 2012, il resto delle serie che seguo è tutta roba tri/semestrale quasi in pari col Giappone.

    RispondiElimina
  6. Io ho trovato interessante ultimamente, cioè, da un anno a questa parte, Kuroshitsuji e Bakuman. Saranno gusti? Chissà xD
    Per ora compro questi due, più naruto e one piece e un paio di primi numeri ogni tanto per farmi un'idea.
    Ma di interessante anche io trovo poco :(

    RispondiElimina
  7. sto facendo esattamente come te, incorso solo one piece, ho preso qualche numero 1 tipo termae romae, prenderò toriko 1, sto finendo monster e ho iniziato a recuperare le opere di urasawa partendo da pluto. sabato prendo l'1 de l'eroica per seguire un tuo consiglio

    RispondiElimina
  8. edit...in corso anche billy bat. Urasawa l'ho scoperto da poco e mi ha catturato.

    RispondiElimina
  9. @Sensei: io sono sempre molto "negativo" con le scan delle nuove proposte. I primi volumi in genere sono sempre di rodaggio, e a parte poche eccezioni, tutti i manga impiegano un po' per carburare. Vedremo 'sti due come saranno...

    @Domenico: ne ho sentito parlare bene di Black Butler, ma non l'ho letto. Di Bakuman invece non sono riuscito ad andare oltre il 5° volume. E' interessante il funzionamento di una casa editrice fumettistica, ma ho trovato il manga di una pesantezza unica. Sarebbe stato ottimo avere una miniserie di 3-4 volumi. Senza contare che il tratto di Obata, invece di migliorare, è peggiorato e si è involuto.

    @Vitozzo: Thermae Romae era l'unico manga che aspettavo nel 2011. Per quanto riguarda le opere di Urasawa, fai benissimo. Urasawa è sempre sinonimo di qualità.

    RispondiElimina
  10. Per certi versi sono felicissimo dato che ho cominciato ad interessarmi a fumetti diversi da quelli Disney "appena" 7 anni fa, One Piece, Pokémon Adventures e Rat-Man a parte non ho più appuntamenti fissi.
    E sai che c'è? I soldi non mi bastano mai, dato che ho ancora pochissime graphic novel (anche se sono le cosiddette pietre miliari, Watchmen, Il Ritorno del Cavaliere Oscuro, Anno Uno ecc...) e un discreto numero di serie manga da recuperare parzialmente (Fullmetal Alchemist, Shaman King, Naruto, Yu-Gi-Oh!...) per intero (Kenshin, Dai e chissà quanti altri). Per non parlare dei Disney! (mi mancano 2 o 3 numeri di PKNA, praticamente tutto MM e una discreta quantità di "Zio Paperone" che mi servono).

    RispondiElimina

 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro