40

30 GdL - Giorno 5: Il libro più lungo che abbia mai letto

Dico “Il signore degli Anelli” per puro spirito sportivo, ma se la gioca con “Il conte di Montecristo” (dove più andavo avanti, e meno vedevo la fine) e “Guerra e Pace”. Forse, a ben pensarci, l’opera di Tolstoj è più lunga di quella di Tolkien, ma bene o male, è ininfluente. Trattasi ugualmente di mattonazzi che superano abbondantemente le mille pagine. Potrei inserirci anche Imajica di Barker, o altri mattoncini simpatici e ameni, ma mi fermo qua. Se per libro posso intendere anche una “saga” completa con una storia che continua senza interruzioni, la palma d’oro del libro più lungo va di sicuro a “Le cronache del ghiaccio e del fuoco” di Martin.

40 commenti:

  1. gilgaladviola9127 febbraio 2012 08:54

    Per oggi mi limito a quotare il Buta.
    Dico anch'io l'opera di Tolkien. :)

    RispondiElimina
  2. per me il più lungo sicuramente il Mahābhārata un mattonazzo di tipo 6000 pagine in più volumi.
    giuseppe tararà

    RispondiElimina
  3. Mi trovo a condividere in pieno XD. Praticamente su tutti..
    Però fra tutti io opterei più per Le cronache, di cui la fine manco l'ombra dell'ombra XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non per portare jella, ma secondo me Martin schiatta prima di finirle, Le cronache...

      Elimina
    2. E' quello che temono in molti... Io fra loro! Spero sinceramente di no perché le adoro, ma è comunque in età avanzata e non propriamente un atleta...

      Elimina
  4. Anch'io penso che sia il più lungo che ho letto. In genere i libri lunghi non riesco a reggerli, mi è capitato di abbandonare la lettura di certi libri-mattoni (ma ovviamente era anche la tensione narrativa che non mi prendeva proprio). Invece per quanto riguarda Il Signore Degli Anelli la lettura non ha conosciuto un attimo di stanchezza: goduto dall'inizio alla fine.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Al di là di tutto, Tolkien si fa leggere. Da Gran Burrone in poi è impossibile staccarsi.

      Elimina
    2. Sinceramente da dopo che ho iniziato Le cronache di Martin ho avuto serie difficoltà a leggere più di una decina di pagine per volta del signore degli anelli... Ma i gusti so gusti...

      Elimina
  5. Alessandro de Concini27 febbraio 2012 10:11

    Uguale anche per me, dico l'opera di Tolkien. Il Signore degli Anelli, un vero enoooorme libro, in cui però ogni pagina vale ogni minuto di lettura.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, vale ogni singolo minuto di lettura.

      Elimina
  6. non sono un grande amante deu mattoni, ma di sucuro qualcono l'ho letto pure io, tra i piu lunghi ci metto la saga di shannare di terry brooks ed ammeto di averla finita per inerzia.Per libro singolo credo "il calice di fuoco" herry potter 800 e rotte pagine

    RispondiElimina
  7. a parte harry potter in tempi adolescenziali,sto leggendo 1Q84 di Murakami,1500 e rotte pagine,storia "somehow" interessante farcita di sesso gratuito e diluito che di più non si può


    roby.vnm

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Murakami io personalmente non lo reggo. Ho provato a leggere "Tokio Blues-Norvegian Woods" e "Dance dance dance", e se ci penso, corro a prendere il primo coltello per squarciarmi le vene. Fatto di gusti. :)

      Elimina
    2. guarda neanche a me piace in realtà,avevo letto kafka sulla spiaggia e mi ero ripromesso di non leggere questo autore; poi ho visto 1q84 e mi son fatto fregare dalla trama(mi ero dimenticato del nome dello scrittore :p )e a meno che un libro non sia scritto con i piedi,cerco di arrivare alla fine (penso ch se il libro fosse stato lungo quattro volte di meno sarrebbe potuto essere apprezzabile).


      ps.: ora il nome mi rimarrà bene impresso :p


      roby.vnm

      Elimina
    3. *sarebbe stato apprezzabile

      deliri della febbra

      roby.vnm

      Elimina
  8. Mi accodo anche io al Buta... Da Tolkien a Tolstoj a Martin e aggiungerei anche Terry Goodkind e la saga de "la spada della verità"

    By Jack Harkness

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai letto nulla, di Goodking. Diciamo che non mi ispira. :P

      Elimina
  9. indubitabilmente il capolavoro assoluto.
    "i Fratelli Karamazov"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gran bel mattonazzo, indubbiamente. :)

      Elimina
  10. fantastico! l'ho letto anch'io! ma per non mettere lo stesso romanzo, dico: "l'ombra dello scorpione" di Stephen King

    RispondiElimina
    Risposte
    1. So che è un grandissimo libro che però King ha mandato in vacca col finale... Magari prima o poi...

      Elimina
  11. Pari pari a quello che hai scritto tu. In effetti io pensavo che Il Conte di Montecristo fosse di poco più lungo de Il Signore degli Anelli, forse perché del primo ho un'edizione strana, però direi che sono lì anch'io :)
    Anche se fra non molto questo posto sarà occupato da Il Visconte di Bragelonne (il terzo ed ultimo romanzo sui tre moschettieri), è gigantesco. L'edizione che ho io è di circa 1300 pagine di forma 15x25 cm (tanto per renderci conto). Non lo finirò mai q_q

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io più che altro con il Conte sono rimasto invischiato nella trama. Lo adoro, è il mio secondo romanzo preferito dopo Il nome della Rosa, precede proprio Il Signore degli Anelli nella mia "top 3", ma mentre lo leggevo, faticavo a capire dove si voleva arrivare. Grandissimo Dumas.

      Il visconte di Bragelonne mi manca! Sono rimasto a 20 anni dopo!

      Elimina
    2. Francis D. Matthews27 febbraio 2012 17:27

      Bragelonne IMHO è inferiore rispetto ai primi due. Troppo lungo, troppo malinconico, Moschettieri troppo vecchi, nuova generazione troppo melensa (il Re, il Visconte e la tipa noiosissimi). Ha i suoi momenti buoni (l'episodio famoserrimo della Maschera di Ferro, alcuni punti del finale), ma gli altri due romanzi lo surclassano.

      Elimina
    3. In effetti la trama del libro di Tolkien è più lineare, la storia di Montecristo è proprio imprevedibile in certi punti (anzi direi quasi tutta). Tra l'altro leggevo che Stevenson, non so se per invidia o cos'altro, in sostanza diceva che Il Conte di Montecristo è un romanzo abbastanza banale, che di interessante ha solo la parte iniziale fino alla prigionia di Dantès. Il resto è inutile e prolisso. xD
      Bragelonne lo leggerò lo stesso, anche solo per chiudere il ciclo sui moschettieri, sono personaggi interessanti, ma la parte che più mi è piaciuta sono i romanzi nel loro insieme. La capacità di Dumas di creare un romanzo storico plausibile, accattivante e mai banale. Peccato che come autore sia sottovalutato.

      Elimina
  12. La Divina Commedia di Dante Alighieri.

    RispondiElimina
  13. Beh, parliamo del mio libro preferito, devo aggiungere altro? :)
    Nella mia edizione Tolkien commenta più o meno così "se devo fare un'autocritica col senno di poi, il mio unico rammarico è l'eccessiva brevità del libro". LOL.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. gilgaladviola9127 febbraio 2012 19:29

      Già! XD

      Ti riferisci all'edizione rilegata illustrata da Alan Lee?

      Elimina
  14. Mi aggiungo anche io al club de "Il signore degli anelli" in quanto libro più lungo mai letto...mi sarebbe piaciuto aggiungere alla lista dei miei libri-mattone "Alla ricerca del tempo perduto" di Proust e "L'Iliade" di Omero, quest'ultimo è più una mia personale passione/sfida a coronamento del mio iter di classici greci e latini.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti auguro di recuperare l'Iliade quanto prima. :)

      Elimina
  15. La Bibbia! LOL. :D

    No vabbè scehrzo... è un gran bel libro. Un best seller. La prima parte è accattivante, al seconda un pò sottotono...anche se alla fine a dispetto di tutti, il personaggio di Gesù a me piace. Lo trovo molto simpatico.
    Ma quel Cliffangher finale non è proprio un granchè...XD


    Scherzi a parte, penso che anche il libro più che abbia mia letto sia stata la raccolta del "Mondo di Nehwon" di Frizt Leiber Jr. Gran bella roba. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Bibbia è piena di Supereroi. Roba che DC e Marvel in confronto sono barzellette!

      Elimina
    2. Vero! Il mio preferito è Giovanni Battista. Parla la lingua Universale,gira per il deserto mangiando locuste e soprattutto non si piega certo per un pelo di figa. ^^

      Elimina
  16. Come saga credo che poche possano competere con "la ruota del tempo" di Jordan...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Saga abbandonata tipo al volume 2. Troppo mattonazzo.

      Elimina
  17. A occhio e croce direi Mondo senza fine di Ken Follet....ma ho appena iniziato I miserabile e nemmeno quello ci scherza!

    RispondiElimina

 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro