17

30 GdL - Giorno 7: Il libro che mi descrive

Non ce n’è uno, per la verità. Questo perché all’interno di qualsiasi libro è possibile (ri)trovare parti di sé in questo o quel personaggio, o in questa o quella situazione. Rimane il fatto che non ho un libro che mi rispecchia o nel quale mi sono rispecchiato. Sarà che sono strano io, probabilmente…

17 commenti:

  1. sono pienamente d'accordo con te buta, ogni lettura che ho fatto(belle o brutte che siano state) mi hanno lasciato qualcosa e in fondo è la lettura di quel dato momento ad influire sulla scelta anche io lascio casella bianca....

    azz....sono un po di gorni che risulto essere il primo commentatore lol

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un epic win per te, allora. Comunque sì, tutte le letture mi lasciano qualcosa, ma non ho un libro nel quale mi rispecchio.

      Elimina
  2. gilgaladviola9129 febbraio 2012 11:16

    Sono d'accordo con te.
    Se proprio dovessi dirne uno opterei per il "Discorso sul metodo" di Cartesio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. gilgaladviola9129 febbraio 2012 13:01

      Ci tengo però a sottolineare che non è comunque un libro che mi descrive, è solo quello in cui mi pare di rispecchiarmi di più.

      Perchè da come l'ho scritto potrebbe sembrare che mi paragoni a Cartesio! XD

      Elimina
  3. ....partendo dal presupposto che ti stimo e spero sia vista solo come una critica costruttiva, che in fondo è quello che vuole essere...ma queste tre righe a che servono?...mi spiego, di solito le cose che scrivi sono lunghe, articolate, piene di spunti di riflessione (cit.), ma questo post cos'è?...o meglio cosa vuole essere?...certo che sono d'accordo con te, ci mancherebbe, o meglio, e come potrei non esserlo?...ma se non ce n'è uno come minimo mi aspettavo un 4 0 5 libri elencati e le motivazioni per cui quel personaggio ti rappresenta per un motivo e quell'altro per un altro...non 4 o 5 punti interrogativi!!!...tutti ci identifichiamo in più di un libro e in più di un personaggio...vabbè tutto qui, non so se appare chi scrive perchè è la prima volta che lo faccio, cmq per qualsiasi cosa sono andrea (urlo di munch no nucleare in spunti di riflessione)...un saluto buona giornata...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "tutti ci identifichiamo in più di un libro"
      E dove sta scritto, scusa? :)
      Non siamo tutti uguali, ogni persona è diversa l'una dall'altra. Ci sono praticamente pezzettini di ogni singolo libro che abbia letto (anche solo una riga) che magari si avvicinano a descrivere un mio stato d'animo o un mio episodio personale. Ma non ho mai trovato un libro che mi descrivesse. Quindi non vedo quale sia il problema. ^_^


      Non posso farci nulla poi le persone fanno finta di leggere ciò che scrivo, soprattutto quando pubblico una lista in cui ci sono trenta quesiti, e tra questi ve n'è uno che recita "Un libro dove hai ritrovato un personaggio che ti rappresentasse".

      Un personaggio di un libro nella quale una persona si può identificare è completamente diverso da un libro nel quale una persona si può rispecchiare... :)

      Elimina
    2. ...si si sicuramente...era solo per dire che quando ho aperto il post mi aspettavo un "articolo" un pò più dettagliato, un qualche esempio di quel "...all’interno di qualsiasi libro è possibile (ri)trovare parti di sé in questo o quel personaggio, o in questa o quella situazione...", se vuoi era quasi un complimento...mi aspetavo un discorso simile a quando hai parlato dei tuoi vari mondi (ecco quel post l'ho trovato molto interessante)...paragonando quel post a questo (scusa la ripetizione), è come se lì avessi scritto: "non ho un solo mondo, ne ho tanti." e basta, senza aggiungere altro...tutto qui!!!

      Elimina
    3. Eh ma come ho scritto all'inizio, ho intenzione di dare solo qualche input. Non posso scrivere post chilometrici. ;)

      Elimina
  4. Alessandro de Concini29 febbraio 2012 16:22

    Anche per me è un po' difficile rispondere...ogni giorno si è diversi dal giorno precedente, e ogni giorno c'è un libro diverso che più degli altri sembra parlare di noi. Sarà scontato ma io credo che ogni libro che leggo sia quello in cui mi rispecchio di più, perchè nel leggerlo proiettiamo la nostra persona e il nostro pensiero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pienamente d'accordo. Concordo con ogni singola parola. :D

      Elimina
  5. Concordo con te, avere un solo libro che ti descriva è difficile (forse a tratti l'enciclopedia medica xD)...ritrovo spesso frammenti del mio carattere, della mia personalità e del mio modo di parlare in svariati personaggi e autori...recentemente mi ha colpito Seneca in "L'ozio e la serenità": impressionante come ritragga certi modi di affrontare delle cose della vita quotidiana che somigliano molto al mio approccio personale...oppure della passione di Goethe in "Viaggio in Italia" nel descrivere certi paesaggi antichi del nostro paese, in particolar modo l'architettura (mia passione e mia disciplina universitaria)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Seneca è un mito, anche se è il classico esempio di illuminato che "predica bene e razzola male".

      Elimina
    2. Vero...di quello che scriveva non seguiva poco e niente xD...meglio così, ha lasciato ai posteri la parte migliore.

      Elimina
  6. Io mi identifico nella figura dell'inetto di Svevo xD

    RispondiElimina
  7. Io invece concordo con hanubis, anzi dico di più io sono identico ad Alfonso Nitti, il protagonista di Una Vita. Se Svevo non l'avesse scritto quasi cento anni prima che nascessi l'avrei accusato di plagio!

    RispondiElimina

 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro