23

Questa è Napoli...


Ho i brividi, e sono brividi di rabbia e sconforto, mentre scrivo questo piccolo post in calce al video.
"Perdete" 9 minuti del vostro tempo ad ascoltare questo ragazzo.
Questa è Napoli.
Ed è anche l'Italia.
Perchè, per quanto il luogo comune sia "Non ci sono solo malamenti", per una persona civile ed onesta, ce ne sono 70 che sono solo munnezza.
QUI trovate il finale del video.
E se la storia vi ha colpito così come ha colpito me...fate girare.

23 commenti:

  1. Ho visto il video sommo..è semplicemente una vergogna! un aggressione in pieno giorno con i vigilanti che non fanno niente, non chiamano nè la polizia nè danno una mano. Dovrebbe essere un luogo "sicuro" e invece non lo è! e pensare che anche io sono iscritto in questa università. In questo caso Napoli è indifendibile. Questo ragazzo è un grande, per difendere una ragazza che nemmeno conosce le ha prese. Speriamo che la giustizia trionfi.

    RispondiElimina
  2. gilgaladviola919 febbraio 2012 15:23

    Non ho parole...
    Non credevo potessero succedere cose del genere in Italia...

    Sono disgustato e impaurito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ribadisco: mentre vedevo il video tremavo per la rabbia.

      Elimina
  3. Probabilmente nessuno sà di quest'episodio, ma io lo ascoltavo e stavo male per lui, un ragazzo che non meritava tutto questo, i vigilanti che non fanno nulla, le 50-60 persone intorno e nessuno chiama la polizia, uomini che entrano in un università e tentano di uccidere questo povero ragazzo, la polizia che interviene 35 minuti dopo l'aggressione, ambulanza che si presenta dopo 50 minuti...vi sto semplicemente descrivendo i punti salienti di una napoli che fa schifo, il non essere tutelati in nulla....episodi che ti fanno riflette e ti spingono ad andare via, a fuggire da questo paese, tanto non cambia mai nulla, quale risvolti avranno mai le indagini della polizia? nulla perchè tanto dietro c'è la camorra, sarà un altro episodio che finirà nel dimenticatoio...io spero di no, ma ormai si campa col...fatt e cazz tuoi e camp 100 ann, omertà...che brutta parola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo episodio me l'ha raccontato Deborah appena successe, provai a cercare qualche news in rete ma non trovai nulla. Fino a quando non è stato pubblicato il video su Youtube. Vergognoso.

      Elimina
  4. L'episodio è vergognoso.
    Però vorrei dire che queste cose non accadono solo a Napoli. In tutta l'Italia accadono queste scene poco onorevoli, sia per chi le commette e ancora meno per chi vede e non interviene.
    Molte persone leggono notizie del genere e pensano che sono realtà lontane dalla propria, ma non è così.
    La cosa peggiore è che cose del genere accadono anche nelle scuole. Ho sentito storie da far rizzare i capelli, soprattutto perchè i protagonisti sono ragazzini e perchè alla fine quelli dalla parte del torto restano sempre impuniti.

    RispondiElimina
  5. che skifo....6 contro uno...ste merde perchè non si accollano l uno contro uno....questo perchè il ragazzo è un signore... uno dovrebbe girare armato...

    RispondiElimina
  6. l'omertà della gente fai più male delle azioni fisiche....mi spiace molto per il ragazzo...e cmq queste cose nn succedono solo a napoli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No. Infatti ho specificato che è anche "l'Italia". :)

      Elimina
  7. Non ci sono parole.

    RispondiElimina
  8. Il problema, come già detto, non penso sia il posto dove è accaduto bensi l'atto in se stesso. Appena finiti i 9 minuti di video la prima domanda che mi sono fatto è stata: e se fossi stato io uno dei 60 spettatori? A questa domanda mi sono risposto: vabbè avrei chiamato subito i carabinieri...ma sarei intervenuto?....ancora ora non saprei rispondere, perchè cosi come sembra semplice rispondere seduto davanti ad un computer, non è altrettanto semplice decidere sul momento di mettere la propria vita a rischio (perchè di questo si tratta). Dovrebbero essere le istituzioni ad intervenire tempestivamente in situazioni del genere, ma non mi sembra giusto prendersela con i 60 "spettatori" allibiti e atterriti.

    Dangi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. gilgaladviola919 febbraio 2012 23:01

      Sul fatto che sia facile parlare seduti davanti ad un PC non ci piove.

      Ma in questo caso erano 60-70 persone! Io avrei almeno cercato di convincere altri ad intervenire. Se già su 60 ne convinci 10 ce la puoi fare a fermarne 5.
      Non è che voglio passare per l'eroe, ma non è un grande atto di coraggio intervenire quando sei in un rapporto 2 a 1.

      E poi lì non sono intervenuti neanche i custodi...

      Elimina
    2. Il problema è proprio questo: il totale lassismo e menefreghismo del resto delle persone di fronte a un sopruso che sta succedendo davanti ai loro occhi. Peggio ancora dei "malamenti".

      Elimina
  9. Probabilmente avete ragione, ma avere il sangue freddo in quel momento di organizzare con altre persone un intervento di massa non è da tutti, soprattuto se quello che stai osservando non è un fatto abituale. Sto parlando di panico, di quella sensazione di immobilità che ti pervade quando vedi e senti un qualcosa di irreale, molto simile ai brividi lungo la schiena di cui si parlava in precedenza. Non so se sono riuscito a farmi capire, però posso immaginare come si sono sentiti quelli "spettatori" una volta giunti nelle loro case, a mente fredda:delle m..de!(come mi sarei sentito io!). Come dicevo, è facile giudicare dall' esterno senza aver vissuto in prima persona questi eventi. Chiamatemi vigliacco, ma il racconto mi ha spinto ad un esame di coscienza che alla fine ha fatto dubitare e scricchiolare la mia stessa "integrità morale".

    Dangi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Comprendo perfettamente il discorso. Penso che ognuno, dopo aver visto questo video (o dopo aver ascoltato fatti simili) se lo domandi sempre: Io che avrei fatto, se fossi stato là?
      Naturalmente, in cuor suo, ognuno sa qual è la risposta. Questo perchè è impossibile mentire a sè stessi. :)

      Elimina
  10. Cosa avrei fatto io?
    Sarò sincero: probabilmente, NON sarei intervenuto. Sei contro due è ancora un rapporto schiacciante, e sarebbero occorse due ambulanze invece di una.
    Mi sarei attaccato al 112 immediatamente, questo sì. E poi al 113, ai pompieri, a chiunque. E magari avrei filmato tutto per ottenere uno straccio di prova.
    Ad ogni modo, l'accaduto è allucinante. Ma veramente.
    E non è certo limitato alla sola Napoli, o all'Italia.
    L'aggressività fa profondamente parte della natura umana, e ci vorranno ancora millenni per scollarcela di dosso... o forse, dovrei dire da dentro.
    Solidarietà.

    RispondiElimina
  11. Penso che se avessero voluto, 50 persone avrebbero potuto farli neri quei 5 bast ardi. E una vergogna, ritengo loro complici anche quei 50 (scusate l offesa) SALAMI che se ne sono stati fermi li a guardare.
    Gente, dobbiamo svegliarci, se tutti fossimo giusti, onesti e coraggiosi almeno un decimo del ragazzo del video, questo paese sarebbe molto migliore.
    Quindi facciamo vedere a questi delinquenti chi deve vivere nella paura!
    Devono viverci loro, devono averlo i delinquenti il vostro terrore.
    Questi episodi si verificano per l indifferenza altrui.
    Se le "guardie" (senza offesa ma sono dei salami pure loro) fossero intervenute durante il battibecco con la signora, tutto cio non sarebbe successo.
    Comunque non serve a nulla piangere sul latte versato, ci lamentiamo tanto del nostro paese giusto? allora siamo noi che dovremmo migliorarlo, proprio per impedire che accadano ancora fatti del genere.
    PS: sommobuta sei un grande e ringrazio te e tutto il dff per il meraviglioso lavoro che state facendo con one piece.

    RispondiElimina

 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro