25

Top 5 - Le cinque storie che se fossi stato un artista geniale mi sarebbe piaciuto inventare

E si ritorna in pista con le Top 5!
Per la prima Top 5 dell’anno (a febbraio! LOL), mi andava di fare un qualcosa di particolare, ovvero le “Cinque storie che se fossi stato un artista mi sarebbe piaciuto inventare”.  Tralasciando il fatto che ultimamente i miei post hanno dei titoli talmente lunghi che sembrano quelli dei film di Lina Wertmuller, spero che la classifica sia di vostro gradimento. Ribadisco, come sempre, che le classifiche in questione non hanno valore oggettivo, in quanto estremamente personali.


5°Posto: Iliade / La Divina Commedia
Un ex-aequo. Magari è una scorrettezza, ma sono le mie due opere in versi preferite. E non hanno bisogno di presentazioni. Il primo testo rappresenta e racchiude quelli che poi saranno tutti i canoni narrativi dell’umanità. Inutile prenderci in giro. Non è un caso se si dice che dopo l’Iliade non è stato più inventato nulla, e si tratta di rielaborazioni. Ed è vero. Eccome se è vero. L’Iliade è un qualcosa di geniale, oltre che di sublime. Al suo interno c’è tutto, e sotto certi aspetti è (almeno per me) l’opera perfetta.
La Commedia di Dante, invece, è la vetta più alta mai toccata da un poeta. Se poi ci si aggiunge un’infinità di tematiche (da quella politica, a quella storica, a quella religiosa, a quella fantastica), anche qui abbiamo un vero e proprio capolavoro. D’altronde La Divina Commedia è l’opera più studiata al mondo.
Altro che Shakespeare…


4° Posto: Primo
E’ un fumetto italiano abbastanza recente. Ne ho parlato in maniera approfondita QUI. Primo è stata una di quelle (pochissime) graphic novel che a lettura ultimata mi ha fatto pensare: “CAZZAROLA! È stata una lettura fichissima! C’avessi pensato io a ideare una cosa così…”
Il che probabilmente è il termine migliore per evidenziare quando un “prodotto” (cinematografico/letterario/musicale/fumettistico/vattelappesca) sia valido. A me Primo è piaciuto veramente tanto, e ammetto di aver  (un poco) invidiato Rizzo e Bonaccorso (i due autori) per l’ottima novel.


3° Posto: Guerre Stellari
Ora, più che dal punto di vista narrativo (diciamoci la verità, per quanto Star Wars sia figo – e io sono un fan della saga -, non è tutto questo gran chè a livello di storia), qui ne faccio una questione di mero denaro. Avrei voluto inventare Guerre Stellari per il semplice fatto che tira su una montagna di danaro. Fiumi di soldi a palate, per ogni singola cazzata. Al di là di Darth Vader, delle spade laser, di Obi Wan Kenobi e dei cavalieri Jedi, Guerre Stellari è una macchina fabbricasoldi.  E chi non vorrebbe esserne alla guida?
Chi non vorrebbe essere Lucas?


2° Posto: Il Signore degli Anelli
Io lo so che se tra voi c’è qualcuno che odia visceralmente l’opera “magna” di Tolkien, in realtà sotto sotto un po’ di invidia la prova. Perché nel bene o nel male Il Signore degli Anelli è uno di quei libri che ogni appassionato di lettura – che magari poi vorrebbe buttarsi sulla scrittura – vorrebbe riuscire a scrivere.
Invano, aggiungo io.
È un’opera talmente complessa che è impossibile anche provare ad avvicinarsi. Almeno, per quanto mi riguarda. La maggior parte delle persone che si intendono di scrittura probabilmente direbbero che il linguaggio ai giorni nostri è cambiato, e che nessuno oggi scriverebbe come il buon professore inglese. In realtà si tratta di invidia. Non so voi, ma a me la scrittura di Tolkien piace da impazzire. E sto parlando della traduzione e dell’adattamento in italiano. Per quel poco che sono riuscito a leggere in originale, è ancora più fico e più bello. E comunque, nonostante il prevedibilissimo finale (ditemi che non sono l’unico che, a quattordici anni, nel leggere di Frodo e Sam a Monte Fato, ha pensato “Ora Frodo fotte tutti e si infila l’anello invece di buttarlo nella lava”), è un “signor mattone” che avrei voluto inventare personalmente. Peccato. Magari, nella prossima vita…Chissà.


1° Posto: Ritorno al Futuro
Spesso ho parlato del fatto che la fantascienza è uno dei miei ambiti preferiti a livello di pellicole cinematografiche. E Ritorno al Futuro (tutta la trilogia) è la saga cinematografica fantascientifica che più  preferisco al mondo. Ed è la storia che avrei voluto inventare io stesso (siano maledetti Zemeckis e Bob Gale per l’eternità). Questo perché “il viaggio nel tempo” è la cosa che mi incuriosisce e appassiona più di tutte, e una storia come quella di Ritorno al Futuro, costituita da viaggi spazio/temporali, scienziati pazzi, paradossi e ironia è quanto di più fico ci possa essere al mondo.
Ribadisco: che Gale e Zemeckis facciano una brutta fine per avere inventato prima di me una tale genialata…

E voi? Che storia avreste voluto inventare?

25 commenti:

  1. 5) Artemis Fowl: cosa succede se si prendono elfi, folletti, goblin ecc... e si inseriscono in un mondo fantascientifico con tanto di computer, laser, elmetti e quant'altro? E, come se non bastasse che succede se il protagonista è il villain e la trama ruota intorno al suo genio criminale? Avrei voluto inventarlo io un universo narrativo simile...
    4) Star Wars: ma non (solo) per i tuoi motivi; la trama è un po' banale ma la cosa meglio riuscita è il fatto che in un capolavoro di fantascienza si inseriscono elementi mistico/cavalleresci. Altro universo narrativo invidiabilissimo!
    3) Iliade: stesso motivo tuo! XD
    2) Il Signore degli Anelli: altra base da cui nasce tutto ciò che adoro oggi!
    1) One Piece: sembrerò banale, ma (a meno che si sputtani con la parte finale), Oda ha confezionato l'esempio perfetto di shonen completo in tutto, dai combattimenti ai drammi personali, dalla storia mondiale ai paragoni con la nostra attualità, dall'ironia scanzonata alle lacrime copiose. One Piece prende quanto di buono c'è nelle opere "cardine" della storia e mischia tutto in un mondo fantasy/fantascientifico/piratesco/shonen/delirante e riesce a dargli anche una parvenza di verosimiglianza. Geniale, invidiabile fino all'osso, non riesco a immaginarmi idea migliore. Non odio Oda, perché una cosa del genere non sarei MAI riuscito a immaginarla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi ha sempre incuriosito Artemis Fowl. Dici che mi potrebbe piacere (tanto bene o male penso che un'idea dei miei gusti te la sarai pure fatta)?

      Elimina
    2. Mi dispiace inserire il mio primo commento nel tuo blog in forma anonima e off-topic, ma appena ho letto Artemis Fowl, ho sentito l'assoluto bisogno di intervenire!
      Ti seguo da oramai un anno e mezzo e sì, ti piacerebbe molto!! C'è fantasy, fantascienza, viaggi nel tempo, mafia, criminalità e un protagonista geniale e giovanissimo. Personaggi intriganti e un universo interessante, consigliatissimo.
      E poi non vedo l'ora di una recensione di A.F. dal sommo :D

      Luca

      Elimina
    3. Ciao Luca (ti dò ufficialmente il benvenuto allora, sperando in qualche prossimo commento). Non sei assolutamente Off Topic. Anzi. Se non parliamo di libri quando il tema è sui libri, quando ne parliamo?
      :D

      A questo punto accetto "la sfida". Vedo di trovare i primi volumi in ebook. E nel caso poi, se mi dovesse piacere, acquisto. :P

      Elimina
    4. Sicuramente apprezzeresti l'originalità e la varietà del setting e delle situazioni, il ritmo incalzante e sarcastico dei dialoghi. Tutto è molto, molto, ragionato. Unica pecca, per me, l'eccessiva brevità dei vari libri e la confusione (a volte) nel descrivere le scene d'azione. Come pubblico è sicuramente rivolto ai ragazzi nè troppo grandi nè troppo piccoli, ecco (uno shonen, insomma XD) ma come tante opere può essere apprezzato ad ogni età e il fatto che si parli talvolta di termini scientifici, paradossi temporali, morti e mafia non è certo indicativo di "bambinata".
      Ripeto, il motivo principale per cui apprezzo AF è proprio lo stupore che mi ha colto quando ho visto i tipici cliché fantasy spiegati in chiave fantascientifica e realistica (elfi, nani ecc sono umanoidi che vivono nel sottosuolo sviluppati da altri rami evolutivi degli ominidi, la magia è una sorta di facoltà nascosta del cervello, le ali sono in realtà tecnologiche, la Polizia del Popolo attacca satelliti spia a quelli della CIA, le gang di Goblin imperversano per i vicoli di Atlantide...): praticamente OGNI avvistamento e mistero "classico" viene spiegato tramite questo Popolo, a volte in maniera spiazzante (Stonehenge non era altri che un luogo di turismo con una tavola calda, una cagata del genere). Come se non bastasse, tutta questa realtà ci viene mostrata attraverso gli occhi di un giovane rampollo di una famiglia criminale che ha intenzione di entrare in contatto con questo mondo con uno scopo preciso: impossessarsi dell'Oro del Popolo! XD Potrei parlarne ancora per molto, ma credo di averti reso bene l'idea. Credo che, nonostante qualche difetto espositivo, meriti proprio perché si tratta di un'idea a mio avviso geniale.

      Elimina
    5. Ho dato mandato alla mia spacciatrici di fiducia (Deborah) di scaricarmi gli ebook... :D

      Elimina
    6. OP secondo me rappresenta l' esempio in Giappone in cui si dice: "Ma perché non c' ho pensato io a fare una storia di pirati!". XD Magari poi mi sbaglio, però, isola del tesoro a parte, è un genere che li non mi pare fosse diffuso, mentre in occidente l' abbiamo visto in tutte le salse! XD

      Elimina
  2. Giuseppe Bonasera from fb...

    Sono tutte opere bellissime e ti do ragione ma in tutto ciò inserire, ebbene non uccidetemi, Harry Potter, se parli di soldi chi più di lui??? Ricordiamoci che la Rowling è più ricca della regina di Inghilterra... Fate un pò voi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chissà, è una dura lotta. Secondo me però è più ricco Lucas... ;)

      Elimina
  3. Magnifica top five, spesso penso anche io a opere che avrei voluto scrivere xD, posso copiarti il nome della top five? ahahah.

    "Frodo raggiunse il Monta Fato, ma il potere dell'anello era troppo forte. Alla fine anche il prode mezz'uomo cedette e infilò l'anello. Inutilmente il fedele Sam spinse Frodo a liberarsene, fino a che una mano invisibile lo spinse verso la voragine del fato e due occhi invisibili lo guardarono carbonizzarsi.
    [Saltiamo qualche pagina in cui frodo, grazie all'invisibilità riesce a far fuori quei pochi orchi rimasti a Barad-dur]
    Frodo gettò una secchiata d'acqua sul grande occhio, che si spense in un terribile urlo cedendo il suo potere al piccolo Hobbit e Frodo, da pacifico abitante della contea, divenne il nuovo Signore Oscuro della Terra di Mezzo.

    Sarebbe stata una fine davvero ingloriosa per Sauron no? ahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, già la battaglia in cui perde la prima volta l'anello è abbastanza ingloriosa. Cioè, sei il Signore Oscuro, sei stato l'allievo di Morgoth, hai visto che brutta morte ha fatto il padrone tuo, piglia provvedimenti! Invece si è fatto infinocchiare da un principino idiota e da una spada spezzata...

      Senza contare i due nanerottoli. L'hai visto il video "How LotR should have ended"? ;)

      Elimina
    2. Lo vidi proprio ieri mattina ahah.
      Effettivamente, Gandalf poteva subito chiedere aiuto e usare le aquile xD

      Elimina
    3. Le aquile agiscono quando cavolo gli pare se non erro. XD Potevano anche rifiutarsi.

      Elimina
  4. Anche io avrei voluto fare R.a.F. :D (fra l'altro "Raf.faele" xD).
    Ma anche Dune (il primo), V for Vendetta, Watchmen, Donnie Darko, Inception, ecc...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Inventiamoci una fottuta macchina del tempo e creiamo 'sta roba prima di questi maledetti!

      Elimina
    2. Ah, ah! Ma sai quante volte ci ho pensato a sta fantasia! XD

      Elimina
  5. 1 Odissea
    2 Guerre Stellari
    3 Il conte di Montecristo
    4 Galactica
    4 Ufo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ebbè!
      L'Odissea per me sta giusto un gradino sotto l'Iliade e Dante. :D

      Elimina
  6. Rettifico tutto. Avrei voluto essere Moccia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per scrivere della roba decente e farci evolvere come civiltà organizzata ed avanzata nel panorama universale, invece di far regredire l'85% dei ragazzi italiani in scimmie?

      Elimina
    2. Ovviamente no, mio stolto amico. Moccia ha creato alcuni dei più grandi romanzi della letteratura mondiale, la sua genialità è pari solo alla sua capacità espressiva. Moccia è un esempio per tutti noi di uomo integerrimo e morale in grado di farci emozionare, ridere e piangere grazie ai suoi personaggi complessi e al loro linguaggio parco ed educato. Confido che tutti i suoi detrattori rivalutino questo uomo non dico come benefattore dell'umanità ma quasi. E poi è piuttosto bello, diciamocelo. FEDY MOCCIA TVTTTTTTTTB!!!

      Ok, fine dello sclero... XD

      Elimina
    3. Ah Ah AH XD
      Scusami c'hai ragione, ero scemo io!

      MOCCIA ti LOVVIAMO!

      Elimina
  7. Io avrei voluto creare una storia sola: la Bibbia :D
    Non c'è niente di più così famoso e fabbricasoldi

    RispondiElimina
  8. Topolino! Dopo quasi 90 anni è ancora in sella! XD

    RispondiElimina

 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro