10

Cronache del pc in assistenza (smadonnamenti butici e preghiere quantiche inneggianti al Dio del Giorno Dopo)

Da quando ho lottato strenuamente con quel maledetto virus di nome XP Security 2012 il mio pc è letteralmente andato a farsi benedire. Ho debellato il virus, ma evidentemente le mie difese naturali si sono abbassate a tal punto da averne presi un altro paio di più rompicoglioni.
Il pc ha continuato a riavviarsi, e riavviarsi, e riavviarsi, e riavviarsi...

Avessi avuto una versione di Winzozz in cd avrei fatto ri-partire il sistema tramite il Cd-Rom, ma dato che non ce l'ho, ho portato il pc dal tecnico.

Rottura di maroni, insomma.
Più che altro, mentre l'altro giorno smadonnavo in ostro-austro-ungaro-turco-giappo-korean-indocinese, aggiungendoci santi di calendari celtici e zoroastriani (non è vero, ma fa feego dirlo), ripensavo a questa storia letta su "La profezia dell'Armadillo" di Zerocalcare.

Non ho avuto la capacità di buttarci giù un post per parlarvi di questo epico volume. E' talmente "complesso" nella sua semplicità che parlarne mi è risultato impossibile. Posso dirvi che lì dentro ci sono io. Ci siamo noi. Ci siete voi.
Se riuscite, recuperatelo.

Ad ogni modo, in questa "avventura", a Calcare si rompe il computer, "la macchina più importante".
BUM!
Si spegne di colpo, e non si riaccende più.
Come me, Calcare non ha fatto il backup. Ma a differenza mia, per SUA fortuna, ha salvato sulla pennetta tutte le serie tv che stava seguendo (cioè, io non sono riuscito a vedere l'ultima puntata della prima stagione di Breaking Bad. DANNO!).

Calcare decide di portare il pc dal tecnico, quando la sua coscienza (un armadillo) gli intima di affidarsi al "Dio del Giorno Dopo".
Il Dio del Giorno Dopo è un'entità astratta, eterea, che per manifestarsi ha bisogno di un atto di fede. In più ha bisogno che gli venga tributata un'offerta (una ciotola di latte vicino al dispositivo elettronico che non funziona) e di una preghiera che recita così:

Io spegnerò tutto,
Et andrò a dormire,
Et domani, quando mi sveglio,
Si sarà risolto tutto da solo!
Amen!

Ecco, l'altro giorno anch'io, come Calcare, mi sono affidato pure io al Dio del Giorno Dopo.
Come in realtà faccio sempre prima di portare il pc dal tecnico quando succede un qualche casino troppo incasinato per non potermela sbrigare da solo.
Naturalmente il Dio del Giorno Dopo non ha ascoltato la mia preghiera.
Non è venuto.
Non mi ha risolto il problema.
(come a Calcare, d'altronde)

E ora il pc giace nelle mani del tecnico del pc...

10 commenti:

  1. So che è una delle cose più fastidiose da sentirsi dire in questi casi (ma non avevi fatto un backup???), ma col tempo ho imparato che è la sola salvezza.
    La sola.
    Perché a sti cacchio di scatoloni con roba che gira dentro e ronza può accadere di tutto. In qualsiasi momento.
    E bada che parlo anche di Mac. Due hard disk interni fottuti in dieci anni, magari sembrano pochi ma quando non hai nessuna copia di sicurezza sono tantissimi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema è un altro. I dati personali in genere li tengo sempre sul secondo hard disk, che non formatto mai perchè serve unicamente per i dati miei (ed è al sicuro da virus e amici vari). Il tecnico, per la prima volta da quando mi "servo" da lui ha combinato un pasticcio proprio con quell'hard disk. Non si visualizzano più i dati. E là dentro c'erano, in ordine sparso:
      - tutti i miei video
      - parecchie foto
      - 13 anni di musica
      - cazzate alle quali tenevo.

      Al momento sta tentando di recuperare il tutto tramite disk recovery e affini. La speranza comunque è molto flebile. D'ora in poi backupperò senza pietà.

      Elimina
  2. mi spiace!! comunque da qualche parte dovrei avere una distro linux da far partire su cd e si autocarica in ram, e si ha la possibilità di fare backup di hard disk o loro settori, in altri dispositivi quali pennine o altri hard disk. e se non ricordo male poteva anche fare una sorta di controllo della coerenza per poter recuperare dati non compromessi completamente.. la distro si chiama system rescue cd e ti rimando al loro sito per maggiori info.. mi ha salvato più volte!! http://www.sysresccd.org/SystemRescueCd_Homepage

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Linux is the way. Appena mi ritorna il pc, lo metto. Mi sono convinto...

      Elimina
    2. Si se passi a linux almeno il problema virus è risolto. Io sono un Programmatore, paradossalmente, amante di Windows (anche perché il destino mi vuole videogamer su PC) ma consiglio sempre linux a chi magari non ci gioca o non ha esigenze di applicativi particolari.

      Elimina
    3. ubuntu 10.10 con la gnome classic (l' hanno tolta dalla versione 11.04, ma si può rimettere) sistema stabile, veloce e a parer mio versatile.
      Non ho mai avuto un problema.
      Lo consiglio a tutti, è a costo 0 ma è meglio del winzozz.
      Dobbiamo smetterla di ingrassare Bill Gates con i nostri stipendi...

      Elimina
  3. fai un bel dual boot buta, ascolta me ;-) così per le esigenze quotiddiane usi linux, al riparo da virus, e se proprio devi utilizzare qualche programma che gira solo sul winzozz ce l'hai sempre disponibile. La procedura è integrata nel cd di istallazione di ubuntu (o altre release)

    RispondiElimina
  4. Qualche tempo fa comprai un enorme hard disk esterno proprio per queste eventualità, e molto spesso mi capitava col vecchio pc. Sono in cordoglio con te xD

    RispondiElimina

 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro