8

Quelli che non twittano (ma che ne parlano a sproposito)

Saranno passate almeno un paio di settimane dalla polemica sollevata dalla più classica delle “amache” di Repubblicana memoria di Michele Serra. La potete leggere qui sopra, ma se vi scocciate, ve la riduco in soldoni: a Michele Serra twitter fa schifo perché, in sostanza, non si può approfondire un dialogo.

Uhm.

La scoperta dell’acqua calda.

In twitter hai a disposizione 140 caratteri.
Che razza di dialogo o disquisizione puoi fare/avere/leggere in 140 caratteri? Nessuna. E difatti Twitter non nasce come piattaforma per creare una dissertazione sui massimi sistemi, bensì come mezzo per aggiornamenti rapidi, veloci e concisi.
Se voglio dialogare sui massimi sistemi, mi apro un sito, aggiorno un blog, o scrivo un libro.
O al massimo imbratto carte, mi fotto soldi tramite finanziamenti pubblici ai quotidiani e mi stendo su un'amaca a predicare.
Non lo faccio su Twitter.

Al limite, se voglio creare una discussione che parta da Twitter, linko l’indirizzo dove quella discussione si sta svolgendo. Vai a farglielo capire a questi tromboni intellettualoidi, che non sanno nemmeno in che mondo vivono, e che continuano a berciare di cose che non sanno.

Ma d’altronde loro non twittano: come volete che sappiano cosa sia Twitter?

8 commenti:

  1. Beh, sai com'è, adesso la c'è la corsa allo schieramento. Bisogna sempre e comunque dire che si preferisce stare lontano dai social network perché è una moda, sono inutili e tanti bla bla, compresa la solita menata che per colpa loro si perdono i contatti con le persone. E alla fine diventa una tifoseria, dei drogati di social e di chi vorrebbe iscriversi ma vuole fare l'originale. Bah, dico io.

    RispondiElimina
  2. "Twitter mi fa schifo...fortuna che non twitto"
    Michele Serra 5 minutes ago via Facebook mobile.

    ahahhahaha vabbè contando che non ho nemmeno twitter ma la battuta è venuta fuori spontanea.
    Fili73

    RispondiElimina
  3. @micheleserra sucka!!!
    Trovo che più modi di comunicare esistano meglio è, o no? :/ Ciò che è aberrante è il MODO di scrivere dei giovani su questi nuovi mezzi (SMS in primis), veri e propri abomini linguistici. Ma di questo non si può certo incriminare il mezzo in questione, no?
    "Dov'è vai?"
    "Knd ai lezzione?"
    "nn cio vollia..."
    "habbiamo ftto trd"
    ...and so on...

    RispondiElimina
  4. Suvvia anch'io che twitto non ho ancora capito come funziaXD figurati uno che non twitta proprio ;)

    RispondiElimina
  5. Sepolcri imbiancanti, vecchiume, poveracci che si sentono in dovere di difendere i loro orticelli...
    Al posto che proporre un discorso più articolato sui social network si limitano a dire che non li utilizzano, anzi, che fanno schifo.
    E 'sti cazzi no?

    RispondiElimina
  6. Alessandro de Concini12 aprile 2012 23:51

    Come se in 140 caratteri non si potesse esprimere un concetto intelligente. Se dovessi twittarlo direi: la sintesi è un dono, Michele Serra una disgrazia.

    RispondiElimina

 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro