5

Spartacus: Vengeance

Dopo aver massacrato tutti nella villa di Batiato, Spartaco, Crisso, Agron e l'allegra compagnola di gladiatori se la svignano sotto le fogne, preparano assalti alla katso di cane, e più in generale, si mettono contro la Roma "che conta".

Una sinossi particolare per un serial particolare.
Spartacus: Blood and Sand era stata una sorpresa. Un telefilmazzo cruento e tamarro "molto poco storico" che però m'era piaciuto un sacco. Macchinazioni diaboliche, tette al vento, personaggi strepitosi e una trama in crescendo (fino ad un finale da urlo) l'avevano fatto diventare un vero e proprio cult.


Spartacus: Gods of the Arena, il prequel della serie qui sopra mi era piaciuto forse anche di più, anche se non ne ho parlato sul blog. Un serial ancora più kattivo, ancora più cruento e tamarro, ancora più sanguinolento. E poi approfondiva alcuni personaggi spettacolari (vedi alla voce Doctore).

Di Spartacus: Vengeance, alla fine della visione, non so che dire.
Ad essermi piaciuto, m'è piaciuto. Perchè si ritrova la tamarragine, la kattiveria, e le tette al vento di cui sopra.
Anche se...

Anche se al confronto con le due serie precedenti c'è un abisso.
Il perchè è presto detto: Vengeance non ha quelle macchinazioni "a kattiveria" che hanno reso mitologico e potente i suoi due predecessori. In molti hanno dato la colpa della "non perfezione" al cambio di attore, Liam McIntyre, che ha preso il posto del povero Andy Whitfield, e che sin dalla prima inquadratura si è dimostrato per quello che è, ovvero un "cane maledetto", espressivo quanto un comodino. Se Whitfield trasmetteva tutto anche solo con un semplice sguardo, McIntyre ha la profondità di una triglia morta.
Senza contare che ha il fisico di un bagnino fuori stagione.

A Spartacus gli è appena morta la fidanzata...Va' che interpretazione!

Ma non è questo il vero problema di Vengeance.
Il vero problema è che fuori dall'arena, fuori dagli intrighi del Ludus, le macchinazioni di Ilizia per annullare il matrimonio con Glabro ci appassionano come un minestrone tiepido. Così come sappiamo che Lucrezia non ce la conta giusta. E che Seppio e Seppia saranno quasi totalmente inutili essendo uno più idiota dell'altro.

In più mi aspettavo più azione, e più emozione. Non che non ci siano ma...Mi sarei aspettato scontri frequentissimi e senza sosta con i Romani, gladiatori col pendaglio da fuori che si capottano ogni due per tre con i cani della Repubblica all'aria aperta. E non piani sconclusionati di Spartaco, dettati dall'umore di questo o quel gladiatore (ho trovato il blitz alle cave talmente forzato da risultare troppo inverosimile).

Non è un caso infatti che la migliore puntata sia quella ambientata allo stadio di Capua, per il deathmach incredibile che vede il Doctore scontrarsi nientepopòdimenoche con il redivivo Gannicus.

Tutto da buttare, quindi, questo Vengeance?
Assolutamente no.
Perchè nonostante le macchinazioni all'acqua di rose...
Nonostante Spartaco sia un invertebrato inespressivo...
Nonostante le dieci puntate, nei punti focali, siano piuttosto prevedibili...

Beh, nonostante tutto, la serie si fa vedere.
E si fa godere.
Nel bene o nel male, intrattiene.
E diverte.
Insomma, fa il suo sporco lavoro.

Merito anche di un lavoro molto più corale rispetto al Blood and Sand, perchè se Spartaco è il motore (inespressivamente immobile), gli altri gladiatori (Gannicus, Crisso, Enomao e Agron su tutti) sono gli ingranaggi che fanno muovere la macchina.
E quando la macchina si muove, ed è ben oliata, non ce n'è per nessuno.

Se avete amato Blood and Sand e Gods of the Arena, non potete perderlo.
Nonostante tutto...

5 commenti:

  1. A me di questa serie è mancata tantissimo l'arena...il sangue e la sabbia diciamo :)
    Non mi è piaciuto il nuovo attore che interpreta spartacus,come hai detto tu un fisico improponibile(per lo standard della serie ah,ce l'avessi io..),e un'espressione da comodino.
    Crisso inoltre sembra una pallida ombra di quello della prima serie...ok hai sofferto per la tua donzella,ma cazzo eri il campione di capua,un pò più di grinta!!!
    Mi è piaciuto invece il reinserimento di gannicus,un personaggio veramente forte!!
    In generale però l'ho seguita con piacere,resta comunque una serie di alto livello....aspettando l'arrivo di cesare e crasso nella prossima stagione :D

    complimenti sempre per il blog e per il DFS,commento una volta ogni morte di papa,ma ti seguo sempre ;)
    Luigi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Completamente d'accordo su tutto. :) Soprattutto sul fisico... XD

      Elimina
  2. Buta ottima recensione dopo aver visto tutta la serie in contemporanea sottotitolata condivido tutto.. MIke.v

    RispondiElimina
  3. spartacus è una serie favolosa e avvincente, adoro il genere storico avventuroso e anche questa sembra ben fatta!
    qui una clip:
    http://www.youtube.com/watch?v=27HjkpsZkA4&feature=youtu.be

    RispondiElimina

 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro