29

Top 5 - Videogiocatori che andrebbero crocifissi a testa in giù mentre qualcuno dà fuoco alla loro croce

Un’altra classifica dell’odio.
In questo caso, odio videoludico. Chi di voi (chi di noi) non ha mai imprecato tutti i santi e le Madonne a causa di tizi molesti (o dei propri amici) nel corso di una sana&dura&pura video giocata? Che sia nei confronti del tuo amico comodamente seduto a 2 cm da te, o del koreano giappoturco con cui stai giocando online ci sono alcune categorie di videogiocatori che fanno uscire fuori il peggio di te. E che prenderli a calcagnate sulle gengive per quanto ti facciano imbutalire è solo il primo passo per ritornare zen.
Ecco quindi i 5 tipi di videogiocatori che andrebbero crocifissi a testa in giù mentre qualcuno dà fuoco alla loro croce…


5° Posto: Quello che non passa. MAI.
Siamo dalle parti dei videogiochi sportivi, nella fattispecie quelli di calcio. Quando si gioca in “cooperativa” con qualcuno l’imperativo categorico (nonché viatico più semplice e sicuro per una facile vittoria) è il “passaggio”. Passare la palla non solo è atto d’amore e di fiducia verso i compagni, ma è anche il modo più rapido per segnare.
Purtroppo ci sono personaggi che soffrono della sindrome del “Soffaretuttoiolevatichemeliscartotutti”…Sono videogiocatori affetti da manie di grandezza, piccoli Pelè o Maradona virtuali che puntualmente (puntualmente) si incartano e si scartano da soli, segnando inevitabilmente la sconfitta della squadra. Perché puntualmente perdono palla, parte il contropiede…e la squadra avversaria segna. Quello che non passa (MAI) è il tipo che si attira tutti i giocatori avversari, è quello che con il compagno libero a porta vuota preferisce tirare fuori piuttosto che servire al compagno un goal sul piatto d’argento…
Per fortuna non appartengo alla categoria.


4° Posto: Il Narcisista inventapalle
E’ una categoria molto diffusa di videogiocatori. In realtà qui parliamo del lato “etico” e “psicologico” di coloro che adorano i videogames. Sì perché c’è gente in giro che millanta cose assurde, del tipo:
- Ho finito Final Fantasy 127 in mezz’ora con tutte le invocazioni, tutte le abilità e tutti i personaggi a livello supersaiyan;
- Sono un videogiocatore di lunga data. Ricordo benissimo quand’è uscito Metal Gear Solid 4;
- Ahhhh, sì! Emoglobina Assassina, il gioco fanta/storico/politico/horror/tecno/gotico rampante! Che cazzata! È un giochino per bimbiminkia, l’ho finito almeno 100 volte in modalità survival/history/platinum. Come dici? Ah “Emoglobina Assassina” è il nuovo simulatore della serie “Doctor Gamer”…


3° Posto: Il cecchino maledetto
Non sono un grandissimo fan degli sparatutto, anche se quando ci gioco mi ci “azzecco”. Diciamo pure che non sono un asso, ma me la cavo quando inizio a prenderci la mano. Adoro gli scontri a fuoco in campo aperto, adoro le “guerre” tutti contro tutti, adoro stare nella mischia.
C’è però quella categoria molto subdola dei cecchini che dovrebbe essere bandita. Per carità, non c’è niente di male, ogni tanto, a scegliere di fare il cecchino dal posto più alto della mappa, restare nascosti e sparare solo all’occorrenza quando si è sicuri di centrare il bersaglio. Ogni tanto lo faccio pure io. Ma restare sempre, sistematicamente nascosti per tutta la durata della sessione e uccidere solo “a tradimento” è una cattiveria bella e buona. Coloro che “camperano” (è questo il termine adatto a questa particolare categoria di videogiocatori) dovrebbero essere appesi a testa in giù ed essere torturati in maniera atroce. “Camperare“ dovrebbe essere un reato punibile per legge…


2° Posto: Quello che ti incatasta nell’angolo e ti randella di mazzate
E’ sicuramente il viatico più semplice, diretto e sicuro per vincere un round durante una sessione di un picchiaduro. Soprattutto con quelli 2D stile Mortal Kombat o Street Fighter. È snervante essere ramazzolati in questa maniera, ma occorre anche una certa tecnica, un po’ di sadismo e faccia di culo nel farlo. Perché poi non è nemmeno tanto facile inchiodare l’avversario all’angolo e indommarlo di mazzate. Certo è che chi lo fa si merita minimo minimo un’impalatura.
Lo ammetto, faccio parte della categoria.
Ci godo a inchiodare l’avversario “alle corde” e non fargli fare nulla.
Impalatemi.


1° Posto: Il tipo che vince a culo.
Valido in ogni videogioco che si rispetti, il tipo che vince a culo è quello che, pur non avendo fatto praticamente nulla, imbecca il colpo vincente mettendoti k.o. Magari all’ultimo secondo valido. Nei picchiaduro sono quelli a cui rimane mezzo centimetro di barra di vita e che riescono a tirar fuori una combo a culo che ti uccide all’istante. Negli sparatutto spesso si fondono ai “camper” e saltano fuori all’ultimo momento per uccidere l’ultimo videogiocatore, che magari ha fatto fuori da solo 140 avversari in 3 minuti netti. Non parliamo poi di quelli che, nei videogiochi di calcio, vincono al 5°minuto di recupero dopo aver subito per tutta la partita e non aver fatto un’azione che fosse una, e dopo che tu magari hai preso 13 pale, 27 traverse e fatto 59 tiri in porta.
Il tipo che vince a culo è la piaga dell’umana umanità videoludica.
Bisogna ammettere però che quando sei tu che vinci a culo, la soddisfazione è dannatamente enorme…

E voi? Avete in odio qualche particolare tipo di videogiocatore?

29 commenti:

  1. il vero videogiocatore è il camperone che ogni partita ti fa dannare l'anima..

    i camper sono la fine di questo paese altrochè...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Naaa. Io, che gioco a Black Ops, Sono un camper. Perché ho una gran mira. Perché mi piace essere furtivo. Perché faccio una strage. Perché appena prendo una mitragliatrice del tipo AK-47 e mi butto nella mischia succede solo una cosa: muoio.

      Elimina
    2. questo perché non sai giocare !!!

      Elimina
    3. Secondo me è un cane che si morde la coda. "Faccio il camper perchè sennò se scendo nella mischia m'accoppano in 2 secondi". Vero all'inizio. Ma quando con uno sparatutto ci prendi la mano, cominciano a ucciderti dopo 4 secondi...poi dopo 5...poi dopo 6...eccetera eccetera. :)

      Elimina
    4. Dipende tutto da che gioco consideri: io in passato giocavo molto a CSS e devo dire che se giochi in server pubblici con gente che è li per divertirsi, il camperaggio può essere fastidioso, salvo poi considerare che alcune mappe sono pensate apposta per un cecchino almeno. Nelle partite meno amatoriali, invece, è consuetudine per una squadra avere chi copre qualche spazio per garantire agli altri copertura e possibilità di manovra.
      Dire sei un camper = non sai giocare è una generalizzazione da niubbi perché laddove il gioco lo prevede ed è pensato in quel modo non è una scorciatoia (tant'è che il camping ha anche alcuni indubbi svantaggi se si gioca con gente che padroneggia le meccaniche di gioco).
      Diverso è il discorso in giochi frenetici e non pensati in quel modo come Painkiller, Unreal Tounrament o Quake 3 Arena, che essendo frenetici vengono proprio avviliti da chi si apposta e aspetta.

      Elimina
  2. -Il Nerd di World of Warcraft. Non importa quanto giochi e quanto sei bravo, lui gioca da più tempo di te, per molto più tempo al giorno di te e ti ownerà SEMPRE e comunque perché contro i numeri c'è poco da fare. E alla Auction House appena metti qualcosa lui la mette sempre e comunque a 1 Gold in meno di te. L'errore più grosso è palesare la tua ignoranza su un argomento random.
    -I Quitter!!! Specie su Pokémon. Stai per vincere online e spengono. Facile e veloce.
    -I Cheater. Non riesco a comprendere il gusto di vincere sempre e comunque online a giochi come Mario Kart e Metroid se usi i trucchi per volare, avere turbo infiniti e cose simili. Eppure è PIENO di gente che lo fa. Manco si vincesse qualcosa... i più subdoli non usano i trucchi, ma qualche forma di bug interno, così possono difendersi dicendo "è il gioco che me lo permette".
    In questa categoria rientrano anche i simpaticoni che finiscono GTA con i codici. Evviva!
    -"Premo L ma non funziona!" tipica lamentela di chi viene pestato continuamente a giochi come quelli di Wrestling, Tenkaichi, Super Smash Bros. ecc... nonostante gli abbia ripetuto 1000 volte che col tasto L si può parare/schivare.
    -Le comunità pr0. Nel tentativo di "equilibrare" un gioco fanno tagli che nemmeno Tremonti: quello non si può usare, quello è bandito, quello è sgravo. Risultato: ti trovi a giocare a Super Smash Bros. senza oggetti, con il roster dimezzato, 2 campi utilizzabili...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quelli che usano i trucchetti sì, andrebbero bruciati vivi seduta stante. Sui "Quitter" non mi faccio problemi, in genere ai giochi di calcio se l'avversario se ne va hai vinto tu 3-0 a tavolino. Io in genere non abbandono mai, nemmeno se sto perdendo 6 o 7 a zero.

      Elimina
  3. Ah, ho dimenticato un classico.
    "Fammi te 'sto pezzo, te sei bravo". Spendono 40-60 Euro per un gioco e invece di goderselo quando le cose si fanno ostiche si affidano all'amico nerd (o a quello più grande, dipende).
    Risultato? In pratica ci gioco io al 60%.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. LOL
      Che poi questo poteva valere 10 anni fa, io e i miei amici abbiamo giocato così a tutti i Tomb Raider, ognuno faceva il pezzo in cui era più "bravo". Ora c'è internet, abbastanza squallido chi si va a vedere le soluzioni per riuscire ad affrontare una parte di gioco.

      Elimina
  4. Io rientro nella seconda e terza categoria (3 e 2 posto xD).
    Oltretutto, quando si gioca in coop in giochi alla Halo e noto che il mio/miei compagni sono incapaci li uso come scudo/carne da cannone.
    Si, sono un sadico e malvagio bastardo xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Usare i compagni come scudi umani è cosa buona e giusta (e perfida).

      Elimina
  5. Odio i cecchini e pure quelli che ti randellano di mazzate nei giochi di lotta. Però vabè, nel secondo caso se lo meritano perchè sono bravi. Ciò non toglie che li ammazzerei!

    RispondiElimina
  6. Tendenzialmente... Odio chi è più bravo di me... Cioè tutti in qualsiasi gioco... XD

    RispondiElimina
  7. Ahahahahaah praticamente tutti XD però posso dire che pure farsi una partita a Pes (vedi la Master Legue)con l'amico "allenatore" vicino che manco tocchi il pallone già ti ha bombardato di tattiche e comandi (secondo lui geniali), non è uno scherzo XD poi c'è anche la categoria di quelli che ti costringono a giocare con qualche gioco in cui loro sono fissati e che magari tu manco conosci solo per farti il culo... bastardi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me è rimasto impresso un tipo che provava davvero a dare indicazioni tattiche... "Accorcia la squadra, sei troppo lungo, pressing alto, eccetera eccetera..."

      Elimina
  8. Io non sono un gran appassionato di videogiochi, anche se la mia bella XBOX360 NERA con tutti gli accessori del caso e la mia bella lista di FIFA7/8/9/10/11/12, ACI,II,Brotherhood e RAWvsSD vari non mi manca.
    I giocatori piu' odiosi, concordo con RONFLEX, sono i cheater ma, soprattutto, i quitter (ammetto la mia ignoranza...ho imparato questo "vocabolo" leggendo il post), soprattutto a FIFA on Line! Sarebbero gia' da tortura quando, al 92esimo, e sono perdenti, si staccano!
    Ma i piu' odiosi sono quelli che la prima partita vincono 18 a 0 senza farti vedere la palla (e sul 3 a 0 dopo 30 secondi iniziano a giocare solo di rabone e catapulte infernali) ti chiedono loro di rigiocare, li smazzuli per benino (facendogli capire che la prima partita stavi giocando con il piede sx,mentre preparavi la cena! :D) e al 90esimo (se la partita e' tirata), o prima (se si sta vincendo "facile") si sconnettono! in quelle situazioni vorrei tanto essere SAW l'enigmista!
    AMO FOLLEMENTE, invece, quelli che sanno giocare bene (sia a fifa che a raw), che magari ti smazzulano alla grande, ma lo fanno con un tale stile che non puoi che rimanerne ammirato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ammetto di essere stato un bravo giocatore in Pes fino all'avvento della Ps3. Con i videogiochi di calcio della nuova generazione non ho avuto un buon rapporto, eccessivamente tattici e simulatori. Non è possibile che per divertirmi 10 minuti debba imparare come si attacca, come si difende, combinazioni di tasti astrusi e via dicendo.
      Con Fifa Street invece ho ritrovato il gusto del giocazzeggio. Non sono una cima, ma me la cavo. Anche online.

      Elimina
  9. A me piace il gelato alla fragola.

    RispondiElimina
  10. Io sono un mega appassionato di GDR e posso dirvi che la categoria che odio di più è "il Narcisista Inventapalle". Ora posso capire se mi dici che hai finito un Final Fantasy 7 in soli 2 Mesi dopo che lo hai fatto per la 3 o 4 volta, ma io purtroppo ho conosciuto gente che diceva di averlo finito in 2/3 settimane cosa praticamente impossibile almeno che tu non sia un Nerd che sta 24 ore su 24 davanti al gioco senza nessuna pausa. Final Fantasy 7 era un puro esempio ma ci sono molti altri GDR vittima di questi sparacazzate.....

    RispondiElimina
  11. Buta, mi offendi. In qualità di sogeking non posso non cecchinare a perdifiato, anche se in maniera meno "statica" dei camper. Ma il fare il cecchino, se per molti significa solo "non morire", per altri significa divertimento puro *_*
    S2EM

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma io non condanno il cecchino. Come scritto sopra, lo faccio anch'io. E' figo fare il cecchino. Ma se mi beccano e m'uccidono, ritorno nella mischia, non mi vado a nascondere di nuovo, ecco...

      Elimina
  12. Buta, la prossima top 5 potresti farla sulla musica (magari i tuoi cantanti/gruppi/canzoni preferiti/e), dato che non hai ancora trattato l'argomento?

    RispondiElimina
  13. I cecchini sono la cosa più odiosa del mondo, ma nelle poche partite in cui ho provato a mettermi dall'altra parte ogni kill mi faceva sentire Dio. Per i giochi di calcio non so quante stragi ho sfiorato a capodanno per i compagni che non la passano mai...

    RispondiElimina
  14. 1 LAGGANTE
    2 Camper
    3 Fortunato

    RispondiElimina

 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro