32

Pranzo da incubo al ristorante giapponese

Quella che vi apprestate a leggere è una storia vera.
Per tutelare la privacy dei protagonisti abbiamo deciso di riportare solo le iniziali dei due nomi, naturalmente fittizi. Inoltre, data la presenza di alcune scene che potrebbero turbare l'animo e le coscienze, è consigliabile la lettura ad un solo pubblico adulto e consapevole.
Questa la cronaca dei fatti.

Intorno alle ore 13, due giovani affamati, A. e D., pensano di rifocillarsi nei pressi di un famoso ristorante giapponese situato al centro di Napoli. Memore di una pregressa esperienza in quello stesso ristorante, A. dice a D. che le porzioni servite in genere sono piccole, quindi è meglio abbondare. Soprattutto perché il ristorante propone la formula “All you can eat” a 14 euro e 90– escluse bevande.
D. si dice d’accordo, così procedono alle ordinazioni.
Dopo aver mangiato un paio di omelette e un bel piatto di ravioli al vapore, i due si rendono conto di aver un tantino esagerato quando i camerieri cominciano a portare millemila piatti di riso.
Enormi.


A. e D. (soprattutto A., che aveva detto che i piatti erano piccoli) comprendono di aver effettuato un leggerissimo errore di valutazione, e subissati da tutto quel popò di riso sentono lo stomaco chiudersi del tutto. Il guaio è che è vero che la formula del ristorante prevede l’All you can eat, ma per ogni piatto lasciato il surplus è di 3 euro.

A. e D. si sentono letteralmente subissati: hanno gli occhi dei camerieri addosso, nonché quelli degli altri clienti, che guardano allibiti il continuo via-vai dalle cucine al loro tavolo, il 3. I piatti di riso aumentano in maniera vertiginosa: alla fine, sulla tavola, A. e D. ne contano ben 16, tutti praticamente uguali eccetto qualche guarnizione di sorta.

C’è solo una cosa da fare per non pagare una cifra astronomica: far finta di mangiare e poi nascondere il cibo quando i camerieri non guardano. Fortunatamente, nello zaino di A. c’è una busta, che i due decidono di utilizzare per occultare i circa 560 kg di riso presenti sul tavolo.

Dopo una mezz’ora i due sembrano avercela fatta: quasi tutto il riso è stato riversato nella busta, sapientemente nascosta all’interno della borsa di D.

Il problema è che A. e D. non hanno tenuto conto del fatto che i camerieri e il cuoco del ristorante giapponese stanno per sfoderare l’arma definitiva: un poker di riso al curry che infiacchisce qualsiasi speranza di vittoria.


A. e D. capiscono che per loro è finita.
Protestano, inveiscono, sono convinti che quel riso al curry loro non l’hanno mai ordinato; ma la cameriera, con un sorrisetto malizioso, mostra loro l’ordinazione. A quanto pare il riso al curry c’è, anche se il “4” sulla ricevuta non sembra proprio scritto da A.

Inermi, sconfitti e debilitati sia nel fisico, che nella mente, che nello spirito, A. e D. provano a ingurgitare le ultime ordinazioni (tofu, pollo fritto, pastella di gamberi). Ma eliminare le tracce di quei quattro “strani” piatti di riso al curry è impossibile, dato che non sembrerebbe normale veder sparire di punto in bianco tutta quella roba.

Di comune accordo, A. e D. decidono che purtroppo quei 4 piatti li dovranno pagare.
Escono dal ristorante shockati, sebbene i loro spiriti, ora che sono fuori da quell’incubo atroce, siano decisamente più leggeri.
Soprattutto nel portafogli.

32 commenti:

  1. Ahahahahah! ^_^
    E' successa una cosa simile pure a me: mi avevano detto "abbonda con le ordinazioni che le porzioni sono piccole e puoi ordinare solo all'inizio" e alla fine non ne potevo più... XD
    Pure dove sono andata io c'era l'all you can eat, e se lasciavi qualcosa lo avresti pagato a prezzo intero... per fortuna essendo una tavolata di 12 persone trovai a chi dare ciò che io avevo più le forze di ingerire, anche se, avendo TUTTI abbondato, alla fine eravamo piuttosto sconvolti... ^^''

    RispondiElimina
  2. MAdonna mia, mi è venuto male pensando a questi che portavano il riso al curry quando si era così vicini alla vittoria xD Ahahah che disavventura!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poveracci i protagonisti, davvero! ;)

      Elimina
  3. Sommo, sommo! Questi erroracci! :D è vero che le porzioni lì, in quel determinato ristorante, sono piccine.. ma solo quando si tratta di pollo, ravioli, salmone, ecc! Non quando si tratta di riso! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ultima volta che ci sono andato con degli amici, portarono porzioni di riso striminzite...

      Elimina
  4. Sommo ma se vai da Zen a piazza Dante e fai la formula all u can abboff devi ordinare giapponese, quelle sono porzioni piccole, altrimenti se vuoi fare un pasto cinese come hai fatto nn c'è bisogno della suddetta formula perchè mangerai abbondantemente restando al di sotto dei 15 euri a testa.

    RispondiElimina
  5. Maddo' che storia

    ehi ma tu ci sei dentro?

    RispondiElimina
  6. Per un attimo mi è preso un colpo vedendo quella foto in verticale, pensavo che la forchetta fosse rimasta attaccata al riso mentre tenevi il piatto in mano xD.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahaha XD Non me l'ha convertita, chissà perchè!

      Elimina
  7. non mangio più etnico da quando un kebab mi ha chiesto di aiutarlo, voleva morire senza accanimento terapeutico....ahahahah

    RispondiElimina
  8. mission almost complete! XD
    Me ne ricorderò quando passerò da Napoli...Ma se mi consigli un'ottima pizzeria però la preferirei altamente ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sorbillo, Antica Pizzeria dell'Angelo, Brandi...ce ne sono quante ne vuoi, di pizzerie! :D

      Elimina
  9. Fittizi u.u

    Una cosa da incubo O.O
    Mi immagino la cameriera a pensare "Bastardi vi ho visto nascondere il riso, ora nascondetemi anche questo curry se ci riuscite".
    Malefica .-.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mooooooooolto fittizi! :D
      Mi sa che la cameriera avrà fatto proprio così. Ha da murì! XD

      Elimina
  10. Ahahahah il povero A ha tutta la mia comprensione XD

    RispondiElimina
  11. L'unica cosa che mi lascia perplesso è: "560" kg di riso??? Mi sembra un quantitativo eccessivamente strabordante... :)

    RispondiElimina
  12. Non c'entra molto, ma dato che questo post me l'ha ricordato ti dico uno dei momenti più WTF della mia vita. C'è questo sushi bar a Pesaro gestito da italiani, ci son stato una volta sola. Mentre mangiavo lì sentivo le lamentele dei tipi che parlavano fra di loro: "Qua a Pesaro stanno spuntando fuori posti dove fanno il sushi come funghi! Pensa che lo fanno anche quelli in Piazza del Popolo, che son cinesi! Cosa ne vogliono capire i cinesi di sushi?" Discorso che poteva anche filare (ma anche no, si tratta solo di un cibo, se impari impari), ma detto da un italiano che gestisce un sushi bar mi ha lasciato un po' così. XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahahahahahaah! SPETTACOLO! :D

      Elimina
  13. che simpaticoni questi An...selmo e De...metria

    RispondiElimina
  14. Cose che possono capitare a due peracottari come Angelo Cavallaro e Domenico Guastafierro.

    Ma tanto i soldi per pagare li hai, però dai qualcosa pure a Oda. XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. *Firulì Firulà*
      Ma mi sa che hai cannato un protagonista. XD

      Elimina
  15. Beh si vede che è Deborah, non sono rincoglionito come la maggioranza dei bimbominkia che ti segue XD.

    E poi non andresti mai a mangiare con una donna che non sia la tua ragazza, tu sei il buon moralizzatore

    RispondiElimina
  16. Per un attimo ho temuto che avresti scritto: "...proprio in quel momento, uno dei camerieri si volta e ci vede rovesciare nello zaino già stracolmo l'ennesimo piatto di riso..."
    Non so davvero che sarebbe successo. :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti un cameriere ci ha visto...ma ha fatto finta di nulla.

      Elimina

 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro