33

Fatti reali e pensieri stronzi, cinici e kattivi (sono una brutta persona)

Attenzione!
I fatti riportati di seguito sono assolutamente veri.
Stessa cosa per i pensieri cinici, kattivi (e pure un poco razzisti) del sottoscritto.
Buona (?) lettura.

Al cinema.
Mi si avvicina un bimbo. Avrà si e no 8 o 9 anni. - Ehi signore, che per caso ha visto Tota Recù?
Io: - Come, scusa?
- Sì, il film nuovo...Tota Recù!
Mi guardo intorno, smarrito. - Non so che film è...Scusami.
- Ma come no? - Indica un cartellone alle mie spalle. - E' quello là! Tota Recù! Se l'ha visto, mi dice com'è per piacere?
Mi volto: c'è la sagoma di Colin Farrell che sovrasta la "quota gnocca" rappresentata dalla Backinsale botulinata e dalla Jessica Biel dalla faccia sempre più cavallina. Penso che in quello stesso momento, da qualche parte, nel mondo, Schwarzenegger e Veroheven sono in ginocchio sui ceci, invocando pietà.
Guardo il bambino con aria mesta e triste. Nei suoi occhi passivi la luce è spenta. Probabilmente non ha mai visto roba come Cobra, Commando, Rambo, Rocky o Terminator. L'ABC, insomma. - Aaaaaaah, Total Recall! Atto di Forza! No, non l'ho visto. Ma mi hanno detto che è orribile. Non spenderci soldi, recupera quello originale. Ti sarà d'aiuto per affrontare la vita reale...

****

Per strada.
Tizia Pietosa: - Ciao, ti piace leggere?
Io: - No, mi fa schifo!
- M...ma...Ma come ti fa schifo! Leggere è bellissimo! E poi c'è il 30% di sconto!
Questa connessione tra il fatto che leggere è bellissimo e il 30% di sconto fatico a capirla. E' come se qualcuno mi avesse chiesto "Che ora è?" e io gli avessi risposto "Il 16 ottobre". Tra l'altro ti ho detto che mi fa schifo leggere per non farti fare la faccia "Ooooooooooh!" che fanno le tue colleghe quando ammetto di leggere un libro a settimana di media. Meglio un call center per te, baby! Secondo me fai pure meno fatica...

****

Fumetteria.
Emo/Giappominchia (riconoscibile dal classico capello stirato "alla cazzo di cane") sui 16 anni sfoglia Death Note e ne decanta le lodi al suo compare, pure lui Emo/Giappominchia. - E' il manga più bello che esista. Mi taglierei le vene dalla felicità, alle volte.
- Fatevi dare un coltello dalla titolare del negozio, allora...


****

Libreria.
Tizia schifata guarda il pannello sui quali sono esposti i lettori eBook. - Che schifo questi aggeggi, ma come si fa anche solo a pensare di poter leggere su un coso come questi. La vera lettura è un'altra, la vera lettura è esclusivamente sul libro e sul foglio reale...
Dentro di me penso: "Ti prego, NON dirlo. NON dirlo. NON DIRLO."
Invece lo dice: ...ma volete mettere il profumo della carta?
Le labbra sono partite da sole: - VAFFANCULO, PUTTANA!

[To Be Continued...]

33 commenti:

  1. roba un po' old ma che fa sempre ridere, epica quella del "ti piace leggere?"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah, old non direi dato che sono resoconti di sabato. Magari sono "universali", ecco. :D

      Elimina
    2. succedono così spesso? XD no comunque della tizia delle brochure e dell'odore della carta ne hai parlato più volte...

      Elimina
    3. Succedono più spesso di quanto si pensa. E' sport comune. :)

      Elimina
  2. Ahahahahah! ^^

    Dalle mie parti la domanda non è "ti piace leggere", ma "scusa, l'ultimo libro che hai letto?": a volte mi sono divertita a rispondere robe stranissime per vedere la reazione, e così ho capito che non ascoltano nemmeno la risposta... basta che le loro orecchie percepiscano un suono qualunque per far partire la filastrocca delle offerte, ecc...

    Anch'io mi sto trovando a misurami coi fan del profumo della carta & c ultimamente!
    Ancora non ho un e-reader, ma conto di prenderlo in un prossimo futuro: ogni volta che lo dico la maggior parte della gente mi guarda come un'aliena! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No io ho smesso di fermarmi con queste tipe che vogliono vendere libri, non mi interessa nemmeno passare per coglione, francamente.

      Elimina
  3. Sei decisamente una brutta persona ahaahahah XD

    RispondiElimina
  4. Ci piaci quando fai il cattivo, Sommo :)

    PS: Sono arrivato qui cercando il porno della Tommasi :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un po' di sana cattiveria ogni tanto è liberatoria. :)

      Elimina
  5. Sono problemi comuni, se può consolarti :-D

    RispondiElimina
  6. Nell'ultimo mese ho sentito dire per ben 3 volte la cosa del profumo della carta. Ma chi ha inventato 'sta storia che profuma?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che ne so, ormai è assimilabile a una leggenda metropolitana...

      Elimina
    2. Io ci ho provato, con tutta la buona volontà. Ho aperto i miei libri li ho annusati pagina per pagina, li ho girati al contrario per vedere se odoravano meglio. Boh, avrò il naso difettato.

      Elimina
    3. Mo che la storia della carta non sia vera dai! Odorano eccome su! Scherzi a parte è vero! Poi che piaccia o meno o sia superlfluo e sia diventato un modo dire è un altro discorso.
      Io mica preferisco il libro o il fumetto su carta per al' odore della carta.
      Quello dei vecchi fumetti o libri alle mie sorelle e mia madre non piace affatto!

      Elimina
  7. Ah ma hanno fatto il remake di Atto di forza? Pensavo parlassi di un aneddoto che ti successe 22 anni fa!

    Riguardo a Death Note, no comment. Un conto è dire che Death Note è il miglior manga mai creato (sovrastando quindi non solo gli shonen, ma anche seinen e shojo) ma che si taglia pure dalla felicità. Wow, se ogni volta che avessi letto un volume di Dragon Ball avrei fatto lo stesso a quest'ora sarei morto. E sì che Death Note l'ho letto due volte, eh.

    L'ultima è incolpabile a metà, dato che comunque il 90% della gente adulta non capirà mai che il digitale serve a sostituire l'analogico. Se gli piace tanto il profumo della carta allora dille di leggersi il Signore degli Anelli, ma nei papiri. Chi glielo dice che la carta che annusa è diversa dall'originale? Poi se la tizia vuole spendere il quadruplo è una polla lei, e tanto di guadagnato per noi (è grazie ai polli che il mercato gira, tipo se compro un ebook ad un euro posso vendere a lei il libro a 12). Poi è inutile dire che tutti noi preferiamo avere i manga su carta che su ebook, ma non perché la carta profuma, ma perché il disegno su schermo perde. Ma su un libro...boh.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì, a quanto pare hanno fatto il remake. :)

      Elimina
    2. Messaggio francamente sacentino nel finale.

      Elimina
  8. Ma c'è gente che cerca di venderti libri per strada? A me al massimo cercano di vendere fumo! Saranno i capelli lunghi...
    Il Moro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sisi, c'è gente che vende i libri per strada.

      Elimina
    2. Se ho capito il genere non è proprio gente che tenta di venderti libri per strada, sono gli emissari malefici di Mondolibri che provano a propinarti un abbonamento per ricevere a casa un tot di libri "a scelta" (dal loro catalogo tréndi).

      Elimina
    3. Esatto. Il bello è che le loro offerte sono pure convenienti, peccato però che quando devi ordinare, non ti arrivano mai i libri. E dopo un tot di tempo ti arrivano addebiti di fatture per libri che non hai mai ordinato - e che non sono nemmeno mai arrivati - (esperienza personale). :D

      Elimina
    4. Ah, ho capito, una volta mi hanno suonato a casa, io non c'ero e mia moglie pensando di farmi un regalo ha accettato l'abbonamento... Questo matrimonio ha rischiato! XD
      Il Moro

      Elimina
    5. A me è successo che han cominciato a riempirmi di libri e bollettini random. Semplicemente non pagavo, una volta mi ha telefonato un avvocato e mi ha detto che era ora di pagare ecc... ho lasciato correre, non ho pagato niente e non è successo niente. XD

      Elimina
    6. A me e le mie sorelle ci hanno fermato alcuni anni fa una volta per strada ad Imola! Ci hanno portato in libreria e quando hanno scoperto che siamo fratelli ci sono rimaste male e non s' è fatto più niente. Forse questo non andava bene per quello che volevano proporci. Boh!
      Comunque solo nei commenti ho capito che si trattava di una venditrice o roba simile. Pensavo fosse una lettrice comunque e quella sua risposta mi aveva alquanto destabilizzato! XD Anche la tua a dire il vero. XD

      Elimina
  9. Cazzo! Ma dici le parolacce!? XDXD

    RispondiElimina
  10. Le tizie delle offerte libresche sono davvero una piaga sociale. In città non mi sono mai capitate, ma in stazione (dove c'è una grande libreria) imperversavano ovunque, attirate dai poveri studenti pendolari...Trollarle è sempre stato un piacere, anch'io una volta risposi che odiavo leggere :D un'altra volta un amico rispose che era straniero e non sapeva leggere in italiano, un altro disse esplicitamente disse "no grazie", mostrando il Kindle. Dubito che lei avesse capito di che aggeggio si trattava, dall'espressione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fino all'anno scorso le trollavo anch'io, poi mi sono scocciato. Anch'io comunque le ho trollate facendole vedere l'eReader. Il commento è sempre stato: "Eh, ma vuoi mettere il profumo della carta?"
      Con mia risposta: "Hai ragione, il profumo degli euro che rimangono nel portafoglio non ha prezzo, dato che col lettore risparmio un botto..."

      Elimina
    2. L' ultima frase evitabile. Sacentinità internettiana.
      Riguardo buta, io avrei risposto: "Meglio ebay". XD

      Elimina
  11. Questa intolleranza intellettuale dovrebbe essere la base per rendere veramente libero questo paese. Respect Sommo!

    RispondiElimina

 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro