40

Top 5: Calciatori preferiti

Questa è una di quelle classifiche che farebbero tremare i polsi (da blogger) a chiunque.
I cinque calciatori preferiti.
E sottolineo, preferiti.
Che non significa “più forti”. Anche perché i nomi poi sarebbero “quelli” (non ne faccio, ognuno direbbe che “oggettivamente” è più forte l’argentino del brasiliano, sebbene ci sarà sempre quello che metterà in mezzo il 14 olandese o il 10 francese; e così via).
Quindi questa è una classifica su quelli che sono i miei 5 calciatori preferiti in assoluto. Ribadendo per la 232523532° volta il “preferiti”, ricordo come sempre che la classifica rispecchia solo ed esclusivamente i miei interessi personali.

5° Posto: Angelo Peruzzi
Quando penso alla figura del portiere, penso subito a Peruzzi. Portiere fisico, massico, impenetrabile, di sicuro uno dei migliori portieri in assoluto degli anni ’90. Aveva uno spiccato senso della posizione, era un mago delle uscite, e non era niente male quando c’era da parare i rigori. Anche lui è sempre stato imprescindibile nei miei fantacalci, l’ho sempre acquistato con soddisfazione. Una garanzia, in tutti i sensi.


4° Posto: Dejan Savicevic
Ci sarà pure un motivo se lo chiamavano “Il Genio”. E Savicevic, genio lo era. Di (sopran)nome, e di fatto. Brioso, fantasioso, scattante. Un fantasista puro, in grado di illuminare il gioco dei propri compagni di squadra come pochi al mondo. Aveva una visione del campo particolarissima, dribblava gli avversari come birilli, e la sua classe era cristallina.



3° Posto: Annibale Frossi
Molti potrebbero non sapere chi è questo calciatore: trattasi di uno dei più importanti attaccanti nostrani, vero e proprio “opportunista” sotto porta, eccellente scattista e personaggio a tutto tondo. Giocava sempre con gli occhiali, dato che soffriva di una forte miopia.
Fu l’eroe che portò per mano, ancora dilettante e praticamente esordiente, la Nazionale Italiana alla vittoria dei Giochi Olimpici di Berlino, nel ’36.


2° Posto: Paolo Maldini
Il mio capitano. Per un milanista, negli ultimi 25 anni, il conflitto è tra Baresi e Maldini. Io dico Paolino, senza dubbio. Probabilmente uno dei difensori più forti ed eleganti a livello mondiale: duttile, raffinato, potente. Abilità non da poco per un difensore. Avrebbe meritato senza dubbio il Pallone d’Oro (come d’altronde anche Baresi). Un esempio per tutti quelli che, giocando a calcio, vorrebbero fare i difensori.


1° Posto: Roberto Baggio
Per me il miglior giocatore italiano di sempre, e sicuramente uno dei più forti ed estrosi calciatori di tutti i tempi. Piede raffinato, Roberto Baggio sapeva incantare e sapeva fare innamorare. “Il Divin Codino” era il mio acquisto fisso al fantacalcio, perché il mio calciatore preferito in assoluto. Ammetto candidamente che quando Baggio ha appeso gli scarpini al chiodo, ho smesso di seguire il calcio con quella passione e quell’accanimento “tipico” dell’italiano. Ho smesso anche di fare il fantacalcio…
Per me Baggio rappresenta(va) l’essenza pura del gioco del pallone.

E voi? Quali sono i vostri calciatori preferiti?

40 commenti:

  1. Condivido assolutamente tutte le tue considerazioni su Baggio...impossibile non amarlo, talento puro e giocate di una qualità senza paragoni, il miglior italiano di sempre...purtroppo ha vinto troppo poco, meritava ben altri successi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mia top 5:
      5. Buffon (oltre a essere IL portiere è anche un vero e proprio leader, uno con le "palle")
      4. Nesta (da ex difensore non posso non amarlo...insuperabile)
      3. Xavi (regista dai piedi sopraffini, visione di gioco paragonabile solo a quella di Pirlo, specialista nei calci piazzati e bravissimo negli inserimenti senza palla...si può chiedere di più?)
      2. Zidane (l'equivalente francese di Baggio, a mio modesto parere...saltava sempre l'uomo con una facilità imbarazzante, e che classe!)
      1. Ovviamente il Divin Codino

      Elimina
    2. Baggio è Baggio, c'è poco da fa'.
      Buffon lo adoravo fino a qualche anno fa, adesso mi sta antipatico. Se la pensa, e se la tira. Grande portiere, comunque...

      Elimina
  2. Bobo Vieri, Pippo Inzaghi, Borriello e Matri: il perchè è intuibile. Come quinto Diego Armando Maradona Junior, mi è piaciuta troppo la sua favola al Cervia.
    Alessio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehehe, classifica molto personale! :D

      Elimina
  3. io non condivido appieno la classifica è impossibile pensare al calcio e non citare grandi campioni italiani come pirlo, buffon, del piero e soprattutto francesco totti

    RispondiElimina
  4. Eh, Savicevic, che gran giocatore!
    Il mio preferito in assoluto è Marco Van Basten... forse la miglior punta di sempre.
    Poi ci sono quelli legati alle esperienze fantacalcistiche, che però sono troppo marchiate di parzialità. Un note su tutti: il genio incompreso del calcio ungherese, Lajos Detari :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Van Basten, che giocatorone. Vero comunque, i fantacalci influiscono molto. Io ho sempre adorato gentaglia come Di Livio, Di Biagio, Hubner e Doni...

      Elimina
    2. Ruotolo, Marco Nappi, il mitico Minotti, Alberto Di Chiara :D

      Elimina
  5. "da quando Baggio non gioca più [...] non è più domenica" (Cesare Cremonini)
    ti si addicono proprio queste parole

    RispondiElimina
  6. da ragazzo che ha iniziato a seguire relativamente tardi il calcio, ti posto un elenco non molto "retrò", senza gerarchia perchè non riesco a mettere qualcuno sopra all'altro:
    - Del Piero
    - Rui Costa
    - Baggio
    - Xavi
    - Giorgio Corona (ha portato lo Stabia in serie B, come dimenticarlo? <3 )

    S2EM

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rui Costa, che mito! Uno dei miei preferiti assieme a Veron.

      Elimina
  7. Roby Baggio numero uno!
    Dietro il Divin Codino prenderei l'Uomo Ragno Walter Zenga tra i pali, Eric Cantona, il Fenomeno Ronaldo, Garrincha, il già citato Cigno di Utrecht e millemila altri.

    RispondiElimina
  8. Bastardo questa è la mia

    Butragueno
    Cantona
    Rummenigge
    Baggio
    Beccalossi

    RispondiElimina
  9. Seguo il calcio più per passione sfrenata che per un tifo vero e proprio. Influenzato dal senso religioso che mio zio (interista) e mia madre (juventina) mi hanno inculcato per questo sport: i miei orizzonti sportivi poi sono andati oltre (ho praticato nuoto per dieci anni e rugby per tre), ma la passione che nutro per "lo sport più bello del mondo" è ancora tanto. Ora, dopo che ho rotto i cabbasisi con la mia vita, posso stilare una lista (difficile, i nomi sono troppi) dei miei calciatori preferiti.

    5. Lev Yashin: Perché se il binomio "bambino più scarso a pallone - portiere" si fonde con quello del praticantato nerd e spulci qua e là su Internet per trovare un nome che possa alleviare il tuo disagio in mezzo ai pali, il Ragno Nero è il nome che fa per te. Contro l'Italia (che ha una lunga tradizione e un'alta scuola per il ruolo), agli Europei del '68, la sua Unione Sovietica fu fermata solo da una monetina e non a caso rimane l'unico portiere ad aver vinto il Pallone d'Oro;

    4. Alessandro Del Piero: "Amore mio, tu sei seconda solo a una cosa: gli orgasmi che ho con le punizioni di Del Piero". Questa frase, detta da un mio amico alla sua ex, penso possa riassumere tutto quanto su Pinturicchio;

    3. Giacinto Facchetti: Oltre alla sterminata mole di figurine Panini del giocatore, il che rendeva la caccia al tesoro praticamente nulla (vi ricorda qualcosa l'intro del primo album di Elio e le Storie Tese?), Facchetti è stato il profeta di quello che oggi è il terzino di fascia. Persona eccezionale dentro e fuori dal campo: le questioni legali poi sono altra storia;

    2. Diego Armando Maradona: Se inizi a giocare a pallone e sei un terrone verace, sogni di diventare come lui. L'alternativa era giocare in difesa e sperare di diventare cattivo come Montero (vedasi il punto 5 per i portieri);

    1. Johan Cruijff: Diciamocelo con sincerità. Per fare il calciatore non serve il fisico scultoreo come molti calciatori odierni. Serve la resistenza: il fisico potente non è indice di questa cosa. Cruijff è IL calciatore: carismatico, capace di calcolare strategie durante la partita e dotato di un senso del gioco fuori dal comune. Se esiste il calcio è per far diventare quest'uomo una leggenda. Quando si parla di Cruijff giocatore, si parla della SUA Olanda, del SUO Ajax, del SUO Barcellona. Da allenatore ha dato ancora tanto, complice la sua grande capacità strategica figlia degli anni d'oro della nazionale olandese. Per stessa ammissione di un mio amico spagnolo, tifoso accanito del Barcellona: "Tutti gli allenatori al Barcellona continuano a sfornare vittorie grazie agli schemi e le tattiche lasciate da Crujff".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ottima top 5, bellissime le parole sul profeta del gol

      Elimina
    2. In questi anni però di portieroni che avrebbero meritato il pallone d'oro, ne sono transitati. A mio - modestissimo - parere, gente come Shumacher, Schmeichel e il nostro Buffon l'avrebbero meritato. Ma comunque Yashin rimane Yashin. Uno dei più forti di tutti i tempi. Ci affianco sempre Zamora, un pelo meno forte del Ragno Nero tra i portieri "old style".

      Del Piero non l'ho mai apprezzato come calciatore, viceversa mi piace molto come persona.

      Facchetti è stato il prototipo del terzino "attaccante", quando scendeva sulla fascia era uno spettacolo.

      Diego è Diego: il più grande calciatore di tutti i tempi (l'ho detto, ok l'ho detto). E non lo dico perchè aveva il piede migliore o il miglior senso di gioco: ma perchè, a differenza degli altri giocatori più grandi della storia del calcio, quando voleva vinceva le partite praticamente da solo. E da solo ci ha vinto un Mondiale. :)

      Cruijff: lo adoro. Nella mia personale top 5 dei giocatori più forti, viene subito dopo Diego. Era impressionante, come l'idea del calcio totale, secondo me l'espressione del calcio più bella e genuina. E poi ci sarà un motivo se io, quando giocavo a calcio, mi facevo dare sempre la maglia 14...

      Elimina
  10. 5) Taribo West
    4) Gennaro Gattuso
    3) Edmundo
    2) Omar Sivori
    1) Edgar Davids

    RispondiElimina
  11. Gaetano Alberto3 ottobre 2012 23:41

    5) Yuto Nagatomo
    4) Steven Gerrard
    3) Juan Sebastian Veron
    2) Alvaro Recoba
    1) Youri Djorkaeff
    "fuoriclassifica": Javier Zanetti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricordo ancora uno dei cori dedicati a Djorkaeff: "Youri Youri Djorkaeff! E' meglio di Pelè!"

      Elimina
  12. Non ne capisco granchè di calcio :\ diciamo una beneamata mazza. Ma siccome adoro questì post top 5,e mi dispiace non partecipare... lo farò lo stesso:

    1) Mark Lenders
    2) Tom Becker
    3) Oliver Hutton
    4) Benjamin Price
    5) Philip Callaghan

    RispondiElimina
    Risposte
    1. LOL

      I miei preferiti di Capitan Tsubasa sono:

      - Natureza
      - Genzo Wakabayashi (Benji)
      - Jun MIsugi (Julian Ross)
      - Juan Diaz (Diaz)
      - Masao e Kazuo Tachibana (i gemelli Derrick)

      Elimina
  13. Da juventino posso dire:
    1-Platini
    2-Del Piero
    3-Vialli
    4-Schillaci
    5-Gentile

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gentile, che giocatorone. Pure Scirea però, eh!

      Elimina
  14. ecco la mia personale, non in ordine di preferenza:

    totò schillaci: ancora ricordo ad italia90 come gridavo con mio padre ad ogni palla messa in rete da totò;

    andry shevchenko: brividi ed emozioni tutto qui... ho pianto quando è andato via dal milan;

    fabio cannavaro e sandro nesta: da centrale difensivo quale sono,mi sono sempre ispirato a 'ste due mezze calzette del reparto arretrato... i miei idoli!

    ernesto havier chevanton: da leccese non potevo non citare colui per cui andavo la domenica al via del mare;

    roby "divin codino" baggio: ai mondiali USA 94 avevo un'immagine plastificata ad altezza uomo di roby che tiravo fuori ad ogni partita della fase finale... la prima volta che ho pianto per il calcio è stato grazie a lui

    RispondiElimina
  15. Hai beccato la Top 5 più lontana possibile da me! XD
    Beh, considerando la passione generale per il calcio direi che un post simile ci voleva proprio, peccato non poter contribuire. Non conosco nemmeno i giocatori di Tsubasa.

    Una nota di merito va sicuramente a quelle rare volte in cui mi sono cimentato a FIFA da qualche amico scegliendo la squadra che aveva il nome più buffo (Albinoleffe) e facendo il deficiente quando vedevo il nome dei miei giocatori gridando tipo "Grandissimo Acerbis, l'uomo della squadra! Non si contano le volte che Acerbis ha salvato il grande Albinoleffe!" o "DEL PRATO! DEL PRATO! L'IDOLO DELLE FOLLE!".
    Questo per dire che nella mia eventuale Top 5 Acerbis e Del Prato ci vanno d'obbligo, anche se non so manco chi sono.
    A questo aggiungo che possiedo un giochillo per Game Cube chiamato "Disney Sports Football" in cui i capitani sono personaggi Disney tipo Paperino, Pippo ecc..., mentre tutto gli altri sono dei tipi che puoi rinominare e per me sono celebri i giocatori delle partite più agguerrite col mio amico Ale: Roy Cabbo, Sferzagatunz, The Bestia.

    Per concludere son riuscito a tirar fuori una top 5 di tutto rispetto:
    -Acerbis
    -Del Prato
    -Roy Cabbo
    -Sferzagatunz
    -The Bestia

    Fuori Classifica: Io, eterno portiere (aka il bambino che non sa giocare e buttiamo in porta perché non può far danni, una logica che non ho mai capito dato che un portiere incapace significa una scarica di gol).

    RispondiElimina
  16. zidane
    kaka
    thiago silva
    ronaldo(il fenomeno)
    misugi jun.... (Giulian Ross) il mio preferito xkè mi ha prso il <3

    RispondiElimina
  17. -Omar Sivori
    -Javier Zanetti
    -Iniesta
    -Alessandro Del Piero
    -C.Ronaldo

    RispondiElimina
  18. 5 Laurent Blanc: E' il primo ricordo che associo al mondo del pallone, un suo colpo di testa a sventare un pericoloso calcio d'angolo ha il sapore delle buone cose di una volta. EFFETTO SEPPIA.

    4 George Weah: il suo coast to coast in milan-hellas verona è quello che ogni ragazzino sogna di fare e che cerca di fare nei campetti di periferia dove giocavo senza successo da bambino. FURIA BUIA.

    3 Gigi di Biagio: e il rigore stampato sulla traversa nel 98 in Fancia-Italia meno celebre certo di quello di Baggio ai mondiali è comunque il segno indelebile per la mia generazione delle tristezze che il pallone rotolando può dare. PELATO SCAROGNATO.

    2 Ronaldo Luis Nazario da Lima: il Fenomeno paranormale del calcio. Non siamo nati in tempo per vedere Pelè e Maradona, ma il doppio passo magico a scartare via il mondo è la cosa più bella che i miei occhi ricordano, i crociati che spariscono in un crack la cosa più buia, assieme alla pancia odierna. MARONN'!

    1 JAVIER ZANETTI: Avrete capito ormai che sono un tifoso dell'inter ma credo che il capitano sia un simbolo che travalica tutte le dimensioni del tempo e dello spazio. Sempre con i capelli in ordine, sempre con il sorriso, sempre altruista e fedele, amato come nessuno, immarcescibile come l'acciaio. TORRE D'AVORIO

    RispondiElimina
  19. Maldini lo escludo dalla classifica, troppo superiore per rientrare in qualsiasi contesto. Van Basten rientrerebbe sicuramente, giocatore fantastico, aveva tutto, fuorché caviglie sane.
    Nonostante possa sembrare ovvio metto anche Maradona, genio e sregolatezza, il fenomeno che ha creato una città-stato nel XX secolo.
    Infine metto Weah, un vero e proprio concentrato di potenza e tecnica, oltre al coast-to-coast contro il parma (o era la lazio?) da elogiare per essere stata una delle prime stelle nere non brasiliane ad incantare il mondo.
    Ah, e se non si fosse capito sono Milanista ahah.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi pare fosse contro il Verona. ;)

      Elimina
    2. Della serie, non ne azzecco nemmeno una ahah

      Elimina
  20. Intanto sono contentissimo che finalmente anche qi si parli un po' di calcio.
    Questo giochino ultimamente l'ho fatto con la trasmissione Undici, ma vediamo di sceglierne 5. Dunque:
    1. sicuramente Alex Del Piero. La mia corriera di spettatore fin ora è coincisa con la sua da calciatore e ahimè presto finirà definitivamente. Per spiegarlo basta rivedere il saluto che gli ha riservato lo Juventus Stadium o la frase geniale dell'amico di un "commentatore" sopra

    2. Edgar Davids. Non c'è niente da fare, un centrocampista così non ci sara mai più. Sarà per gli occhiali, sarà per la tecnica sopraffina, sarà per la grinta. Spesso i centrocampisti o sono tecnici o sono "picchiatori", lui era entrambe le cose: era la fusione tra Gattuso e Ronaldinho.

    3. Omar Sivori. Rimpiango sempre di non averlo visto giocare. Uno che marca gli avversari arriva a cinque centimetri dalla linea di porta aspetta che arrivi un altro difensore per marcare anche lui e segnare non può mancare nella lista dei calciatori preferiti. Senza dire che c'è chi lo reputa più forte di Maradona (se solo ci fosse stata la televisione).

    4. Raul. Il vero motivo non lo so, ma mi è sempre piaciuto. Sarà che l'ho sempre accostato a Del Piero, e in effetti hanno molto in comune. E poi il fatto che nel nel Real dei galacticos nominassero sempre gli altri e mai lui mi ha sempre fatto rabbia. A lui e a Del Piero il Pallone d'oro non hanno proprio voluto dare.

    5. Qui c'è un dubbio. Ma metto Pavel Nedved giusto perchè mi pare che non è stato citato prima da nessuno. L'esempio di come si diventa fuoriclasse grazie all'allenamento. Da qualche parte una volta ho letto: Maradona si nasce, Nedved si diventa.

    Si è vero, sono juventino. Ma se i giocatori scelti devono essere quelli "preferiti" è difficile andare fuori squadra

    RispondiElimina
  21. oh SOMMO! Proprio bella questa classifica!
    Io non posso fare una "semplice" top 5 preferiti, perchè dovrei escludere troppi giocatori, quindi la divido x campionati!
    Italia:
    5 - Paolo Maldini: da interista il difensore che per qualità e carisma avrei sempre voluto avere;
    4 - Gabriel Omar Batistuta: la PUNTA per antonomasia. Classe - Potenza - Fiuto...il migliore in assoluto
    3 - Miccoli: il NANO MALEDETTO (soprannominato così da un mio amico dopo che a PES gli feci 5 goals con lui). Uno dei giocatori italiani + sottovalutati degli ultimi 10-15 anni. TECNICA - VELOCITA' - GENIALITA'...un fenomeno tascabile che ha pagato TROPPO l'essersi messo contro Mogg!
    2 – Clarence “professor” Seedorf: se a 16 anni e mezzo vinci una Champion’s League giocando titolare, e ne vinci altre 3 giocando con 2 squadre diverse, qualcosa vorrà pur dire! Eleganza ed Intelligenza al comando! E come non ricordarsi le EUROPERE alla rubentus con le maglie di Inter e anche milan: ANCORA RIMPIANTO!
    1 - il solo unico inimitabile DIVIN CODINO! non aggiungo altro a quello che tu stesso ed altri mille avete detto sul + forte giocatore italiano di tutti i tempi e probabilmente il 4/5° più forte di sempre!
    Spagna:
    5 – Raul Gonzales Blanco: la bandiera del Real Madrid di fine ed inizio millennio. Attaccante straordinario
    4 – Ronald “RAMBO” Koemann…la traversa di Wembley nella finale di Coppa Campioni tra Barca e Samp è ancora là che trema (nonostante l’abbiano smontata) :D
    3 – Un qualsiasi giocatore dell’Atletic Bilbao degli anni 80 e 90: l’orgoglio di appartenere ad un popolo!
    2 – Fernando Redondo: quello che sarebbe potuto essere il + grande centrocampista di tutti i tempi! Vero Jun Misugi!
    1 – DON Andrès INIEEEESTAAAAA: IL MIO GIOCATORE PREFERITO e, per me, il + forte di sempre! Non ci sono cazzi: Messi, senza Iniesta avrebbe segnato la metà e Xavi fin quando non è arrivato Iniesta a fianco a lui NON ERA NESSUNO! Le vittorie importanti di Barca e Spagna portano la sua firma (gol qualificazione a Stanford Bridge contro il chealsea di Mou nel 2008 – GOAL MONDIALE a SudAfrica 2010) ma soprattutto le GRANDI ScONFITTE del Barca (semifinale 2010 con l’INTER e del 2012 con il Chealsea) non lo vedono in campo: ESSENZIALE e DETERMINANTE!

    Mangiapatate:
    5 – Oliver “oliviero” Kahn: GIGANTESCO E CATTIVO! Se fossi stato un difensore del suo Bayern o della sua Germania avrei avuto paura a sbagliare gli interventi!
    4 – Karl Heinze Rumenigge: qua posso solo dire TEUTONICO
    3 – “KAISER” FRANZ BECKENBAUER – il LIBERO…se non fosse esistito, l’olanda di Cruyff avrebbe vinto decisamente di +!
    2 – Bastian Schwaigsteiger: oltre ad avere un nome FICHISSIMO (anche se tradotto in italiano sarebbe tipo “porcari” o similare) è fortissimo e cattivo! come ti immagini un centrocampista krukko
    1 – Miro KLOSE: ammetto che il fantacalcio di questi 2 anni mi ha influenzato il giudizio, ma non si segna caterve di gol in tutte le squadri che giri se NON sei forte

    Inghilterra:
    5 – Alan Sherer: una sola parola: mitico! Attaccante veloce e potente! Una versione inglese e antesignana di DiNatale!
    4 – David Seaman: come si fa a non amarlo? Ha bivaccato per anni nelle porte di Arsenal e Inghilterra solo per mancanza di concorrenza! CODONE!
    3 – Roy Keane: il calciatore “all’inglese” per antonomasia: forte fisicamente, veloce, CATTIVO. Dopo di lui im Man UTD non è + lo stesso
    2 – Paul Scholes: il REGISTA! Beckam senza Scholes a lanciarlo in fascia sarebbe stato un BEL GIOCATORE, nulla +!
    1 – L’ALA SINISTRA + FORTE DI SEMPRE! IL GALLESE VOLANTE: RYAN GIGGS
    Fino alla comparsa di Iniesta il mio giocatore preferito in assoluto! Dribbling – visione di gioco – Tiro – invenzioni…a 40 anni suonati gioca ancora titolare nel Man Utd, di cui è bandiera! Da quando esiste la premier ha sempre giocato e segnato! Che dire di +! MONUMENTALE

    RispondiElimina
  22. seconda parte:

    Campionati SPARSI:
    5 – Andy Van Der Meyde – la sua esultanza da “sniper” è una delle + belle di sempre
    4 – Karim Benzema – L’attaccante moderno come lo vorrei io: forte fisicamente e con una grandissima tecnica
    3 – Romario: le statistiche riportano 1000 goals segnati in carriera…direi che questo dato basta ed avanza!
    2 – Hidetoshi Nakata / Fabio Pecchia: la mitica coppia di centrali del Bologna: NAKATAPECCHIA! Il gol che tolse lo scudetto alla Juve nel 2001 vale l’ingresso nella mia personale Hall of Fame
    1 – LALAS – il cowboy!
    Ed ora, non avendo mai nominato nessun giocatore della MIA SQUADRA, la mia personalissima TOP 5
    INTER all time:
    5 – Luis Nazario da Lima detto RONALDO (1997/00) – FENOMENO adesso è un aggettivo strautilizzato, ma all’epoca LUI lo era veramente…se Maradona ha vinto un mondiale da solo, Ronaldo ha fatto altrettanto, ma soprattutto, con l’inter ha QUASI vinto un campionato da solo, ha vinto una coppa UEFA (quando ancora contava qualcosa) da solo ma soprattutto il suo urlo staziante in Lazio Inter di coppa italia ha unito tutti come solo baggio era riuscito prima di lui a fare!
    4 – Youi Djorkaeff – il goal in rovesciata alla roma nel 1996 lo fa entrare di diritto!
    3 – IVAN BAMBAM ZAMORANO – un uomo un mito!
    2 – LUIS FIGOOOOOOOOOOOO
    1 – Mariolino Corso: altro che Pirlo con la “maledetta” o Del Piero con le sue punizioni “alla delpiero”…la vera FOGLIA MORTA è solo UNA!
    FORZA INTER FOREVER

    RispondiElimina

 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro