9

Due Minuti a Mezzanotte è finito! Viva Due Minuti a Mezzanotte!

Non avevo mai partecipato a una Round Robin, ma quando ho saputo che il buon Girola si preparava a lanciare nel nostro universo quello supereroistico di 2 Minuti a Mezzanotte, non ho saputo dire di no.
Potevo mai NON partecipare a un qualcosa di così fumettoso?
Proprio io, che divoro fumetti dalla mattina alla sera come mamma nerd comanda?
E così ho dato il mio assenso…e dopo mastro Girola, illo tempore, ho “aperto le danze”.

Essendo tra i primi narratori pensavo si dovesse dare qualche tocco di “mistero”, fornire qualche input per il futuro (c’è gente che cospira, un piano segreto, un personaggio che deve compiere una missione – Mezzanotte: e se poi fallisce?). E fornire qualche nemico da "mazzoliare", che fosse in grado di competere con i “supereroi”. Da qui l’idea dei Triari, servi di Mezzanotte.

Ammetto che Mezzanotte (e tutte le sue implicazioni) me l’ero immaginato in un modo completamente diverso, ma essendo una Round Robin un “gioco scrittorio”, essendo i vari scrittori che si susseguono settimana dopo settimana i “veri” protagonisti, ed essendo il divertimento la componente fondamentale del tutto, direi che non ci possiamo lamentare per come sono andate le cose.

Anzi: tra alti e bassi, plot twist, personaggi potentissimi, tamarri esagerati (Stakanov è un tamarrone degno di Araki e di Jojo, lunga vita a Massimo Mazzoni per averlo inventato!), complotti, logge massoniche, androidi e misteri misteriosi, abbiamo trascorso buona parte dell’anno a divertirci insieme.

Il cosplay di Stakanov!

Insomma, l’esperimento di Due Minuti a Mezzanotte mi pare perfettamente riuscito. Talmente riuscito che sicuramente sarà in programma una seconda stagione.
La cosa mi sembra anche abbastanza logica, sia per la qualità della Round Robin, sia per i personaggi che sono usciti fuori, sia perché rimangono ancora molti interrogativi in sospeso.
E poi sarebbe un peccato gettare al vento un universo narrativo così ampio, soprattutto perché ci sono molte cose sulle quali bisogna indagare. Non è un caso che siano fioccati una serie enorme di Spin-Off, e non è un caso se mi ci sono cimentato pure io. Aspetto solo “l’ordine dall’alto” (XD) per potervi dare in pasto la prima parte del “passato” di Eric Meson, l’uomo atomico dello START, meglio conosciuto come Uranium.

Ringraziare Alessandro Girola per averci fatto divertire così mi sembra doveroso. Così come ringraziare Matteo Poropat, che tutte le settimane, con santa pazienza, ha impaginato in maniera “flash” i capitoli settimana dopo settimana. Ovviamente il ringraziamento va anche a tutti coloro che si sono cimentati nell’impresa di costruire una storia “completa”. E a tutti quelli che sfornano Spin-Off "fumettosi".

Da lettore onnivoro di fumetti, a parte alcune autoproduzioni fumettistiche molto particolari made in Italy (mi viene in mente V!PS, del quale parleremo presto), non mi sembra si sia mai provato a fare un esperimento “letterario” che parlasse di supereroi.
Ci abbiamo provato.
Ci stiamo provando.
Continueremo a provarci.

Perché, nonostante tutto, l’importante è divertirsi e divertirci!
Perciò, se non l’avete ancora fatto, fiondatevi QUI e recuperate la prima stagione completa di “Due Minuti a Mezzanotte”. Sono sicuro che non ve ne pentirete!

Ps: la tavola dell'Invulnerabile è una piccola anticipazione di "The Goddamn Particle"...

9 commenti:

  1. Da lettore che ha seguito fin dall'inizio la Round Robin (e ha pure avuto una mezza idea di partecipare, salvo poi accantonarla in quanto non in grado di scrivere basandosi sul lavoro altrui xD), non posso che complimentarmi con Alex Girola per aver creato l'universo di 2MM e con tutti coloro che hanno collaborato per la stupenda storia che ne è vanuta fuori.
    Aspettiamo la seconda stagione! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wa! Perchè non ti sei esposto? Più che altro alla fine contava proprio il divertimento! :D
      - e tu avevi e hai tutte le carte in regola per poter fare un ottimo lavoro -

      Elimina
  2. Grazie!
    è stata un luuungo percorso ed è andato molto meglio del previsto!
    Mi premeva dimostrare che la narrativa supereroistica, da noi sconosciuta, ha una sua dignità completa e totale. Perché, si sa, qui fanno in fretta a fare gli spocchiosi, senza magari sapere ciò di cui parlano :)
    Grazie per il tuo fondamentale contributo...
    Ci siam capiti! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da noi siamo messi maluccio sotto molti punti di vista. ;)
      Ad ogni modo, il ringraziamento va tutto a te per averci fatto divertire! :D

      Elimina
  3. Ho letto i primi due capitoli e mi sono convinto che possa valere la pena di leggere tutto il resto...scaricato ed inserito nel mio catalogo e-Pub! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una buonissima (e divertentissima) lettura! Poi fammi sapere! :D

      Elimina
  4. Bell'articolo e grazie per la foto e il lunga vita!!! Mi devo mica palpaeggiare? Notevole l'incipit fumettoso di The Goddamn Particle :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In Stakanov we trust!
      L'incipt fumettoso è del capitolo 2. Ma non diciamolo in giro. :D

      Elimina
  5. Scrivere è molto più il vostro mestiere che il mio, quindi anche a questo giro sono rimasto in disparte.
    Ma magari, potrei (ri)copertinare un po' di roba. Nel caso, sapete dove trovarmi.

    RispondiElimina

 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro