18

V!P - Very Important Powers (Roberto Gallaurese e Doctor Ernest Yesterday)

Vessillo Nero è stato il primo supereroe a indossare un costume. Enorme, potentissimo, ha partecipato alla guerra del Vietnam, facendola finire anzitempo, nonostante questo abbia provocato dei dissapori con gli Stati Uniti. Questo perché il primo supereroe mai apparso sulla faccia della terra è italiano. E grazie a lui, anche altri hanno preso coraggio, hanno indossato un costume e hanno cominciato a battersi contro la criminalità.
Tra i vari supereroi spicca proprio il figlio di Vessillo Nero, Volto della Notte, leader carismatico del gruppo italiano “I Vigilanti”, il quale sa bene di avere sulle proprie spalle la responsabilità di portare avanti il “credo” del padre.
Quando però all’orizzonte appare un nuovo gruppo di superterroristi che per la prima volta sembrano essere in grado di mettere il bastone tra le ruote ai Vigilanti e a Vessillo Nero (che nonostante sia in pensione incute ancora paura, timore e rispetto), lo status quo è destinato a cambiare…

Mettetela così: ho scritto una sinossi in modo che la storia risultasse molto “classica”.
Perché il plot di V!P – Very Important Powers è sì molto classico e molto citazionistico, ma lo è con stile e con gusto. Si vede che gli autori, Roberto Gallaurese e Doctor Ernest Yesterday (il cui nome vero credo non sapremo mai, forse XD) si sono divertiti, si stanno divertendo e ci vogliono far divertire. Soprattutto, sono molto bravi a giocare con i clichè del genere supereroistico, senza scadere nel banale o nello scontato. Anzi, pur essendoci molto di capolavori quali Watchmen, Powers, Nemesis, Wanted, The Boys e pur essendo infarcito di tutti i leitmotiv (e le strizzatine d’occhio) a questi e ai migliori fumetti supereroistici, il loro modo di raccontare risulta sempre molto fresco, molto immediato e sotto certi aspetti, innovativo, a partire dai personaggi, passando per il tipo di disegno, fino ad arrivare al formato.

I protagonisti principali di questo “Primo Atto” infatti sono tratteggiati tutti in modo ottimale: Vessillo Nero (un nome, un perché, omaggio monumentale al Comico di Watchmen e alle storie del Vascello Nero), il primo supereroe ormai in pensione, è il motore di tutto, pur essendo un vecchio giocherellone che parla in modo sboccato.

Vessillo Nero in tutta la sua putenza!

Suo figlio, Volto della Notte, rappresenta il classico eroe “duro&puro” sul quale tutti fanno affidamento, ma che essendo “figlio di cotanto padre” sente su di sé una pressione e un’aspettativa impressionante.

C’è anche “Il biondo” (soprannome estremamente citazionistico – se leggerete V!P capirete il perchè), figlio di Volto della Notte e nipote di Vessillo Nero, a cui è affidata probabilmente la parte più importante della narrazione, che ribalta la “classica” concezione dell’eroe. Non si sa quali poteri abbia – o se li abbia -, ma nonostante sia testimone di fatti superlativi e azioni eroiche dei membri della sua famiglia, nonostante partecipi a incontri glamour dove sono presenti i più importanti volti noti del jet set internazionale, non può dire a nessuno chi è, chi sono i suoi familiari e per una sorta di "ingiusto contrappasso", in completa antitesi con suo padre e suo nonno, è costretto a vivere la più “normale” e monotona delle vite.

Da “manuale” il cattivo e il supergruppo criminale da lui controllato, molto “Millariano” sotto certi aspetti. Senza spoilerarvi troppo ho molto gradito il suo modus operandi, poiché va ad intaccare quello che probabilmente è l’aspetto a cui un supereroe, per essere considerato tale, tiene di più: la sua reputazione.

I villain!

I disegni di V!P sono molto “minimalisti”, quasi vettoriali, ma non per questo meno d’impatto. Personalmente li ho trovati davvero azzeccati per il tipo di storia.
Un plauso anche al “formato” in cui il fumetto è stato disegnato e proposto, ideale per essere letto su uno schermo di un pc o su di un tablet. Da questo punto di vista Gallaurese e Yesterday sono stati molto bravi e intelligenti, poiché hanno sfruttato con successo un mezzo multimediale “preimpostato” (in questo caso, uno schermo rettangolare di un pc o di un tablet) a loro favore, per meglio facilitarci la lettura del fumetto.

Non solo: al di là del plot generale, la storia è inframmezzata da splendidi inserti, la maggior parte dei quali provenienti dal quotidiano (fittizio) “Eco del Potere”. In questo modo gli autori riescono a fornire notizie e curiosità su ciò che avviene nel mondo (e in particolare, nell’Italia) dei supereroi dal punto di vista sociale ed economico, non lesinando qualche critica alla nostra società e al nostro paese.
Spettacolare la pagina pubblicitaria del super “Vento del Nord” (leggasi: Capitan Padania! – ve lo giuro, c’è il suopereroe leghista! - XD), o l’articolo in cui Vessillo Nero fa visita al celebre Youtuber VictorLaslo88, meritevole di essere stato l’unico ad aver recensito positivamente il film che celebrava le sue gesta.

Tutto rosa e fiori, dunque?
Non proprio.
C’è (dico “ovviamente” essendo un’autoproduzione) anche qualche difettuccio, che però in linea generale non inficia lettura e divertimento. Il più macroscopico è quello riguardante la “nascita” e l’origine di questi supereroi e dei loro superpoteri. Non sarebbe stato male darne un accenno, a mio avviso. Ma essendo questo il “Primo Atto” della storia, confido nel fatto che ci venga rivelato qualcosa più in là.

Volto della Notte!

La sensazione, alla fine, è di aver letto qualcosa di molto superiore alla “media”. V!P senza ombra di dubbio è un validissimo prodotto, è stata una delle letture più piacevoli di questo 2012, e ve la consiglio spassionatamente.
Ho già detto poi che è tutto GRATIS?
No?
Allora ve lo dico adesso: V!P ve lo potete leggere aggratis QUI.
Quindi fatelo, che ne vale la pena.
Per dire, ormai si parla sempre, insistentemente di autoproduzioni e di Zerocalcare come vetta del genere…Sono sicuro che se date una possibilità a V!P non ve ne pentirete!
E poi ho una “scimmia addosso” per il Secondo Atto che non vi dico…

Ps (molto, molto informale) dedicato agli autori di V!P – che magari, un giorno lontano, potrebbero leggere questo articolo:
1)- Ma tutto ‘sto popò di lavoro lo fate (e lo avete fatto) aggratis e per hobby? Perché onestamente, a fine lettura, ho pensato: io questa roba LA VOGLIO COMPRARE (se non s’era capito che la prima parte m’era piaciuta). Volevo donarvi qualcosa, per ringraziarvi dell’ottima lettura. Ma sul vostro sito non c’è nessun tastino “donazione”. Che aspettate a metterlo? Pure per offrirvi “un semplice caffè”, ecco.

2)- Dovreste revisionare i cbr dei primi due atti, (mi) risultano corrotti. Sul pc con CDDisplay non si visualizzano; anche sul tablet, con l'app ACV dà problemi. Credo si tratti di una singola pagina, perché (per fortuna) bypassandola, si riesce a leggere.Però, fossi in voi, un check lo farei! ;)

3)- Ringrazio Luca Angioli, senza il quale non vi avrei conosciuti e non avrei letto il vostro bel fumetto.
Si parla spesso (a vanvera) di mancanza di idee in Italia proprio dal lato “supereroistico”. Poi ti becchi roba come questa. O il “nostro” Due Minuti a Mezzanotte.
E capisci che per fortuna ci sono (piccole) sacche di resistenza.

EDIT delle ore 15.
Avevo scritto quest'articolo qualche settimana fa, in attesa che si concludesse 2MM per parlare di entrambi i progetti, "affini" sotto diversi aspetti. Nemmeno a farlo apposta, proprio oggi, sul sito degli autori ho letto che il progetto chiude perchè la realtà editoriale italiana non consente loro di proporsi in alcun modo.
Da lettore - entusiasta e assolutamente soddisfatto di quel che ha letto - non posso far altro che scuotere la testa per la profonda amarezza. L'Italia si conferma il solito paese per vecchi.

18 commenti:

  1. E' che i "grandi" a noi, 2MM, V!P, Risorgimento di Tenebra etc etc, non ci cagano minimamente.
    Chiudono gli occhi e fanno finta che non esistiamo.
    A quanto pare, da quando sempre più lettori forti hanno un blog, i loro risvegli sono sempre più amari.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E infatti, nemmeno a farlo apposta, ho appena letto che V!P chiude. :|
      Proprio perchè "i grandi" non se lo sono cagati.
      Tristezza.

      Elimina
  2. Leggerò questo e 2MM appena possibile ;)
    PS
    ci sta un altro programma per leggere i fumetti sul pc che si chiama Hamana e che ho trovato ottimo e migliore (a mio avviso) di CDDisplay. Non ricordo se legge anche i cbr, ma suppongo di si. Comunque ci faccio una prova e ti faccio sapere. Intanto provalo che è aggratis anche questo =D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proverò! :D
      Grazie per la dritta!

      Elimina
    2. O Sommo dovremmo risollevare gli autori di V!P...proprio oggi in un post hanno detto che hanno abbandonato il progetto: http://www.veryimportantpowers.com/2012_12_01_archive.html Io leggerò lo stesso la prima parte, ma mi sa che (sicuramente a te) questo abbandono lascerà l'amaro in bocca...
      PS
      Svelato il nome di Ernest Yesterday ovvero Alberto Cerutti

      Elimina
    3. Sì, ho aggiunto l'edit, forse non l'hai letto... :(

      Elimina
    4. Eh, non avevo riletto l'articolo...comunque tornando ad Hamana, non apre i cbr ma comunque se non è necessario che li apra vdei un po' se ti garba

      Elimina
  3. Scusa se vado fuori tema, ma hai mai pensato di fare un articolo a che ha come tema la musica?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ti preoccupare. :)
      Credo di averlo scritto anche da qualche altra parte. In tutta franchezza non credo di avere "competenze" (virgolette d'obbligo) tali da permettermi di parlare di musica. Non saprei proprio cosa scrivere, ecco. :D

      Elimina
  4. Nooo, chiude? stavo aspettando che si concludesse per leggerlo tutto in una volta... mannaggia.... Italia di m...
    Il Moro

    RispondiElimina
  5. Ho cercato di parlare con Roberto che da molto tempo scrive i miei film... ma è davvero in un brutto periodo! Sommo ti andrebbe di organizzare una campagna anche piccolina e di spingere le persone a mettere un mi piace su fb o un commento sul blog..??? questi ragazzi hanno bisogno del nostro entusiasmo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo! Nel mio piccolo quello che posso fare, lo faccio volentieri. :)

      Elimina
  6. Sei un grande Sommo, dobbiamo far proseguire questa storia!!!

    RispondiElimina
  7. E' una storia bellissima. Ti prende subito ed è particolare il modo in cui viene raccontata. Spero che in futuro lo riprendano perché sono troppo curioso di sapere qual'è il potere del ragazzo narratore.

    RispondiElimina
  8. queste sono le notizie che mi fanno perdere fiducia nel fumetto italiano che ancora rimane fisso su Tex Willer e Dylan Dog (con rispetto parlando per queste testate storiche e di grande valore) e ahimè lo dico da aspirante sceneggiatore. Complimenti comunque agli autori di V!P per l'impegno dimostrato e per averci regalato un gran bel prodotto che aveva anche un bel potenziale.

    RispondiElimina

 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro