19

Quando Leo Ortolani era Leo Ortolani...e Rat-Man era Rat-Man!

Appeso alla parete di camera mia, preservato all’interno di una cornice, c’è un disegno datato 2000.
Il disegno raffigura Rat-Maul, ed è autografò (con l’accento sulla “o”) di Leo Ortolani. Ricordo ancora quel giorno di inizio Maggio, in cui andammo a Villa Pignatelli per il secondo Comicon.
Eravamo ancora cccciovani e prestanti, con gli occhi sognanti, piccoli bimbiminkia che andavano al liceo. Che quando c'era lezione, si perdevano le ore a fare i fumetti, a prendere come modello proprio Ortolani. Che quando leggemmo "Ortolani al Comicon 2000" esclamammo in coro: "WAU CAZZO! Andiamoci al volo!"
E a quel Comicon ci andammo al volo tutti insieme.
Proprio (e soprattutto) perché c’era Leo Ortolani.
Che adoravamo alla follia.
-se non si era capito-

Continua a farti del male...
14

Due Euro

L'illusione della "Democrazia" ad un prezzo più che modico.

Continua a farti del male...
53

Top 5: Le cinque sigle dei cartoon che più mi esaltavano

Una Top 5 ipervelocissima: le cinque sigle dei cartoni animati che più mi esaltavano da bambino (e non solo).
Sottolineo: quelle che più mi esaltavano, non le più belle o le mie “preferite”.
Naturalmente, come per tutte le top 5, questa è puramente soggettiva e rispecchia i miei gusti personali. Non ci sono posizioni di sorta, hanno tutti lo stesso grado di esaltazione.

Continua a farti del male...
11

Ho vinto il Premio UNIA!

Non sarà una blogosfera per vecchi, di sicuro è una blogosfera per meme.
Non so cosa significhi, ma suona bene.

Ho vinto il premio UNIA. Che in soldoni, vuol dire che mi tocca un altro Meme. Ringrazio Domenico per avermi fatto vincere (che ti devo combinare al Comicon…te li faccio pagare tutti ‘sti meme) e rispondo alle domande per la vostra gioia e il vostro diletto…Tecnicamente dovrei taggare altri sette scellerati, diciamo che invito tutti coloro che vogliono partecipare a farlo. Avete la mia benedizione e il mio beneplacito...

Continua a farti del male...
13

The Amazing Spider-Man (Marc Webb, 2012)

Peter Parker fa il bimbominkia skazzato per mezzo film, viene punto da un ragno geneticamente modificato, c'ha i poteri che essendo grandi gli danno la responsabbbbbilità, si slinguazza con Gwen Stacy, ha un piccolo alterco col suocero e poi salva New York dalla brutta copia di Abominio dell’ultimo film di Hulk

Scherzi a parte, la sinossi l’ho scritta volutamente in maniera goliardica, anche perché parlare di un reboot la cui trama di fondo è stranota mi sembrava decisamente stupido.
Andiamo allora alla sostanza: com’è ‘sto The Amazing Spiderman che ha scatenato un fottio di polemiche tra fan, adoratori, lettori e detrattori?

Continua a farti del male...
5

La Foto della Settimana: Justice League - Trova l'intruso

Blogger è contro di me, non ha pubblicato l'articolo di ieri.
E dato che in questi giorni sono talmente oberato di lavoro e di impegni che mi è difficile seguire "il resto"...Non me ne sono nemmeno accorto.
Pazienza!
Facciamo che con la foto di questa settimana uniamo fumetti e immagini, ok?
Quindi la domanda, a questo punto, è legittima: secondo voi, di questo fantastico set di giocattoli, chi è l'intruso?

...io voto Batman!

Continua a farti del male...
2

Racconti Crudeli - Samuel Marolla

Parlando con Cavernadiplatone, Kirio e MondoPaolo nell'appuntamento live sul TuoTubo di qualche giorno fa è uscito fuori un discorso sul come la narrativa fantastica italiana non produca più nulla di buono da diversi anni. Ho obiettato dicendo che ci sono realtà autoprodotte molto valide, che il sempreverde Evangelisti col ciclo di Eymerich è sempre là, a disposizione di tutti, che Dimitri con Pan e La Ragazza dei miei sogni ha fatto un discreto lavoro, che se si fiondano in edicola questo mese trovano uno splendido Urania con "I senza tempo" di Forlani, e che non devono assolutamente lasciarsi sfuggire i lavori di Samuel Marolla.

Continua a farti del male...
45

I cinque momenti migliori di One Piece

Una nuova Top 5.
Ancora su One Piece. Perché è uno dei miei manga preferiti, perché è oggettivamente un gran bel prodotto…e perché merita. Eccome se merita. Quindi mi sembrava doveroso, per la gioia di tutti voi, darvi in pasto i cinque migliori momenti di One Piece.
Naturalmente anche questa classifica è personale, e rispecchia unicamente i miei gusti.
Nessuna pretesa di oggettività, da questo punto di vista…E nessuna posizione predefinita, dato che metto questi cinque momenti uanpisosi sullo stesso livello.

Continua a farti del male...
11

"Ci scusiamo per il disagio" (cit.)

Oggi "Il Viagra della Mente" avrebbe dovuto pubblicare qualche riga sugli splendidi "Racconti Crudeli" di Samuel Marolla.
Mi sono scordato di mettere la pianificazione al post, e me ne sono accorto solo ora.

Potreste dire: "Pubblicalo adesso".
Rispondo: "Mi pare tardi...Non avrebbe lo spazio che si merita".

Ergo, "Ci scusiamo per il disagio" come dice Trenitalia.
Le "righe" saranno proposte giovedì...

...pianifico il tutto adesso, eh!

**********

Vi lascio in compagnia di questa scena "sublime" a cui ho assistito in libreria.

Signora di mezza età in compagnia del marito.
"Giovanni, certo però che la Marta ogni tanto qualcosa dovrebbe leggerla, eh!"
Prende un libro a caso dallo scaffale che ha davanti a sè, se lo rigira tra le mani un paio di secondi, fa la classica faccia "Ok! Questo è figo!", e dice al marito: "Questo andrà benone!"
Il marito corruga la fronta e le domanda: "E che libro è?"
La signora scrolla le spalle. "E che ne so. E' un libro. L'importante è che legga, no?"

Continua a farti del male...
4

World War Z: cronaca di un trailer che fa veramente k@kà...

Diciamo pure che tutti i compari blogger che "frequenteggio" ne hanno già ampiamente parlato.
Diciamo pure che ne ho parlato pure io nella diretta streaming di venerdì scorso sul TuoTubo.
Diciamo che non mi pare(va) il caso di discriminare voi 21 lettori assidui de "Il Viagra della Mente", e di ribadire il concetto già espresso più e più volte: in sostanza, il tanto osannato trailer di "World War Z" mi ha fatto ampiamente cagare.

Se non sapete di cosa sto parlando, lo trovate qui sotto.



Avevo segnalato lo splendido romanzo di Max Brooks QUI.
Non sono un amante degli zombie, diciamo pure che di tutto il bestiario mostro/demonologico, sono probabilmente ai più bassi gradi di livello. Ma il romanzo di Brooks è davvero un piccolo capolavoro, e le storie (anzi, le testimonianze) dei sopravvissuti della "Guerra degli Zombie" sono raccontate in maniera così magistrale che a lettura ultimata pensi davvero che ci sia stato una pandemia e un conflitto su scala globale.

Il trailer del film invece mostra tutto, eccetto quello che dovrebbe (e sottolineo dovrebbe) essere World War Z.
Abbiamo il solito eroe ammeregano che deve salvare la solita famiglia ammeregana perchè è tutto figo, patriottico e ammeregano.

Per carità, magari preso a sè stante sarà pure bello come film, pieno di azione, mostri, effetti speciali, momenti epicissimi...ma non è WWZ.
Ribadisco: è tutto, eccetto World War Z.
Con il romanzo di Brooks non ha nulla a che spartire.
Ed è un peccato, perchè il materiale di partenza ben si prestava a una trasposizione cinematografica eccellente.

Ps: 'sto trailer ha causato un tale putiferio che la produzione e gli attori sono tornati sul set...

Continua a farti del male...
8

Ieri era zero! (Zero! Zero!)


Un po' di brio per il tema musicale domenicale...
Per me, Hercules ha la migliore colonna sonora di tutti i film Disney (ecco, l'ho detto)!
Beh, buon ascolto...Buona visione...E buona domenica! :D

Continua a farti del male...
2

La Foto della Settimana: Non ci si può più fidare di nessuno...

Non è che sono diventato un personaggio fissato con(tro) la religione, ma 'st'immagine, quando l'ho vista, m'ha fatto sbellicare dalle risate.
Se non ci si può fidare nemmeno di "Lui", siamo davvero rovinati...

Continua a farti del male...
15

Kingdom, Red Wing, Crossed 2 e Just a Pilgrim: un po' di fumettazzi interessanti...

Venerdì è giorno di fumetti da queste parti, you know.
Piuttosto che un focus su un titolo particolare, oggi vi beccate una quadrupla segnalazione su alcuni volumi che non mi sono dispiaciuti, e che sono sicuro possono stimolare la vostra fantasia (e dannare il vostro portafoglio).
Su ognuno di questi titoli avrei voluto scriverci un articolo dettagliato, ma ho pensato che sarebbe stato meglio fare solo una rapida carrellata, dato che potrebbero risultare piuttosto "particolari" (se non addirittura "troppo di nicchia") per molti.
Ancora più di nicchia delle cose di cui parliamo di solito...
Perciò, buona lettura!

Continua a farti del male...
26

Il mio nome è Nessuno - Il giuramento, Valerio Massimo Manfredi

L’infanzia, la giovinezza, la scoperta del mondo e l’età adulta dell’uomo dal multiforme ingegno, Odisseo, fino alla conclusione della guerra di Troia.

Sinossi un po’ stringata, lo ammetto.
Ma parlare di uno dei personaggi più importanti dell’epica classica sembra sempre quasi “scontato”. Non lo è, per fortuna. Ne “Il mio nome è Nessuno – Il Giuramento” Valerio Massimo Manfredi è tornato a scrivere (finalmente! – Aggiungo -) un buonissimo romanzo, degno dei suoi migliori. Lo ha aiutato certamente il canone classico della mitologia, essendo il romanzo pregno fino al midollo di miti, storie e leggende del mondo greco antico.

Continua a farti del male...
36

Cinque cose che non mi piacciono di Internet

Cinque cose che non mi piacciono di Internet.
Per la serie: “In quest’ultimo periodo ho deciso di farmi molti amici”.
Internet mi piace, m’è sempre piaciuto, il computer è una macchina stratosferica che offre possibilità infinite e la rete è lo strumento per concretizzare tutte queste possibilità. In rete si entra in contatto con un numero sterminato di persone, si ha a disposizione una conoscenza pressoché illimitata e l’unica barriera esistente è quella della propria fantasia (oltre che della bolletta della luce e del telefono, si sa, le connessioni costano…)
Ma per 10 miliardi di aspetti positivi, anche Internet ha i suoi lati negativi.
In questa Top 5 vi spiattello le cose che a me (e sottolineo “a me”) non piacciono del mondo del web. Nessuna posizione numerica, tutti punti uguali. A ben vedere, per come la intendo io, si tratta di punti interconnessi l’uno con l’altro.
Come sempre vi ricordo che le opinioni espresse sono puramente soggettive e rispecchiano unicamente il mio modo di vedere.

Continua a farti del male...
28

Il paese delle scoregge...

Ho visto un video sul TuoTubo.
C’è questo tizio che scoreggia in un parco davanti ad alcune persone, che reagiscono in modi differenti.
Probabilmente l’avete visto tutti, dato che è diventato in poche ore enormemente virale.
Non lo linkerò, cercatevelo da soli.

Dicono che sia “Il video comico dell’anno”.

Io invece dico che questo video è la fotografia esatta del nostro paese.
Non voglio fare un pippone moralista, ma che siate d’accordo o meno, è la realtà.
L’Italia si è trasformato in un paese impalpabile: proprio come una scoreggia.

Zero idee.
Zero contenuti.
E quando i contenuti ci sono…sono scoregge.

Per i (falsi) antimoralisti: non sono contro un filmato “comico”.
Sono contro un filmato privo di contenuti, che è tutto, fuorché “comico”. Ma anche qui, vale quanto appena detto: se ridete, non avete idea del significato della parola “comicità”. Perché evidentemente siete cresciuti con contenuti "comici" pari a delle scoregge.

Continua a farti del male...
13

Ted (Seth MacFarlane, 2012)

Il giorno di Natale è sempre un giorno speciale.
E quando un bambino, nel giorno più speciale dell’anno, esprime un desiderio, la “magia del Natale” diventa reale. Ecco perché, quando John desidera che il suo orsetto prenda vita e rimanga sempre con lui…il desiderio diventa realtà. Ted, l’orsacchiotto, si anima, si muove, parla…ed è completamente autonomo.
Inizia così una straordinaria amicizia duratura…
Talmente duratura da far rischiare di perdere tutto a un John ormai adulto.

Continua a farti del male...
3

He's Barack Obama!!!


Non ritengo Barack Obama il messia salvifico che risolverà e medicherà il mondo ma...Sono contento che abbia vinto lui le elezioni ammeregane.
Perciò la clip musicale per augurarvi buona domenica è dedicata a lui!

Continua a farti del male...
10

La Foto della Settimana: Una Madonna molto "figa" (aka Blasfemia portami via)

La foto della settimana rasenta la blasfemia (prego astenersi bigotti e repressi religiosi, grazie), ma era impossibile non pubblicarla vista la genialità (e l'originalità) dell'opera in questione.
Trattasi di uno dei rari casi in cui gli idiomi "figa della Madonna!" e "Madonna figa" coincidano. Nel senso letterale del termine...

Continua a farti del male...
13

Le grandi opere a fumetti Marvel: Odissea - Roy Thomas & Greg Tocchini

Narrami, o Musa, l’uomo dal multiforme ingegno
che tanto a lungo errò dopo ché distrusse la sacra rocca di Troia,
vide le città di molti uomini e conobbe la mente,
molti dolori soffrì sul mare nel suo animo,
cercando di guadagnarsi la propria
vita ed il ritorno dei compagni,
ma neppure così salvò i compagni per quanto lo desiderasse;
infatti perirono per il loro orgoglio insensato,
stolti, che mangiavano i buoi del Sole Iperone,
ma quello tolse loro il giorno del ritorno.

È strano come le migliori letture dell’anno, dal punto di vista fumettistico, si siano concentrate (e si stiano concentrando) prevalentemente in questi ultmi mesi. Dopo aver parlato dell’Iliade targata Marvel, superbo capolavoro di sintesi e adattamento, non potevamo non parlare anche dell’Odissea.

Continua a farti del male...
17

Dante's Inferno

C’è Dante “versione crociato” che si fa un viaggetto all’inferno per recuperare la gnocca di Beatrice.

Al di là della sinossi goliardica (ma mica tanto), parliamo di questo videogiochino del 2010 che ho giocato solo da poco, visto che mi è stato regalato per il mio compleanno da Deborah (grazie amore!). Siamo dalle parti del gioco action, “a la God of War”, per intenderci.
Il nostro Dante vuole salvare Beatrice, e per farlo deve attraversare tutti i gironi infernali di “dantesca memoria”, sconfiggendo nemici via via sempre più potenti.

Continua a farti del male...
158

5 validi motivi per non leggere One Piece

Dopo i cinque motivi validi per leggere Naruto, e i cinque motivi validi per leggere Bleach, arriviamo al momento clou di questo trittico di Top 5: Cinque motivi validi per NON leggere One Piece.
Il manga di Eiichiro Oda si è tramutato, nel corso dei suoi 15 anni di serializzazione, in un vero e proprio fenomeno sociale e di costume. In Giappone polverizza record su record di vendite, è il manga più venduto in assoluto nella storia del fumetto made in Sol Levante, ed è uno dei prodotti più conosciuti e apprezzati al mondo. Merito anche di una storia appassionante, ricca di colpi di scena e ottimamente sceneggiata.
I pregi di One Piece superano (e di molto) i difetti.
Ma a ben vedere ci sono delle particolarità e delle peculiarità che potrebbero rendere indigesta la lettura.
Ecco quindi 5 motivazioni valide per non leggere One Piece.
Come sempre, ci tengo a ribadire che anche questa Top 5 è puramente soggettiva, e rispecchia unicamente le mie opinioni personali.
E come per le precedenti Top 5, non ci sono postazioni, in quanto i punti elencati hanno tutti la stessa importanza.

Continua a farti del male...
2

Supereroi "gratis": qualche spin-off di Due Minuti a Mezzanotte

E' un bel po' che non parliamo di libri (colpa mia che quest'anno sto leggendo prevalentemente saggi piuttosto che romanzi e/o racconti). Perciò oggi vi beccate una rapida carrellata di librozzi aggratisssss che fanno parte dello stesso universo narrativo. Non andrò nel dettaglio dei singoli ebucchi (perché di eBook si trattano tutti), ma mi limiterò a qualche input per farvi invogliare a leggere.
Perché oggi parliamo di libri che parlano di Supereroi.
Libri cazzutissimi che mi sono piaciuti tutti.
E che fareste bene a "sfogliare" anche voi, chè sono sicuro, da buoni nerdazzi quali siete, apprezzerete tantissimo.

Continua a farti del male...
2

Il Teatro di Eduardo - Sabato, domenica e lunedì

È sabato pomeriggio, e come “da tradizione” Rosa Priore prepara il ragù. È una preparazione lenta, meticolosa, quasi mistica e magica, tanto che il ragù di donna Rosa “porta la nominata” di essere uno dei più buoni di tutta Napoli.
In casa Priore però si registra un certo nervosismo.
Donna Rosa è tesa, così come suo marito Peppino, che la riprende per ogni minima cosa ed è scontroso con tutti.
C’è qualcosa che non va nel rapporto tra i due, un “qualcosa” che diventa tanto più lampante quando casa Priore si “affolla” di ospiti: dai vicini di casa “insolenti”, ai figli “snaturati”, ai parenti che vogliono mettere sempre il becco negli affari di famiglia.
Cos’è successo tra i due? Qual è la ragione di tanto astio?

Continua a farti del male...
0

Guess who's back!


Per la variazione musicale della domenica la scelta di oggi è caduta su Eminem.
Un video dissacrante per una canzone dissacrante.
Buona domenica!

Continua a farti del male...
8

La Foto della Settimana: Darth V...ibratore!

Un'immagine che vale più di cento post esplicativi.
La domanda secondo me è: quando viene messo "in funzione" e l'oggeto va "in azione"...farà anche FF-WOOOOSH?
Che dite voi?

- ultimamente sto raggiungendo vette di trash inenarrabili -

Continua a farti del male...
7

Diego Armando Maradona - Paolo Castaldi

11 tocchi.
Tanti sono bastati al più grande giocatori di tutti i tempi per segnare quello che viene riconosciuto come il più bel goal di tutti i tempi.
Perché Diego Armando Maradona è stato il più grande giocatore di tutti i tempi. E solo il più grande giocatore di tutti i tempi poteva avere un impatto incredibile sulla gente, sui suoi tifosi, sull’arte, sulla storia, sulla cultura.
E su sé stesso.

Continua a farti del male...
14

Il fantasmagorico mondo feticista di Peppe Fetish

Dopo “l’arte” di Andrea Diprè cambiamo completamente genere di trash.
Siamo dalle parti del feticismo spinto, del feticismo per i piedi. Peppe Fetish, che a quanto pare è un altro fenomeno straconosciutissimo (e che io non avevo mai avuto il piacere di incontrare fino a qualche giorno fa) si è fatto strada nel mondo del web (e non solo) grazie alla sua passione per i piedi.

Offre un compenso di 50 euro per una “leccata di mezz’ora”, e di 20 euro per una semplice “annusata”. Le donne che cerca devono essere “possibilmente vrenzole”, piacenti, avere un bel decolté, ma soprattutto devono tassativamente avere "piedi con pianta larga, sporchi, anneriti e puzzolenti".

Vi lascio in compagnia della sua intervista, assolutamente esilarante (e pure un po' inquietante), dal quale trarrete una filosofia di vita decisamente fantasiosa.



Ps: non credo che questa "trash" diventerà una "rubrica fissa", ma sto letteralmente scoprendo un mondo "trash" del quale non avevo la più pallida idea...Al limite prendiamo il tutto per antistress "naturale". Perchè al mondo non c'è niente di meglio di una sana risata.

Continua a farti del male...
 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro