8

Now you see me - I maghi del crimine (Louis Leterrier,2013)

Si fanno chiamare “I Quattro Cavalieri”.
E sono l’élite della magia e dell’illusionismo mondiale.
Sono talmente bravi che durante un loro spettacolo a Las Vegas hanno rapinato una banca a Parigi.
Ma come hanno fatto?
Sarà compito dell’FBI e dell’Interpol smascherare gli illusionisti. Perché dietro alla magia c’è sempre un trucco più che razionale…

Mentre voialtri vi state spippettando su quanto sia bello, figo, fantastico e mostruosamente robotico Pacific Rim (devo attendere qualche altro giorno per andare a vederlo anch’io), oggi parliamo di quello che tecnicamente dovrebbe essere l’altro film clou della programmazione cinematografica italiana della settimana: ovvero “Now You See Me”. Che nell’italico stivale aggiunge “I maghi del crimine” al titolo originale.

Via il dente, via il dolore: Now you see me non raggiunge le vette di The Prestige (che per quanto mi riguarda rimane il film più bello e interessante di Nolan), né il finale destabilizzante di The Illusionist.
Ma è una pellicola decisamente interessante, godibilissima e molto, molto divertente.

E no...niente Tesla, purtroppo.

Il cast è stellare, i grandi nomi si sprecano: Mark Ruffalo, Michael Caine, Morgan Freeman, Jesse Eisenberg e le due belle topolone Isla Fisher e Mèlanie Laurent.
Forse i loro personaggi sono un po' stereotipati, ma si passa volentieri sopra, dato che sanno come accattivare la simpatia dello spettatore.
E i "buoni" dell'FBI, e i "cattivi" maghi/ladri/truffatori.

La magia dell'illusionismo si unisce a quella del furto. I Quattro Cavalieri mettono insieme un numero di giochi di prestigio strepitosi, che (per nostra sfortuna, sì) ci verranno svelati.
Perché quando sveli il trucco di una magia, è sempre un peccato.
Soprattutto quando la magia è potente.

I Quattro Cavalieri. Prima di diventare Cavalieri...

È un film che si fa davvero guardare con gusto, quello di Louis Leterrier, autore di film di culto tra gli appassionati di genere come Danny the dog e Transporter. Ma ricordiamoci che ha diretto anche il buonissimo reboot di Hulk (ne parlammo QUI), e il remake di Scontro tra Titani, stroncato dalla critica (più per colpa di una sceneggiatura insulsa che non per la regia, che a tratti comunque regalava scene interessanti – sì, a me quella del “Kraken” non era dispiaciuta).

Alcuni si strappano già le vesti sul fatto che la pellicola di Leterrier stia incassando molto nel Belpaese, di più di Pacific Rim, a quanto sembra.
In realtà, come sostiene anche quel cacacazzo di Cavernadiplatone, l’Italia è un paese dove roba come thriller, gialli, e film di “questo” genere tirano molto. Sarà anche il fascino del male, o il fatto che in molti sono attratti dal fatto di voler commettere qualche crimine e passarla liscia (d’altronde il nostro Paese ci ha abituati anche a livello istituzionale, no?).

E' un cavaliere. Per vent'anni ha fatto vere e proprie "magie". Coincidenza?

Il bello del film, il suo pregio, è che è davvero tutta una grande magia, tutta una grande “finzione” spettacolare dall’inizio alla fine. Come nei migliori giochi di prestigio, niente è come sembra. E quando i Quattro Cavalieri attirano l’attenzione su qualcosa…beh, la magia si svolge altrove.

Il ritmo è serratissimo, lo spettacolo è assicurato.
Il finale – almeno per me – è stato abbastanza facile da sgamare. Quella che doveva essere il colpo di scena totale/tombale si è rivelata l’ovvia conseguenza di tutto. Basta prestare un po’ attenzione alla pellicola, aguzzare bene gli occhi e aprire le orecchie, e grazie a un paio di battute e un paio di scene “strane” capirete anche voi il gioco di prestigio.

La magia più vecchia del mondo!

Se non ci riuscirete…meglio.
D’altronde il numero finale del mago è sempre il migliore.

Andatelo a vedere, se vi capita.
Tanto Pacific Rim l’avete già visto, quindi…

8 commenti:

  1. Davvero molto bello, mi è piaciuto tanto. E sono stato felice di vedere la coppia Jesse Eisenberg/Woody Harrelson isieme di nuovo dopo quel "Benvenuti a Zombieland". Se devo essere sincero il finale mi ha sorpreso, proprio non mi aspettavo che... vabè evito spoiler. Detto ciò il miglior mago è il Cavaliere: Sempre nuove magie, mai banale ma soprattutto non svela mai i suoi trucchi xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece l'ho capito da due cose:

      [SPOILER]
      Quando fanno l'inseguimento, scendono dal montacarichi, e Ruffalo vede le scritte sul muro col nome del padre. E non fa una piega. Impossibile che un detective non senta un "campanello" così grosso e non indaghi.

      Quando Ruffalo viene cazziato dal pezzo grosso dell'FBI che gli rinfaccia di aver fatto una vera e propria magia lanciando tutti i poliziotti all'inseguimento e lasciando la base scoperta. [FINE SPOILER]


      Sul nostro Cavaliere...beh, almeno un cammeo come quinto cavaliere glielo potevano far fare. :D

      Elimina
    2. Lui è il sesto Cavaliere xD Occhio acuto Sommo, ho ben in mente le scene ma davvero non ci ho fatto caso xD

      Elimina
  2. Gran Bel film :D
    Il Cavaliere doveva apparire in un cameo, ma visto che alcuni dei suoi trucchi ultimamente stanno venendo a galla, l'hanno scaricato xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A Silvio hanno rubato la performance della vita. XD

      Elimina
  3. Stasera Pacific Rim, più avanti questo. Cribio, ho finito i soldi. Tutti!!!... Metterò il tasto dona nel blog, non vedo soluzioni... :D

    RispondiElimina
  4. Gran bel film, godibilissimo... e per chi è amante degli spettacoli di magia è sicuramente consigliabile.
    Sono d'accordo con te che The Prestige è uno dei film più interessanti di Nolan, ma io lo metto insieme a Memento, tu cosa ne pensi di quest'ultimo?

    RispondiElimina

 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro