14

Berserk: piccola cronaca di un enorme WTF?

Mettiamola così: io a Berserk gli ho sempre voluto bene.
Sempre.
Il primo incontro con Miura e Gatsu risale al tempo del liceo.
Il compare LuKa comprava gli albi, e me li feci prestare.
Come ho scritto anche qui sul blog (e in molti altri posti), ritengo tutto il flashback sulla Squadra dei Falchi uno dei momenti più alti della storia fumettistica nipponica.
Poi, da dopo la consacrazione, qualcosa è cambiato.
Miura ha preso un’altra strada.
Ma Berserk è sempre rimasto su livelli piuttosto alti.

Alla fine del liceo ero arrivato a leggere fino a quando Gatsu non sconfigge il pretone demoniaco.
Dopodichè ho fatto passare qualche anno – causa anche l’endemica lentezza di Miura nel disegnare – e mi rimisi in pari, arrivando a leggere Berserk fino a quando Gatsu non indossa l’armatura del Berserk per la prima volta.

Siamo intorno al 2007, credo.
Bello liscio.

L'armatura del Berserk!

Qualche settimana fa ho deciso di rimettermi in pari con la lettura.
E…
E niente: pensavo che Kishimoto con Naruto fosse l’esempio più cristallino di sputtanamento di un fumetto.
Ma mi sbagliavo.

Unicorni.
Sogno che diventa realtà.
Mostri a cazzo.
Pagine e pagine di disegni (splendidi ma) riempitivi.
E Falconia.


Volavolavolavolavola l'ape Maia il falco Grifis!!

Mi sono trovato davanti il più grande capitombolo della storia del fumetto nipponico.
Mi è sembrato di essere Dante che fa il percorso inverso nella Commedia: dal Cielo più alto del Paradiso al Cocito infernale.

Quello che leggevo sembrava tutto, tranne Berserk.

Caro Miura, ma cosa ti sei fumato?

14 commenti:

  1. se vivrò abbastanza (ho 24 anni ma visti i suoi tempi ho qualche dubbio :D ), voglio proprio vedere come farà a portare avanti in maniera sensata la storia!

    RispondiElimina
  2. Se l'autore avesse fatto morire quegli Unicorni li Berserk sarebbe stato Berserk. Ma la qualità dell'opera rimane alta è uno dei migliori Fantasy mai esistiti.

    RispondiElimina
  3. Sì, guarda, è diventato insopportabile, e sì che l'ho adorato TANTISSIMO anche quando ha iniziato a diventare lentissimo e privo di direzione, nonostante la storia immobile c'era una cura psicologica e una concretizzazione della fatica e della stanchezza che raramente ho visto in un manga.

    Poi, però, è diventato illeggibile, da quando sono apparsi draghi e fantasy-shit a caso Miura ci ha lasciato del tutto. Io sono fermo al combattimento con il pirata, non sono più riuscito a proseguire...

    RispondiElimina
  4. Stavolta non mi trovi d'accordo... Per quanto i toni siano cambiati abbastanza dall'inizio, la saga del falco millenario ha un suo perche'... QUale? Presto detto: Femto (Griffith) rappresenta l'ambizione e sta realizzando, con i poteri che adesso ha come parte della mano di Dio, il suo disegno originale... Con la piccola differenza che ora lo sta plasmando in un modo piu' coerente con la visione che un essere trascendentale quale e' lui ha di un regno perfetto... Nel frattempo che tuttto cio' accade, ci sono anche diversi momenti interessanti legati alla costruzione del nuovo Gatsu (che per la prima volta mette seriamente da parte la vendetta per il bene di Caska e del suo, e' il caso di dirlo, party).

    Avevo abbandonato anche io Berserk e l'ho ripreso, dall'inizio, un paio di settimane fa e ora, dopo aver letto tutto di un fiato il materiale disponibile, le cose mi sono sembrate meglio organizzate di quanto le letture inframezzate da lunghi intervalli mi avessero lasciato intendere.

    Purtroppo il manga tutto sembra tranne che prossimo a una conclusione (a dirla tutta la creazione di Falconia sa di grande troll col quale Miura ci avvisa che quanto abbiamo visto non era che il prequel della vera storia) e tutto e' fermo da quasi un anno... Non credo vedro' mai il capitolo finale...

    Mi fa tanto Hunter x Hunter e mi viene da piangere...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che poi, tra parentesi, sai cosa mi hanno ricordato le saghe di Falconia e del falco millenario? Il tuo discorso su Doflamingo che ha avuto vita facile come pirata essendo un Drago Celeste (o ex)... In pratica Griffith con i poteri che ha acquisito decide di prendersi il suo regno. Ma non si accontenta di prenderselo e basta... No, lui e' troppo "il piu' migliore"... Quindi decide di costruirsi una pofezia intorno a un falco di luce, ricostruire la banda dei falchi, giocare sulle superstizioni della gente e farsi incoronare re perche' salvatore del regno e della principessa ereditiera...
      Del tipo "ti piace vincere facile?!" perche' tanto tutto quello che succede lo plasma lui e l'unica vaga incertezza viene dall'imperatore kushan che, pero', non e' manco lontanamente a livello...
      Quanto odio il capellone! Seguivo con assiduita' il manga solo per il desiderio di vedere l'ammazzadraghi fare in due il suo bel testolino... Ma mi sa che non succedera' mai!

      Elimina
  5. COncordo assolutamente sul declino tremendo di berserk.. che per me e' cominciato subito dopo che e' stata introdotta la magia nel No.24 e i bimbiminchia Isidoro e Shierke hanno cominciato a snaturare l' atmosfera cupa, tetra, brutale e drammatica di questa serie.. che da seinen fiabesco e' passato senza preavviso a shounen fantasy. Che tristezza.

    Miura ormai si puo' solo perdonare per averci regalato un opera magistrale nei volumi del flashback, e di livello eccellente fino al 23. Il resto e' niente. Ah, e si salva anche per Grifis.

    PS: sommo... maaaaaaaaaaaaaaaaa un articoletto su Hunter X Hunter? XD

    RispondiElimina
  6. vediamo se finisce poi parliamo. La qualità é sempre altissima, forse é lento. Il capitolo del super fantasy é il 305 adesso siamo al 333, quindi circa 28 capitoli, due/tre volumi, la parte fantasy deve quindi ancora esprimersi secondo me.

    RispondiElimina
  7. A me piace ancora...
    Ma i tempi sono troppo lenti...
    Questo è un dramma che si percuote anche sulla trama...

    RispondiElimina
  8. Ma che c'è di così abominevole in unicorni e draghi? Non è abbastanza chiaro che il mondo dell'immaginario e dell'invisibile si è precipitato nel mondo di Berserk? Avete mai immaginato unicorni e draghi? E allora ci stanno pure quelli, no? E' vero che si tono s'è fatto molto meno dark, ma in compenso quanto sono migliorati i disegni? Per me Miura può fare pure un intero volume di doppi paginoni riempitivi che non fanno avanzare la storia, a me brillerebbero gli occhi lo stesso, perchè ogni pagina è una gioia per gli occhi, e tocca avere pazienza con i suoi tempi biblici per avere in cambio tale arte. Nessuno parla del breve ritorno alla storia cavalleresca con la guerra contro l'impero Kushan, rivedere millemila soldati ognuno con un'armatura diversa... E perché accusare il nuovo party di Gatsu di aver abbassato i toni dark? Pak non è forse servito a questo fin dal primo capitolo?

    RispondiElimina
  9. Ragazzi secondo me il motivo è prettamente economico...il prodotto Berserk vende molto bene e il caro Miura che fà? Ovviamente allunga il brodo a più non posso...Peccato! Comunque la prima parte della serie fino al sacrificio della squadra dei falchi è l'apoteosi del fumetto!

    RispondiElimina
  10. Perfettamente d'accordo con te, Sommo.

    RispondiElimina
  11. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  12. "Il compare LuKa comprava gli albi, e me li feci prestare."

    Buta fe, non usare quel termine che su internet è passibile di reato. Faccia a faccia si dice "prestare", sul web si usa "a scrocco"! Che fa più cool, da l' idea quasi di una roba illegale e ti fa sentire il più furbo dei furbi! XD

    RispondiElimina

 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro