29

Top 5: Le mie cinque opere d'arte preferite

E come ogni mercoledì, una nuova Top 5.
Oggi mi andava di condividere con voi una classifica “artistica”, per ricordarci quanto di bello e spettacolare ci sia nel nostro mondo.
Perciò vi propongo quelle che per me sono le cinque opere artistiche più belle in assoluto.
Quelle che più mi hanno colpito, quelle che più suscitano il sentimento del bello e del sublime.
Naturalmente, come per tutte le altre Top 5, anche questa è completamente soggettiva perché rispecchia i miei gusti personali.

5° Posto: Il complesso di Abu Simbel
Si tratta di uno dei complessi monumentali più affascinanti in assoluto. Voluto da Ramesse II, per ricordare a tutti (come avrebbe detto diversi secoli più tardi Alberto Sordi che) “Io sono io, e voi non siete un cazzo!”, ha superato i millenni e ha fatto in modo che sì, Ramesse II venisse ricordato come il più faraone tra tutti i faraoni.
Le statue – è il caso di dirlo – faraoniche all’ingresso del tempio lasciano letteralmente con la bocca aperta, tanto sono gigantesche e mastodontiche. Ma la peculiarità principale di Abu Simbel (che fortunatamente non si è persa nel corso dello spostamento del tempio in occasione della costruzione della diga di Assuan) è che, nel giorno del compleanno e dell’intronizzazione di Ramses, i raggi del sole penetrano all’interno del tempio illuminando il bassorilievo principale nella sala grande.
Spettacolare.

4° Posto: Il Pugilatore
Si tratta di una statua in bronzo che gli esperti attribuiscono a uno dei maggiori artisti dell’età ellenistica (nonché uno dei talenti prediletti da Alessandro Magno), Lisippo.
La statua è fantastica: ritrae questo pugile seduto dopo un incontro. Sul suo volto e sulle sue mani sono presenti i segni della lotta, tanto che sulla fronte e sulle sopracciglia ci sono veri e propri tagli sanguinolenti.
Il Rocky ante-litteram si volta alla sua destra, corruga la fronte, sembra avere un’espressione indagatrice, come di chi volesse apprendere ciò che sta succedendo a poca distanza da lui.
Questo “movimento” – tipico di Lisippo e degli allievi della sua scuola -, associato alle orecchie rovinate e tumefatte (segno distintivo dei pugili di ieri e di oggi) fa pensare che il pugile fosse sordo. E che si fosse “girato” per vedere meglio qualcosa che non poteva sentire bene.
Magistrale.

3° Posto: La crocifissione (Albrecht Durer)
Siamo talmente narcisisti da volerci sempre fare belli agli occhi del mondo, decantando la grandiosità del “nostro” Rinascimento, da scordarci che, di pari passo con l’Italia, ci fu un’altra nazione che in quegli anni visse una rinascita artistica e culturale identica a quella italiana: la Germania.
Il rinascimento tedesco ha regalato capolavori e maestri che nulla hanno da invidiare a titani quali Leonardo, Michelangelo, Raffaello o Botticelli.
Penso, per esempio, ad Albrecht Altdorfer (l’artefice del sublime dipinto “La battaglia di Alessandro e Dario a Isso” ). E penso soprattutto a Durer.
E quando penso a Durer, penso alla sua “Crocifissione”.
Una Crocifissione tremenda, iperrealistica, violentissima. In nessuna riproduzione del supplizio di Cristo ho mai trovato un tale livello di sofferenza, martirio e agonia. Il corpo di Gesù è teso, piegato, martoriato dal dolore. La Madonna, sostenuta da Giovanni, ha un colorito talmente pallido da sembrare più morta di suo figlio. La Maddalena invece, con quelle dita intrecciate e supplichevoli, è il simbolo di chi si trova nell’impossibilità di fare qualcosa di concreto e ha come unico sfogo quello della preghiera.
Completano l’opera le due figure “iconiche”: l’agnello sacrificale – allegoria di Gesù - che si carica sulle sue spalle i peccati del mondo; e l’uomo con la Bibbia aperta, che indica il Cristo, specificando che è la persona di cui le Sacre Scritture parlavano (e quindi testimoniando che le Scritture si sono compiute).
Da brividi.

2° Posto: Il giudizio universale (Michelangelo)
Ritornando, invece, “in casa nostra”, si guadagna la mia medaglia di bronzo “Il giudizio universale” di Michelangelo. Specifico che, per quanto mi riguarda, Michelangelo è stato il più grande artista di tutti i tempi, 10 spanne sopra tutti coloro che lo hanno preceduto, e 10 spanne sopra tutti coloro che sono venuti dopo. Solo un genio ispirato poteva realizzare un capolavoro come la volta della Sistina senza aver mai preso prima un pennello in mano.
Della Cappella Sistina, il Giudizio Universale è il fiore all’occhiello. È probabilmente l’opera perfetta. Di quelle che bisognerebbe vedere almeno una volta nella vita.
- di quando mi hanno cacciato dalla Cappella Sistina, ve lo racconto la prossima volta -

1° Posto: La scuola di Atene (Raffaello)
A pochi passi di distanza dalla Cappella Sistina e dal capolavoro di Michelangelo si trova la mia opera d’arte preferita in assoluto: La scuola di Atene, di Raffaello.
Si tratta di un affresco, che nelle intenzioni dell’artista e del suo committente, Giulio II, doveva essere in aperto contrasto con il suo affresco dirimpettaio, ovvero “La disputa sul Sacramento”.
In soldoni, il tema della famigerata “Stanza della Segnatura” doveva essere palesemente “Ragione vs Fede”.
All’interno de “La scuola di Atene”, l’enfant prodige del Rinascimento italiano riesce a piazzare tutti i più grandi pensatori della filosofia classica.
Alcuni dei quali, con le fattezze di artisti e pensatori della sua epoca.
Figurano infatti geni quali Leonardo (nelle vesti di Platone), Federico Gonzaga, il Perugino, lo stesso Raffaello e Michelangelo* (nei panni di Eraclito).

E voi?
Quali sono le vostre cinque opere d'arte preferite?

---

Piccoli pettegolezzi a caso: si dice che Michelangelo provasse una forte invidia nei confronti di Raffaello, perché aveva individuato nel maestro di Urbino l’unico artista in grado di rivaleggiare con lui.
Cosa, per altro, vera. L’eleganza e la maestria di Raffaello sono le uniche che possono letteralmente essere comparate col genio di Buonarroti. Se non fosse morte così prematuramente, Raffaello, con tutta probabilità, avrebbe superato “il Maestro” Michelangelo.
Perché, se Michelangelo era invidioso della concorrenza di Raffaello, quest’ultimo, invece, vedeva in lui un vero e proprio Maestro. Non è un caso che Eraclito/Michelangelo sia stato inserito “a posteriori”. Raffaello rimase talmente estasiato da un incontro con Michelangelo e da una visita “privata” ad alcune sue opere “work in progress” che volle inserirlo a forza in quell’affresco…

29 commenti:

  1. Io trovo di impressionante bellezza la Pietà di Michelangelo.. E poi mi chiedo sempre, più in generale nella scultura, come cazzo facevano!!!!

    RispondiElimina
  2. Alcune delle tue opere preferite sono oggettivamente mastodontiche :D

    ti elenco quelle che mi fanno impazzire :D

    Bronzi di Riace: Statue bronzee di una bellezza e accuratezza incredibile, spesso sono andato ad ammirarle, e sono anche il simbolo della mia città

    David: Michelangelo è riuscito a creare una opera stupenda, che è perfetta, e prospettivamente particolare, la testa è più piccola rispetto al resto del corpo, ma se vista dal basso ha un significato :D
    non so se posso aggiungere opere architettoniche, ma credo di si come hai fatto per il complesso.

    Colosseo: sono sempre rimasto affascinato e lo sono ancora ogni volta che ammiro la potenza di una civiltà che, stupisce ancora a distanza di migliaia di anni.

    Non sto qua ad elencare tutte le bellezze che amo di Roma, perchè sono un fan boy dell'impero Romano.
    Però queste sono quelle che mi fanno morire :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh beh..."robetta", eh? XD

      Elimina
    2. I bronzi a parte me, non se l'incula molta gente XD

      Elimina
  3. Mamma mia! Opere grandiose, che top faccio io?

    RispondiElimina
  4. il mio quadro preferito è Il viandante sul mare di nebbia. http://www.millequadri.it/wp-content/uploads/2013/04/Caspar_David_Friedrich_032_The_wanderer_above_the_sea_of_fog_.png
    Ha qualcosa di magico secondo me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un'opera che amano tantissimi. :D

      Elimina
    2. Mi inserisco tra quei moltissimi, è un capolavoro.
      Mi piacciono molto anche il David (per la cura mainacale di michelangelo), la Sagrada familia e il Giudizio universale

      Elimina
  5. Davvero difficile scegliere... tra le mie preferite ci sono sicuramete Il giudizio universale e il Mosè di Michelangelo.

    Però una menzione speciale va al Cristo velato e a tutta la cappella Sansevero. La prima volta che ci sono stato c'erano pochissime persone e con quella musichetta di sottofondo il tutto aveva un'aria "magica". E' stato uno spettacolo.

    Che ne pensi del Cristo velato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fantasico il Mosè di Michelangelo

      Elimina
    2. La cappella Sansevero è uno spettacolo unico, ci sono stato parecchie volte, e ogni volta è un'esperienza nuova. Il Cristo Velato è un'opera d'arte veramente unica nel suo genere.
      Per non parlare delle macchine anatomiche, inquietanti e geniali al tempo stesso.

      Quasi quasi, un articolo ci scappa...

      Elimina
  6. Sulla tua top non si può dire assolutamente niente. Altre che adoro sono il Cristo Redentore e alcune delle 36 vedute del Monte Fuji, anche se non saprei veramente dove inserirle. Per non parlare della maschera funeraria di Tutankhamon, della Muraglia Cinese, dell'esercito di terracotta.
    Avrei voluto vedere anche quelle sculture perdute o mai realizzate, come la statua di Zeus, l'Atena Parthenos, l'Atena Promachos, il Colosso di Rodi e il Colosso di Nerone.
    Insomma, io vado molto sullo scultoreo e sull'architettonico. Potrei continuare per molto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le sculture di Fidia dovevano essere davvero uno spettacolo. Statua di Zeus compresa. Chissà...

      Elimina
  7. Io sono un amante dell'architettura gotica e l'arte del '900, per quanto riconosco in queste opere un valore immenso, non riesco a capirne proprio la bellezza xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente il contrario per me. ;)

      Elimina
  8. La mia opera d'arte preferita è il gruppo scultoreo del Laocoonte ed i suoi figli... anche se ci sono rimasto un po' male quando ho visto quant'è "piccolina"! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E pure stanno ai musei vaticani, se non ricordo male. Fuori al giardino.

      Elimina
  9. La scultura più bella per me è apollo e dafne del bernini, sembra davvero che il corpo stia mutando in pianta, stupenda! Per quanto riguarda l'architettura le due strutture che amo di più sono il pantheon e la sagrada familia..mi fanno pensare che deve esistere per forza qualcuno al di sopra di tutti noi perché un semplice uomo non può partorire bellezze del genere! Se parliamo di pittura invece la sposa del vento di kokoschka è sublime anche se il mio pittore preferito è monet :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quella statua di Bernini è favolosa. Non amo molto Gaudì, ma il Pantheon è oggettivamente uno spettacolo.

      Elimina
  10. Uh che bello, un post d'arte! Per deformazione professionale non posso che applaudire alla scelta della scuola d'Atene XD. A me piace molto anche il surrealismo, Magritte per esempio, http://web.tiscalinet.it/pietroselvatico/elena/argonne.jpg il pugile mi ha molto colpito, anche Teseo e il minotauro mi piace un sacco http://www.antoniocanova.it/file/2917.jpg

    RispondiElimina
  11. Come sculture le mie preferite sono la Nike di Samotracia e Amore & Psiche di Canova.
    Come quadri direi sicuramente "L'urlo" di Munch e "La zattera della medusa" di Théodore Géricault, ma ce ne sarebbero una marea che adoro... anche "L'incoronazione di Napoleone" di Jacques Louis David è un quadro a cui sono particolarmente affezionata.
    Come opere d'arte "extra", senza dubbio il Colosseo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Insomma, a parte Munch, se vai al Louvre rischi praticamente l'infarto. ;)

      Elimina
    2. infatti l'ho rischiato, quando ci sono andata! ^_^

      Elimina
  12. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  13. oggettivamente, tutti capolavori assoluti, sia quelle in classifica, che quelle elencate nei vari commenti...certo che, però, anche l'Estasi di Santa Teresa d'Avila del Bernini è un bel viaggione!!!

    RispondiElimina
  14. Bella classifica...
    Allora ve ne suggerisco un paio

    Il Bacio di Hayez - Incredibile la gonna azzurra della ragazza... Questo quadro sembra una foto http://it.wikipedia.org/wiki/Il_bacio_(Hayez)

    La Zattera della Medusa di Gericault - Un quadro mastodontico, inquietante e potente... Molto evocativo http://it.wikipedia.org/wiki/La_zattera_della_Medusa

    La cappella degli Scrovegni a Padova, dipinta da Giotto... Uno spettacolo assoluto!!!

    RispondiElimina

 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro