3

Come nasce una puntata di One Piece Report?

Ieri parlavo col leggendario Luca Verbatim del Verba Team delle solite cose (pornazzi, ruberie, soldi, eccetera), quando il discorso è virato su One Piece.
E su One Piece Report.
Sono ormai tre anni che ammorbo l’etere youtubbaro con video piuttosto inutili dove il blablableggio la fa da padrone. E ammetto pure che, nell’ultimo periodo, la tentazione di chiudere il canale e la rubrica più amata dalle italiane uanpisose è stata molto, molto forte.
Questo perché il tempo è ridotto all’osso, e mi è impossibile pensare/registrare/montare un video a settimana, sebbene quel video pensato/registrato/montato non rubi più di un’oretta (in tutto, anche quando si tratta di video lunghi).
Mi sono ripromesso, però, di pensare/registrare/montare un video corposo al mese (come l’ultimo, che è stato molto ben gradito e ha generato una delle più interessanti discussioni della storia di One Piece Report), che racchiuda quindi 3-4 capitoli. E, tempo volendo, un appuntamento live, in cui rispondere alle vostre domande.
Il buon Luca Verbatim ha avallato l’idea, specificando che è più semplice parlare di più capitoli, perché spesso, i capitoli singoli, non offrono nulla di interessante di cui parlare.
Ma è vera questa cosa?

Continua a farti del male...
29

Iron Man 3 (Shane Black, 2013)

Tony Stark, genio, miliardario, playboy, filantropo, nonchè Iron Man salvatore del mondo (all’occorrenza), soffre di disturbi del sonno, attacchi di panico e crisi di varia natura derivanti da una condizione di stress post traumatico a causa dell’attacco dei chitauri e di Loki a New York, attacco che gli stava costando la vita.
Tuttavia, se Stark è fallibile, Iron Man non può esserlo.
E allora, nonostante i disturbi, nonostante gli attacchi di panico, l’eroe deve essere al suo posto quando l’America è minacciata dalla presenza del Mandarino, un terrorista in grado di seminare morte e distruzione.
Riuscirà Iron Man a contrastare il terrorista?
Ma soprattutto: riuscirà Tony Stark a superare le sue crisi, le sue ansie, e le sue paure?

Continua a farti del male...
4

Suore Ninja - Zombie Gay in Vaticano (Davide La Rosa - Vanessa Cardinali)

C’è fermento in Piazza San Pietro.
I Signori Cardinali sono riuniti in Conclave per eleggere il nuovo papa. La piazza è gremita di gente, tutti aspettano la fumata bianca per festeggiare il nuovo pontefice. E dopo molta trepidazione, finalmente, ecco il fumo bianco levarsi dal camino della Cappella Sistina!
Il nuovo papa è stato eletto, e in piazza è il tripudio.
Tuttavia, la maggior parte dei sacerdoti presenti in San Pietro sono fittizi! Trattasi di esponenti dell’arcigay, che per protestare contro la Santa Sede e le sue usanze barbare, hanno deciso di organizzare seduta stante un Gay Pride.
La situazione è inaccettabile: il neo-pontefice, Costantino Vitaliano, ultraconservatore, non sa cosa fare né come comportarsi. Fuori, intanto, il gay pride degenera.
Coloro che hanno fabbricato la particolare composizione chimica della fumata bianca si sono accorti che la loro cartiera, essendo costruita su un cimitero indiano, produce solo materiale maledetto, e il fumo, che ha invaso Piazza San Pietro, sta trasformando i gay riunitisi per protestare…in Zombie terrificanti.
Per riportare tutto alla calma, non c’è che una soluzione: convocare le Suore Ninja, appartenenti ad un ordine sacro e segreto istituito alla fine del ‘400 da Papa Alessandro VI per far fronte ad una imminente invasione aliena.
Riusciranno le suore ninja a ristabilire l’ordine e la pace in Piazza San Pietro?

Continua a farti del male...
9

Cinque cose che non mi manca(va)no dell'Italia (2 di 2)

Poco prima di partire per Albiolandia avevo stilato una piccola classifica delle cose che – ne ero certo – mi sarebbero mancate di più dell'Italia. Dopo quasi tre mesi di avventura estera (e dopo un ritorno lampo di un paio di giorni in quel di Napoli per motivi familiari), le mie previsioni si sono rivelate esatte. Non è un caso che in quei due giorni a Napoli abbia divorato palatelle di pane, coccolato la mia camera, mi sia fiondato in fumetteria per prendere gli albi che cortesemente mi stanno conservando pur essendo in UK, abbia abbracciato il bidet non appena arrivato a casa, e sia andato di corsa a mangiare una pizza, coadiuvato dai sempreverdi Nicola e Daniele.
Nello scrivere quella Top 5 avevo pensato anche a quella inversa, e l’avevo scritta immediatamente per riproporvela una settimana dopo la partenza: 5 cose che non mi mancheranno dell’Italia. L’ho conservata fino ad oggi senza sapere “perché”, ma i due giorni che ho trascorso a casa mi hanno fatto comprendere che la Top 5 che vi presento oggi era decisamente azzeccata.
L’ho solo rimodellata aggiungendoci alcune considerazioni nate dall’ovvio paragone tra Napoli e Londra, e cambiandoci il titolo.
Ovviamente, come per tutte le Top 5, anche questa è soggettiva e rispecchia unicamente le mie opinioni.

Continua a farti del male...
26

One Piece 707, Naruto 628 e Bleach 535 (aka Il baretto dei Top Shonen)

I capitoli aggratiss/piratati/scroccati di One Piece, Naruto e Bleach questa settimana sono usciti con un giorno di anticipo, per cui la vostra rubrica sommobutica preferita sui tre top shonen ve la beccate oggi, per il vostro gaudio.
Naturalmente ci tengo a ricordare che quelle espresse in questi articoli sono solamente le mie opinioni personali, e che quindi non sono oggettive. Inoltre, per quanto riguarda Bleach e Naruto, il mio essere soggettivo mi rende più buono di quanto non dovrei essere.

Continua a farti del male...
4

Dieci domande a Marco Travaglio

Dopo il successo strepitoso di "Se Marco Travaglio non sostenesse il MoVimento 5 Stelle", Simone mi ha richiesto nuovamente parola e spazio sul mio blog.
Parola e spazio che gli cedo, come sempre, molto volentieri.
Perciò, buona lettura.
Ps: i commenti sotto le immagini a corredo dell'articolo di Simone sono le uniche integrazioni personali che mi sono "concesso".

Continua a farti del male...
10

Spartacus: War of the Damned

Dopo essersi messi contro “la Roma che conta”, Spartaco, Crisso, Agron, Gannico e l’allegra compagnola fanno tremare Roma fin dalle fondamenta. La loro armata di schiavi in libertà è inarrestabile, e perciò il Senato Romano decide di affidare l’incarico di schiacciare la rivolta a uno degli uomini più potenti e facoltosi della Repubblica: Marco Licinio Crasso.
Riuscirà l’eminente cavaliere ad avere la meglio sugli schiavi ribelli?

Continua a farti del male...
10

Infamità supereroistiche (2) + Sondaggione nerd

Senza parole... XD

Il blog riprende la sua normale attività lunedì.
L'articolo di venerdì però lo lascio scegliere a voi.
Ecco a voi il palinsesto della settimana:
- Lunedì: Spartacus - War of the Damned
- Martedì: 10 domande a Marco Travaglio (di Simone Esposito)
- Mercoledì: Top 5 - 5 cose che non mi manca(va)no dell'Italia (2 di 2)
- Giovedì: Il baretto dei Top Shonen

Per venerdì, giornata dedicata all'articolo fumettistico, lascio a voi la scelta:
- Suore Ninja (La Rosa - Cardinali);
- Le Grandi Opere a Fumetti Marvel: La Guerra di Troia (Thomas - Sepulveda);
- Planet Hulk (Pak - AAVV);
- Hit-Girl (Millar - Romita Jr)

Votate!

Continua a farti del male...
2

Infamità supereroistiche...

Sono sempre i migliori amici, quelli che ti tradiscono...

Continua a farti del male...
7

Una città dismessa: Napoli

Non pensavo che due mesi di vita all’estero potessero essere in grado di cambiarmi in modo così radicale. Sarà che da napoletano abituato al “niente” cosmico che la mia (vecchia) città offre, essere (ri)catapultato in una città dove tutto funziona, e civiltà e ordine sono la prima cosa, è come essere in paradiso.
E non parlo di divertimenti, distrazioni o altro: parlo dei servizi di base, che sono (o dovrebbero essere) la normalità ovunque.

Eccetto che a Napoli.

Ho impiegato meno tempo a coprire il tragitto tra casa mia a Londra e l’aeroporto, assieme al viaggio Londra – Napoli (2100 km, 3 ore in tutto), che raggiungere casa mia a Bagnoli dall’aeroporto di Capodichino (4 ore e mezza, 8 km), tra disservizi in aeroporto, file chilometriche in centro, mezzi pubblici praticamente estinti.

Dopo due mesi ho trovato una città letteralmente dismessa, completamente diversa e totalmente distrutta rispetto a quando sono partito (e due mesi fa la situazione era già orripilante di suo, eh).
Napoli è una città putrida, esangue.
E morta.

A Gatwick, l’altra mattina, c’erano due ragazzi che parlavano.
Ragazzo A: “Sì, è bella Londra. Però…sai com’è, noi siamo napoletani. Noi senza ‘o sole, senza ‘o mare, nun ce firamm’ ‘e sta’.”
Ragazzo B: “Si, hai ragione. Qua il cielo è sempre plumbeo. Vuoi mettere fare una passeggiata a Mergellina sotto al sole? Non vedevo l’ora di tornare a casa.”

Nonostante tutto, oggi, sono d’accordo con loro.
Anch’io non vedo l’ora di tornare a casa.
A Londra.

Ps: sui motivi che mi hanno portato a rientrare per alcuni giorni nel Bel(?)paese mi taccio. Preferisco inoltre non divulgare gli episodi a cui ho assistito in queste 24 ore, altrimenti rischio di diventare scurrile. So solo che mi hanno convinto che l'essermene andato è stata assolutamente la scelta più felice della mia vita.

Continua a farti del male...
31

Nessuno commenta il mio blog! E ora come faccio?

Questo è instant blogging.
Oggi era in programma l’articolo sul primo volume de La lega degli straordinari gentlemen (per la gioia di Ladogana), ma leggendo alcuni status in giro e sulle bacheche facebook dei compari blogger del blocco C della blogosfera (tutti i diritti riservati a Davide Mana), oggi vi beccate quest’articolo nato in maniera del tutto casuale.
In sostanza: com’è che in tanti si lamentano della moria e della mancanza di commenti sui propri blog?

Continua a farti del male...
52

One Piece 705, Naruto 627 e Bleach 533 (aka Il baretto dei Top Shonen)

One Piece capitolo 705, Naruto capitolo 627 e Bleach capitolo 533. Tutti per voi. Qui, sul secondo appuntamento col baretto dei top shonen.
Per alcuni questi tre capitoli hanno rappresentato l’eccellenza.
Per altri, l’eccellenza dello schifo.
Sarà vero?
Sarà falso?
Vediamolo insieme.

Continua a farti del male...
13

Pubbliche scuse, One Piece latitante...e non solo!

Ieri, su Twitter, un messaggio che annunciava l’imminente chiusura del blog e la mia chiusura di tutto ciò che concerne il mondo di One Piece ha scatenato il panico.
Sarò sincero: ammetto di averci pensato sul serio.
E non da ieri.

Continua a farti del male...
59

Della merda (2): Strips! La Web Sit-Com di Luca Baggio

Un gestore di una fumetteria scalcagnata e il suo sfaticato assistente decidono che il loro buco è favoloso, e perciò meritevole di partecipare ad un prestigioso concorso che designerà la miglior fumetteria di tutta la nazione.
Tra qui pro quo, bastoni tra le ruote e boicottaggi da parte di terzi, riusciranno i gestori della fumetteria a vincere l’agognato premio?

Quando uno si crede Kevin Smith, e pensa di voler fare Clerks all'italiana senza avere né il sarcasmo, né la capacità, né lo 0,001% del talento di Smith è ovvio che il risultato sia un prodotto pessimo e inguardabile.
E Strips! (che non è Clerks) di Luca Baggio (che ovviamente non è Kevin Smith) è peggio che “pessimo e inguardabile”.

Continua a farti del male...
31

Naruto 626, Bleach 532, One Piece 704 (aka Il baretto dei Top Shonen)

Parte da oggi l’appuntamento settimanale con “Il Baretto dei Top Shonen”, ovvero la rubrica finto-intellettuale dove discuteremo di Narut(t)o, Blea(c)h e One Piece a ruota libera.
Ammetto candidamente di aver spudoratamente rubato l’idea al compare di blog Domenico, che spero non si offenderà se gli farò un po’ di concorrenza (chè si sa, le idee buone sono sempre quelle più scopiazzate).
Perciò, ciancio alle bande, (s)parliamo un po’ di questi capitolazzi…

Continua a farti del male...
7

This is My Boomstick Award 2013!

Nonostante siano passati quasi due mesi da quando l’infernale Germano ha messo in moto la seconda edizione del Boomstick Award, e nonostante sia passato praticamente un mese da quando Il Moro e Cervello Bacato ne hanno assegnato uno al sottoscritto, io sono rimasto nel più completo silenzio.
Tuttavia ora mi sembra giusto assegnare il “mio” Boomstick Award per l’anno Domini 2013.

Le regole di questo premio, che annualmente sconvolge gli equilibri della blogosfera, sono semplici:
Regola n. 1: i premiati sono 7. Non uno di più, non uno di meno. Non sono previste menzioni d’onore
Regola n. 2: i post con cui viene presentato il premio non devono contenere giustificazioni di sorta da parte del premiante riservate agli esclusi a mo’ di consolazione
Regola n. 3: i premi vanno motivati. Non occorre una tesi di laurea. È sufficiente addurre un pretesto
Ma attenzione, perché se una sola di queste regole verrà disattesa il premio dell'imprudente verrà annullato, per essere sostituito dall'orrido
Tutto il mondo sa che io sono due anni che ambisco al Cavour Award, il cui banner è decisamente più figo di quella mammoletta di Ash.
Però premiare sette blog meritevoli mi sembra una buona occasione per segnalarvene qualcuno che magari non conoscete.

E così…

This is My Boomstick Award 2013!

Continua a farti del male...
9

Qualche parolina su One Piece: Pirate Warriors

Nel leggere quest’articolo su One Piece: Pirate Warriors qualcuno sussurrerà: “Ma come, in Giappone è appena uscito il 2, e tu ci parli dell’1?”
Sì, perché magari alcuni non l’hanno comprato, e magari, consci del fatto che ormai si dovrebbe trovare a un prezzo più che ragionevole stanno valutando se vale la pena acquistarlo oppure no.
Io l’ho giocato nel mesetto prima di partire alla volta di L’Ondra, e devo dire che il prodotto, nonostante tutto, regala i suoi momenti di divertimento e felicità.
Nell’approcciarmi a scrivere quest’articolo, però, mi sono chiesto: “Quanto può inficiare il mio essere fan di One Piece su un eventuale parere oggettivo del videogioco? Molto? Poco? Troppo?”
E allora, ecco voi un duo-parere del sottoscritto sul videogame di One Piece, con tanto di opinione con l’occhio del fan e con l’occhio decisamente critico.
Sarete voi, nel caso, a trarre un eventuale bilancio dai due giudizi…

Continua a farti del male...
 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro