35

Akira: La spiegazione del film

Giovedì siete andati a vedere Akira al cinema, ma non riuscite a raccapezzarvi?
Credete che il film di Otomo sia stato troppo complesso, e che vi sia sfuggito qualcosa?
Insomma, avete bisogno di una spiegazione di Akira, un qualcosa che vi racconti come stanno le cose, per carpire il significato più profondo di questa fantasmagorica opera?
Siete capitati nel posto giusto.
In molti infatti ritengono Akira un capolavoro, che però, a tratti, è lacunoso.
Alcuni pensano che Akira non si capisce.
Altri hanno bisogno solo di un input per capire la trama.
Eccovi perciò la spiegazione di Akira.
Buona lettura.

Continua a farti del male...
21

Naruto 632 e Bleach 539 (aka Il baretto dei Top Shonen)

Eccoci nuovamente per commentare insieme i capitoli degli shonen più seguiti al mondo.
One Piece è ancora in pausa, dato che Oda è ancora in ospedale (ma ha fatto sapere che non vede l'ora di tornare in forze), ma Naruto e Bleach sono allegri e pimpanti con i loro capitoli, rispettivamente il 632 e il 539.
Perciò, parliamone, come facciamo ormai da qualche settimana a questa parte.

Continua a farti del male...
12

Extra Omnes - Capitolo 2

È stato inutile suggerire a Mark di dirigerci in direzione del portone secondario che dà accesso agli uffici del Palazzo Apostolico. Benché sia presidiato da due guardie svizzere, la zona è militarizzata. Non da soldati, bensì da giornalisti.
Inviati, camioncini, roulotte con antenne paraboliche, giornalisti di punta, cameramen, blogger e tecnici del suono da ogni parte del mondo infestano la città e il Vaticano da più di quindici giorni. Rimangono all’erta ventiquattro ore su ventiquattro, sempre a caccia di qualcosa che può ingolosire gli stomaci insaziabili dei loro direttori.
La morte di un papa attira le attenzioni del mondo; l’elezione del suo successore ne fomenta la curiosità morbosa.

Continua a farti del male...
2

Due fumetti brutti: Avengers vs X-Men e Batman: Terra Uno

Parlare di fumetti brutti.
Una volta all’anno possiamo anche farlo, no?
L’anno scorso è stata la volta dell’inarrivabile capolavoro del maestro Volpi Roberto, Capitan Padania, probabilmente uno dei punti fumettistici più infidi e putridi e bassi che mente umana potesse mai immaginare.
Quest’anno mi sembra giusto spendere un paio di parole su due titoli che hanno fatto (e stanno facendo) parlare molto di sé: Avengers vs X-Men e Batman: Terra Uno.
Sono davvero così brutti?
Beh, diciamo che proprio “belli”, di sicuro non lo sono*.
Perché?
Vediamolo insieme.

Continua a farti del male...
19

Top 5: Le cinque pubblicità calcistiche più belle della Nike

Argomento quasi tabù (o destinato a creare scompiglio praticamente ovunque): il calcio.
Mischiato ad un altro argomento tabù – o meglio, amorale: lo sponsor.
Fondete insieme questi due elementi e vi troverete davanti folle di invidiosi pronte a scannarsi perché i calciatori guadagnano già miliardi, non c’è bisogno che gli sponsor gliene regalino altri.
Al di là delle beghe morali inutili, che succede se calcio e sponsor propongono delle pubblicità che sono dei piccoli gioielli?
Semplice: ne esce fuori roba come le pubblicità della Nike, in cui i protagonisti sono calciatori famosi.
In questi anni ne abbiamo viste tantissime. Alcune emozionanti, altre tecnicamente fantastiche, altre fantasiose, altre divertentissime e dissacranti. E poi vogliamo parlare dei cammelli cameo di Cantona?
Ecco allora una Top 5 completamente “atipica”, anche per il mio blog: le mie 5 pubblicità Nike (con i calciatori) preferite.
Come per tutte le altre Top 5, anche questa è assolutamente soggettiva e rispecchia unicamente i miei gusti personali.

Continua a farti del male...
14

Naruto 631 e Bleach 538 (aka Il baretto dei Top Shonen)

Rivelazioni, ritorni, annunci shock, mostri giganteschi, genuflessioni.
Questo e altro ancora ci aspetta questa settimana col nostro solito appuntamento al Baretto dei Top Shonen.
E se non sapete di cosa stiamo parlando…vi auguro buon divertimento!

Continua a farti del male...
13

Facciamo un esperimento. Tipo una blog-novel. Vi va?

Oggi facciamo un esperimento. Tipo una blog novel.
Vi va?
- come sarebbe a dire "No?" -

C’è questa “storia” che mi ronza in testa da un po’.
E allora mi sono detto: “Ciancio alle bande, scriviamola!”
Vista però la mia endemica pigrizia in tal senso, ho pensato che buttarla fuori sul blog in qualità di “blog-novel” potesse essere una buona idea. Mi “costringe” a scriverla e mi consente di cimentarmi in un formato per me totalmente “nuovo”, ma vecchio quanto il cucco (pensate ai feuilletton di Dumasiana memoria) e che funziona alla grande anche con internet.
Sono tantissimi gli esempi di romanzi a puntate celeberrimi.
Mi vengono in mente John Dies at the End, il fantasmagorico Disney Zombie, o il sequel de “I vermi conquistatori” che si trovava sul blog di Brian Keene fino a qualche tempo fa.
Per non parlare dei romanzi a puntate di Doc Manhattan, di Germano M. o di Alessandro Girola. E ovviamente, Due Minuti a Mezzanotte.

Essendo però il blog una piattaforma che punta all’immediatezza, anche i capitoli della blognovel saranno (più o meno) immediati, e avranno una lunghezza media di un articolo medio de “Il Viagra della Mente”, ovvero non più di 800 parole.
Questo consente a voi di dare una lettura veloce senza perdere anni a leggere un capitolo, e a me la possibilità di rimanere costante nella "scrittura" (virgolette d'obbligo).
Si spera.
Ad ogni modo, buon divertimento…

Continua a farti del male...
21

Il libraio morto: cronaca di un mestiere diventato dannatamente inutile

In questi ultimi giorni sono incappato in una serie di articoli più o meno identici, identici nei titoli e identici nei contenuti (praticamente apocalittici).
In sostanza, questi articoli parlavano de “La morte dei librai”.
Cosa innegabilmente vera, tra l’altro.
Al giorno d’oggi si entra in una libreria – ammesso che la libreria ci sia ancora e non abbia chiuso -, e librai non ce ne sono più. Al massimo si trova qualche commesso svogliato a cui chiedere informazioni, informazioni che spesso non ti vengono nemmeno date.
“C’è il computer”, dicono. “La ricerca fattela da solo”.
Evvabbè.
Molti sostengono che la morte del libraio sia imputabile alla crisi. Le librerie (pardòn, i megastore) tagliano il personale, e quindi non c’è posto per le risorse umane. Per evitare inevitabili chiusure si preferisce essere “pochi ma buoni”.

Ma siamo sicuri sia tutta colpa della crisi?
Non è che oggigiorno la figura del libraio sia, in fondo, diventata inutile?

Continua a farti del male...
19

Mario - Una serie di Maccio Capatonda (Marcello Macchia, 2013)

Mario, pluripremiato e pluritelegattato anchorman dell’MTG, telegiornale di punta delle reti italiote, si ritrova invischiato in una serie di disavventure pazzesche che guardasetelodicononcicredi. La scomparsa improvvisa (e nel nulla) del direttore dell’MTG, nonché suo mentore (nonché suo padre adottivo) Paolo Buonanima, provoca una serie di eventi a catena che portano l’MTG ad essere acquisito da Lord Micidial, perfido magnate e proprietario delle industrie Micidial, produttore di prodotti micidiali.
A causa di una mossa sleale, “la sciabolata”, una clausola scritta in diagonale tra le righe del suo contratto, Mario non può andarsene dall’MTG – riconvertito in Micidial TG -, pena una causale da 4 milione di euro.
L’unica via d’uscita è addestrare il figlio scemo di Lord Micidial, Ginetto, e trasformarlo in un anchorman provetto.
Riuscirà Mario a risolvere il mistero della sparizione di Buonanima, ad addestrare Ginetto, e a svincolarsi da Lord Micidial annullando la “sciabolata” e allontanandosi dal Micidial TG?
Scopriamolo insieme leggendo questo articolo in compagnia dei fratelli Peluria…

Continua a farti del male...
16

One Piece 709, Naruto 630 e Bleach 537 (aka Il baretto dei Top Shonen)

Quando il capitolo più interessante della settimana è probabilmente quello di Bleach cominci a farti delle domande esistenziali al pari di “Chi siamo?”, “Dove andiamo?”, “Cosa vogliamo?”, “Quando finisce Naruto?”
Domande alle quali, nel nostro settimanale appuntamento col baretto dei Top Shonen, proviamo a dare una risposta.
Risposta che è un po’ difficile da estrapolare dal capitolo 630 di Naruto, dal capitolo 709 di One Piece, e dal capitolo 537 di Bleach.

Continua a farti del male...
0

Perchè i pipistrelli, signor Wayne?




Ho usato impropriamente Ratman. Spero il buon Ortolani non ne abbia a male...
Ma con paint proprio non sono riuscito a disegnare un qualcosa di "rattamente guardabile".
Chiedo venia.

Continua a farti del male...
69

Il finale di One Piece

Oggi avrei dovuto pubblicare un articolo “Moneyless lifestyle” scritto settimana scorsa dopo aver letto la notizia di un tipo che vive senza soldi(?), ma siccome ne ha parlato il buon Girola su Plutonia Experiment ieri, lo rimandiamo a settimana prossima e via.
Perciò oggi vi beccate un articolo che mi hanno chiesto in molti.
Sul finale di One Piece.

Come finisce One Piece?
Quando finirà One Piece?
Ma soprattutto: come sarà il finale di One Piece?

Continua a farti del male...
1

Una mezz'ora di pura, geniale, pazza follia: FAILtality

Mi sono imbattuto in questi due video quasi per caso.
Chi ha avuto la pazienza di girare, montare e -  soprattutto - ideare queste due perle è un genio.
Il mio consiglio è di ritagliarvi una mezz'oretta di tempo, prendere i popcorn e godervi lo spettacolo.
Anche se non siete amanti di Mortal Kombat...

Buon divertimento!




Continua a farti del male...
5

Infamità Supereroistiche (3)


Continua a farti del male...
33

One Piece 708, Naruto 629 e Bleach 536 (aka Il baretto dei Top Shonen)

Dopo una settimana di pausa causa golden week eccovi ritrovati nella rubrica su One Piece, Naruto e Bleach più amata dalle italiane. Non si tratta di recensioni, bensì di mere cazzate che hanno la pretesa di sembrare auliche, interessanti, intelligenti e divertenti.
Oggi discutiamo dei capitoli 708 di One Piece, 629 di Naruto e 536 di Bleach.
Pronti per il tour nel vostro baretto dei top shonen settimanale preferito?

Continua a farti del male...
13

Perchè GTA V potrebbe essere il miglior Grand Theft Auto della storia

E’ uscito da qualche giorno un interessantissimo trailer di GTA V, che sarà a disposizione di noi nerdacci a partire dal 17 settembre prossimo.
Diciamocelo sin da subito: è un trailer spettacolare.
Se promette anche solo la metà di quello che si vede, potrebbe essere il miglior GTA della storia.
Il perché?
Semplice.
Vediamo se siete d’accordo anche voi.

Continua a farti del male...
26

Zerocalcare: genio cristallino o moda pompata del momento?

Questo articolo nasce come risposta ad Alessandro e al suo Allegri Trentenni Morti (aka una rivisitazione a quella che sarebbe dovuta essere una recensione a Zerocalcare).
I nostri blogetti, sia chiaro, non sono isole sperdute in mezzo al mare telematico, bensì lande interconnesse tramite ponti d’acciaio su cui viaggiano idee, pareri, e pensieri.
Gli youtuber confezionano i celeberrimi “video di risposta”. I blogger, gli articoli di risposta, li scrivono da sempre.

Si parla di Zerocalcare, quindi.
Del suo impatto come fumettista sulla nostra generazione (dico nostra, perché avendo ventotto anni sono ormai dell’infelice generazione degli “allegri trentenni morti” – avrei azzardato un “uccisi”, Alessà, ma tant’è), e della sua bravura come fumettista.

Zerocalcare – al secolo Michele Rech – è un genio.
Ci sta poco da fare. Se i post (bi)settimanali sul suo blog vi fanno sganasciare dalle risate, sappiate che quella è solo un’unghia del suo talento. Un polpo alla gola è probabilmente una delle opere a fumetti più interessanti e mature che abbia letto negli ultimi anni. Per non parlare della leggendaria Profezia dell’Armadillo.

Far commuovere è ostico.
Fare ridere è molto, molto più difficile.
Far commuovere e ridere allo stesso momento è prerogativa solo dei grandi.
E Zerocalcare ci riesce con naturalezza.

Perciò, se vale la regola del sillogismo, possiamo dire che sia uno dei grandi del panorama fumettistico nostrano?
Probabilmente sì.
Faccenda chiusa?
Assolutamente no.

Continua a farti del male...
6

La miglior serie tv del 2013: House of Cards

Francis Underwood è il “cane da guardia” del Congresso americano. È uno degli uomini politici più temibili e temuti d’America, e non è un caso che il candidato alle Presidenziali abbia deciso che, se sarà eletto, nominerà proprio lui Segretario di Stato.
Tuttavia, dopo le elezioni, qualcosa va storto.
Frank viene convocato nella sala ovale, e il Presidente gli comunica che non intende nominarlo Segretario di Stato poiché ha bisogno di lui e della sua esperienza all’interno del Congresso.
È uno smacco bello e buono.
Un vero e proprio affronto.
Un affronto che Frank saprà ripagare con lungimiranza, pugno di ferro, tattica e intelligenza politica, e che lo porterà a ricoprire un incarico ben più alto della “semplice” Segreteria di Stato americana.

Continua a farti del male...
 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro