30

Cose che non capisco

Non capisco come sia possibile che da febbraio a oggi in Italia non sia cambiato nulla. Anzi, la situazione è decisamente peggiorata.

Non capisco perché se non apprezzo il “profumo della carta” e il “tocco poetico della carta” sono un coglione che vuole male alla letteratura e al fumetto. A me piace leggere, mica annusare o fare l’onanista della cellulosa…

Non capisco quelli che fanno i video con le loro partite ai videogame e li piazzano su Youtube. Non sto parlando di recensioni di videogiochi, ma di video di ore e ore con gente che registra le proprie partite personali. E le commenta. Ma che senso ha? E soprattutto: ma chissenefrega di come giochi?

Continua a farti del male...
29

Vivisezionando un vecchio amico che ci ha traditi: Naruto (aka Il baretto dei Top Shonen)

Che di Naruto ormai abbiamo detto tutto e il contrario di tutto è lapalissiano.
Parlarne bene equivale a prendere le parti di qualcosa che ormai, nell’immaginario collettivo, è soltanto un pezzo di materia organica anfibia; parlarne male è diventato quasi di moda, quindi è equiparabile a sparare sulla croce rossa.

Il problema vero di Naruto (e quindi, di riflesso, di Kishimoto) l’abbiamo ampiamente compreso: la delusione.
Delusione da parte di un qualcosa che amavamo nel profondo, e che all’improvviso ti tradisce. È un po’ come quando hai l’amichetto del cuore, e poi quello di punto in bianco sceglie un’altra compagnia di buzzurri e a te non ti caga più per motivi che sa solo lui.
Tu, naturalmente, ci rimani male.

Continua a farti del male...
11

Top 5: Le più belle storie di Superman

Smaltita l’esperienza di Man of Steel, non rimane che tornare a buttarci a capofitto sui nostri cari fumettazzi. Salvo poi accendere il pc e scoprire che al Comicon di San Diego è stato annunciato Man of Steel 2. Guest star: Batman.
Se qualcuno, leggendo la notizia, si è già toccato i maroni (paventando la cazzata o una pandemia globale in puro stile “Io sono leggenda” – o entrambe), probabilmente non sa che il videoclipparo più amato dai cinefili, Zack Snyder, ha dichiarato che sarà lui il regista…e che il punto di partenza di Man of Steel 2 sarà nientepopòdimenoche “Il ritorno del cavaliere oscuro”.
Ovvero LA graphic novel di Miller su Batman.
Dove lui e l’Azzurrone alla fine si pigliano a cinquine.
C’è da sperare in bene e incrociare le dita, insomma.
E visto che si è tornati a parlare di Superman, non mi è sembrata una brutta cosa proporvi una bella Top 5 su quelle che, per me, sono le migliori storie del kryptoniano. Ho cercato di mediare tra il fanboy che c’è in me e lo spirito critico/oggettivo, ma essendo una Top 5, come sempre, alla fine rispecchia i miei gusti personali.
Buona lettura, quindi…

Continua a farti del male...
32

Giappominkia: in fondo, lo siamo stati tutti...

Il radical chichismo è dilagante.
Dai libri ai film, passando per telefilm, musica…e ovviamente i fumetti.
Nell’ultimo periodo c’è una nuova moda: quello dello sparare a zero sui gusti degli altri.
Se leggi comics, sei dcfag o marvelmaniac...
Se leggi manga, sei jappominkia...
Se leggi fumetti italiani, sei un'ameba...
Se leggi franco-belga, graphic journalism o roba storica sei (per l’appunto) un radical chic.

Ma che sono ‘ste cazzate?
Per non parlare poi di quelli che si reputano superiori – soprattutto parlando del fumetto nipponico -, perché loro leggono Go Nagai, Tezuka, Otomo o Urasawa.
Non sono come i giappominchia quattordicenni che stanno appresso a Fairy Tail.

E andiamo, su…
Che jappominchia, a 14-15 anni, lo siamo stati tutti.

Continua a farti del male...
41

One Piece 715, Naruto 639 e Bleach 546 (aka Il baretto dei Top Shonen)

Mazzate: colpi inferti con una mazza.
Prendere a mazzate, fare a mazzate, fare le mazzate: scambiarsi forti bastonate. In senso figurato, dura lotta o scontro tra due o più personaggi.

Ecco, in una sola parola possiamo racchiudere tranquillamente il capitolo 639 di Naruto, il capitolo 546 di Bleach e il capitolo 715 di One Piece.

Non vi basta?
Ok, spendiamoci qualche parolina in più, allora.

Continua a farti del male...
3

L'inattesa piega degli eventi - Enrico Brizzi

1960.
Lorenzo Pellegrini è uno dei giornalisti di punta di Stadio, quotidiano sportivo tra i più importanti a livello nazionale. Le sue dieci domande ai “top player” della Serie A sono una rubrica fissa all’interno di Stadio, e nel settore è una delle figure professionali più importanti.
Tuttavia, a causa di uno sgarbo amoroso perpetrato ai danni della figlia del direttore di Stadio, Lorenzo viene “esiliato” per un mese nelle colonie italiane dell’Africa Orientale a seguire le partite conclusive della Serie Africa.
La vincitrice del campionato africano, infatti, giocherà un prestigioso torneo a Roma, dove saranno presenti le vincitrici dei più importanti campionati del Mediterraneo.
Il tutto mentre la nazione italica è in subbuglio a causa del preoccupante stato di salute di Mussolini, la cui morte potrebbe sconvolgere i fragili equilibri all’interno del partito fascista…

Continua a farti del male...
14

Pacific Rim: tutti i clichè, gli stereotipi e i luoghi comuni su mostri e robottoni da 60 anni a oggi...

Pacific Rim è uscito da diversi giorni e praticamente hanno già detto tutto e il contrario di tutto.
È bello.
È brutto.
È emozionante.
È una noia mortale.
È realistico.
È irrealistico.
È il più bel film in assoluto.
È il più brutto film in assoluto.
Meglio di così non si poteva fare.
Si poteva e doveva dare meglio.

Mi sembra inutile, perciò, aggiungere un articolo “opinionistico” che non direbbe nulla di più di quanto non abbiano detto, per esempio, questi bei signori qua, e nel bene, e nel male.

Book and Negative
Il giorno degli zombie
Mondi Immaginari
Midian
Helldoom’s Reign
Dellimellow
Plutonia Experiment
Prima di Svanire
Ucronia.it

E allora di che parliamo?
Di tutti i clichè, gli stereotipi e i luoghi comuni presenti in Pacific Rim.
Che sono i clichè, gli stereotipi e i luoghi comuni sui robottoni da 60 anni ad oggi.

Continua a farti del male...
8

Now you see me - I maghi del crimine (Louis Leterrier,2013)

Si fanno chiamare “I Quattro Cavalieri”.
E sono l’élite della magia e dell’illusionismo mondiale.
Sono talmente bravi che durante un loro spettacolo a Las Vegas hanno rapinato una banca a Parigi.
Ma come hanno fatto?
Sarà compito dell’FBI e dell’Interpol smascherare gli illusionisti. Perché dietro alla magia c’è sempre un trucco più che razionale…

Continua a farti del male...
21

Di scommesse perse e penitenze pagate

Sapete perché non scommetto mai?
Perché perdo.
Sistematicamente. È quasi una scienza matematica.

Una volta giocavo la classica "bolletta". Poi ho capito che non era per me. E da quando ho smesso, ogni settimana vinco 3 euro.

Ma ogni tanto capita che mi lasci “andare”.

Ho fatto una piccola scommessa con un amico su di una cosa che sarebbe (dovuta) accadere.
E ho perso.
E come si usa fare quando c’è una scommessa di mezzo, tocca pagare pegno.
Il mio, nel caso di sconfitta, era un annuncio di chiusura sul blog, senza spiegazioni di sorta.
Con totale assenza di risposte e/o rettifiche nel giro di 48 ore.
Insomma, un pegno bello tosto.

Rimane incredibile come certe cose, se non le scrivi il 1° aprile, ci credono tutti.
Anche se queste 48 ore mi hanno dato molto da pensare...

Il pegno che ho dovuto pagare io è stato abbastanza crudele.
Più per voi che per me.

Ma poi, scusate: vi avrei lasciato così, senza darvi davvero una spiegazione?
E andiamo, su!

A domani, come al solito, con un articolozzo su un film uscito in questi giorni.
E no, non è Pacific Rim.

Continua a farti del male...
30

Grazie per tutto. E arrivederci

Ho aperto il primo blog nel 2004.
Si chiamava “O lo ami, o ti attacchi”.
Era sulla piattaforma di msn/hotmail.
Fondamentalmente era uno spazio stupidino, dove scrivevo cose stupidine.

E mi rallegra di aver continuato a scrivere cose stupidine anche in quest’altro spazio stupidino.
Mi rallegra pure il fatto che in molti mi suggeriscano o mi abbiano suggerito in tutti questi anni temi, articoli e cose da scrivere “in generale”.

Non addurrò motivazioni.
Così come non se ne danno quando si "apre" un blog sono dell'idea che non se ne debbano dare quando si "chiude".

Sappiate comunque che qui, con “Il Viagra della Mente”, con tutti voi, sono stato davvero bene.
Grazie per tutto quello che mi avete regalato, davvero.

Continua a farti del male...
2

GTA V: quando la PS3 è portata al massimo


Da un paio di giorni sta facendo il giro del mondo il trailer del gameplay di GTA V, in uscita a settembre. Forse è ancora presto per gridare al miracolo videoludico, ma se le premesse sono queste (e se verranno rispettati i canoni di quanto già dicemmo in QUESTO ARTICOLO), ci manca veramente poco.
GTA V si preannuncia come un capolavorone, il "canto del cigno" per PS3 e XBox prima di dare il benvenuto alle nuove generazioni videoludiche con le nuove consolle.
Insomma, come fu per God of War 1 e 2, che spingevano al massimo i motori grafici della PS2, così sarà questo GTA V.

Ps: Hideo Kojima, babbo di Metal Gear Solid, è invidioso del gioiello di casa Rockstar. Ha detto che il nuovo Metal Gear è meno bello di GTA. C'è da crederci? Chissà...

Continua a farti del male...
8

Giant Killing - Masaya Tsunamoto / Tsujitomo

L’ETU, East Tokyo United, squadra della J-League, da diversi anni naviga in cattive acque. Pochi soldi, sponsor inesistenti, risultati altalenanti, compagine sempre sull’orlo della retrocessione, pubblico e supporters disamorati.
Un tempo, però, era una squadra briosa e frizzante, grazie soprattutto alla presenza di un giocatore geniale, Takeshi Tatsumi. Giocatore che, di punto in bianco, ha “tradito” la squadra per seguire opportunità più ghiotte all’estero.
L’idea dei manager dell’ETU è quella di richiamare Tatsumi, che nel frattempo, in Inghilterra, è divenuto uno stimato allenatore, e di offrirgli la possibilità di guidare la sua ex squadra…

Continua a farti del male...
5

Qualche altra parolina sugli "spoiler"...

Il buon Domingo mi ha dedicato un video di risposta all'articolo di ieri, (Non) Spoiler di fumetti che non sono spoiler.
Il suo discorso è sensatissimo, mi trova d'accordo.
Ma l'articolo "trollone" di ieri serviva solamente a specificare l'ovvio.
Ovvero che con certe opere e certi personaggi entrati di diritto nella cultura popolare è addirittura "offensivo" parlare di spoiler, dato che si tratta di fatti e situazioni divenuti, nel tempo, veri e propri "archetipi".

Ad ogni modo, buona visione!

Continua a farti del male...
27

(Non) Spoiler di fumetti che non sono spoiler

Spoiler è un termine tecnico che sta ad indicare un’anticipazione di una storia (sia essa quella presente all’interno di un libro, di un film, di un telefilm, di un cartone animato).
Possiamo suddividere lo spoiler in due categorie: quello “oggettivo” e quello “soggettivo”.

Continua a farti del male...
8

Quanto guadagna il tuo supereroe preferito?

Ce lo siamo sempre chiesti: quanto guadagna un supereroe?
L'immagine in questione ci dà un quadro approssimativo della situazione, basandosi sui salari reali vigenti negli Stati Uniti...

Il più povero è "ovviamente" Spiderman. Il nostro amichevole Uomo Ragno di quartiere, col suo mestiere di fotoreport freelance, riesce ad arrivare solo a poco più di 40.000 dollari all'anno.

Lo segue a ruota Superman. Che nelle vesti di Clark Kent e giornalista del Planet, si porta a casa 53.000 dollari.

Steve Rogers, meglio conosciuto come Capitan America, grazie al suo lavoro governativo racimola la cifra di quasi 65.000 dollari. A cui però vanno aggiunti un indennizzo bello cospicuo per tutti gli anni in cui è stato refrigerato tra i ghiacci (qualcosa come 2 milioni di verdoni e rotti...).

Di tutto rispetto, invece,il salario di Bruce Bannere (aka Hulk). In quanto scienziato, 105.000 dollari all'anno sono una cifra più che rispettabile.

Pesi massimi della classifica, naturalmente, Tony Stark e Bruce Wayne, rispettivamente Ironman e Batman. Quasi 9 miliardi il primo, 6 miliardi e mezzo il secondo. Ma in quanto imprenditori, geni e magnati di imperi vastissimi, non ci si poteva aspettare altro.

Le cifre di Thor, invece, sono di un altro pianeta. Erede al trono di Asgard, ha a disposizione...beh, l'illimitatezza finanziaria.

Voi che dite? Siete d'accordo?

Continua a farti del male...
10

One Piece 713, Naruto 637 e Bleach 544 (aka Il Baretto dei Top Shonen)

Sommo, ma questa settimana niente baretto dei Top Shonen?
Sommo, ma come mai niente reviews dei capitoli di Naruto, Bleach e One Piece?
Sommo, perché questa settimana non hai scritto nulla?

Cioè, dico io: non è che ci vuole tanto a venire un secondo sul blog e controllare.
www.sommobuta.com
Vi sfogliate gli articoli e state sicuri che troverete tutte le notizie e le informazioni che state cercando.
Non è che vi devo dare io la pappetta pronta tutte le volte, eh…

Ad ogni modo.
Eccoci di nuovo qua con l’appuntamento nerdico più figo del web.

Continua a farti del male...
19

Dylan Dog - Vittima degli Eventi, Back to V!P, e il culopesismo degli stronzi italioti

Ok, se ho attirato la vostra attenzione con questo titolo piuttosto forte, spero che arriverete alla fine dell’articolo. Perché si tratta di uno di quelli che reputo molto, molto importanti.
Oggi parliamo di due progetti, uno terminato e uno appena iniziato.
Progetti nati sul web, per il pubblico del web.
Che hanno richiesto e richiedono il supporto del web.
Insomma, parliamo di Dylan Dog – Vittima degli Eventi e di V!P – Very Importan Powers.

Continua a farti del male...
42

Shingeki no Kyojin (L'attacco dei giganti) - Stagione Uno

L’umanità è confinata all’interno di un’immensa città cinta da tre mura alte 50 metri.
La ragione è semplice: da alcuni secoli sono minacciati dalla presenza dei giganti, che li hanno quasi portati sull’orlo dell’estinzione, costretti a rifugiarsi in quella città, a vivere come uccelli in gabbia.
Nonostante ciò, sono almeno 100 anni che nessun gigante attacca la città, tanto che gli abitanti credono di essere ormai al sicuro.
Questo finché non appare un gigante colossale, alto più delle mura stesse, che con un calcio crea una breccia e consente agli altri giganti di penetrare in città…

Continua a farti del male...
111

Le più grandi forzature (e cazzate) in One Piece

Ricominciamo a postare cazzate a profusione sul Viagra della Mente, ripartendo dal nostro beneamato One Piece. L’ultimo articolo, quello sul finale di One Piece, vi dava qualche info in più su come l’Eiichiro sensei abbia intenzione di chiudere il suo capolavoro.
Oggi, invece, l’articolo è di quelli critici (chè ogni tanto esce sempre fuori qualcuno che “eh, ma tu One Piece non lo critichi mai”). Cosa non vera – basta riguardarsi i 100 e passa One Piece Report fatti in questi anni.
Le cinque più grandi forzature e cazzate in One Piece.
Perché One Piece, checché ne dicano fanboys e lettori occasionali, non è né il manga più bello della storia dell’umana umanità, né lo shonen perfetto.
Anzi.
Ha un sacco di momenti “WTF?” (la Going Merry che naviga da sola verso Enies Lobby? WTF?!), e un sacco di “deus ex machina” (il più celebre, Shanks che pone fine alla battaglia di Marineford).
Perciò oggi vi beccate quelle che, secondo me (e ribadisco il secondo me) sono le cinque più grandi forzature di tutta l’opera di Oda (viste fin’ora).
Buona lettura.

Continua a farti del male...
 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro