27

Perchè Holly & Benji è il peggior cartone animato sportivo della storia

Finalmente, dopo un’attesa di un annetto e mezzo, Yoichi Takahashi, il babbo di Holly e Benji si è rimesso al lavoro e ha cominciato a sfornare la nuova serie, Capitan Tsubasa Rising Sun.
Assieme a quelli di Bambino! Secondo e OnePunch Man, i capitoli del Rising Sun sono quelli che attendo di più in assoluto, per quanto riguarda i manga.
Sì, anche più di One Piece, se ve lo state chiedendo.

Tuttavia, nel cominciare a leggere le nuove avventure del famigerato Oliver Hutton (che si preannunciano ottime, visti i presupposti, tanto che questo Rising Sun potrebbe essere quello che il World Youth non è stato*), la mia mente è stata attraversata da un fulmine, una vera e propria “epifania” (cit.)

Holly e Benji è il cartone animato sportivo peggiore della storia dei cartoni animati sportivi.
Va da sé che Capitan Tsubasa è lo spokon peggiore tra tutti gli spokon.
Il più brutto in assoluto.
Vediamo se siete d’accordo con me!


Precisino della fungia (cit.) mode on!

In ogni spokon, in ogni singolo spokon, il protagonista, per raggiungere l’obiettivo, deve farsi il proverbiale “mazzo a tarallo”, sputare sangue, piangere sudore, “mangiare saette e cacare fulmini” (cit.).
C’è chi si sottopone a sforzi sovraumani, ad allenamenti estenuanti, a sessioni di training impossibili per raggiungere il proprio sogno.

Lo spirito di sacrifico prima di tutto.

Pensate a Tommy, costretto ad indossare una gabbia di ferro per irrobustire i propri muscoli sin da quand’era bambino; pensata all’Uomo Tigre, che per diventare Uomo Tigre deve andare a Tana delle Tigri; pensate ad Hanamichi Sakuragi e al sederino che si fa in pochi mesi per diventare un discreto giocatore di basket; pensate a Joe e a quello che passa per diventare un ottimo pugile; pensate alle varie MimìAyuwareJennyLeTennisteMileAzukiEamyketteDelCuore.
E pure quegli sfaccimmi degli allenatori di Pokèmon, che fanno trekking dalla mattina alla sera: camminano dalla mattina alla sera, c’avranno due polpacci grossi così.

Solo uno sfugge alla regola: lui, il più odioso di tutti i protagonisti di un fumetto (e cartone animato sportivo).
Tsubasa Ozora.


Rising Sun!

Tsubasa Ozora (Oliver Hutton, o Holly, chiamatelo come vi pare) non ha bisogno di fare un cazzo. Tsubasa è già Tsubasa a pagina zero di Capitan Tsubasa, perchè è nato Tsubasa. Come l’esperimento effettuato dal dottor Werner, Yoichi Takahashi ha infuso in Tsubasa i geni dei più grandi calciatori di tutti i tempi, e così, sin dall’età di dieci anni, l’odioso calciatore mignon è già il più forte di tutti, quando scende in campo comincia a giocare come meglio non c’è, è più bravo di Roberto Baggio, Maradona e Pelè messi insieme, è un cocktail esplosivo di Zico fuso a Cruijff che si abbraccia a Rivera e Rivelino.

Dal 1983 ad oggi, Tsubasa ha perso una sola partita.
Una.
Sola.
Fottutissima.
Partita.

Le altre le ha vinte tutte. O, al massimo, le ha pareggiate, se proprio il Taka ha deciso di fare uno strappo alla regola.


Faje male, Mark!

Tsubasa si è allenato si e no 4 volte in tutto il manga (e il cartone animato), e solo quando si è sentito “minacciato”, ed è talmente odioso che non solo è già bravo di suo, essendo il frutto dell’esperimento di cui sopra, ma è anche un fottutissimo culattone raccomandato che è stato cresciuto dalla stella più fulgida del Brasile, il famigerato Roberto Hongo.

Fatti i dovuti paragoni, è come se Messi, a 10 anni, fosse stato allenato direttamente da Maradona. In privato. Con tanto di disegnini. Sì, perché Roberto lascia a Tsubasa un quaderno fitto di appunti dove apprendere i migliori trucchetti, così da diventare ancora più bravo.


Roberto Sedinho, sul cui conto la mamma di Holly avrebbe molto da dire...

E allora è pure normale che ogni singolo babycalciatore di tutto il Giappone schifi a morte Tsubasa Ozora, è normale che in una vignetta su due gli avversari ci vadano giù pesante, con tackle assassini ai limiti della legalità.
L’avrei fatto anch’io: quando vedi Holly giocare, con quel sorrisetto ebete stampato sul grugno, ti viene proprio voglia di spaccargli tibia e perone, perché godresti come un riccio nell’azzopparlo e rovinargli la carriera.
Consapevole, purtroppo, che anche sulla sedia a rotelle, sarà sempre il gran visir di tutti i calciatori mignon.

E allora arrivi a capirli, gli avversari di Tsubasa, e arrivi a tifare per tutti loro. Nella speranza (vana) che vincano. Perché gli altri, dall’inizio alla fine del manga li vedi sgobbare duro, mentre lui, lo stronzo, al massimo corre e palleggia per le strade di Nankatsu col pallone.
C’è gente che fa l’acrobata in un circo, chi fa palestra e arti marziali in un dojo, chi pulisce i cessi, chi si allena 80 ore su 24 col personal trainer, chi si allena in mezzo alla neve, chi ha fatto a mazzate, chi il vagabondo, chi il fattorino, chi…


Poveri sfigati...

Tranne lui.
Il gran visir di tutti i precisini della fungia.
L’antispokon per eccellenza: Capitan Tsubasa

Holly e Benji è proprio il cartone animato antisportivo per antonomasia.
È quello che ti sbatte in faccia che chi ti dice che, in una competizione sportiva, l’importante è partecipare e non vincere ti sta dicendo la più grande minchiata della tua vita.
È il fumetto e cartone animato che ti dice che se hai i soldi, puoi permetterti il meglio, del meglio del meglio (mentre se sei poveraccio come Mark Lenders, per permetterti di giocare a pallone devi sottostare, come minimo, al lavoro minorile). E avere accesso a tutte le migliori strutture.
Soprattutto è il fumetto che ti insegna che alla fine vince sempre il solito, maledetto, fottutissimo, culattone raccomandato.

Ok, parte un giochino: chi riesce a individuare tutte le citazioni di questo articolo, è un Kranio immenso da millepunticarrarmato.

----------

*Ne abbiamo parlato QUI, ma con la scusa della medaglia olimpica il Taka potrebbe giocarsi davvero un’ottima carta. Il calcio alle olimpiadi è un mondiale in miniatura, dove partecipano giocatori under 21 e 23, e dove sono permessi anche un paio di giocatori fuori età. Rising Sun potrebbe essere davvero un mondiale in piccolo, con l’aggiunta dei migliori giocatori “senior” nelle varie nazionali. Un Rivaul che vuole fare le Olimpiadi col Brasile assieme a Natureza e Santana non ci farebbe schifo, per dire…
Staremo a vedere.

27 commenti:

  1. io ho trovato Hook - Capitan Uncino (epifania), Rocky (mangiare fulmini e cacare tuoni), Vittorio Sgarbi (culattone raccomandato) e, forse, aldo giovanni e giacomo (il gran visir di tutti i terùn, nell'originale) !!

    RispondiElimina
  2. Ehi Sommo,scusami se vado off topic ma mi dici cosa ne pensi ora come ora di Vagabondo?

    RispondiElimina
  3. Articolo puramente cattivo, in modo tale da attirare la gente che lo ama, ma come sappiamo benissimo, tu sei un fan sfegatato.

    Quindi mi aspetto la solita solfa :D

    Buta sei un trollone :D

    RispondiElimina
  4. 92 minuti di applausi. E sì, il padre di Holly è un rinomato pluricornuto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poveraccio. Però ha sfornato Daichi. XD

      Elimina
    2. Comincio a nutrire dubbi che sia figlio suo. :P

      Elimina
  5. io ho sempre tifato per Lenders, speravo che lo prendesse a calci in bocca quel culattone di Tsubasa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo Holly è un cyborg, è indistruttibile.

      Elimina
  6. ahahah, come darti torto? :)
    il bello comunque è proprio quello. nella cattiveria intrinseca del messaggio di questo cartone, che va contro il buonismo disneyano-americano che ti fa credere che le cose possano andare al contrario

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, alla fine vincono il Mondiale...non una volta, SEMPRE. XD

      Elimina
  7. Purtroppo e' da molto che non lo seguo,BENJI in tutto questo che fine ha fatto??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gioca sempre in Germania nell'Amburgo. :D

      Elimina
  8. E comunque ilpiùmmeglio [cit] era e sarà sempre Jeff Turner, l'allenatore di Mark.

    RispondiElimina
  9. Ah, e "il gran visir di tutti i calciatori" è un velato riferimento a Schillaci?

    RispondiElimina
  10. Ciao sommo.
    A parte il fatto che seguivo l'anime da quando ero bambino,a me Holly e Benji mi è sempre piaciuto,ma non ho mai avuto la briga di leggere il manga.
    Ti chiedo se la differenze tra manga e anime sia molta.
    Poi mi sorprendo che tu non abbia parlato dei 100 KM di campo,del tiro che buca la rete,della serie :cit Gem Boy:"C'è chi dall'altra parte del mondo,da un calcio ad un pallone rotondo,che schizza per aria........(...)".
    Cosa ne pensi invece dell opera figlia di CT,ovvero Hungry Heart(la cui controparte animeta è "La squadra del cuore" http://www.youtube.com/watch?v=u2PtO4gBt_4 (scusa la qualità) ).

    E poi un ultima cosa:
    A me piacerebbe(la sto aspettando da anni) la parte animata deie "Golden 23"...ma da "Holly e Benji forever"(ovvero il riassunto di tutto più il "Road to 2002") non ne vedo l'ombra....e poi scopro che è uscito qualcosa anche dopo il Golden 23..........Ma quale è la vera cronologia,quindi tralasciando i filler/spinn-off,di Capitan Tsubasa???

    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che la differenza sostanziale tra anime e manga è nella "velocità". Il manga è molto più dinamico rispetto all'anime, che ha tempi allungatissimi.

      Hungry Heart è caruccio, niente di eclatante, ma è un ottimo passatempo.

      Sulla cronologia: la pubblicai qualche mese fa in fanpage. Riscrivo.

      Capitan Tsubasa;
      World Youth;
      Road to 2002 (e Go to 2006);
      Golden 23;
      Get in Calcio;
      En la Liga;
      Rising Sun.

      In mezzo a questi ci sono un'infinità di speciali e oneshot più o meno trascurabili. ;)

      Elimina
  11. Grazie sommo per l'immediata disponibilità.
    Mi spieghi velocemente la storia di Holly e dell'calciatore ecclesiastico,una specie di angelo??(WTF?!)

    E poi secondo te perchè c'è gente che si inca se dici Junior al posto di piccolo e non Hlly al posto di Tsubasa???

    Infine potresti per favore dirmi come finisce la partita Giappone Brasile(Road to 2002),quella che purtroppo chiude l'anime ahime definitivamente? E l'esito del mondiale???

    Dai minimi fatti di Golden 23 che mi sono giunti(non sò praticamente nulla del mondiale ripeto),Holly e co non mi sembravano nella condizione di aver vinto un mondiale,sembra esserci stato una specie di regredimento.
    Scusa l'ignoranza nella storia,è che non ho mai approfondito mai G 23 perchè ho sempre sperato che lo facesse l'anime.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, se vai su Mangafox li trovi tutti. Sono in inglese, ma non penso ci siano problemi. Ti fai una full immersion e ti diverti. Poi se vuoi ti racconto le cose come stanno ma...Secondo me fai prima a leggere e recuperare da solo. Ne vale la pena. ;)

      Elimina
  12. Toccherebbe capire in che ramo dei manga è inserito quello di holly e benji, contestualizzarlo a livello storico e poi paragonarlo a quelli simili.. Tutte cose che io NON so :D

    RispondiElimina
  13. Il fottuto potere di Holly e Benji viene dal fatto che sai che è una cazzata immensa, ma sono proprio quelle esasperazioni che ti fanno ricercare l'opera :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un po drastico! XD
      Comunque a me Holly non è mai stato "antipatico". Al max Julian Ross quando nonostante stia per avere un principio d' infarto o roba simile fa quel macello nell' area della New team che manco Maradona e co.! XD

      Elimina
  14. mark lenders è il protagonista morale. Anche se nemmeno lui può nulla contro il supersayan-cyborg oliver

    RispondiElimina

 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro