46

Top 5: I migliori libri del 2013

Articolo che leggeranno si e no in quattro.
E che commenteranno in due.
Perché in Italia nessuno legge e blablabla, la sappiamo la solita solfa.
Ma ho promesso che avrei parlato molto di più di libri, e così farò.
Perciò, per la nuova “Top” del meglio, del meglio del meglio del 2013, oggi vi beccate quella dei libri.
Come l’anno scorso, un buon 75% delle mie letture ha riguardato saggistica, la maggior parte della quale a sfondo storico. Ho deciso di non parlarne per non “appallarvi” (as usual), ma un saggio ve lo consiglio lo stesso.
Sono riuscito finalmente a recuperare un volume di Massimo Fini, “Nerone: 2000 anni di calunnie”. Tutta roba (per me) nota, ma Fini riesce ad essere molto preciso, esaustivo e per nulla pesante nello spiegare che il povero Nerone, sicuramente uno dei migliori imperatori della Storia di Roma, è stato vittima della peggior damnatio memoriae senza meritarselo (o, quantomeno, Fini è bravo a sottolineare come imperatori ben più crudeli e infidi di Nerone siano stati invece divinizzati e uberesaltati). Se riuscite, leggetelo anche voi: sfaterà tantissime leggende metropolitane.
Detto questo…andiamo con la Top 5 dei migliori cinque libri letti nel 2013 (e ho detto letti, il che non vuol dire che siano usciti nel 2013…)!

5° Posto: Inferno di Dan Brown
Ne abbiamo parlato abbondantemente QUA.
Ma come, buta? Metti ‘sta roba trash in una classifica del genere?
Assolutamente sì.
Primo, perché Inferno è a tutti gli effetti un “fumettone divertentissimo”, con un buon ritmo e un paio di colpi di scena veramente azzeccati.
Secondo, perché è una vera e propria gita a Firenze (e non solo), e per quanto “turistico”, è sempre bello leggere di certe cose.
Terzo, perché il finale è splendido. Ed è cattivissimo. E rende il romanzo e quello che fanno i protagonisti una “macchietta”.
Quarto, perché probabilmente è il miglior libro di Dan Brown. E a me, tutto sommato, Dan Brown non è mai dispiaciuto, proprio perché va letto come un “fumettone”.

4° Posto: Il libro nero dei Puffi di Antoine Buèno
Altro libro a cui facevo il filo da anni.
Altro libro di cui ho parlato abbondantemente QUA
Il filosofo Buèno analizza la società dei Puffi, prendendo in esame tutta la bibliografia di Peyo. Il risultato è altamente sorprendente, perché i Puffi sono la perfetta società nazicomunista. Se Stalin e Hitler fossero vivi, sarebbero il loro orgoglio.
Un volume da recuperare se amate i Puffi.
Un volume da recuperare se volete leggere dell’ottima (e intelligente) critica fumettistica.
Una cosa che da noi, fatte rarissime eccezioni, praticamente non esiste.

3°Posto: Punto Nemo e le altre autoproduzioni
Di Punto Nemo di Domenico Attianese ne abbiamo parlato QUI.
Assieme a segnalazioni di altri autori autoprodotti. Se il 75% delle mie letture vira sulla saggistica, buona parte della restante percentuale punta ormai sulle autoproduzioni. Questo perché molti autoprodotti ormai sono in grado di offrire prodotti e ibridazioni che difficilmente potrebbero avere spazio sugli scaffali delle normali librerie. E allora ecco che in molti vanno a riempire quei buchi, quelle nicchie, che fanno la felicità di molti. Ogni tanto qualche cantonata la si prende (e quest’anno ne è capitata una grossa, come sapete), ma sono piccoli incidenti di percorso. Perché quando compri un libro a (meno di) un euro (o poco più) è da taccagni pensare di farsi rimborsare. Al limite si è letto solo un brutto libro e via, sotto con quello nuovo.
Amazon, come scritto QUA, ci da la possibilità di “perderci” in un mare di offerta infinita.
L’unico consiglio che mi sento di darvi è: usate l’anteprima. :D

2° Posto: A volte ritorno di John Niven
Altro librozzo di cui abbiamo parlato QUI
Gesù Cristo ritorna ai giorni nostri, fa l’hippy squattrinato, partecipa a X-Factor e fa tante altre cose simpatiche.
Quello descritto da Niven è un Gesù Cristo che si seguirebbe davvero volentieri, uno di quelli che ti farebbe diventare credente immediatamente, uno per il quale saresti pronto a morire e a immolarti seduta stante, tant’è carismatico e magnetico.
Avevo detto che era il miglior libro letto nel 2013, ma ho detto una piccola bugia. Questo perché, nel corso della classifica dei migliori libri, avevo già pensato di parlarvi di…

1° Posto: Crociata Spaziale di Poul Anderson
Questa è un’altra di quelle storie che qualsiasi persona avrebbe voluto inventare/scrivere/raccontare.
Non ci ho scritto un articolo, perché pensavo di parlarne direttamente in questa sede. E perché farci una recensione dettagliata significherebbe spoilerarvi tutto (o troppo) e rovinarvi tutto il divertimento.
Crociata Spaziale parte da un presupposto molto semplice (e al contempo geniale): paesino inglese del XIV secolo. Ci troviamo in piena guerra dei Cent’Anni, e i Baroni, coi loro eserciti, stanno per aggregarsi alle truppe del Re. Tutt’a un tratto, la meraviglia! Dal cielo piomba giù un’astronave aliena.
In pieno medioevo.
Voi penserete: “Vabbè, gli alieni non ci metteranno nulla a sconfiggere gente del 1300…”
E invece no: i cavalieri medievali riescono ad avere la meglio sugli alieni, si impossessano dell’astronave e…

…e il resto, leggetevelo (e scopritelo) da soli.
Crociata Spaziale è entrato a far parte di diritto nella mia personale Top 10 generale. Per voi nerdoni sarà un libro che vi terrà incollati alle pagine dall’inizio alla fine, sono sicuro che lo leggerete tutto in una botta (io l’ho letto in un pomeriggio, non riuscivo a staccarmi, c’è una battaglia campale arrivati a metà romanzo che è probabilmente la battaglia più splendida – e geniale – che abbia mai letto).
Sarebbe un delitto lasciarsi sfuggire un romanzo così.
Parola di Buta.

E voi?
Quali sono i migliori libri che avete letto nel 2013 (ammesso e non concesso che abbiate letto, naturalmente…)?

Ps: un ringraziamento al dottor Efrodini, che ha fatto l'immagine di copertina al volo. Grazie di cuore!

46 commenti:

  1. Inferno, pur non essendo amante di Brown, mi è davvero piaciuto parecchio... ed è un libro di cui puoi parlare con le persone "normali", senza passare per uno strano essere libromaniaco "che legge roba strana". xD
    Di Anderson ho solo Broken Sword, da qualche parte... non l'ho mai degnato molto, ma forse dovrei dargli una chance. Recuperare Crociata Spaziale la vedo dura, dalle mie parti recuperare certi titoli è un'impresa epica, mi sento già addosso lo sguardo perduto della tizia in libreria xD
    Forse Amazon potrebbe salvarmi ancora una volta, chissà :D

    RispondiElimina
  2. Crociata Spaziale, di Poul Anderson, è un libro che non vuole invecchiare, ed è geniale.
    Se volete DAVVVERO dannarvi, sappiate che negli anni '80 ci fecero anche un film, coproduzione europea con un sacco di effetti e cose.
    Divertente - anche se non quanto il libro.
    Cercatelo, trovatelo, leggete il libro e poi guardatelo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uuuuuh, se c'è il film lo cerco subito! :D

      Elimina
    2. Temo non sarà una ricerca facile - io lo vidi in tedesco sottotitolato in francese O_o

      Elimina
  3. Interessante! Penso che quando avrò finito gli esami, magari uno di questi lo leggerò!

    Anche se non sono un grande lettore di libri (a parte quelli scolastici e approfondimenti su tali argomenti), ne consiglio uno che ho iniziato da poco a leggere e mi sta prendendo tantissimo:
    "Le cinque equazioni che hanno cambiato il mondo": ve lo consiglio, non è la solita barba di formuloni matematici, ma inquadra 5 scenziati nella loro epoca in maniera molto interessante!

    RispondiElimina
  4. Non vedo "One piece: pirati, bucanieri e corsari, tra storia fumetto e mito" mi deludi sommo

    RispondiElimina
  5. Classifica interessante, io di questi ho letto solo A volte ritorno. Non è che abbia letto moltissimo quest'anno... ma decisamente più dell'anno scorso, direi che la mia classifica potrebbe essere questa:

    5. Il grande sonno di Raymond Chandler: primo hard-boiled per me che sono patito di gialli più classici alla Christie, niente male!
    4. A volte ritorno di John Niven: letto dopo la tua segnalazione, grazie!
    3. Carrie di Stephen King: da tanto non leggevo nulla di King e all'epoca adorai IT; Carrie non arriva a quel livello ma a me è piaciuto decisamente tanto, King mi incolla alle pagine!
    2. Player One di Ernest Cline: ho terminato questo libro tipo in un giorno e mezzo!
    1. Io sono leggenda di Richard Matheson: sarà che io ho visto prima il film... e quindi leggere il libro mi ha scioccato... ma questo è entrato di certo tra i miei romanzi preferiti in assoluto, decisamente parecchio sopra gli altri titoli.

    Menzione speciale va anche a "Il vecchio e il mare" di Hemingway. E' la prima volta che mi avvicino all'autore statunitense, ma è stato decisamente una bella scoperta. E' fuori classifica solo perché ci sono pochi posti :).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A parte IL grande sonno li ho letti tutti.

      Carrie è l'unico King che mi sia piaciuto tanto; Ready Player One è un orgasmo nerdico; Io sono leggenda l'ho letto da ragazzo ma non mi ha fatto una bella impressione. Anche se il libro - per quanto mi riguarda - merita solo per il finale. :D

      Elimina
  6. Cavoli, "Crociata spaziale" mi intriga molto! :D

    Per quanto mi riguarda il più bello letto nel 2013 è senza dubbio "Il conte di Montecristo". :)

    Ciao,
    Gianluca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il conte di Montecristo è il mio secondo romanzo preferito in assoluto. Splendido. :D

      Elimina
  7. Daniele Marrone, concordo con te...e' un fumettone! e il finale, finalmente, e' accattivante e, soprattutto, non scontato!
    gli altri, dopo le tue recensioni, sono in lista di attesa...da agosto a pochi giorni fa mi "sono perso" nelle "cronache del ghiaccio e del fuoco"...e quindi ho avuto poco tempo per altro

    nei primi mesi del 2013, invece, avevo recuperato un paio di capitoli della "saga Ryan" di Tom Clancy (pace all'anima sua): i denti della tigre e Contro tutti, + saviano (000 e' un pugno nello stomaco) e un paio di saggi sulla vendita (2 palle assurde)

    Per la serie EBUCCHI, a parte il capitolo finale della trilogia della "biblioteca" di Glenn Cooper (nulla di che, anche se almeno da' qualche risposta) e un paio di giallettini "nordici" senza pretese...il migliore e' sicuramente "One Piece" di tal Angelo Cavallaro! Te lo consiglio vivamente...potresti trovare spunti per i tuoi report! Muha ha ha! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Martin ruba tempo, lo so bene. :D

      Su questo libro su One Piece sono scettico, 'sta gente che si mette in testa di scrivere, bah!

      Elimina
  8. Sono mesi che cerco il libro in 4 posizione...
    le librerie mi vogliono male, mi sa che devo andare ad ordinarlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amazon.
      eBook.
      Amazon.
      eBook.
      2 secondi. E ce l'hai. LOL

      Elimina
  9. Il libro in prima posizione mi intriga parecchio! Aggiunto alla lista dei "da leggere".

    La mia personale classifica a livello personalmente:
    5°- "Cuore di cane" di Michail Bulgakov
    4°- "Lo strano caso del Dr. Jekyll e Mr. Hyde" di R.L. Stevenson
    3°- "Storia di una capinera" di Giovanni Verga
    2°- "Di tutte le ricchezze" di Stefano Benni
    1°- "Open" di Andre Agassi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Open, tutti dite (dicono) sia davvero una bella biografia. A me il tennis non piace, ma un pensierino potrei farcelo.

      Elimina
  10. Devo essere sincero, Inferno me lo sono divorato, ma non l'ho trovato per nulla il migliore dei libri di dan brown, anche se devo dire che i plot twist sono stati ottimi, assolutamente ottimi e Brown sa come tenere i ritmi narrativi!
    Ti dirò, a me piace l'avventura per cui i libri avventurosi in cui vengono inserite trame esoteriche, storiche o pseudotali mi prendono sempre na cifra. Devo dire che al momento adoro James Rollins che trovo uno dei migliori autori di avventura del momento (e credo che piacerebbe pure a te buticchio).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevo sentito parlare bene de L'ultima eclissi, prima o poi pensavo di recuperarlo. :D

      Elimina
  11. No dai figata quello al primo posto! Me lo segno assolutamente :)

    RispondiElimina
  12. Toh, 3 su 5 (le posizioni 4-2-1) avevo giusto intenzione di leggerli a breve! :)
    Dan Brown boh... ammetto che pure io lessi volentieri il suo celeberrimo "Codice Da Vinci", ma è un autore che non mi dice nulla... dei suoi libri lessi anche "Crypto" e l'impressione non cambiò...

    Per quanto mi riguarda, i miei top 5 del 2013 sono stati:

    5- "Battle Royale" di Takami (anche se probabilmente, se non avessi letto anni fa il manga, lo avrei messo anche più in cima alla classifica: il conoscere tutto lo svolgimento dei fatti fa perdere parecchio alla storia)

    4- "Arancia Meccanica" di Burgess (erano anni e anni che volevo leggerlo, visto che il film è uno dei miei preferiti: me lo aspettavo un po' diverso, ma mi è piaciuto comunque molto)

    3- "L'uomo che allevava i gatti" di Mo Yan (alcuni racconti, in particolare, sono veramente dei capolavori)

    2- "Amori Ridicoli" di Kundera (mi hanno detto che rispetto a "L'insostenibile leggerezza dell'essere" in realtà questo "Amori ridicoli" non è granchè, ma a me è piaciuto comunque moltissimo)

    1- "La trilogia della città di K" di Agota Kristof (era da tanto che un solo libro non mi faceva arrabbiare, commuovere e confondere in una sola volta! C'erano momenti in cui volevo volarlo dalla finestra, ma subito dopo continuavo a leggerlo per ore per vedere come continuava il tutto!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho letto solo Takami e Burgess, gli altri mi mancano. La trilogia di K. però prima o poi lo leggerò.

      Elimina
  13. Ottima classifica, dove trarre spunti di lettura. Di Brown ho letto solo "Il Codice Da Vinci" e non mi ha esaltato molto, ma proverò a rompere il "muro" che avevo creato intorno all'autore. Pultroppo quest'anno non ho letto molto, e la classifica è dettata anche dai pochi titoli xD
    1) Acquabuia di R. Lansdale
    2)La stella nel pugno di R.Sharenow
    3)Chiedi alla polvere di J.Fante
    4)Il cammino di Santiago di P. Coelho
    5) Epidemia Zombie di Z.A. Recht

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fante e Coelho li ho letti, molto belli. Gli altri tre mi mancano. C'è da dire però che non mi piace moltissimo Lansdale, ho provato a leggere diverse cose sue ma niente, non c'è proprio feeling.

      Elimina
  14. Sono d'accordo bella classifica...è soprattutto sicuramente ottimi spunti per nuove letture. Inferno l'ho letto e mi è piaciuto e oltre tutto dopo poco sono stato a Istanbul nella cisterna bizantina quindi figurati!! Ma non rientra comunque nelle mie preferenze dell'anno.

    1) "A volte ritorno" dopo tuo consiglio bellissimo
    2) "Il vangelo secondo Biff" Christopher Moore dopo tua recensione un po' datata ma che tenevo ben presente
    3) "Asterios Polyp" David Mazzuchelli se posso includo anche una graphic novel me-ra-vi-glio-sa
    4) "War World Z" Max Brooks avevo letto un articolo di Alessandro Girola che ringrazio pubblicamente
    5) "Le torri di cenere" George R R Martin una raccolta di racconti brevi di fantascienza.

    PS non sono in ordine di preferenza...grazie per i consigli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ps: "Crociata spaziale" prenotato nella biblioteca comunale :D

      Elimina
  15. Devi sapere sommo ke la tua top five libresca è uno degli appuntamenti internettiani più attesi all'anno visto ke è un concentrato di ubertitoli e poi anke x genuino spirito di confronto!!! Visto ke pero c'è un dare ma anke un avere ti consiglio un libraccio sfizioso soprattutto se ami la jappo cultura..."ii sono un gatto" di soseki!!!! Ti volevo poi ringraziare visto ke se sto anno è stata un'orgia di lettura(wwz, player zone, i vermi etcc) lo devo a te!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono anni che Deborah vorrebbe comprarlo, poi non lo fa mai. Aspetto che lo faccia, così lo scrocco. XD

      Elimina
  16. Caro Sommo, non so se ricordi di aver letto la mia personale Top Five per il 2012 un anno fa (sull'account "La Lettera"). Ebbene, a inizio anno ho scritto quella riguardante il 2013. Te la riassumo qui brevemente, e ti invito ad andare a darci un'occhiata, se ti garba l'idea ;)
    5) "La donna dei fiori di carta" - Donato Carrisi
    4) "Il miglio verde" - Stephen King
    3) "Aléxandros (trilogia completa)" - Valerio Massimo Manfredi
    2) "Il mio nome è Nessuno - Il ritorno" - Valerio Massimo Manfredi
    1) "Cose preziose" - Stephen King

    Altri libri da segnalare: "Questa storia" di Alessandro Baricco; "La doppia vita dei numeri" di Erri De Luca; "Sogni di sangue" di Lorenza Ghinelli (era uno di quei libri pubblicati dalla Newton a 99 centesimi); "Micro" del compianto Michael Crichton, con la collaborazione di Richard Preston.
    Alla prossima ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. P.S. Ho i tuoi e-book già pronti sul Kindle, in attesa di essere letti, cosa che sarà fatta al più presto. Magari nella mia Top Five del 2014 ci sarai anche tu ;)

      Elimina
    2. Li ho letti tutti tranne il libro di Albano e i due di King. Niente male! :D
      Poi fammi sapere degli ebucchi!

      Elimina
  17. Boia mi ispira alquanto "Crociata Spaziale" :)
    Invece riguardo morti famosi che tornano in vita hai mai letto "LUI è tornato"? quello su Hitler ai giorni nostri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, l'ho letto sotto Natale! E' carino, ci farò presto un articolo! :D

      Elimina
  18. Immagino che a forza di dire che non si legge e non si commentano i post sui libri hai ottenuto un bel risultato in questo post :) . Metto la mia personale classifica (forse un pò troppo classica quest'anno):

    5) L'Aanticristo di Nietzsche: Per quanto non sopporti molto la sua naturale propensione ad essere spartano (del tipo scaraventiamo giù dal dirupo gli informi) mi ha colpito come ha sistematicamente distrutto tutta l'ideologia cristiano-cattolica, non escludendo Gesù ma prendendolo come spunto di partenza. Fantastico.

    4) La signora delle camelie di A. Dumas
    Qui son di parte, adoro i Dumas (tutta la famiglia) e questo libro non ha smentito la loro bravura

    3) La lettera scarlatta di Hawthorne
    Incredibile come sono tratteggiati i personaggi, assoluta inversione tra la visione "popolare" delle persone, le giuste che sono le più crudeli e le marchiate che sono le più evangeliche possibile. Una storia molto interessante.

    2) Candido di Voltaire
    Leggero, sagace e ironico. E' stato il primo libro di Voltaire, ma credo che sarà il primo di una lunga serie.

    1) I segreti di Londra di Augias
    Regalo di compleanno, partito molto sfiduciato mi ha sorpreso. Anche non avendo mai visitato Londra ho passeggiato tra le sue strade e scoperto un'infinità di cose che probabilmente molti inglese neanche immaginano. Tra l'altro c'è un bellissimo capitolo sulla pirateria. Sommo questo (visto che per di più sei a Londra e sei uno storico) te lo consiglio assolutamente!

    Per il prossimo anno conto di dirigere la mia attenzione anche sugli autoprodotti, ho l'ereader da due anni ma è solo grazie al tuo blog che ho iniziato a comprare qualche autoprodotto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I libri di Augias sui segreti delle varie città sono tutti molto carucci. :D

      E sì, è la psicologia inversa. Funziona. ;)

      Elimina
  19. Anno ricco di letture interessanti il 2013, tanto che una top5 costringe a lasciare fuori un sacco di bella roba... Ma va bene lo stesso. Anche perché riunirò tutti gli auto prodotti in un punto solo, che è una bella paraculata! :D

    5) Un Cantico per Leibowitz
    Maledetto capolavoro di fantascienza post-apocalittica. Forse il migliore che ho letto, del genere...

    4) gli ebook autoprodotti
    Una miniera di belle letture, davvero. Tra i tanti meritano decisamente una menzione "Avventurieri sul Crocevia del mondo" di Davide Mana, miglior saggio letto nel 2013, e "Bride of the Swamp God", sempre di Davide, che avrebbe occupato da solo questa posizione se ne avessi messo uno solo. Poi il bel "Bagliori da Fomalhaut" di Alex Girola e "Punto Nemo", che hai citato anche tu: entrambi mi hanno fatto venir voglia di rileggere Lovecraft.

    3) The Warhound and the World's Pain
    Di Michael Moorcock, scoperto grazie al blog di Davide. Splendido, eccezionale, meraviglioso, irreperibile in italiano, anche se tradotto anni fa dalla Nord.

    2) L'Età Sottile
    Di Francesco Dimitri. Splendido. Un urban fantasy che è qualcosa di più. Non so ben dire cosa mi abbia stregato, ma l'ho letto in una giornata. Davvero molto bello.

    1) The Chinatown Death Cloud Peril
    Di Paul Malmont. Scoperto anche questo sul blog di Davide Mana, è un pulp "old style" ambientato nell'era del pulp e che ha come protagonisti due grandi scrittori di pulp: Walter Gibson e Lester Dent. Un capolavoro assoluto, imperdibile. Acquisterò senza dubbio il secondo libro dell'autore, nonostante il prezzo latino per un ebook.

    Mi interessa segnalare, di questa lista, che l'unico cartaceo presente è quello di Moorcock, e che, a parte il libro di Dimitri, tutti gli altri li ho acquistati e letti dopo averli scoperti grazie ai blog.
    L'escluso illustre dalla lista è"Shadrach nella Fornace", scoperto grazie al Minuetto Express, mentre l'escluso a causa del "formato" è lo splendido "Un Polpo alla Gola" di Zerocalcare, che è un fumetto e quindi non l'ho inserito.
    Comunque tutte le vostre top5 sono davvero utili come consigli di lettura! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dopo Alice nel Paese delle Vaporità Sonnacchiose Dimitri ha scritto di nuovo qualcosa di leggibile? Se è ai livelli di Pan gli do una chance (non che Pan mi abbia fatto impazzire, ma non era male). :D

      Elimina
    2. Guarda, Alice non mi è piaciuto, questo invece moltissimo... Però a me anche Pan è piaciuto davvero molto... Quindi magari anche l'età sottile non ti farà impazzire :D

      Elimina
  20. Crociata Spaziale mi è piaciuto molto. Ora sto leggendo Inferno ma sinceramente no mi sta piacendo.. sarà un inferno finire di leggerlo. Poi ho altri titoli che aspettano di essere divorati :D

    RispondiElimina
  21. Classifica molto interesante... A volte ritorno di John Niven è diventato uno dei miei libri preferiti in assoluto, ironico e divertente come pochi...
    Un altra grande scoperta del 2013 é stato l'autore italiano Lorenzo Licalzi: consiglio vivamente "Io no" e "Cosa ti aspetti da me"

    RispondiElimina
  22. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina

 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro