37

Niente è meglio del caro, vecchio Dragon Ball

Niente è meglio del caro vecchio Dragon Ball.
Sono sicuro che sarete d'accordo con me...
Io lo sto rileggendo per la “N”sima volta (dove “N” indica un numero compreso tra 100 e qualche migliaio). Gli adepti della fanpage non ne possono più delle mie foto dei momenti clou, con cui li sto assassinando da diversi giorni a questa parte.
Eppure (eppure) ogni volta che (ri)leggo Dragon Ball scopro qualche inezia, qualche dettaglio, qualche sfumatura che mi era sfuggita. A riprova che Dragon Ball è un classico, e che in quanto classico ha sempre qualcosa da dire.
E a riprova del fatto che, per quanto riguarda gli shonen, niente è meglio del caro e vecchio manga di Akira Toriyama.

Ma andiamo con ordine.
Sicuramente ci sarà qualcuno che verrà a scrivermi: “Ma sommo! Dragon Ball è superato! Tutti gli shonen di oggi sono nettamente migliori, hanno una trama più profonda e variegata, personaggi meglio delineati, ma soprattutto non sono ripetitivi. Dragon Ball invece è un loop continuo!”
Cosa vera…e sbagliata allo stesso tempo.

Schema dei "Top Shonen"

Fateci caso: il canovaccio di Dragon Ball è assolutamente identico a quello di tutti gli altri shonen (vecchi e nuovi), un loop costante di gente che fa “cose” per raggiungere obiettivi prestabiliti. In DB i protagonisti combattono per salvare l’universo con l’aiuto delle sfere del drago, in One Piece combattono per arrivare vivi alla fine del viaggio, in Jojo combattono per la libertà (cit.), in Naruto combattono per la salvezza del mondo.
E così via.

Solo che passano gli anni, passano i manga…ma Dragon Ball rimane.
Perché?

Z Warriors!

La risposta me la sto dando in questi giorni: perché probabilmente è lo shonen più godibile in assoluto. Ripetitivo, scontato e banale quanto volete: ma è dannatamente divertente, è una giostra in continuo movimento, mantiene sempre altissima la tensione e i momenti di “riposo” sono rarissimi.

E come fai a non voler bene a un fumetto così?
Non è un caso che tutti conoscano Dragon Ball e tutti gli vogliano bene: i momenti epici, le 6000 trasformazioni, Vegeta che soffre di bipolarismo, i saiyan, Freezer, il Red Ribbon, i tornei Tenkaichi…
Dragon Ball è entrato a far parte dell’immaginario collettivo a ragione, è divenuto un archetipo e un punto di riferimento per tutti coloro che intendono cimentarsi nell’arte del fare fumetto.

Anch'io voglio la mia nuvola personale!

E ha un posticino particolare nel cuore di tutti gli appassionati.
Anche qui, fateci caso: sono sicuro che chiunque di voi ha partecipato a qualche discussione nerd “a tema” su quale sia il miglior fumetto made in Jappolandia. E lo so che in tanti avranno detto Naruto, One Piece, Jojo…ma fate outing: sono sicuro che la maggior parte abbia detto Dragon Ball.

In un eventuale podio per i migliori mangaka della storia, Osamu Tezuka è sul gradino più alto. Ha inventato “il genere”, ed è giusto che sia così. Medaglia d’argento, senza dubbio, per Go Nagai: perché il genere l’ha completamente rivoluzionato, ponendo le basi del manga contemporaneo.
E poi c’è Akira Toriyama. Perché il genere, con Dragon Ball, l’ha sdoganato, e ha fatto conoscere il manga in tutto il mondo (non che non lo si conoscesse, ma il boom a livello planetario l’ha fatto proprio Dragon Ball).
E non è roba da poco.
Anzi.

Leggende!

Mostrate a qualcuno che è a digiuno di fumetti Rufy, Jojo, Naruto e Kenshiro. E probabilmente la loro faccia assumerà i contorni di un punto interrogativo; mostrategli Astroboy, Mazinga e Son Goku, e vi saprà dire esattamente chi sono...
Chissà perchè...

Ps: quest'articolo è dedicato alla loggia USOP. Loro sanno perchè.

37 commenti:

  1. non sono d'accordo su una cosa sola,quando dici che non saprebbero riconoscere naruto rufy etc... ma saprebbero riconoscere astro boy secondo me ti sbagli,perchè le persone non appassionate non sanno nemmeno chi sia mazinga ma possono conoscere naruto perchè lo fanno tutt'ora in tv. C'è da dire però che goku lo conoscono tutti perchè dragon ball è il manga/anime più famoso di sempre

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è da dire che anche ai "vecchietti" (intesi come genitori), se gli fai vedere un mazinga o Goku sanno dirti chi è. Gli altri, è un punto interrogativo

      Elimina
    2. si hai ragione,comunque bell'articolo :)

      Elimina
  2. Non esageriamo, penso che Kenshiro sia abbastanza conosciuto, almeno ai livelli di Goku.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. credo anche io,però tutt'oggi si parla ancora molto più di dragon ball che di hokuto no ken,anche mia madre sa chi è goku

      Elimina
    2. Pensare che fino a fine anni 90 era diverso! Tutti o quasi conoscevano Ken e "pochi" DB! XD

      Elimina
  3. Ma la citazione è al video-parodia di Dario Moccia su caverna di platone?

    RispondiElimina
  4. cioè hai "classificato" kenshiro come un personaggio di "oggi" come rufy naruto e jojo? ma forse hai fatto confusione (e spero che sia così) perchè proprio kenshiro deve stare sui classici come mazinga astroboy e dragon ball !!! ergo se fai vedere un disegno di ken tutti ma proprio tutti t sapranno rispondere .. e se proprio non conoscono il suo nome( difficile) ti risponderanno così: << aaaa è il tizio che fà utatatatattaa!!! utaa!! >> poi ovvio se fai vedere la faccia di ken ad un ragazzino che si vede i cartoni animati solo sulla mediaset è ovvio che io t dia ragione..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, me ne so' accorto dopo, m'è scappato. C'è da dire comunque che anche ai "vecchietti" (intesi come genitori), se gli fai vedere un mazinga o Goku sanno dirti chi è. Gli altri, è un punto interrogativo.

      Elimina
  5. Anch'io in questi giorni, spinto da Battle of Gods, sto rileggendo l'adorata opera, e sto pure riguardando tutto l'anime (in originale, ovviamente) per "godermi" pure gli odiati filler. Dragon Ball è troppo bello, sempre e comunque.
    Sì, riguarderò anche il GT.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dragon Ball GT: WARNING! WARNING! THE SELF-DESTRUCT SYSTEM HAS BEEN ACTIVATED!

      Elimina
  6. Che balle Sommo, ho capito, lo riprendo Dragonball!

    RispondiElimina
  7. "in Jojo combattono per la libertà"

    Citazione sopraffina. Aggiungo: "Si ride e ci si diverte.."

    P.s.: Completamente d'accordo con l'articolo :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppo divertente questo fumetto! ^^ L' ho letto incuriosito dalle "misteriose" pubblicità dell' epoca e m' è piaciuto un botto! ^^ Io quando leggo un fumetto o libro e vedo un film, meno so, più gusto c' è. XD

      Elimina
  8. Anche io sto rileggendo Dragon Ball e leggendo i post un dubbio sta iniziando ad insinuarsi nella mia mente: Sommo, non è che in qualche modo tramite i tuoi post ci condizioni in qualche modo? Così come a volte le ragazze che vivono a stretto contatto hanno il ciclo negli stessi giorni, così noi follower stiamo rileggendo Dragon Ball...
    Anche io rileggo sempre con piacere quello che rimane il manga che mi ha cambiato la vita. Ricordo ancora l'aprile del 1995 quando lo acquistai in edicola. Costava 3200 lire (poi divenne 3300!). Lo custodii gelosamente perché se mia madre avesse sfogliato il primo numero e avesse visto la scena in cui Bulma mostra le grazie al maestro Muten probabilmente non me lo avrebbe comprato più! XD Quando si arrivò alla saga di Sayian e raccontai ad un mio compagno che Goku aveva un figlio mi prese per un contaballe! Ma una cosa che mi sempre scendere la lacrime "napulitante" (cit. Doc) è rileggere la posta curata da Andrea Pietroni. I lettori facevano elucubrazioni sui futuri sviluppi della trama, nascevano interessanti spunti di riflessione. Internet non esisteva, lo spoiler nemmeno. Risulterò banale ma fatemelo dire: "quelli sì che erano bei tempi, non adesso!" Tutti i giappominkia che criticano Dragon Ball dovrebbero farsi un bell'esame di coscienza e ringraziare il Dio Drago. Senza questo manga molte delle "pootanate" (cit. again) che pubblicano adesso neanche ci sarebbero negli scaffali delle fumetterie. Grazie maestro Toriyama, grazie Goku e grazie Kappa Boys! By un fanboy della vecchia guardia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Internet c' era, ma ce l' avevano in "4 gatti"! XD
      Detto ciò, ricordo che conobbi DB tramite una pubblicità di giochi dove veniva indicato che andava in onda su junior TV. Incuriosito cominciai a vederlo e all' inizio andavo a casa di mia nonna perché da me non si prendeva XD. Addocchiai pure il fumetto in edicola e lo presi. Rimasi basito nel vede Goku grande con figlio e... scoprire che il fumetto si leggeva da destra a sinistra °_O XD !
      Prima rifacevano pure ICDZ! ^^
      Purtroppo la serie si stoppò (anche i cavalieri per qualche ragione andavano a metà come ai tempi di Odeon e Italia 7! -.-). Riprese in autunno, ma si stoppò ancora! °_O Nel 98 finalmente arrivarono le nuove puntate con la saga del mago Piccolo! ^^ Che coinvolgimento! Non vedevo l' ora di vedere la prossima puntata! Quando andammo in gita a Venezia in albergo mi premurai di cercare alla TV il circuito e per fortuna lo trovai beccando le puntate. XD
      L' anno dopo approdò su Italia 1 inizialmente come riemptivo estivo. E li comincia un' altra storia per DB in Italia.
      Peccato che quando rividi la prima serie mi accorsi dei tagli vari che avevano operato! -.- Fu li che scoprii che scempi faceva la Fininvest con certi cartoni giapponesi! -.- XD

      Elimina
    2. "lo spoiler nemmeno"

      Bei tempi veramente da questo punto di vista! XD

      Elimina
  9. Grande Buta!!
    Dragon Ball rimane il mio manga preferito di sempre... Berserk l'ho amato e lo amo, Jojo mi ha entusiasmato (Stone Ocean a parte), ma Dragon Ball è sempre nel mio cuore, al primo posto!!
    In particolare la saga di Freezer e i cyborg... Quanti ricordi! :°)

    RispondiElimina
  10. Il titolo PARLA DA SOLO!!!
    Ottimo articolo buta,DAVVERO bello!!!

    RispondiElimina
  11. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  12. Secondo me Dragon Ball piace ai suoi fan solo perché ci sono affezionati. Sinceramente a me non lascia nulla, anche se ovviamente pure io ci sono affezionato, in quanto seguivo l’anime su Italia 1 da bambino.
    Se penso adesso a Dragon Ball, però, le caratteristiche che mi vengono in mente sono:
    1) Eccessiva ripetitività dalla saga successiva al Red Ribbon, che rende l'anime di una piattezza assoluta, ad eccezione dei combattimenti, sempre piacevoli. Questo difetto si accentua sempre più finché, con la morte di Freezer, vengono creati due archi narrativi completamente inutili e stracolmi di errori logici molto banali, probabilmente realizzati soltanto a scopo di lucro, con poche pretese sulla loro effettiva qualità;
    2) Sostanziale mancanza di emozioni, che dovrebbero contribuire a reggere ogni opera, e che, ma questo è un parere soggettivo, sono la cosa principale ricercata da me in un manga, in un film, in una canzone, in un libro e in qualsiasi altra forma d'arte.
    L'unico momento in cui DB mi ha emozionato è stato la morte di Vegeta contro Freezer, per il resto calma piatta;
    3) Banalità dei personaggi, che hanno una caratterizzazione decente, ma non hanno spessore alcuno e rimangono quasi completamente privi di approfondimento psicologico. In più, moltissimi personaggi, anche a causa di quanto scritto in precedenza, sono molto simili tra loro e sempre uguali a se stessi. Anche quelli che potevano essere interessanti, come Piccolo ad esempio, poi si trovano davanti una specie di alter ego meglio realizzato, Vegeta in questo caso, che trovo essere l'unico personaggio di un certo spessore all'interno dell'opera;
    4) Scontatezza dei temi, i quali si possono ridurre essenzialmente a viaggio, che perde di valore a causa del punto uno, famiglia, trattato più o meno da tutti i fumetti giapponesi e secondo me in modo migliore da moltissimi rispetto a DB, amicizia, anche questo presente in tutti i manga, e superiorità del bene rispetto al male, tipica di quasi tutti i battle shonen;
    5) Combattimenti piacevoli e godibili, soprattutto nella prima serie.

    Con questo commento, anche se sembrerebbe il contrario, non voglio dire che Dragon Ball fa schifo, anzi, te lo godi volentieri, proprio perché non è un mattone, è poco serio, non ha grosse pretese e quindi può piacere a tutti (ammettiamolo, a nessuno dispiace vedere un po' di mazzate). Tuttavia, il "capolavoro" di Toriyama non si può paragonare ad alcuni titoli successivi dello stesso genere, e mi riferisco in particolare a One Piece, Hunter x Hunter e Naruto, che hanno basi più solide, tematiche più profonde e interessanti, danno emozioni a non finire e caratterizzano e/o approfondiscono meglio i loro personaggi.

    Ad ogni modo, ho apprezzato l'articolo, soprattutto la parte in cui smonti un po' la convinzione secondo cui i manga attuali non sono ripetitivi, con tanto di immagine sugli schemi dei “top shonen”, pienamente condivisibile. Un "top shonen", almeno in fatto di vendite, rimane ripetitivo quasi per forza di cose. Se lo schema narrativo piace ai fan, perché cambiarlo e non limitarsi a variarne i contenuti per renderlo ogni volta diversamente variegato? Non avrebbe senso. Inoltre a volte l'essere ripetitivi è dato anche dalla natura dell'opera; se penso a One Piece, per fare un esempio, cosa dovrebbero fare dei pirati alla ricerca di un tesoro se non seguire una rotta che consente loro di trovarlo? Secondo me è abbastanza normale e poco criticabile... poi certo, ognuno può pensarla come gli pare, ci mancherebbe il contrario.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pienamente d'accordo, ma c'è da dire una cosa: è anche ovvio che roba come OP, HxH o Naruto siano superiori a DB, sono cambiati i tempi, e il target vuole qualcosa di più elaborato (a meno che non ti chiami Bleach - che comunque rispetto a DB ha una coerenza narrativa e una serie di sottotrame eccellenti).

      Resta il fatto che DB, come dicevo sopra, anche visto nell'ottica del non fan (e volendo fare un discorso oggettivissimo), dopo 30 anni rimane un fumetto che punta soprattutto al divertimento spicciolo (e ci riesce alla grandissima) e ha un ritmo elevatissimo come forse nessun manga. :D

      Elimina
    2. Sì, sì, ma questo senza dubbio, ho seguito il live su youtube (credo sia stato l'ultimo che hai fatto, forse...) in cui davi il "merito" al tanto vituperato Bleach di essere l'unico manga a mantenere un ritmo simile a Dragon Ball, e su questo sono d'accordo. Io capisco che DB possa piacere, di pregi ne ha sicuramente, e infatti non sto dicendo sia un brutto manga, fatico solo a capacitarmi di come alcune persone lo ritengano ancora "il miglior manga shonen di sempre", quando grossi difetti oggettivi glie li si possono e devono riconoscere.
      Ovvio, il merito di essere ancora in auge dopo tanto tempo (lo dimostra quanto ci lucrino sopra, con film orrendi anche secondo i fan e così via lol) gli va sicuramente riconosciuto, però bisogna ricordarsi che non sono il successo e la popolarità a determinare la qualità di un prodotto, cosa purtroppo pensata da molti al giorno d'oggi...

      Sulla questione del target non saprei se hai ragione o no, perché è vero che la domanda fa l'offerta, ma è anche vero l'opposto. Non possiamo sapere cosa sarebbe successo se non ci fosse stata un'evoluzione nella narrazione, nei temi e in tutto il resto, perché il lettore non può comprare qualcosa che non c'è, quindi si adegua al mercato.

      Elimina
    3. "dopo 30 anni rimane un fumetto che punta soprattutto al divertimento spicciolo (e ci riesce alla grandissima) e ha un ritmo elevatissimo come forse nessun manga. :D"

      Già! E poi lo conoscono e lo vedevano anche un sacco di ragazze! XD
      Riguardo il divertimento spicciolo, a volte anche troppo. Un certo umorismo di Toriyama a rivederlo oggi mi lascia perplesso. Come quando Oscar si trasforma in Bulba e sollazza il Genio! O_O Meglio agli esordi quando aveva un umorismo più surreale e non pecoreccio.

      Elimina
    4. " Non possiamo sapere cosa sarebbe successo se non ci fosse stata un'evoluzione nella narrazione, nei temi e in tutto il resto, perché il lettore non può comprare qualcosa che non c'è, quindi si adegua al mercato."

      Anche questo è vero.

      Elimina
  13. Mi trovo d'accordo ogni volta che vedo i miei volumi di DB(Edizione Perfetct) Sulla mensola, mi viene sempre la tentazione di rillegerlo :asd:

    RispondiElimina
  14. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  15. io di gnte digiuna di fumetti che conosce astroboy non ne ho mai vista , anzi mi sembra molto più popolare ken shiro che insieme ai vari mecha ha influenzato la generazione di mio padre

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti anche la serie tv remake giunta negli anni 80 non è che sia famosissima. Penso che sia mooolto più conosciuta "Lady Oscar" per dire!

      Elimina
  16. Sommoto ti sei scordato lei: "Heidi"! XD Si, è tratto d aun romanzo europeo, però dopo quasi 40 anni qua la conoscono anche le nuovissime generazioni tra repliche e sigla! XD
    Peccato invece per "Candy Candy"! Se le autrici non avessero sbisticciati l' avrebbero continuata a trasmettere e sarebbe popolare anche per quelli nati da metà anni 90 in poi -.-.

    RispondiElimina

 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro