20

Capitan (f)Harlock, la fantascema al servizio del Treddì

Ci sono 500 miliardi di esseri umani scemi sparsi per la galassia.
Ma il più scemo di tutti è lui Capitan Harlock.
O forse no, se la gioca con gli scenmeggiatori.

Occhio, spoilero l’inverosimile.

Ho aspettato due settimane prima di scrivere quest’articolo. Il motivo è semplice: ero indeciso se valeva la pena oppure no perdere tempo a stroncare un film che si stronca già da solo.
Il “sì perdici tempo a scrivere l'articolo” ha vinto perché quando ne ho parlato maluccio sulla mia fanpage, a difesa del film sono intervenuti molti dicendo: “la storia fa schifo, ma la grafica è bella”.
Un po’ come dire: “Ho cucinato una pasta al forno esteticamente spettacolare, ma dentro è tutta bruciata e nun se po’ magnà”.

Ma andiamo con ordine.

In guardia!

Premessa: io Capitan Harlock lo schifo.
Di più: schifo tutto ciò che Leiji Matsumoto ha potuto partorire nel corso della sua fulgida carriera. Proprio no, la sua fantascienza non mi piace. Ma per amor di conoscenza ho letto tutte le sue opere magne e visti tutti i suoi cartoni più importanti.
E quindi sì, i vari Harlock, Starzinger, Corazzata Yamato, Galaxy Express 999 proprio non li digerisco.
L’unica cosa bella di Matsumoto, per me, è il contributo ad Interstellar 5555 dei Daft Punk.

Tralasciando questo, mi sono avvicinato al film di Harlock senza alcun pregiudizio.
Ho scatenato i miei mastini della guerra, fatto rombare i motori del pirata che c'è in me, e ho scaricato il dvd.
Premuto il tasto "play", al minuto 5 ero già piuttosto basito(F4).


In guardia! (2)

500 miliardi di esseri umani, probabilmente rincitrulliti da un utilizzo massiccio di Facebook e altri Social Network, hanno deciso di scannarsi tra loro per tornare a vivere sulla terra, perché la galassia da loro occupata ha esaurito le risorse.
A parte il fatto che gli adattatori hanno deciso (chissàpoiperchè) di utilizzare termini inglesi a caso, e solo per alcune cose (Come home war, Dark Matter), la mia domanda è: perché, caro sceMeggiatore, invece di far scannare gente sulle astronavi astronavicamente astronaviche, con la tecnologia in possesso dall’umana umanità, non li hai fatti andare semplicemente alla ricerca di una nuova galassia da colonizzare?

Mah.
Mistero.

Evvabbè, c’è laggente che si scanna sulle astronavi per tornare sulla Terra, la corporazione di cattivi che ha deciso che la Terra è terra sacra e quindi ciccia, ci stiamo solo noi, e già capisci che Harlock è il loro nemico perché sì.


Dark Matter! (perchè "materia oscura" pareva brutto)

Poi al minuto 5 ci viene presentato il protagonista. È giovane, è taciturno, ha i capelli castani. Gli manca solo la benda e la cicatrice, ma si capisce: è capitan Harlock da giovane!
Figo!, penso, tutto entusiasta. Ci fanno vedere il passato di Capitan Harlock!
E invece no.

Quello non è Capitan Harlock.
È un tizio a caso. Che c’ha problemi di botanica col fratello (semicit.).
Che quando lo vedi in compagnia del vero Capitan Harlock, ti basta fare 2+2 per capire che essendo IDENTICO ad Harlock (ma senza benda e cicatrice, repetita juvant), prima della fine gli autori gli scemeggiatori troveranno il modo scemo per sfregiargli la faccia e ammarargli l’occhio.

Flashforward: cosa che avviene con puntualità matematica. Nella maniera più idiota possibile. Alla fine Yama diventa il nuovo Capitan Harlock.

Cioè, era lampante...

Flashback: viene spiegato che Capitan Harlock c’ha 100 anni, ha partecipato alla guerra scema in cui i 500 miliardi di esseri umani scemi volevano rimpatriare, e che, in linea con certe teorie aliene (sceme?), vuole creare una sorta di paradosso spazio-temporale in cui azzerare tutto, e far tornare il tempo a prima dello scoppio della guerra scema.

Una scemità anche questa, ma io ero là, speranzoso.
E pensavo: dai, che figo! Capitan Harlock ha preso a bordo dell’Arcadia Yama sapendo che Yama è il sé stesso giovane, per istruirlo a fare quello che si troverà a fare quando sarà adulto! Un paradosso spazio-temporale nel paradosso spazio-temporale.
Sarebbe stato anche più carino.

E invece no, niente di tutto questo.
Tra fantascema, trovate idiote, battaglie navali improbabilissime (l'Arcadia da sola elimina in due secondi netti e senza sforzi intere flotte di astronavi), cambiamenti d’umore che nemmeno Lucia ne “I promessi sposi” (Yama sembra un mestruato, cambia idea ogni 15 minuti esatti di pellicola, orologio alla mano), Capitan Harlock si trascina stancamente fino alla fine, regalando sbadigli, noia e risate involontarie (causa trovate sceme di cui sopra).


Il film non gli è piaciuto...

Sì però la grafica è bella, eh…

Ah: giusto per finire in bellezza. Il mondo in cui tutti vogliono tornare è stato distrutto. Dallo stesso Harlock, in preda ad un raptus mestruato in puro stile Yama.
Giustamente, se Yama è uguale ad Harlock, Harlock in qualche maniera dovevano farlo uguale a Yama...

Davvero, un brutto film.
Peggio: un film scemo. Anzi, fharlocko.
Non bastano un bella grafica, due sparaflashate e 30 secondi di combattimento di Harlock che sgomina uno squadrone avversario a colpi di spadapistolalaser per fare di un film un bel film.

20 commenti:

  1. Ahaha ritrovo quel che ho scritto io, ma ci sei andato leggero :) Ti facevo più kattivoh, e invece...
    Che poi pure graficamente non m'è sembrato sta gran cosa... nella media, ecco. Che giapponesata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo, nemmeno io ci ho visto questa meraviglia dell'animazione. Ok, l'Arcadia che si muove tra le nubi di materia oscura è oggettivamente una figata, ma per il resto...Niente di scandalosamente miracoloso.

      Elimina
  2. Il film ha fatto schifo pure a me. Graficamente non l'ho trovato tutto sto gran che, cerano buchi di trama (una donna che fa le capriole in mezzo alla doccia come insegna la mamma) e due palle come una casa. A un certo punto io e i miei amici abbiamo iniziato a sfotterlo per tutte le frasi ad effetto fantascientifico che ci sparavano a dosso. Ordine: "calare la sedia!" Risposta: "si signore fotoni fotomontaglionici carichi al 57%" "propulsione propulsori plasmoidi reputtanamente" frasi del genere mi fanno solo ridere se me ne vomiti a dosso 20 di fila....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì, le supercazzole di fantascienza le ho sempre maldigerite pure io.

      Elimina
  3. Ma poi lo vogliamo dire? La grafica non è poi così bella, o meglio non mi è sembrata l'animazione "fine-di-mundu" di cui molti parlavano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tre commenti identici sulla grafica. Vorrà pur dire qualcosa, no? :D

      Elimina
  4. Ahahahahahah! ^__^
    Più che problemi di botanica, direi problemi con le sinapsi del proprio cervello, visto che per non far appassire i fiori Yama gira una manopola con scritto ovunque "WARNING"! :D
    Comunque concordo su tutto, tuttavia io il film l'ho visto in 3D al cinema, e l'ho trovato un vero spettacolo per gli occhi: lo ritengo il più bel 3D che ho visto sino ad ora. E' vero che in un film la trama è fondamentale e che qui la storia invece fa schifo, però proprio grazie alla grafica non sono uscita dalla sala pentita di aver speso il biglietto! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immagino che per la grafica l'home video sia penalizzato. Un po' come lo Hobbit, che visto al cinema il 3D sembra "vero", visto a casa pare abbia gli sfondi di cartapesta.

      Elimina
    2. Sì, probabilmente pure io se lo rivedessi in tv noterei solamente la trama stupida e incoerente, senza rimanere "affascinata" dalla grafica! ;)

      Elimina
  5. Pensavo di peggio...
    Manca troppo il fattore Romanticismo.
    Ma ripeto: ho visto di peggio proveniente dal Giappone

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non oso immaginare il prossimo film dell'Uomo Tigre...

      Elimina
  6. Grazie buta! Sommo mi faibun favore? Sono fan boy di evangelion e vorrei farmi due grasse risate con un tuo articolo suglinultimi 3 film

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovrei prima rivedere la serie "classica", che dall'ultima volta che l'ho fatto son passati 15 anni. :P

      Elimina
  7. Questo articolo trasuda cattiveria da ogni parola......Sommo sei davvero un cattivone quando qualcosa non ti piace proprio.....ti ci metti davvero di impegno!!!!XD

    RispondiElimina
  8. Io non penso sia questa gran schifezza Sommo, di sicuro non è un capolavoro, ma resta godibile, adatto a farti passare quell'oretta e mezzo in tranquillità davanti allo schermo. C'è di peggio sicuramente in giro, alla fine per quanto mi riguarda questo film riesce ad intrattenere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Invece il problema principale per me è proprio questo: non mi ha intrattenuto.

      Elimina
  9. in tutte le opere di Matsumoto c'è il ragazzo giovane che è praticamente identico ad Harlock, se non per la differenza di età, è una sua scelta stilistica. Si gioca sul fatto che nella vita tutto si ripete, tutto è ciclico, è una delle massime del maestro e dele sue storie. Il film può piacere o meno, ma già da come apri il tuo post si comprende che sei troppo prevenuto e soprattutto che non conosci la "materia". Un saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so che leggere un articolo è difficile. Soprattutto quando uno scrive "per amor di conoscenza ho letto tutte le sue opere magne e visti tutti i suoi cartoni più importanti.
      E quindi sì, i vari Harlock, Starzinger, Corazzata Yamato, Galaxy Express 999 proprio non li digerisco.
      L’unica cosa bella di Matsumoto, per me, è il contributo ad Interstellar 5555 dei Daft Punk".

      Lo so che vi piace leggere e capire solo quel che volete leggere e capire.
      Poco male, ce ne faremo una ragione. ^_^

      Elimina
  10. C'è una domanda che mi frulla in mente, di solito è inerente alla musica, ma si adatta bene anche a questo film:
    Nella prima serie, Harlock era un personaggio abbastanza complesso e romantico, ad esempio sorride quando circondato da nemici e senza via di scampo, oppure in una puntata da un ceffone a Tadashi che insisteva nel voler sparare su un nemico (benchè non fosse affatto necessario) dicendogli che il suo è fanatismo.
    Dove voglio andare a parare? È presto detto: ce n'era abbastanza per costruire delle buone trame, basate su un personaggio credibile e indubbiamente figo, ed invece hanno creato un'accozzaglia di scene in computer grafica tenute insieme con lo sputo (quella trama insulsa) e con un personaggio che è un terrorista invasato con l'aspetto di Harlock. Così facendo hanno richiamato tanta gente che voleva vedere l'eroe della propria infanzia sul grande schermo, trascinando anche amici e curiosi. Ma dato il pessimo lavoro svolto, quello stesso pubblico si vedrà bene dallo spendere tempo e denaro per un sequel.
    Io mi chiedo proprio questo, ma nel cinema come nella musica come nella letteratura ed in altri campi, perchè non si punta sulla qualità?
    Non riesco proprio a capirlo, dal momento che artisti ed opere di qualità garantiscono sia un ottimo guadagno nell' immediato che un costante introito nel tempo, basti pensare a Bruce Springsteen (Si, è il mio idolo), che ottenne un successo clamoroso con i primi album e tutt'oggi continua a macinare vendite di dischi e pienoni ai concerti.

    RispondiElimina

 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro