28

One Piece e Naruto scopiazzano Dragon Quest (aka Il baretto dei Top Shonen)

Baretto dei Top Shonen è quando sommobuta lo scrive.
Parafrasando le leggendarie parole dell’innarrivabile Boskov (scomparso da poco), ritorna sul vostro blog preferito(?) la vostra rubrica nerdona preferita(?).
E se il capitolo di Bleach mi ha lasciato basito (per i motivi sbagliati), i capitoli di Naruto e One Piece questa settimana hanno in comune lo stesso universo.
Non ci credete?
Leggiamo insieme, allora!

Bleach capitolo 580: L’11° Compagnia vs Bimbeminkia
Ora, tutto mi sarei aspettato, eccetto che vedere l’11° compagnia di Zaraki Kenpachi venire asfaltata da un gruppo di bimbeminkia. Che poi è vero che le Bimbeminkia in questione asseriscono di essersi preparate allo scontro con il preciso obiettivo di mettere l’11° KO (Kenpachi compreso), ma questo capitolo mi ha leggermente destabilizzato.
Va da sé che nel prossimo capitolo vedremo “The Undead 99999999999”, ma va detto che le Bimbeminkia hanno poteri splendidi (e splendidamente assurdi).
Finale col “botto” a forma di teschio.
Kenpachi’s revenge?
Yachiru’s bankai?
Ichigo returns?

Naruto e One Piece: un universo condiviso.
Io me la immagino la “solita” linea rossa tra Oda e Kishimoto. Masashi-sensei chiama disperato l’Eiichiro-sensei perché non sa che cosa disegnare. E Oda ha l’idea brillante: saccheggiare un universo fumettistico del passato. Uno dei più conosciuti, dei più venduti e dei più amati.
- Cioè?, domanda Masashi
- Cioè questa settimana scopiazziamo Dragon Quest!, risponde Oda.
- Quale di quelli pubblicati?*
- Entrambi.

DOOON!

Si mettono in videoconferenza, e fanno a morra cinese. Ad Oda capita “La grande avventura di Dai”, a Kishimoto “L’emblema di Roto”.
Probabilmente non li avete mai letti.
Il che è un male.
L’universo fumettistico di Dragon Quest (che in Giappone ha una serie praticamente infinita di videogames, giochi di carte collezionabili, fumetti e merchandising talmente enorme da far impallidire i Pokèmon) è molto interessante, soprattutto perché, avendo avuto Toriyama come character design per i mostri, ha un vasto assortimento di cosucce interessanti.

Non solo: se “Dai – La grande avventura” ricorda un po’ Dragon Ball per lo stile e le dinamiche narrative (anche se traslate in un mondo fantasy), “L’emblema di Roto” (chicca che se abbiamo letto in 10 è tanto) è probabilmente uno dei migliori manga fantasy “classici” mai realizzati.
Se non proprio il migliore in assoluto.

L'Emblema di Roto: recuperatelo!

Ma che c’entrano, oggi, con Naruto e One Piece?
C’entrano. Perché anche se la mia è pura speculazione, quando ho visto il cugino di campagna Pika torreggiare su tutta Dressrosa, non ho potuto far altro che associare il mastodontico sodale roccioso di Doflamingo al Castello Demoniaco presente in “Dai – La Grande Avventura”.

Pika! Ah, no...scusate...

Il castello errante di Howl demoniaco assomiglia davvero tantissimo a Pika (anzi, è esattamente il contrario), ed essendo così gigantesco non fa altro che stupire noi lettori.
Eccezion fatta di Rufy, che invece di cagarsi addosso, si mette a ridere a causa della sua voce stridula e acuta.
Parleremo abbondantemente di One Piece nel report di sabato, quindi “Stay hungry, stay butis”.


Lo stesso identico discorso si può fare per il capitolo di Naruto.
Che all’inizio mi ha lasciato un tantino perplesso, non lo nego.
Vista la piega ampiamente oculistica di Naruto nell’ultimo periodo, tra furti di cornee, trapianti di sharingan, ricostruzioni del bulbo, guarigioni mistiche, ricostruzioni #totalitombali degli occhi e altre amenitò, pensavo che Kishimoto ci avrebbe mostrato limpidamente il momento in cui il MadaraEremitico avrebbe ottenuto il suo poweruppone finale prendendo il rinnegan ad Obito.
Nel capitolo scorso stava avvenendo il trasferimento, ma mi aspettavo di vedere il processo ultimato.
E invece no, Kishi taglia e ci regala Madara poweruppato.
Che finalmente, apre l’occhio della mente e si appresta a trasformare il mondo nel Matrix dei ninja (evvai!).

A Tenshinan non piace questo elemento...

Il terzo occhio, l’occhio della mente, è prerogativa dei saggi.
Lo sappiamo e l’abbiamo già visto.
Eppure, se il precedente Eremita non mi aveva detto nulla, Madara-Eremita, nonsoperqualestranomotivo, mi ha ricordato ESATTAMENTE Poron.
Il saggio de “L’Emblema di Roto”.
Sicuramente uno dei personaggi più singolari e carismatici del panorama fumettistico nipponico.


Il look è molto simile, e Poron sembra proprio Madara-Eremita versione “cccciovane”.
Terzo occhio compreso.
Gli manca solo il rinnegan.


Magari, ne “L’emblema di Roto 2” rimediano…

Voi che dite?


-----

*In Italia sono stati pubblicati solamente "Dai - La grande avventura" e "L'emblema di Roto", ma in Nippolandia vi sono numerosissimi manga dedicati al mondo di Dragon Quest.

28 commenti:

  1. Fan dell'Emblema di Roto, presente! Dai, la Grande Avventura è stato uno dei miei primi manga, quindi il fattore nostalgia non mi permette di essere oggettivo, ma l'Emblema di Roto l'ho letto solo un paio d'anni fa, e accidenti... d'accordissimo, uno dei migliori fantasy classici. Avevano fatto un timido tentativo d'emulazione con Beet Vandel Buster, ma era tutto abbastanza "meh", ed è praticamente morto dopo una manciata di volumi...
    Come altra citazione di "triclopi" celebri, mi viene anche in mente i "Ciclopi" di 666 Satan, del fratellino di Kishi :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di triclopi i manga sono pieni. Ma pensa anche allo stesso One Piece (la sodale di Big Mom). O il celeberrimo 3x3 Occhi. Giusto per citarne due a caso.

      Se dovessi confrontare Dai vs Roto, Roto vince a mani basse. Ma Dai è comunque splendido, ha dei momenti epici che non ho mai più ritrovato in nessun fumetto.

      Elimina
  2. L'emblema di roto non lo conoscevo mentre ho approfondito "Dai - La grande avventura" in seguito all'anime dato anni orsono su Italia1 e in effetti Pika sembra veramente preso dal castello demoniaco. Facendo questo paragone mi hai fatto pensare in qualche modo che le mosse drago di Sabo siano un pò riferite al padre di Dai ma forse è solo un' idea campata per aria.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Roto è notevole: di nuovo, consiglio alla stragrandissima. :D

      Elimina
  3. Ammetto di esser rimasto perplesso vedendo Zaraki a terra a fine capitolo, considerando però che non s'è manco tolto la benda, mi auguro una ripresa in grande stile per la lotto con Ywach (dopotutto davanti a un cervello visionario con un potere gagliardo era inevitabile che scendesse in campo lui). Alla fine un'unica certezza: per le bimbeminkia (anch'esse con poteri gagliardi, specie la zombie) si prepari la vaselina per una penetrazione da urlo.

    Naruto ormai non mi dice nulla, a parte il protagonista che fa guarigioni miracolose non mi sarebbe dispiaciuto vedere Obito con entrambi gli sharingan fare qualche trucchetto finale degno di nota. La trovata della scorsa volta di Madara che aveva "pianificato" la manipolazione di Obito tramite il sacrificio di Rin è una forzatura oltremodo sgradevole che pone Madara a livello dell'ipercattivo che pianifica le tue mosse pure quando c'hai il cagotto (tipo Aizen) e serviva solo a riscattare le "colpe" giovanili di Kakashi agli occhi sbrilluccicanti dei lettori. Intrigante l'ultimo scenario, vediamo come fuggiranno tutti da Matrix...

    One Piece negli ultimi due capitoli mi ha gasato e lasciato perplesso a un tempo. Cominciamo col rapidissimo voltagabbana degli ex prigionieri che dopo aver osannato Usop e maledetto Mingo subito si aizzano contro il nasuto per zucarsi le 5 stelle di ricompensa. E che cazzo, manco dieci minuti prima stavate cagati sotto per il pericolo di trascorrere l'intera esistenza in forma di giocattoli e poi mi cedete alle lusinghe così? Cioè vi fidate pure di Mingo dopo la notevole siringa? Mah... Seconda cosa che mi ha lasciato perplesso (e mi accodo a Maynard in questo capitolo) Fujitora ha intenzione, dopo quel popò di gioco mortale che ha messo in piedi, di lasciare in pace Doflamingo e di non destituirlo? Proprio lui che voleva abbattere la Flotta dei 7? Sarò poi ignorante io ma la motivazione che dà a Maynard non l'ho manco capita... forse Oda si è reso conto troppo bene che con un ammiraglio contro pure Mingo avrebbe tirato le cuoia molto presto ma nulla cambia al fatto che si è spinto troppo in là nella situazione interna a Dressrosa per far sì che non vi siano decisione radicali da parte degli ufficiali competenti.Comunque si prospettano sviluppi importanti e non vedo l'ora di leggere ancora. P.s. e se la "falla" che si aprirebbe con la sconfitta di Mingo secondo Law (cioè Kaido contro l'alleanza di Rufy e Law) venisse "appezzata" da Big Mom che decidesse, per una oscura ragione (quella che ci immaginiamo tutti ogni volta che si parla di speculazioni su Big Mom), di ostacolare l'altro imperatore? O magari porterà agli sviluppi per una successiva saga per il Paese di Wa...
    P.p.s ma il potere di Manchivise non è lo stesso di Miss Valentine?
    P.p.p.s. scusate il papiello.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Parto da OP: fondamentalmente Fujitora dice che è inutile al momento prendersela con Doflamingo, chè i problemi vengono dall'alto. Ovvero dal Governo Mondiale che fa e disfa le cose a suo piacimento. Quindi fino a quando non cambiano le cose lì, ci saranno sempre Dressrose in giro per il mondo, a prescindere da Doflamingo.

      Su Naruto, secondo me un volume "pieno" sul Matrix "felice" ce lo leggiamo. Potrebbe essere molto interessante.

      Bleach: Kenpachi vs bimbeminkia mi ha destabilizzato non poco.

      Elimina
  4. ahahahah te l'avevo detto che Zaraki alla fine dello scontro con Gremmy sarebbe stato mezzo distrutto!Alla faccia di quelli che pensavano stesse facendo una scampagnata comunque penso proprio che l'esplosione sia ichigo che arriva in aiuto;ci starebbe pure con i tempi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh rimane distrutto ora, non dopo Gremmy. Anche se mi puzza, sicuro settimana prossima si rialza e fa il culo a tarallo alle bimbeminkia. XD

      Elimina
    2. già dopo gremmy era esausto tanto che le bm dicono di aver atteso il momento in cui fosse distrutto comunque penso proprio che sia Ichigo e mentre combatterà con le tipe sicuro Zaraki si alzerà dicendo' levati dalle palle stavo solo riposando'

      Elimina
  5. Un altro fan dell'emblema di roto e tra l'altro è stato anche il mio primo manga. Lo lessi a 8 anni (sono del 94) e me ne innamorai, ringrazio tutt'oggi mio fratello per essere un collezionista di manga

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un inizio considerevole, devo dire. :D

      Elimina
  6. Giuro, tutte ste cose non le sapevo! E devo dire che non fanno una piega xD Ahi ahi Oda (che di Kishimoto me ne sbatto un pò i cojones) xD

    RispondiElimina
  7. ciao Buta, di mostri di pietra giganti però è piena la storia...
    così su due piedi penso alla storia infinita e anche a yuyu hakusho.
    sarebbe come dire che siccome gesù cammina sulle acque, allora in naruto la tecnica ninja per effettuare quella mossa, è copiata dalla bibbia...non trovi?
    e cmq ho letto entrambi i dragon quest passati in italia, delle perle :-)

    in ogni caso, continua così!
    ottimo anche il saggio su tsubasa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come scritto più in basso sì, è ovvio che ci si presentino ciclicamente cose "già viste". E' normale. Poi si sa che in queste sedi calco un po' la mano.

      Per il saggio di Tsubasa, thanks! Poi se ti va lasciami un feedback su amazon! ;)

      Elimina
  8. Riferimenti a manga precedenti sono (e lo saranno sempre) presenti in tutti i manga del passato e odierni (e futuri)...mi viene in mente Hiei, un personaggio di Yu Yu Hakuso, che ricorda "vagamente" (molto) Sasuke di Naruto tanto per citarne uno...o il concetto dell'haki di preveggenza di one piece direi ke è presente un po in tutti (o quasi) gli shonen...più ke scopiazzano direi ke prendono spunto anke se qualcuno ke legge tanti manga può pensare ke da certi punti di vista gli autori di manga peccano un po di scarsa fantasia...ma si sa, non è bello ciò ke è bello (e nuovo) ma è bello ciò che piace (o vecchio) :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono in molti che pensano che Kishimoto con Sasuke abbia "plagiato" Togashi e Hiei. Personalmente non l'ho mai vista tutta questa somiglianza. :D
      Per il resto sì, concordo assolutamente con te. Ovviamente penso sia lampante che quando scrivo certe cose io stia scherzando (e calcando la mano).

      Però penso che Oda, sotto sotto, lo spunto per Pika l'abbia preso proprio dal King Castle. ;)

      Elimina
    2. Personalmente credo che certe cose (forse anche ingenuamente) siano fatte in modo involontario, credo che i mangaka leggano quintalate di manga fin da bambini e probabilmente alcuni anche libri e quando leggi libri, manga, ma anche guardando film o ascoltando canzoni è come se si accumulasse "esperienza" che poi involontariamente finisce in quello che noi immaginiamo, e che quindi loro disegnano, è molto probabile che Oda sia stato colpito da quel determinato personaggio e quando si è immaginato Pika, semplicemente lo ha immaginato così.

      Elimina
  9. dai la grande avventura è un fumetto che adoro, l'ho comprato 10 anni fa e letto e riletto non so quante volte. per quanto riguarda sia oda che kishimoto sono due grandissimi fan di toriyama, lo hanno sempre ammesso, e come hai detto per i mostri e per altre piccole cose, sia nell'emblema di roto che in dragon dai, c'è la penna del maestro io quindi penso siano più citazionistiche che scopiazature vere e proprie.

    RispondiElimina
  10. Complimenti per il Baretto!! Fortunatamente ho letto "L'Emblema di Roto" qualche anno fa e ne sono rimasto piacevolmente colpito anche in virtù del fatto che sono un grande appassionato della saga di Videogames. Uno dei migliori Manga fantasy che siano mai stati disegnati, anche se sul finale alcune cose mi hanno fatto storcere non poco la bocca ma a parte questo l'ho apprezzato davvero tanto. Volevo recuperare anche Dai ma purtroppo è diventato molto difficile trovarlo e gli arretrati impossibili da richiedere. Comunque parlando di One Piece, volevo sapere se avevi apprezzato o no tutta questa storia della "voce" di Pica. A me non ha dato fastidio ma l'ho trovata un po troppo sottotono con il momento.

    P.S. Buta, quando inizierai Toriko? Sono curioso di sapere un tuo parere sull'opera sperando di vederlo in questo baretto in futuro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me invece il finale di Roto è piaciuto tantissimo, probabilmente è uno dei pochi manga il cui finale mi ha soddisfatto appieno. Molto "dragonballesco" con la condivisione di energia/salute/magia, ma la splash page dell'ultimo numero, quella in cui Imajin si fotte di paura è uno dei momenti più "FUCK YEAH" che abbia mai letto.

      Toriko: presto. A dirla tutta, a parte i capitoli settimanali e qualche comics sporadico, sono 2 mesi che leggo pochissimi fumetti. Mi sto concentrando di più sui libri ultimamente.

      Elimina
    2. Su Pika, non mi è dispiaciuto il fatto della "voce". XD

      Elimina
  11. Caspita... mi accorgo di non sapere nulla di Dragon Quest!
    Devo rimediare...

    RispondiElimina
  12. Vedere Zaraki a terra mi ha fatto dimenticare il motivo per cui continuo a leggere BleachXD

    RispondiElimina

 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro