17

Italia - Albiolandia 2:1 (aka #vinciamonoi)

Sabato 18, alle ore 20:25, in telecronaca diretta da Wembley, Inghilterra – Italia, valido per la qualificazione della Coppa del Mondo. Fantozzi aveva un programma formidabile: calze, mutande, vestaglione di flanella, tavolinetto di fronte al televisore, frittatona di cipolle per la quale andava pazzo, familiare di Peroni gelata e rutto libero…

Non si può iniziare il racconto di Inghilterra – Italia (qualsiasi Inghilterra – Italia) senza invocare il nume tutelare del ragionier Fantozzi Ugo, che perse quella fatidica tenzone in cui “si diceva che l’Italia vincesse 20 a zero, e che aveva segnato anche Zoff di testa su calcio d’angolo” a causa di “una cagata pazzesca”.


Po-poroppoppopò pò! È tornato. Lo inneggiavano ieri, sugli spalti, quel “Seven Nation Army” di tanti anni fa. Sicuramente lo fischiettavate anche voi ieri sera dopo il 2-1.
Gara sofferta (ma piuttosto corretta e senza falli assassini), decisamente brutta e noiosa fino al goal di Marchisio.

Il tiki taka (o tiqui taqua, o tichi tacha, o comm’ cazz’ s’chiamm’) tricolore, personalmente, non mi piace. Capisco che se abbiamo giocatori più tecnici quello dobbiamo fare ma…chennoia.
E poi il caldo, che non fa correre. Che fa vedere le allucinazioni a Marchisio. Sicuramente anche lui avrà visto San Pietro sulla traversa della porta, simbolo inequivocabile che la partita stava per finire.
Perché quando l’Italia corre e riparte e gioca di prima, fa male.
Molto male.


Tutte le occasioni sono nate da giocate in velocità. Darmian aveva autostrade libere, con Candreva ha tirato su una catena di montaggio interessante. Chiellini terzino è imbarazzante, mai quanto i capelli di Paletta. Roba che nemmeno Conte ai mondiali di USA ’94.

Seven Nation Army sul goal di Marchisio si blocca in gola (con tutti i miei “SICAZZOVAFFANCULOINGLESIDIMMERDA”) neanche 5 minuti dopo, con Sturridge che la mette dentro.
Mancano pochi minuti al riposo, ma l’Italia decide di fare l’Italia, e dopo un salvataggio sulla linea miracoloso da parte degli inglesi, siamo tutti ad urlare: “PALO! SCUSI, CHI HA FATTO PALO?”


Intervallo, a riposo sull’1-1.
Poi si torna in campo, ed è sofferenza vera. Perché Super Mario salta, rompe il mattoncino e di testa piazza un funghetto là dove il portiere, immobile come un baccalHart, non può arrivare.


2-1, palla al centro.
E poi si soffre.
Sturridge e Sterling sono velocissimi, la difesa ci mette una pezza (e i capelli di Paletta).
Si soffre, ma si arriva alla fine.

2-1.
Quando l’arbitro fischia, la traversa colpita dal pallone di Pirlo trema ancora.
Di gioia e di felicità.

Persino Guidobaldo Maria Riccardelli, questa volta, è contento.
E può festeggiare.


17 commenti:

  1. bel post asciutto, mi piacerebbe che tu aggiungessi anche le reazioni degli inglesi alla sconfitta, anzi, come la vedevano loro nel pre partita, sarebbe molto interessante

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si stavano cagando addosso da una settimana. Aprivi un giornale a caso, e facevano analisi del tipo: "Dal '90 l'Italia ai Mondiali, a parte un paio di sfortunate competizioni, è sempre forte, arriva alla fine, le amichevoli non contano, stiamoci attenti".
      ;)

      Elimina
  2. ahahahahahahahahah non avevo pensato a San Pietro quando Marchisio ha parlato delle allucinazioni! ahahahahah bell'articolo! E poi perchè nella vignetta: "No, tutti ma non Marchisio", la palla è ovale? O.o

    RispondiElimina
  3. Nel complesso è stato un ottimo inizio.
    Certo poteva finire 2-2, ma anche benissimo 3-1.
    Per me l'importante è passare i quarti, quello che dopo verrà si vedrà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conta anche la fortuna, poco ma sicuro. :D

      Elimina
  4. Ah ah ah bell'articolo, complimenti. Sono d'accordo... specialmente su er Paletta (capelli inguardabili, poteva farsi pelato faceva più bella figura XD, e prestazione mediocre, imho). Forza Azzurri e grande Mario che, per quanto alcuni ne dicano in giro, a me "me piace" e sono fiero piaccia anche agli stranieri. Bell'inizio pur se sempre una partita all'italiana: ansiogena e sofferta fino all'ultimo micro-secondo, ma sicuramente l'Italia (penso) ci piace anche per questo!.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, se non perdiamo 3 anni di vita non è Nazionale. ;)

      Elimina
  5. la cosa più bella dei mondiali è vedere come anche le persone che di calcio se ne fregano altamente, ad esempio mia madre e mia sorella, abbiano il batticuore per 90 minuti e rotti. Ah, il potere della nazionale!

    RispondiElimina
  6. Se proprio dovevi parlare di allucinazione, dovevi citare l'Arcangelo Gabriele che annunciava a Marchisio la prossima maternità

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi delude, Mankind, se non ricorda San Pietro sulla traversa della porta... ;)

      Elimina
    2. http://www.youtube.com/watch?v=uVaJM8be9Rg

      Elimina
    3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    4. Incredibile ma vero, me ne ero completamente dimenticato. A discapito di San Pietro, ogni volta che si parla di allucinazioni, cito sempre il buon Arcangelo Gabriele.

      Elimina
  7. Il possesso palla era l'unica strategia sensata considerando l'avversario e le condizioni climatiche. Poi considerando la partita dal punto di vista tattico a me è piaciuta, chiamatelo fesso a Prandelli xD per il resto l'Inghilterra ha fatto giocare l'italia (il pressing lo faceva solo Welbeck xD ) e Hodgson ha lasciato le fascie libere apposta come trappola per far perdere palla all'Italia con i cross in quanto avevamo un solo attacante e i due difensori inglese erano belli alti, ma comunque Balotelli è riuscito a sfruttare l'ingenuità di Cahill ed a mettere un bel golazo di testa (molti lo hanno reputato semplice come goal, ma io dico provateci voi contro un difensore alto 1,90 xD )...Io ci teveno pure a vincere anche per tutto il polverone (tipico) mediatico che Hodgon e Rooney hanno alzato...Ben gli stati agli inglese e ai spagnoli ù_ù

    RispondiElimina

 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro