30

Non vedo l'ora che inizino, 'sti Mondiali brasiliani!

Ho smesso di seguire il calcio. La serie A m’annoia, e così gli altri campionati.
La Champions, invece, mi interessa ancora. Non come un tempo, ma gli scontri diretti continuano a piacermi.
L’ho scritto più e più volte, da queste parti: “Da quando Baggio non gioca più, non è più domenica”.
Eppure (eppure) ci sono ancora due manifestazioni che tirano fuori l’hooligan che c’è in me.
Il campionato Europeo.
E, naturalmente, Il Mondiale.
E anche per il Mondiale brasiliano sono già in fervente attesa.
Come cantavano gli 883, “Io ci sarò”.

Gli ultimi articoli a tema “puramente” calcistico, esclusi alcune Top 5, sono stati proprio due post (QUESTO e QUESTO) su Euro 2012. Non posso farci nulla, le manifestazioni internazionali mi piacciono troppo.
Sarà che comunque il calcio, nonostante tutto, è nel mio (e nel vostro) DNA, sarà che fino ai 23/24 anni sono stato un fedele appassionato del Dio Pallone, ma quando partono gli inni nazionali, nel corso delle partite degli Azzurri, partono anche i miei “VAFFANCULOCAZZOGIOCATESEGNATEVINCETECAZZOVAFFANCULO”.
Sono già entrato nel mood con la mediocre partita di sabato scorso contro l’Irlanda.
Sono già volati i primi “VAFFANCULOCAZZOGIOCATESEGNATEVINCETECAZZOVAFFANCULO”.
E va bene così.


Divento peggio del dottor Hooligan...

Non ho particolari aspettative nei confronti della nostra Italia. Se ci facciamo gli ottavi col Giappone, è probabile che usciamo fuori ai quarti con la Spagna.
E ci sta.
Eccezion fatta per Buffon, De Rossi e Pirlo, che hanno anche un’esperienza e una caratura internazionale di alto livello, la nostra squadra non brilla per campioni o fuoriclasse.

E a ben vedere, la situazione è molto simile anche per le altre squadre (tranne forse la Spagna).
Sono finiti i tempi in cui le Nazionali erano piene zeppe di ipercampioni e iperfuoriclasse.
Sono finiti i tempi in cui scendeva in campo il Brasile che schierava in contemporanea gente come Cafù, Ronaldo, Emerson, Rivaldo, Ronaldino, Kakà e Adriano. O l’Italia di Maldini-Nesta-Cannavaro-Totti-Vieri. O la Francia di Zidane-Henry-Trezeguet. O (metti squadroni dalla metà degli anni 90 fino allo scorso mondiale).


Ah, caro Trap, se avessi portato Baggio...

Anche se è vero che i nomi (i grandi nomi) in un mondiale contano relativamente.
Perché (per quanto ci riguarda) se andate a vedere le rose degli Azzurri dal 90 al 2006, l’Italia di Lippi campione del Mondo era sicuramente più scarsa di quella del 98, del 94 e del 90. Per non parlare di quella pompatissima del 2002 (ah, e ci credevamo tantissimo, con quella nazionale del 2002).
Eccezion fatta per il Brasile nel ’70 (oggettivamente la più forte nazionale di calcio di tutti i tempi), le squadre favorite per il titolo causa “grandi nomi” finiscono per non vincere mai un Mondiale.


Best nazionale evah

Perché è vero che conta la bravura: ma a vedere un po’ di mondiali (ed europei) ho capito che conta (anche tanto) una gran botta di culo.

E quindi chissà: magari quest’Italia (molto) operaia (chiamiamola così) non sarà fatta di campioni.
Però hai visto mai, la botta di culo…

In ogni caso, di nuovo, sarò, come ogni 4 anni, a seguire la Nazionale. E proprio come per Corea/Giappone 2002, ad orari molto improbabili (ricordo che all’epoca ero al liceo, e per seguire le partite che si svolgevano alle 11 del mattino mi portavo la radiolina con gli auricolari – e fottisega dei professori, il Mondiale è il Mondiale).

Perché il Mondiale mi piace.
Perché il Mondiale mi diverte.
Perché il Mondiale tira fuori l’hooligan che c’è in me.

E voi? Li seguirete?

30 commenti:

  1. l'importante è lo spirito, grinta e voglia di rivalsa.
    Se non entrano in campo con questo pensiero in testa, non andiamo da nessuna parte. La bravura ci vuole, ma è lo spirito che regna sovrano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, conta la mentalità. Conta tantissimo.

      Elimina
  2. Caro Sommo,
    Sono pochi gli italiani che non attendono con ansia il mondiale di calcio: questa è per ogni appassionato di calcio la competizione più attesa, e come hai ben esternato rispeto alla tua persona, risveglia gli animi anche dei disinteressati!
    Sta di fatto che ti sbagli di grosso su alcuni punti: seppur è vero che questa nostra nazionale non brilli per talento, è anche vero che, a dispetto di ciò che dicono taluni disfattisti (più che altro frustrati milanisti ed interisti) al' interno della loggia USOP, ci sono degli eccellent giocatori al di là dei da te citati Pirlo, Buffon e De Rossi ci sono dei grandi campioni quali su tutti Re Giorgio, il Principino, ma lo stesso Mario (nonostante quest' anno non al massimo) o Antonio (bisogna andare al di là del carattere); in più ai parlato di una grande Francia o di un grande Brasile per far intendere una mancanza di giocatori di quel calibro, ma non puoi ignorare che anche solo in squadre non di prima fascia ci sono i due migliori giocatori di tutti i tempi (forse tolto solo Pelè) e che squadre come Germania e Spagna hanno rose del tutto invidiabili anche da quei grandi gruppi!
    Per non parlare di un Francia giovanissima ma formidabile (centrocampo del livello Cabaye, Matuidi, Pogba lo anno in pochi) o l' Inghilterra sempre interessante (Rooney basta, e avanza)!
    Infine un Brasile che davanti è, è vero, dietro a tutti quelli del passato ma ha la miglior difesa che la verdeoro abbia mai avuto (Alves, Silva, Dante (David Luiz), Marcelo)!

    Scusa la sintassi, è stato una sorta di Stream of Conciousness! FORZA ITALIA comuque!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, sono d'accordissimo.
      Copio/incollo dalla fanpage.

      "Se è per questo l'Olanda è meglio ancora (dell'Argentina).
      Il fatto è che a parte Messi e Lavezzi, gli altri sono campioni, ma non ipermegasuperultraipersuperstarDiodelcalcio. E' questo quello di cui parlo.
      Spagna e Germania hanno collettivi da paura con campioni da paura. Il Brasile ha un'ottima nazionale. Tutti giocatori oggettivamente molto forti. E penso che il Brasile la coppa se la porta a casa. Ma per me non ci sono quei nomi "di grido" che mi fanno fare "Ohhhhhh".

      Rispetto agli ultimi 15/20 anni non c'è nessuna Nazionale (a parte forse Spagna e Germania) che quando leggi le formazioni ti sbrilluccicano gli occhi. E' questo che intendevo."

      ;)

      Elimina
    2. Non avevo letto con questa chiave! Così condivido di più il tuo punto di vista!

      Tra l' altro ho scordato di citare un, sulla carta e potenzialmente, inquietante Belgio!

      Elimina
  3. Li seguirò, come sempre, a qualunque orario e in qualunque modo :D

    E anch'io ho preparato uno speciale a tema.

    Ovviamente, come mio solito, tiferò per qualche outsider (oltre all'Italia).
    Mai sostenuto le big. Nel corso delle varie edizioni ho fatto l'hooligan rispettivamente di squadre quali Croazia, Turchia, Bulgaria, Uruguay, Sud Africa...

    :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E fanculo ai radical chic gnègnè che "no, non guardo il mondiale, che schifo!"

      Io sarò sincero: quando esce l'Italia, mi godo le partite senza tifare nessuno. Il calcio per il calcio. Puro e semplice. :D

      Elimina
    2. "quando esce l'Italia, mi godo le partite senza tifare nessuno. Il calcio per il calcio. Puro e semplice. :D"

      Pure io! XD

      Elimina
  4. Per vedere le partite mi toccherà svegliarmi alle 4 del mattino.....
    mi sa che le guarderò con addosso la maglia del giappone che mi voglio comprare la prossima settimana!"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stè ma non ho capito il fatto di Pikachu. Ho visto le foto promozionali, che sarà la mascotte della nazionale. Ma davvero nelle partite UFFICIALI scendono in campo con la maglietta con sopra Pikachu? O.o

      Elimina
    2. http://www.eurogamer.it/articles/2014-05-31-news-videogiochi-pikachu-finisce-sulle-maglie-della-nazionale-giapponese

      Elimina
    3. Ok, fino a qui ci siamo. Ma questa è la maglia prosponsor.
      Mica le partite ufficiali le giocano con Pikachu sulla maglia?

      Elimina
    4. guarda, io a tokyo ho visto vendere le magliette ufficiali del giappone, e oggi ne ho avuto la conferma perchè ce l'aveva addosso un mio compagno di classe, e pikachu nelle maglie in vendita non c'è..... poi se ce le avranno in campo... beh non lo so, ma non credo!
      PErò se così fosse, senza sponsorizzazione, ma soprattutto troppo avanti i Giappi!

      Elimina
    5. ok, ho visto l'articolo e dice che sarà una cosa solo di merchandising e solo per il giappone.... se non fosse per il prezzo me la comprerei pure io la maglia con pikachu!
      Ma me la comprerò normale, al massimo col numero 4...

      Elimina
  5. Ricordo la battuta di Cannavaro prima del mondiale del 2006...
    -"Cosa ci vuole per vincere un mondiale?"
    -"Fattore C...Fortuna.... e tanto tanto culo!"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sintesi più azzeccata non c'è. :D

      Elimina
  6. Chi non aspetta il mondiale per esibirsi nelle peggio forme di tifo? Capelli colorati e volti truccati sono solo una piccola parte di quel che può diventare un italiano durante i mondiali di calcio!
    Passando a parlare della squadra, beh, sicuramente non è l'Italia del '94 (a mio avviso la migliore di sempre, che ha perso contro il peggior Brasile di sempre) per qualità e quantità di campioni in rosa, ma quella di Prandelli non la metto nemmeno troppo in basso, la vedo molto meno operaia di quella di Lippi (quella vincente)...detto questo, si può far bene e non mi stupirei se venissimo eliminati dalla squadra che poi il mondiale lo vincerà...Forza azzurri, sempre.
    Ultimo punto. Il mondiale (come l'Europeo) appassiona proprio perché (dovrebbe essere) pieno di campioni, vederli lottare con passione per quella che è la maglia che amano e onorano di più trasmette qualcosa di unico e questo dovrebbe essere il calcio, lo sport.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, diciamo che il Mondiale tira fuori davvero il peggio (buono) di noi. Ogni 2/4 anni ce lo possiamo anche un po' permettere, no? :D

      Elimina
    2. "che ha perso contro il peggior Brasile di sempre"

      E se quello è il Brasile peggiore di sempre, allora capisci perché sempre e comunque il Brasile fa paura. Ma quello del 90, Careca a parte, era così forte?

      Elimina
    3. "(a mio avviso la migliore di sempre"

      Non so. Quella 66-70 fa paura secondo me! Si dice però che quella migliore sia stata quella del 78! Soprattutto per il gioco. Boh!
      Comunque migliore nel caso perché è riuscita andare in finale e perdere solo ai rigori senza quasi condizione fisica XD!

      Elimina
  7. Tifo indiavolato e rutto libero già in stand-by, come ogni due anni! =)
    E Gialappa's alla radio per seguire comunque ogni partita, dalla più inutile alla finale... perchè mica c'è solo l'Italia! XD

    RispondiElimina
  8. Io parto sempre con il morale calcistico basso.
    E' un modo per difendermi dalle delusioni.
    Ehhee

    RispondiElimina
  9. ah ah...poppante...la radiolina!
    io nel 2002 stavo preparando la matura...con i miei compagni avevamo preso possesso del laboratorio di tecnologia, TV della scuola, antenna portatile di un amico...e via a guardare le partite durante la scuola!!!! :D

    a parte questo aneddoto, concordo fino ad un certo punto che ai mondiali vincano le squadre operaie...se prendiamo i mondiali dal 90' in avanti hanno vinto:
    - 90 ' Germania (di Mattheus/Klismann/Brehme/Summer/etc) sull'Argentina di Maradona/caniggia
    - 94' Brasile di Romario/Bebeto/Aldair/Taffarel sull'Ital Milan campione di tutto

    -98' la Francia di Zizou/Desally/Thuram/Blanc/Lizarazu/Etc sul Brasile di Ronaldo

    nel 2002 il Brasile di Ronaldo / Rivaldo su una germania a fine ciclo con un Klose in rampa di lancio

    nel 2006 noi abbiamo vinto con un gruppo di campioni anche se 0 fuoriclasse (a parte totti, ma era a mezzo servizio)

    nel 2010 il BarcaSpagna + casillas e ramos vs la germania dei giovani...

    direi che sono + di qualche figurina! :D

    Sugli Europei...invece...ti do' ragione...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Errata CORRIDGE...la spagna ha vinto sull'olanda di Robben/Sneijder/Ven Persie ...

      ho scritto Germania...perche' ho ancora sullo stomaco la "scommessina" che avevo fatto all'epoca, con la germania vincente...cosa non successa x colpa di Puyol in semifinale!!!

      grrrr

      Elimina
    2. Buffon non lo reputi un fuoriclasse? °_O

      Elimina
    3. Summer nel 90 mi pare non ci fosse. Magari mi sbaglio.

      Elimina
  10. I MONDIALI sono sempre i MONDIALI.......sono da seguire punto e basta!!!!
    Fiducia per l'Italia di Prandelli c'è,non siamo i migliori ma non siamo cmq male....guardare solo la spina dorsale:Buffon,Barzagli,Pirlo-De Rossi,Balotelli.....c'èeeee dai raga!!
    Si seguiranno di rito pure le partite a Mezzanotte,per la NAZIONALE questo e altro!!!!

    Parlando di vecchie formazione mi stupisco che non si sia nominata(o magari sbaglio) la mitica Italia del 82,secondo mela nazionale italiana più forte insieme a quella di Piola e Meazza(Minchia 8|.... ma quelli erano altri tempi)...c'e ma ragazzi devo dirvi i nomi della linea difensiva italiana dell'82:Zoff,cabrini,Scirea e Gentile.....considerata appunto una delle linee difensive migliori della storia del calcio!!!!!!

    Cmq io sono fiducioso......ma smetterei di farmi domande e considerazioni:GODIAMOCI BRASILE 2014 E AL DIAVOLO TUTTO!!!!

    RispondiElimina
  11. Nel 2006 comunque avevamo Buffon, Nesta, Gattuso, Cannavaro, Totti, Pirlo, Del Piero, Inzaghi, Toni... ad avercene oggi! Non vincere niente con la generazione dei 70 sarebbe stato un "delitto"!
    Manco Verratti e Marchisio abbiamo potuto avere a causa degli infortuni -.- !

    RispondiElimina

 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro