18

Davide Mana è uno stronzo!

Volevo inaugurare questo articolo di denuncia sociale, perché bisogna che l’internet tutto sappia la verità: ovvero che Davide Mana è uno stronzo, e che merita di essere chiamato tale. Uno di quelli che se la legava al dito, che ti negava il saluto, e se gli stavi sulle palle, ti mandava a quel paese.
Ma oh, quando lo faceva, lo faceva con stile.
Dico "faceva" perché purtroppo Davide Mana è morto.
O meglio, Strategie Evolutive è morto.

Ecco, se Davide Mana passa di qui e si limita a leggere solo l’anteprima gli piglia veramente il coccolone e rischia l’infarto. Si grattassse nei bassifondi come prima cosa, chè non si sa mai, queste cose hanno un effetto strano anche quando sono dette per scherzo.
E poi no, non voglio averlo sulla coscienza.
Ma il fatto è che avendo letto un paio di necrologi omaggi per Strategie Evolutive mi è sembrato opportuno accodarmi alla massa di neuroni morti, salvo poi, come nei migliori colpi di scena, strapparmi i capelli in un pianto isterico da sceneggiata napulitana.

Anche Fantozzi lo pensa...

Sì, insomma: Strategie Evolutive ha chiuso.
Le motivazioni le potete leggere direttamente sul blog.
Ed è un blog che mi mancherà. Strategie Evolutive era uno di quei siti che leggevo per primi al mattino, uno di quei 4-5 fissi che mi tenevano compagnia prima ancora di consultare le news. E se non riuscivo a leggerlo al mattino, recuperavo comunque la sera. Insomma, era uno dei miei preferiti, nonché uno dei miei “imprescindibili”.

Ho sempre letto Strategie Evolutive* e guardato a Davide Mana come a uno dei miei sensei sulla blogosfera, con tutto il rispetto e la deferenza** che una personalità del genere merita. Questo perché ritengo il dottor Mana una persona dai gusti eccellenti e dalla cultura smisurata. Insomma, come so che molti di voi vengono qui sul Viagra della Mente convinti (da chi e per come non lo so) che io ne sappia qualcosa riguardo certi argomenti, così io leggevo Strategie Evolutive con la consapevolezza di avere di fronte una persona altamente competente su ciò che gli interessava discutere.

Ciao, Strategie Evolutive!

E oh, il più delle volte era roba di cui non avevo la benchè minima idea.
Leggere Strategie Evolutive mi ha sempre fatto sentire (giustamente) un grandissimo ignorante.
Ma non equivocate: il non conoscere quello di cui Davide Mana parlava è sempre stato un toccasana per la mia curiosità. Strategie Evolutive mi ha spronato a colmare miliardi di lacune, a leggere roba che non avrei mai scoperto nemmeno di striscio, e spendere tanti soldi per la gioia del mio dolorante portafoglio.
D'altronde il compito del maestro è quello di immettere il discepolo sulla giusta via, mostrandogli un percorso e facendogli scoprire che alla fine di quel percorso c'è qualcosa di più...

La sapete quella storia di quelli che vengono sul Viagra della Mente e si lamentano quando gli faccio cacciare soldi per i fumetti?
Ecco, io su Strategie Evolutive quando Davide parlava di libri.
E quindi sì, sono abbastanza triste.
Perché pian piano mi sto accorgendo che la blogosfera sta morendo ogni giorno sempre di più.

T__T

Perché è innegabile che l’evoluzione del blogging è il vlogging (ne abbiamo già parlato: la gente preferisce guardare ascoltare una persona parlare dell’argomento “X” per 20 minuti, piuttosto che attivare i neuroni per leggere un articolo da 500 parole che non gli ruberebbe più di 3 minuti), ma è avvilente che ad articoloni #totalitombali su cinema/arte/cultura/mettiargomentoacaso presenti su svariate piattaforme molto interessanti, l’utente medio preferisce, se non il vlogger che quantomeno argomenta ancora il suo punto di vista, l’immediatezza di un social network dove tutto è diventato una sorta di referendum stile: “Chi volete? Gesù o Barabba?”
E la folla urlante sceglie digitando un semplice “sì” o un “no”, senza spiegare nulla di nulla***.


Da questo punto di vista la situazione è cupissima.
E comprendo le motivazioni di Davide sulla chiusura del suo blog (anche se no, non le condivido – e lui lo sa). E comprendo quando un altra persona che pure ritengo mio maestro di blogging dice che bloggare è diventanto stancante.
Noi cerchiamo, nei limiti dell’umano, di regalarvi cinque/dieci minuti di sano intrattenimento. Non sempre ci riusciamo, ma quantomeno ci proviamo.
Quello che spinge me, ad esempio (e ne ho già parlato), è il divertimento.
Io a scrivere gli articoli scemi per questo blog mi ci diverto.
Ancora.
Pur sapendo in anticipo (e anche di questo ne abbiamo già parlato) quali articoli saranno letti, quali saranno condivisi, quali faranno il proverbiale “botto”, e quali non si cagherà nessuno manco di striscio.
Per dire: sapevo che il CineRdForum (in termini prettamente "numerici" e "statistici" se confrontanti con quelli "medi") se lo sarebbero cagati in 4 gatti. Ma mi andava di farlo, di rivedere alcuni film, e proporveli per discuterne.
Ma perché mi diverto io per primo.

Mi diverto con poco, ecco...

Quindi che un articolo da 1000 e passa parole che richiede un’ora di scrittura venga visto da 1/10 dei miei potenziali lettori ovviamente mi scontenta****. Ma no, almeno per il momento non mi abbatte. Perché anche se magari posso passare un momento di scazzo, Il Viagra della Mente è ancora il mio giochino.
Probabilmente, quando sarò stanco, e anche io come Davide penserò che non ne vale più la pena aggiornare e “perdere tempo” (virgolette d’obbligo) con questo salotto virtuale, sarete i primi a saperlo.
Ma ci vorrà ancora un po’ perché questo accada.

Continuerò a fare il clown per un altro po'...

Riguardo a Davide Mana, mio maestro, mio personal trainer blogger, so benissimo che, oltre a non smettere di scrivere, prima o poi ritroverà la voglia e la grinta di regalarci nuovamente il suo Sapere. Perché al di là del suo blog inglese, al di là dei suoi libri, al di là dei suoi pareri su blogzine e social network, tenere per sé tutta quella saggezza e quella conoscenza (nell'italico idioma) sarebbe un peccato.
Per lui, ma soprattutto per noi.
E poi sono sicuro che lui lo sa: c’è un girone speciale all’Inferno per quelli che, praticando la sottile arte dello Zen, hanno deciso di non condividere il loro Sapere con l’umanità****…

-------

*Se vuoi fare il blogger (barbone) devi ovviamente vedere che fanno/come si comportano i “concorrenti” (virgolette d’obbligo) e capire quali sono i loro punti forti per rielaborarli. Non a caso la faccenda degli asterischi l’ho bellamente fottuta proprio da Davide. Sì, sono un ladro.
**Davide Mana è uno stronzo: sì, sono ultrarispettoso del defunto. E poi scusate: abbiamo speculato sempre su tutto, potevamo non speculare ANCHE su Strategie Evolutive? XD
***Vedi i famigerati meme che sono girati in questi giorni: il 90% delle persone avessero perso cinque minuti a spiegare perché i dieci titoli “X” erano quelli che più gli erano piaciuti. Mi sono ritrovato invaso da vere e proprie liste della spesa.
****Può suonare come una minaccia velata. Lo è.

18 commenti:

  1. Buta-sensei non ci abbandonare! Non ho mai visitato Strategie Evolutive quindi non ho altro da dire. Non ci abbandonare tu!

    RispondiElimina
  2. No, Sommo, niente coccoloni - al limite un fuggevole "oh, finalmenteuno che lo dice chiaro!"
    strategie, come ho spiegato altrove, è stato la casa del mio cervello per sette anni. È stato divertente, irritante, istruttivo e maledettamente faticoso tenerlo inpiedi nonostante tutto.
    È passato attraverso la morte di mia madre, il trasloco e il trasferimento dalla metropoli all'Astigianistan, al dottorato, e negli ultimi tempi alla disoccupazione.
    E ora chiude, perché tutto prima o poi arriva alla fine - All Things Must Pass, come diceva George Harrison, e anche lui è un po' che se ne è andato.
    Ma io non scompaio - sono come un fantasma.
    Per ora assisto al mio funerale... poi comincerò a infestare la rete.
    Ci si vede nella vostra ora più buia.
    Io sarò là ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. The night is dark and full of darkness. (cit.)

      E un'altra luce si spegne. Che amarezza.

      Elimina
    2. Tranquillo.
      C'è sempre una luce in fondo al tunnel.
      È quella del diretto delle 5:15 ;)

      Elimina
  3. Buta, (tra)vestito da big mom sei inguardabile. Stanotte avrò gli incubi xD
    Purtroppo non conoscevo il blog di Davide. Ho letto soltanto adesso un paio di articoli e la qualità è/era senz'altro ottima. Peccato che le sue motivazioni siano inattaccabili. :(
    Si può sperare solo sull'effetto nostalgia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora vai a recuperarti il Report sul capitolo 600 di One Piece. Avrai gli incubi per mesi e mesi.

      Sì, le motivazioni di Davide sono inattaccabili. Anche se su molte cose la pensiamo diversamente (proprio sull'approccio spiccolo del blog al web), ma decisamente le sue sono ottime ragioni.

      Ragioni che già stanno venendo/sono state completamente travisate in giro per la blogosfera.
      Strategie Evolutive ci mancherà. Non ci mancherà Davide, che per nostra fortuna non è morto, che continua a scrivere in inglese e ci delizia con un libro al mese.

      Da questo punto di vista stiamo in una botte di ferro. :D

      Elimina
  4. buta ma finirà prima one piece o smetterai di bloggare prima tu :P?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh tenendo conto che sono slegato da OP sul blog, la risposta mi pare chiara. Il problema è: vivremo abbastanza per vedere il finale di OP?

      Elimina
  5. Mi stai dicendo che ho aperto un blog durante il suo periodo più nero... a questo punto spero che il blogging faccia la fine dei treni dopo l'avvento degli aerei e non faccia la fine delle macchine da scrivere dopo l'avvento del computer :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'unico modo per far passare i periodi bui è far risplendere di luce il mondo. No? :D

      Elimina
  6. Anche io non conoscevo il blog di Davide (ahimè) soprattutto perchè come ho anche spiegato ieri sul blog di Alessandro Girola sono entrato relativamente da poco in questo fantastico mondo letterario del fantastico ma avendo letto molto di recente una sua storia scoperta un po' per caso ho potuto notare che in effetti ha molto da dire in materia. Dispiace un sacco essere dei ritardatari...per il resto posso solo sperare che il tuo divertimento nel blog permanga per mooolto tempo perchè assieme a Girola siete i miei principali ispiratori librari e culturali del fantastico a 360° e poi mi diverto un sacco a seguirvi. Quindi grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rispetto ad Alex non avverto ancora "la stanchezza". Alle volte nel leggere certe cose parte lo scoramento, ma è una cosa che riesco a metabolizzare in poco tempo. ;)

      Elimina
  7. Io sono stato uno tra coloro che hanno scritto necrologi sulla chiusura di Strategie Evolutive. Aldilà dei motivi sulla chiusura posso solo dire di mio che mi dispiace che quel blog non ci sia più.
    Sono diventato blogger anche grazie al Mana e non finirò mai di ringraziarlo per questo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è da dire che se fossimo tutti cassamortuari non staremmo in crisi. ;)

      Elimina
    2. Effettivamente no.
      Da buon napoletano aggiungo solo che: più tardi é meglio é. ;)

      Elimina

 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro