27

Due manga imperdibili: Ad Astra e Innocent!

Qualche mese fa ho scritto un articolo in cui mi auguravo la pubblicazione, nel nostro Belpaese, di cinque manga che mi sarebbe piaciuto leggere dalle nostre parti. E ok, Capitan Tsubasa è impossibile portarlo per i motivi che sappiamo tutti, Bambino non si sa perché continui ad essere snobbato, mentre è ancora un mistero che One Punchman non sia stato acquistato da nessuna Casa Editrice.
Historie invece è stato (finalmente!) pubblicato questa estate, e sorpresa delle sorprese, nemmeno due giorni dopo quell’articolo, la Star Comics annunciò l’uscita di Ad Astra.
E ora che è uscito in Italia possiamo finalmente farci quattro chiacchiere.
Assieme ad un altro manga che qualunque lettore di roba di qualità non può assolutamente lasciarsi scappare: Innocent, di Shinichi Sakamoto.

E partiamo proprio da quest’ultimo. Mi hanno sempre detto di recuperare The Climber, manga incentrato sulle arrampicate montane. Tutti dicono sia un capolavoro, e non stento a credergli: se è bello anche solo la metà di quanto è bello Innocent, lo inzierò al più presto.
Innocent è sicuramente una delle migliori uscite fumettistiche dell’anno. In poche parole, Sakamoto ci porta alla scoperta della famiglia Sanson, conosciuta per essere, da diverse generazioni, la casata che si occupa di officiare ed eseguire le pene capitali per conto del Re di Francia.
Sì, esatto: i Sanson sono ufficialmente i boia reali.

Allenamento base del futuro Boia!

E più nello specifico Sakamoto ci mostra il percorso umano e “professionale” che condurrà il giovane Charles-Henri a divenire non solo il nuovo boia reale (e quindi a prendere le redini de “l’azienda di famiglia”), ma a tramutarsi in quello che la Storia ricorderà come il celeberrimo “Boia di Parigi”.
Eggià, perché Charles-Henri Sanson è (anzi, sarà) il boia della Rivoluzione Francese, colui che accompagnerà Luigi XVI, Maria Antonietta, Robespierre e altri simpaticoni alla ghigliottina, rimanendo sempre ligio al suo dovere e senza mai schierarsi apertamente né dalla parte dei rivoltosi, né da quella degli aristocratici.

Sakamoto però, almeno in queste prime battute, traccia un profilo di un Charles-Henri sempre dimesso, timido, che quasi non vuole saperne di diventare il futuro Boia. Sicuramente è una visione del tutto personale dell’autore, ma questa scelta (a mio modo di vedere molto azzeccata) rende il personaggio molto umano e molto, molto romantico.
Inoltre va detta una cosa: l’autore ha un tratto dannatamente superbo, ogni tavola è veramente splendida, e anche nei momenti più terribili, violenti o cruenti (tremenda la scena della tortura che Sanson senior infligge al figlio) non si può che rimanere estasiati da un tratto così sublime.
Se non lo comprate, siete delle persone MALE.

Se non lo comprate, fate questa fine...

Inoltre (e qui facciamo una piccola digressione), se Innocent di Sakamoto vi piacerà (e tranquilli: vi piacerà. Vi piacerà PER FORZA) vi consiglio assolutamente di recuperare il primo volume de “Le Storie”, della Bonelli. Incentrato proprio su Charles-Henri Sanson, e si chiama “Il boia di Parigi” (ma va?). È sicuramente uno degli albi Bonelli più validi che abbia letto (e ok, è scritto dalla Barbato che ormai è quasi sempre sinonimo di qualità), e pure regala al lettore un “Boia di Parigi” davvero indimenticabile.

Arriviamo poi al fumetto che io personalmente aspettavo di più quest’anno, Ad Astra.
Quando ho girato il video su Historie ho detto una cosa: ci sono fumetti spettacolari dei quali capisci il potenziale e ti rendi conto della loro bellezza anche solo leggendo la primissima tavola. Vinand Saga, ad esempio, era uno di questi. E Ad Astra è uno di questi.

Ad astra per aspera!

Già solo vedere quello Scipione anziano, scarnificato, identico in tutto e per tutta alla rappresentazione di alcune statue “d’epoca” ti fa capire che l’autore, Mihachi Kagano, ha fatto un lavoro eccellente. Non solo: non poteva trovare titolo migliore ad un manga che ha come protagonisti principali Annibale e Scipione, ovvero due dei più grandi generali di tutti i tempi, l’uno l’antitesi (e la nemesi) dell’altro. E di nuovo non è un caso che l’intero manga sia giocato proprio sulla doppia dicotomia Annibale/Scipione; entrambi vogliono raggiungere obbiettivi “alti”, e per farlo entrambi dovranno affrontare prove durissime.


Il manga è storicamente accurato, tanto che Kagano riesce a mixare tutti gli elementi oggettivi tipici delle cronistorie di Polibio assieme a tutte le dicerie, i miti e i racconti fantasiosi su Annibale (e Scipione) che ci racconta non solo Tito Livio, ma anche Mommsen nelle sue Storie di Roma Antica.
Insomma, Kagano ha fatto i compiti a casa, s'è studiato per bene la storia di Roma, e ha tirato fuori uno dei migliori seinen storici di sempre.

Non solo: l’autore, più che sui fatti (che sono puntuali e precisissimi, anche quando inserisce elementi fantastici o soprannaturali) ,compie la scelta narrativa più saggia in assoluto, focalizzandosi proprio sui due personaggi principali, così simili nel carattere e negli obiettivi, e allo stesso tempo così distanti anni luce.
Annibale, cresciuto nell’odio di Roma dalla sua famiglia, è destinato a diventare la più grande minaccia che la Repubblica romana abbia mai dovuto affrontare; Scipione, invece, è l'uomo destinato a diventare l’elemento chiave per la futura gloria di Roma.

'st'Africano!

Spesso, quando si parla dei più grandi generali di tutti i tempi, la Top 3 del mondo intero è sempre la stessa: Napoleone, Cesare e Alessandro Magno. Se facessimo una Top 5, Annibale e Scipione, molto probabilmente, starebbero al quarto e al quinto posto della classifica.
E se leggerete questo fumetto, capirete il perché.

Insomma, giovani! Mano al portafoglio, e cacciate i danari per Innocent e Ad Astra.
Se poi l’avete già fatto…che ne pensate?

Ps: ringrazio Stefano Malagoli per i consigli. Se conosco questi due fumetti da prima ancora che venissero portati in Italia il merito è suo, che ormai conosce bene i miei gusti.
PPS: Buta's Bookmark ha ripreso con la pubblicazione a giorni alternati. Oggi grande consiglio di lettura. Lo trovate QUI.

27 commenti:

  1. io lo prendo questo mercoledì ad astra, perchè non era arrivato settimana scorsa, aspetto di leggerlo da quando ne parlasti mesi fa.

    per innocent, lo disconoscevo, ci farò un pensierino :P

    rileggendo questa estate la storia DE Roma, ho capito un pò di più la storia dei due, e non vedo l'ora di leggerla completa in questa opera mangosa!

    p.s. Stefano dispensa sempre buoni consigli :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando Stefano un anno e mezzo fa stronzamente mi disse: "Sai buta c'è questo fumetto in giappone su Scipione e Annibale" lo volevo picchiare, Soprattutto dopo aver visto scan a caso. Spesso con i volumi storici bastano anche un paio di tavole a muzzo per capire se un'opera è fatta bene o no. E Ad Astra sin da subito mi sembrò un fumetto eccellente. Cosa confermata dalla lettura, poi. Tu che ormai sei #massimoesperto di storia romana, lo adorerai. :D

      Elimina
  2. ad astra lo ho recuperato recentemente e mi è piaciuto molto, l'unca cosa che mi ha fatto un po storcere il naso è l carattere di annibale da bambino, non so, mi è sembrato esagerato.
    Io purtroppo non conosco bene la figura del condottiero cartaginese (cioè, so le battaglie più importanti e le strategie usate ma non come si raccontava che fosse la persona) quindi potrebbe anche essere una scelta storicamente corretta e non una forzatura dell' autore, e in quel caso diventerebbe un punto d forza XD
    innocent ero indeciso se prenderlo o meno, e mi hai decisamente convinto a farlo, anche perchè ho proprio voglia di leggere qualcos'altro su Sanson dopo il bellissimo boia di parigi (che tra l'altro ho giusto recuperato settimana scorsa)

    SPOLER

    la scena in cui si inchina a Robespierre dichiarandolo nuovo signore di Parigi e futuro re di francia è da brividi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il fumetto della Barbato è veramente eccellente, sicuramente una delle migliori letture fatte quest'anno (anche se è dell'anno scorso)...

      Elimina
    2. Onestamente non è proprio il mio genere,però devo riconoscere da quel poco che ho visto,che queste due opere sono molto valide soprattutto innocent che ha dei disegni pazzeschi.
      Ho letto il boia di Parigi e onestamente per quanto sia ben scritta e disegnata,secondo me l'autrice è troppo di parte fa passare i nobili come poveri innocenti e i rivoluzionari come brutti e cattivi,quando nella realtà entrambe le fazioni hanno commesso le loro nefandezze.

      Elimina
  3. Ero abbastanza curioso di leggere Ad Astra ma adesso che scopro di questo Innocent (le rivoluzioni Francese-Americana sono una delle fasi storiche che preferisco -si fottano le concordanze-) sono ancora più curioso, ma la domanda è: esistono delle Scans anche solo in Inglese? Mi spiego, spendo già davvero poco in fumetti perchè mettere da parte a sufficienza non è così semplice, prima di comprare alla cieca vorre leggere ecco...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora: di Ad Astra ci stanno le scan inglesi fino al capitolo 4. Bastano e avanzano per farti capire che fumetto è, fidati. Di Innocent mi pare ci siano addirittura le scan in italiano fino al terzo o al quarto volume, mentre le scan inglesi dovrebbero essere in pari con la pubblicazione nipponica.

      Elimina
  4. Preso ad Astra a Lucca in super anteprima ma volevo aspettare per innocent perchè non era del tutto sicuro, ma a questo punto lo prenderò senza problemi. Ad astra comunque non l'ho ancora letto perchè non so tu Buta ma io con questi seinen se inizio la lettura e poi devo stare un mese o due senza quando mi leggo il volume successivo diverse cose non le ricordo e perdo le varie connessioni, cosa che non mi succede se leggo tutto d'un fiato o quasi. Quindi aspetterò che sia arrivi un po' più in là per iniziare i tutto; cosa che faccio anche con Historie...te che dici dovrei invece iniziare comunque?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il fatto è questo: con questi seinen ti devi mettere l'anima in pace e aspettare millenni. Non c'è niente da fare. DIciamo che con questi storici, dove comunque sai come la storia si svolge, l'attesa è meno dura. Ad Astra comunque il primo numero funziona anche da solo, quindi direi di leggerlo.

      Elimina
  5. Oramai tutte le volte che mi accingo ad inoltrarmi nel tuo blog, quel poveraccio del mio portafogli avverte una fitta al cuore la smetti di acculturarti e consigliare capolavori XD?!?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, tenendo conto che questi sono tri/quadrimestrali, incidono poco sul portafoglio :D

      Elimina
  6. Ormai buta, io sono massimo esperto in consigli fumettosi!!!
    Poi consigliando queste 2 serie mi piace vincere facile!!!!!!
    Leggilo The Climber io l'ho trovato mastodontico, e credo che se innocent sia così, molto lo deve alla visionarietà di The climber, perchè se Sakamoto seguiva lo stile di Masurao, veniva una cagata fotonica!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì appena riesco lo recupero, the climber.

      Elimina
  7. Per fortuna ho un amico che li comprerà e me li farà leggere XD
    Seriamente: li leggerò e poi valuterò se iniziarli. Sembrano entrambi molto interessanti, ma le mie tasche urlano crisi..

    RispondiElimina
  8. A quanto ho letto per OnePunch-Man ci sono problemi di copyright, ovvero pare che One (l'autore del fumetto originale) non lo voglia far pubblicare all'estero. La VIZ lo pubblica, ma la VIZ ha accordi particolari e molto diretti con Shueisha.
    Spero comunque che riescano a portarlo in Italia al più presto.

    Ad Astra lo prenderò sicuramente. :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi giunge nuova questa cosa su OPM. ONE non vorrebbe fare "più bigmoney"? :O

      Elimina
    2. Beh, credo che il mercato italiano porterebbe comunque un incremento minimo, visto che quello giapponese e quello americano sono già coperti rispettivamente da Shueisha e VIZ.

      Questa notizia dei problemi di copyright è stata fornita da Star Comics ad uno staffer di Nanoda, quindi credo sia affidabile.

      Elimina
  9. Meno male che esisti e mi dici in cosa sperperare il mio denaro!! xD

    maaaa...A QUANDO IL PROSSIMO "LA STORIA A FUMETTI"??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ne parla a gennaio, non prima, sto troppo pieno e il saggio su OP mi sta rubando tutto il tempo libero

      Elimina
  10. Dannato butico sobillatore, con UN articolo mi istighi a comprare non una, non due, ma bensì CINQUE(1) opere fumettose. Sarà meglio che mi dia da fare affinchè il mio portafogli sopporti/supporti codeste pubblicazioni. Ma poi, com'è che ci sono così tanti (2) fumetti storici di ottima qualità in circolazione? È 'na manna!


    Nuooo...te

    1. che poi non è vero, perchè Historie già l'avevo messa in lista in caso fosse stata pubblicata. Grazie per aver mi dato la buoma novella.

    2. si fa per dire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh su Historie ci ho fatto un video. A luglio, tipo... XD

      Elimina
    2. Arghghg!! Sapevo che prima o poi partiva la/una f.d.m. Cause: pessima memoria + ottima(?) indolenza. Chiedo umilmente la grazia, Vostro Onore.

      Elimina
  11. Ad astrs sembra molto interessante! Si può acquistare solo in fumetteria?

    RispondiElimina
  12. Ho letto Innocent e l'ho trovato meraviglioso! Non vedo l'ora che esca il secondo nunero *___*

    Ad astra, invece, non l'ho preso (ho già una marea di uscite!) ma mi stai facendo venir voglia di recuperarlo!

    RispondiElimina
  13. Mi piacciono molto i seinen storici, quindi questi mi incuriosiscono moltissimo. Poi sono entrambi disegnati divinamente!
    Di The Innocent temo solo che ci siano scene troppo violente per i miei gusti :/ le scene di tortura molto realistiche e grafiche non fanno molto per me...ma mi sa che farò un'eccezione appena ne avrò la possibilità!

    RispondiElimina

 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro