15

Your Name: il film di Makoto Shinkai è da premio Oscar?

Questa recensione su Kimi no Na wa di Makoto Shinkai (proiettato nelle sale di tutto l’universo-mondo col titolo anglofono Your Name) me la sono conservata per 2 mesi.
Per la cronaca: non vi spoilero nulla. Quindi leggete tranquillamente.
Sono anni che si sprecano i paragoni tra Miyazaki e Shinkai, sono anni che gli appassionati di animazione gridano allo “scandalo” perché bisogna dare quanto prima un Oscar a Shinkai, in quanto erede futuro del creatore dello Studio Ghibli.
E grazie a Your Name, per Shinkai potrebbe essere l’occasione buona.
In Italia il film sarà proiettato in alcune sale solo per 3 giorni, dal 23 al 25 gennaio.
Settimana prossima, insomma.
E la domanda è: al netto dei rumors, al netto del marketing, al netto di tutto: com’è il film?

No, dai, forse no...

FLASHBACK
Inizi di novembre 2016.
Deborah mi dice che ha comprato i biglietti per un film in cecoslovacco ma coi sottotitoli in tedesco d’animazione che vuole vedere al cinema. In giapponese. Coi sottotitoli in inglese.
E io faccio una faccia brutta.
Perché io e l’animazione siamo due cose distinte e separate, e non è che mi alletta l’idea.
Sincero: mi rompo pure un po’ le palle.

“Amore, ma che roba è?”, domando.
E lei: “Un film che non ti piace al 100%. Ma voglio vederlo assolutissimamente, quindi mi accompagni e muto”.


FLASHFORWARD
Fine novembre 2016.
Esco dalla sala con un sorriso a 94 denti.
“Ah, ma allora ti è piaciuto il film?”, domanda Deborah.

"LEGGERISSIMAMENTE"

Di che parla ‘sto Your Name, senza spoilerarvi nulla?
A causa dell’influenza dell’arrivo di una meteora che spacca il cielo in due, un ragazzo e una ragazza, che non si conoscono, e che vivono in due città diverse, iniziano a trovarsi, sempre più frequentemente, l’uno nei panni dell’altra.
Una mattina si svegliano e bòn: lui è nei panni di lei, e lei è nei panni di lui.
Con tutte le conseguenze, gli svarioni e gli equivoci del caso.
Fino a quando non succede una cosa che vi lascerà così: O___O
E che ribalterà l’intero concept del film.
Che da commedia diventerà tragedia, da tragedia a film romantico, da romantico a fantastico, da fantastico a sci-fi, da sci-fi a Ritorno al Futuro, da Ritorno al Futuro a WTF?!?!?Checazzohovisto?!?!?!?!


Mi sono concesso questo piccolo spoiler per incuriosirvi, ma vi “giuro” che è uno spoiler “nonspoiler”. Quando andrete al cinema a vederlo, capirete.
Rimane la domanda iniziale: com’è il film?

Meraviglioso.
Sotto ogni aspetto.
Sarà che io sono abituato a quelle schifezze della Toei Animation, ai disegni di Dragon Ball Super e One Piece, e quindi quando sono andato la cinema mi sono goduto uno spettacolo visivo monumentale e impressionante, con inquadrature, disegni, panorami, fotografia e animazioni da urlo; sarà che io e l’animazione canonica (intesa come serialità), come dicevo poco più sopra, non andiamo tantissimo d’accordo, mentre i film “stand-alone” li riesco ancora a guardare; sarà che non mi aspettavo il mega “colpo di scena” a metà film (e rarissimamente vengo preso di sorpresa da un plot), sarà che i due protagonisti sanno risultare simpaticissimi, ma oh: Kimi no Na wa mi ha colpito davvero tantissimo.

Passo da questo...

Makoto Shinkai va dicendo in giro che questo film la gente non dovrebbe vederlo, perché sta diventando troppo commerciale. Ma Makoto Shinkai è un furbacchione: nei suoi precedenti film ha riversato tutto il pessimismo cosmico dell’universo. Qui, invece, da una speranza all’umana umanità.
Ed è normale che il film, visto sotto quest’aspetto, stia avendo un successo planetario.
“Quel” finale (non vi spoilero nulla, sarebbe un delitto, capirete quando lo vedrete) ne è sicuramente la causa.
E come dicevamo sopra, se in molti si domandano quando Shinkai prenderà un Oscar - come Miyazaki -, è possibile che lo farà con questo film.
Perchè al netto delle tematiche, della narrazione e della mentalità "tipicamente" giapponese, sotto molti aspetti sembra un prodotto confezionato "apposta" per piacere a tutti.
E vincere a mani basse una statuetta.


...a questo. Ecco perchè (forse) mi è piaciuto molto.

Intendiamoci: non è un film perfetto.
Anzi: ha i suoi difetti e un plot hole talmente gigantesco (che genera un cortocircuito che non vi racconto, sempre per non spoilerarvi) che i puristi dello storytelling potrebbero rimanerci stecchiti.
Ma se riuscite a sopravvivere a questo, vi divertirete tantissimo.

Quindi fate una cosa: andate al cinema a vederlo.
Soprattutto se il cinema che lo trasmettono è vicino casa vostra.
Se ultimamente possiamo vedere film del genere in sala, o roba come Dragon Ball (o One Piece) sul grande schermo, è solo perché sempre più persone stanno dando fiducia a prodotti così.

Non fate le persone MALE.
Ok?

POTREBBERO SICURAMENTE PIACERTI
Perchè Dragon Ball Super (non) è brutto
Minions vs Inside Out: qual è stato il film migliore dell'estate?
Perchè Holly e Benji è il peggior cartone animato sportivo della storia

15 commenti:

  1. Ho già intenzione di andarlo a vedere, quindi leggerò dopo il tuo parere :) così potrò scrivere un commento PERSINO utile

    RispondiElimina
  2. Mi fido del Sommo e me lo guardo ma non al cinema, £14 e passa pound per un film che non mi intriga enormemente non li spendo XD. Mi comprero' il DVD quando uscira'!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uà! 14?
      E' aumentato di 4 sterline? Colpa del Brexit? XD

      Elimina
  3. Eh cazzo, quando ho visto il trailer mi sono detto 'cazzo devo vederlo', e io sono peggio di te, non è che non amo l'animazione:
    mi fa proprio cagare il 99,9% dei prodotti.

    Poi ho realizzato che innanzitutto devo capire se lo trasmetteranno in uno dei 2 cinema qui in provincia di Como, poi che se anche volessi andarci, dovrei farlo da solo. Quindi sono titubante, quindi cazzo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo fanno all'UCi di Montano. se vuoi io vado lì il 24 alle 17.10 :D

      Elimina
  4. E niente, tocca aspettare bluray oppure andare a pesca. Nel terzo mondo della provincia di Savona non arriva manco per il Pazzo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo la distribuzione è quel che è.
      Già è un miracolo che inizia ad arrivare roba del genere, anche se a singhiozzo.

      Elimina
  5. Scusa il ritardo e l'OT, ma sono contento di rivederti attivo sul blog. I tuoi articoli mi mancavano tantissimo, anche se la tua assenza non è stata volontaria (ho letto i precedenti, quindi, so tutto)
    Comunque, si... mi hai incuriosito abbastanza da andare a vederlo

    RispondiElimina
  6. Ciao sommo, complimenti per tutto il tuo lavoro, è molto apprezzato, e ben tornato!
    Domanda: c'è tanto di fantascientifico o potrebbe piacere anche alla mia fidanzata (inguaribile romanticona)?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piacerà sicuramente più a lei che a te. Garantito. :)

      Elimina
  7. Voglio esser ultra sincero: lo sto scoprendo ora da te :I

    RispondiElimina
  8. Alla fine del film non ho nemmeno capito quando inizia la storia.xD
    Mi sa che mi tocca prendere il romanzo per vedere e capire se il bucozzo nella storia è voluto/reale.xD

    RispondiElimina
  9. Sommo, sono andato a vederlo ieri sera. Davvero bello! Ancora una volta avevi ragione :-D
    So che è spoiler, ma vorrei sapere a cosa ti riferisci parli del "plot hole" gigantesco. Forse ho sospeso talmente tanto la mia incredulità da non notarlo.
    ----------
    SPOILER
    ----------

    forse al fatto che una volta salvata crea il paradosso per cui non aveva più motivo di andare indietro nel tempo la prima volta?

    RispondiElimina

 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro