9

La distruzione dello status quo nel mondo di ONE PIECE

Mi rendo conto che questo post avrei dovuto scriverlo su ONE PIECE MANIA, ma poiché sono un grandissimo egoista, oltre che un gigantesco vanitoso del cazzo, preferisco postarlo qui, sul vecchio blog, per resuscitarlo e dargli una parvenza di vitalità.
Contenti?
(come sarebbe a dire “NO”?”)
Ad ogni modo, gli ultimi capitoli di One Piece stanno offrendo a tutti noi lettori esattamente quello che ci aspettavamo: la saga di Whole Cake Island si sta per concludere, Goku e l’Universo 7 hanno vinto il Torneo del Potere, Rufy ha sconfitto Katakuri, Big Mom sta per ingozzarsi con la torta, il Germa e gli Uomini Pesce sono corsi in aiuto degli strawhats per dare loro manforte nell’ultima fuga.
Eppure, la cosa che mi ha interessato di più rimane il fatto che subdolamente (e aggiungerei uno schifosissimo “viscidamente”) Oda continua ad apporre pezzi all’enorme mosaico socio-politico del mondo di One Piece.
E cacchio cacchio, tomo tomo, piazza l’ennesimo colpo da maestro, nell’ultimissimo capitolo 899 di One Piece.
Non ve ne siete accorti anche voi?

Continua a farti del male...
 
Copyright 2009 Il Viagra della Mente Template creato da Angelo "sommobuta" Cavallaro